Connect with us
Eto'o su Sanchez: "L'Inter avrà bisogno di lui"

Flash News

Eto’o su Sanchez: “L’Inter avrà bisogno di lui”

Pubblicato

:

La prima parte della parentesi in nerazzurro di Alexis Sanchez non è stata delle migliori: un’espulsione a dir poco ingenua ed un infortunio al tendine peroneo hanno compromesso il suo inserimento nel sistema tattico di Antonio Conte. Ora, però, sarà fondamentale per la volata finale della stagione.

Pensa lo stesso anche Samuel Eto’o, che ha elogiato il cileno in un’intervista a Cdf Notizias:

Le sue qualità tecniche sono fuori discussione, può fare la differenza ovunque, gioca bene tra le linee e nell’uno contro uno. Deve solo ritrovare il suo livello, ma penso che l’Inter avrà sempre bisogno di un giocatore come lui.

Fonte immagine: profilo IG @inter

Calcio Internazionale

Retroscena sul passaggio di Mudryk al Chelsea: ecco cosa avrebbe fatto l’ucraino poco prima di approdare ai Blues

Pubblicato

:

Mykhailo Mudryk è potenzialmente uno dei giocatori più talentuosi emersi negli ultimi anni però, al Chelsea, non è mai riuscito ad esprimersi al meglio. In questa stagione si sono visti sprazzi delle sue qualità ma la sensazione è che il giocatore ucraino non sia ancora sbocciato del tutto. Arrivato al Chelsea nel gennaio del 2023, Mudryk avrebbe potuto vestire la maglia di un altro club londinese, quella dell’Arsenal ma le cose sono andate diversamente.

Secondo il The Atheltic infatti Mudryk, una volta capito che l’affare con i Gunners era sfumato, avrebbe chiamato i dirigenti dell’Arsenal in lacrime mentre si avviava all’aeroporto in direzione Londra sponda Blues.

É ancora molto presto per parlare di un grande “what if”  ma chissà cosa sarebbe successo se invece di andare al Chelsea, in questo periodo storico molto confuso e privo di soddisfazioni per i Blues, fosse andato nell’Arsenal di Arteta che riesce a migliorare e di parecchio gli esterni offensivi. In un contesto funzionale il talento ucraino forse sarebbe riuscito ad esprimersi al meglio.

Mudryk ha ancora tutta la carriera davanti, essendo appena un classe 2001, ma anche molto da dimostrare: i soli tre gol segnati con la maglia del Chelsea sono una cifra davvero troppo bassa per un giocatore di quel talento. Chissà se e quando riusciremo a vedere quel giocatore che aveva incantato tutti ai tempi dello Shakhtar.

 

Continua a leggere

Flash News

L’agente di Jorginho: “Può tornare in Italia, Lazio e Juventus le sue preferenze”

Pubblicato

:

Jorginho

Jorginho sembra essere pronto a tornare in Seria A. Dopo le esperienze in Premier League con le maglie di Chelsea prima e Arsenal poi, il centrocampista italo-brasiliano vuole rivivere un’esperienza nel nostro campionato. Jorginho ha lasciato l’Italia nel 2018 e da qualche tempo si sentono voci su un suo possibile ritorno.

L’agente di Jorginho, João Santos, intervenuto ai microfoni di TVPlay ha svelato che nel futuro del proprio assistito ci sarebbe l’Italia. Come possibili mete, il procuratore ha nominato praticante tutti i top club della Serie A, senza quindi sbilanciarsi più di tanto sul possibile futuro di Jorginho. Ha però voluto indicare le due preferenze: Lazio e Juventus.

LE PAROLE DI JOÃO SANTOS

TRA RINNOVO, MERCATO ED EURO2024 – “Valuteremo la proposta che arriverà sul tavolo e decideremo per il suo meglio. Ovviamente la priorità è il rinnovo con l’Arsenal, perché sta molto bene con tutti, però col contratto in scadenza speriamo arrivi la squadra che vuole il suo bene. Un altro obiettivo è ricevere la convocazione in Nazionale da parte di Spalletti. Sul ritorno in Italia invece il mercato è un po’ fermo e lento, prima era più aggressivo. Non so se per una questione di soldi e strategia, ma fino adesso nessuna big di Serie A ha mostrato interesse”.

POSSIBILI PREFERENZE – “Se dobbiamo fare un gioco lo vedrei meglio alla Lazio per la presenza di mister Sarri che conosce molto bene le sue caratteristiche, ma anche alla Juve dove c’è un grande direttore sportivo come Giuntoli con cui ha vissuto tanti anni belli al Napoli. Poi non escludo anche un ritorno in azzurro col nuovo mister Calzona, che prima lavorava con Sarri. Alla Roma invece non credo perché non ci sono mai stati contatti ma, per forza e tradizione, non escludiamo Milan e Inter dove vorrebbero giocare tutti”.

