Connect with us

Calcio Internazionale

Euro 2021, riunione UEFA: tifosi allo stadio e allargamento rose

Pubblicato

:

Domani a Nyon si terrà la riunione tra i vertici del comitato esecutivo UEFA: i temi toccati durante il confronto saranno l’allargamento delle rose le aperture degli stadi al pubblico. Gabriele Gravina, presidente della F.I.G.C.,  pochi giorni fa ha rilasciato la seguente dichiarazione in merito:

Sono certo che inaugureremo l’Europeo a Roma l’11 giugno con Italia-Turchia. E lo faremo con la presenza del pubblico sugli spalti. Non so ancora quanti spettatori ci saranno, ma il pubblico ci sarà di sicuro. Sono due anni che operiamo e investiamo sull’organizzazione degli Europei, dobbiamo lavorare insieme perché Roma difenda l’organizzazione delle 3-4 partite che dobbiamo ospitare in Italia. Abbiamo dimostrato di poter centrare quest’importante obiettivo che dobbiamo completare con la presenza del pubblico.”

Le parole di Gravina dunque fanno ben sperare i tifosi italiani.  Domani, al termine del confronto, i vertici della UEFA dovrebbero decretare la riapertura degli stadi per l’Europeo; tuttavia Euro 2021 sarà una competizione strutturata diversamente rispetto alle edizioni precedenti. Infatti le partite non si disputeranno in un unico Paese ospitante, bensì negli stadio di varie nazioni: Euro 2021 è il primo Europeo itinerante della storia. Per questo motivo, nel decreto che sarà promulgato dalla UEFA, si renderà noto che la percentuale di tifosi ammessi in ogni stadio è a discrezione del Paese e delle norme vigenti al suo interno. Un fattore determinante sarà senz’altro l’andamento della curva epidemiologica del Covid-19: un eventuale abbassamento generale dei contagi e dei morti, potrebbe indurre i Presidenti delle FederCalcio europee a riaprire parzialmente le strutture. In ogni caso, è probabile che gli stadi non siano aperti per oltre il 30% della loro capienza.

LA PROPOSTA DI CEFERIN

Durante una recente intervista, il Presidente della UEFA Aleksander Ceferin, ha avanzato una proposta che permetterebbe ai tifosi di assistere alle partite dell’Europeo. Secondo Ceferin, tutte le partite dovrebbero avere il pubblico: qualora alcuni stadi non ricevessero il via libera dalla propria Federazione, la partita si potrebbe comunque giocare a porte aperte in un’altra nazione. Di seguito le sue dichiarazioni:

«Stiamo lavorando a diversi scenari, ma l’unica certezza che possiamo dare è che l’opzione di giocare qualsiasi partita di EURO 2020 in uno stadio vuoto è fuori discussione. Ogni città dovrà garantire la presenza di tifosi durante le partite. Lo scenario ideale è giocare il torneo nelle 12 sedi originali, ma se ciò non sarà possibile andremo avanti in 10 o 11 Paesi nel caso in cui una sede non dovesse soddisfare le condizioni richieste»

LA QUESTIONE ROSE

Il comitato esecutivo UEFA si pronuncerà anche sull’allargamento delle rose per ciascuna nazionale. In caso di riscontro positivo, sarà senz’altro più facili per gli allenatori stilare la lista dei convocati. L’allenatore dell’Italia, Roberto Mancini, risolverebbe alcuni problemi di ballottaggio e scioglierebbe i non pochi dubbi che lo hanno attanagliato in questi mesi.

PORTA E DIFESA

Tra i pali, Mancini avrebbe comunque giocatori in ballotaggio: oltre alla certezza Donnarumma, sono in lotta per un posto tra i convocati Gollini, Silvestri, Cragno, Sirigu, con Consigli e Meret più defilati. In difesa, Mancini sembra intenzionato a portare con sé 4 terzini e 4 difensori centrali; i terzini sembrano essere sicuri del posto (Calabria, Spinazzola, Emerson e Florenzi), invece per il ruolo di difensore centrale è lotta a viso aperto tra Acerbi, Bastoni e Romagnoli per due posti, oltre agli inamovibili Chiellini e Bonucci sicuri della convocazione. L’allargamento delle rose consentirebbe a Mancini di portare tutti e tre i “candidati” all’Europeo e di dare a tutti un’occasione importante per mettersi in luce.

CENTROCAMPO

Per il suo centrocampo, Mancini sicuramente non si priverà di Barella, Jorginho e Verratti, fondamentali per lo scacchiere azzurro. Locatelli e Pellegrini saranno i loro sostituti; per l’ultimo posto, si giocano una maglia Zaniolo, Sensi e Zaccagni. Nonostante il primo sia leggermente avanti, Mancini potrebbe ripiegare sugli altri due per la sua scelta: il giocatore giallorosso rientra dall’infortunio al ginocchio che lo tiene ai box da settembre, quindi non è detto che recuperi in tempo. Sensi attualmente sembra fuori forma, ma chissà che per l’estate non riesca a ritrovare la forma migliore condizione; Zaccagni dopo un exploit che lo aveva messo sotto i riflettori dell’Italia calcistica, sembra essere leggermente in calo. Con l’allargamento delle rose, Mancini potrebbe portare con sé sia Zaniolo (in caso di recupero dall’infortunio) e uno tra Zaccagni e Sensi.