FUTURO DA ALLENATORE – “Allenatore? Jorginho è molto abile in questo aspetto perché già adesso parla molto di calcio e tattica con i suoi compagni. Lui in campo ha un’intelligenza diversa perché vede il gioco in modo globale, non solo nella sua posizione. Ha preso il patentino da allenatore perché pensa dopo il calcio giocato di fare questo mestiere. Ha una visione da centrocampista come Thiago Motta, che sta facendo benissimo al Bologna dove ha trovato la strada giusta. Speriamo che anche Jorginho prenda una squadra con un presidente e un direttore sportivo che gli danno fiducia e raccoglierà i frutti”.

RIGORE CONTRO LA SVIZZERA – “In quella situazione è stato l’unico a prendere il pallone. Secondo me tra dieci anni il portiere sarà più importante del tiratore, perché oggi i portieri studiano e sono più reattivi che in passato e la percentuale di realizzazione si continuerà ad abbassare. Ci vuole comunque una grande personalità per fare questo, prendendosi ovviamente anche il rischio di poter sbagliare”.

Continua a leggere

Flash News

Inter-Atalanta, Zappacosta predica calma: “Dobbiamo voltare pagina e pensare al Bologna”

Pubblicato

:

Zappacosta Atalanta-Napoli

L’Atalanta è uscita con le ossa rotte dalla seconda partita in quattro giorniSan Siro, venendo spazzata via da un’Inter in formato seconda stella. Per gli orobici avrà ora inizio un vero e proprio tour de force tra campionato e coppe, che si aprirà questa domenica contro il Bologna, un vero e proprio scontro diretto in ottica qualificazione Champions. Nel match di ieri sera tuttavia, hanno fatto discutere alcuni di episodi arbitrali commentati anche da Davide Zappacosta, intervistato da DAZN nel postpartita.

LE PAROLE DI ZAPPACOSTA

SBANDAMENTO – “L’Atalanta ha iniziato molto bene la propria gara, indirizzata in seguito da un paio di episodi. L’Inter è molto forte, ma certe situazioni possono farti sbandare. In ogni caso, la nostra indole è quella di non mollare mai, e dopo il primo tempo volevamo raddrizzare la partita. Il risultato è un po’ ampio e fa male, ma dobbiamo subito voltare pagina e pensare al Bologna”.

SCONTRO DIRETTO – “Non è mai facile parlare di episodi arbitrali, a volte ti favoriscono mentre altre volte te li trovi contro. Dobbiamo accettare le decisioni e andare avanti, mantenendo il nostro equilibrio. Restiamo consapevoli delle nostre qualità, e lavoreremo al meglio per la partita di domenica”.

Per l’Atalanta, come già detto, si profila un calendario estremamente esigente: dopo il Bologna, seguiranno i match contro JuventusFiorentina Napoli, inframmezzati dal doppio confronto di Europa League con lo Sporting Lisbona.

Continua a leggere

Flash News

Il futuro di Chiesa rimane in bilico: la Juve pensa a Raspadori

Pubblicato

:

chiesa di biagio

Federico Chiesa, dopo un inizio di stagione promettente, ha visto lentamente diminuire il proprio minutaggio, anche a causa di diversi problemi fisici, tra cui gli strascichi dell’infortunio al ginocchio, che non sembrano dare pace all’ex Fiorentina. La permanenza nel club bianconero non è più così scontata e a fine stagione un addio non sembra più improbabile.

LA SITUAZIONE CONTRATTUALE

Chiesa è arrivato a Torino dalla Fiorentina nel 2020. Il contratto con la Juve è in scadenza nel 2025 e il rinnovo sembra un’ipotesi molto lontana. L’esterno d’attacco guadagna 5 milioni all’anno, che oggi non corrispondono al suo attuale rendimento. La Juventus non può garantire al giocatore di tornare a lottare per qualcosa di importante, almeno nel breve periodo, e lo stesso Chiesa non sta dando garanzie dal punto di vista dei numeri e delle prestazioni. Se non dovesse arrivare l’accordo per il rinnovo, e per evitare che la Juve lo perda a zero nel 2025, le due strade potrebbero separarsi a fine stagione.

CHI AL POSTO DI CHIESA ?

Secondo La Gazzetta dello Sport, uno dei nomi papabili per sostituire Chiesa è quello di Giacomo Raspadori, attualmente al Napoli. Anche l’attaccante non sta attraversando un momento facile in azzurro. Quest’anno tre allenatori su tre non lo hanno messo al centro del progetto e la permanenza al Napoli non è scontata. Raspadori ha caratteristiche completamente diverse da quelle di Chiesa ma potrebbe essere un ottimo partner d’attacco di Vlahovic. Vedremo se nei prossimi mesi ci saranno passi concreti da parte dei bianconeri che sembrerebbero esser pronti per una rivoluzione estiva.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969