ATTACCO

In attacco sono sicuri del posto Immobile, Chiesa e Insigne. Sono leggermente indietro nelle gerarchie di Mancini Belotti e Berardi, che hanno comunque buone possibilità di essere convocati. L’ultimo posto è un enigma per l’allenatore azzurro: in ballottaggio Kean, Caputo, Bernardeschi e Grifo, con i primi due favoriti sui secondi. L’allargamento delle rose scioglierebbe parzialmente a Mancini i dubbi sugli attaccanti da convocare e il tecnico avrebbe la possibilità di concedere un’esperienza come l’Europeo a più giocatori.

(Fonte immagine in evidenza: Youtube.com)

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

La FIFA apre un’indagine su quattro calciatori dell’Uruguay!

Pubblicato

:

Cavani attaccanti Juve

Una delle tante sorprese di questo Mondiale in Qatar è stata l’eliminazione dell’Uruguay. Al fischio finale della partita, in particolare quattro calciatori in maglia celeste (Muslera, Godin, Gimenez e Cavani) si sono avventati contro l’arbitro, reo di non essere stato impeccabile in alcune decisioni. In particolare Gimenez e Cavani, al fischio finale, sono andati dal direttore di gara e avrebbero rispettivamente dato una gomitata ad un membro della FIFA e aver ribaltato il monitor del VAR. La risposta della FIFA non si è fatta attendere, espressa tramite un comunicato ufficiale.

LA RISPOSTA DELLA FIFA

Di seguito le parole del comunicato:

La commissione disciplinare della FIFA ha avviato un procedimento contro l’AUF per potenziali violazioni degli articoli 11 (comportamento offensivo e violazione dei principi del fair play), 12 (cattiva condotta di giocatori e funzionari) e 13 (discriminazione) del codice disciplinare della FIFA in relazione agli incidenti durante la partita dei Mondiali tra Ghana e Uruguay del 2 dicembre. Sono stati aperti fascicoli separati contro i giocatori uruguaiani José María Giménez, Edinson Cavani, Fernando Muslera e Diego Godín per potenziali violazioni degli articoli 11 e 12 del Codice disciplinare FIFA in relazione agli incidenti verificatisi al termine della suddetta partita.”

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Il messaggio di Pelé per il suo Brasile: “Siamo insieme in questo percorso”

Pubblicato

:

Pelé

Il Brasile, alle ore 20:00 italiane, si incontrerà con la Corea per una gara valida per un pass per i quarti di finale del Mondiale in Qatar. Pelè, ex fuoriclasse brasiliano, ha mandato un messaggio alla Seleçao in occasione del match di oggi.

“VI SEGUIRÒ DALL’OSPEDALE”

Di seguito il messaggio di Pelè su Instagram:

Nel 1958, in Svezia, camminavo per le strade pensando di mantenere la promessa fatta a mio padre. So che molti della Nazionale hanno fatto promesse simili e sono anche alla ricerca del loro primo mondiale. Voglio ispirarvi amici miei. Guarderò la partita da qui all’ospedale e farò il tifo per ognuno di voi. Siamo insieme in questo percorso. Buona fortuna al nostro Brasile!”.

Nonostante le pessime condizioni di Pelè, l’ex fuoriclasse non fa altro che pensare alla propria Nazionale e a seguirla anche direttamente dall’ospedale.

 

Continua a leggere

Calcio Internazionale

De Vrij si allena a parte con l’Olanda: le ultime

Pubblicato

:

Inter

Strano Mondiale quello di Stefan De Vrij con l’Olanda fino ad ora: il difensore dell’Inter non ha mai messo piede sul sintetico dei campi del Qatar e la sua condizione continua ad essere non proprio ottimale.

OLANDA, DE VRIJ ANCORA A PARTE

Secondo quanto riportato da De Teegraaf, De Vrij sta continuando a seguire un programma personalizzato e anche ieri non si è allenato nemmeno con le riserve della Nazionale Olandese. Causa una pessima condizione, il difensore olandese sarà costretto a saltare la partita contro l’Argentina, valida per un pass in semifinale del mondiale, che si giocherà venerdì.

Con ogni probabilità, Louis Van Gaal riproporrà la difesa a 3 composta da Timber, Van Dijk e Aké, con anche Matthijs de Ligt in panchina, oltre all’infortunato de Vrij.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Santos furioso con Ronaldo: “Deciderò all’ultimo se giocherà”

Pubblicato

:

Pronostico Portogallo-Spagna

L’uscita polemica di Cristiano Ronaldo durante Portogallo-Corea Del Sud non poteva certamente passare inosservato.
Il Ct portoghese, Fernando Santos, è tornato sulla questione oggi in conferenza stampa, con toni decisamente elevati:

“Non ho sentito cosa ha detto Ronaldo mentre usciva, ma ho rivisto la scena in tv e ho capito, è una cosa gravissima che non deve capitare più. Non voglio soffermarmi troppo sull’argomento, certe cose si risolvono nello spogliatoio. Non so ancora chi giocherà, la formazione la decido sempre all’ultimo momento, cercando di schierare il miglior Portogallo possibile, così sarà anche domani”.

Insomma, la situazione è molto delicata in casa Portogallo, inoltre le voci di un possibile approdo di CR7 in Arabia Saudita non migliorano certo la situazione, visto che la Nazionale è concentrata sul passaggio del turno.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969