Connect with us

Calcio Internazionale

Euro2020, le pagelle di Portogallo-Germania

Pubblicato

:

Alla Fußball Arena di Monaco si gioca il big match tra Portogallo e Germania. La gara, valida per la seconda giornata del girone F di questo Euro2020, mette a confronto due squadre che vivono momenti e sensazioni contrapposte. Il Portogallo di Fernando Santos ha iniziato bene la competizione battendo l’Ungheria nel segno di Cristiano Ronaldo. Il 7 portoghese ha siglato due reti nella gara d’esordio e superato così Platini in testa alla classifica dei marcatori all time degli Europei. La Germania ha perso contro la Francia campione del mondo alla prima giornata, decisiva un’autorete di Hummels.

Partita bellissima. I teutonici partono bene dominando il gioco ma vengono sorpresi dalla rete del solito Cristiano Ronaldo. La reazione della squadra di Löw arriva con un uno-due formidabile che ribalta il risultato in chiusura di primo tempo. Nel secondo tempo la Germania la chiude con Havertz e Gosens, Jota accorcia per i portoghesi che ci provano poi senza successo.

PORTOGALLO

Rui Patricio 6 – Incolpevole in tutti e quattro i gol tedeschi, può solo raccogliere il pallone in fondo alla rete.

Semedo 5 – Dal suo lato attacca Gosens e lui praticamente non lo vede mai. Sale d’intensità con l’uscita dell’atalantino, ma rimane una partita da dimenticare.

Pepe 6 – Prova a tenere in piedi la baracca mettendoci la grinta che lo contraddistingue da sempre.

R. Diàs 5 – Partita impeccabile fino all’autorete, da lì diventa lontano parente del difensore ammirato in Premier al City.

Guerreiro 5,5 – In fase offensiva va sicuramente meglio, dietro sbanda insieme a tutto il reparto. La sua autorete spiana la strada alla Germania.

William Carvalho 5 – Lavoro d’interdizione al di sotto dei suoi standard, parecchio impreciso in fase d’impostazione. (dal 58′ Rafa Silva 5,5 – Chiamato in campo per dare una scossa, non riesce a ripetersi dopo la buona prova contro l’Ungheria).

Danilo Pereira 5,5 – Rispetto al compagno di reparto è molto più efficace nel recupero palla. Non rischia quasi mai la verticalizzazione e la manovra ne risente.

Bruno Fernandes 5 Irriconoscibile. Si fa vedere spesso e si muove in modo intelligente tra le linee, ma sbaglia tantissimi, troppi palloni per quello che è solito far vedere. (dal 64′ Moutinho 6 – Preciso e geometrico, rende più verticale e imprevedibile il gioco dei suoi).

Bernardo Silva 6 – Non gioca male, un po’ a corrente alternata. Bellissima la verticalizzazione per Jota in occasione dell’1-0 ma poi poco altro. Fernando Santos lo toglie per avere maggiore fisicità e frenare lo straripante Gosens. (dal 46′ Renato Sanches 6,5 – Quando si posiziona nella zona centrale del campo inizia ad esprimersi al meglio. Coglie un palo clamoroso che avrebbe potuto regalare un finale diverso al Portogallo).

Jota 6,5 – Non è il classico centravanti ma, con Ronaldo, riesce a mettere in difficoltà la difesa tedesca. Prima regala a CR7 la palla dell’1-0, poi segna un gol facile che potrebbe essere utile nella differenza reti. (dal 83′ Andre Silva s.v.).

Cristiano Ronaldo 6,5 – È il trascinatore di questa squadra e viene cercato costantemente. Non sempre fa la giocata giusta ma entra in entrambe le marcature. Ha il merito di iniziare e poi concludere l’azione del vantaggio segnando il suo terzo gol ad Euro2020. Legge bene la palla inattiva e restituisce il favore a Jota in occasione della seconda rete dei suoi.

euro2020 ronaldo jota portogallo

fonte immagine: profilo Instagram @portugal

GERMANIA

Neuer 6 – Come il collega non può fare molto in occasione dei gol subiti, utilissima la sua capacità di giocare con i piedi per avviare le ripartenze della Germania.

Ginter 6 – Nella prima frazione accompagna spesso l’azione offensiva. Nel secondo tempo abbassa il raggio d’azione ma tiene botta negli attacchi lusitani.

Hummels 6 – Prestazione non perfetta ma attenta, meglio rispetto all’uscita contro la Francia. È costretto ad arrendersi per un problema muscolare nel secondo tempo. (dal 62′ Emre Can 6 – In avanti non ci va praticamente mai, ma Löw lo ha messo dentro per creare densità e lui fa il suo).

Rüdiger 6,5 – Il migliore dei tre dietro tedeschi, solido e preciso. Giocatore molto maturato e lo dimostra anche oggi con una prestazione da leader.

Kimmich 6,5 – Rispetto a Gosens tende ad accentrarsi e inizialmente la difesa del Portogallo lo imbriglia. Alla lunga cresce e diventa decisivo nel successo della Germania.

Gündogan 6,5 – Partita di sostanza e qualità, dirige, insieme a Toni Kroos, le azioni della sua squadra sbagliando pochissimo. (dal 73′ Süle 6 – Entra nel peggior momento possibile con il Portogallo alla ricerca della rimonta. Col passare dei minuti prende le misure e tiene bene la difesa).

Kroos 7 – Basta poco per descrivere la partita dell’8 merengue. Tutti i palloni passano dai suoi piedi, e, perfino stremato, raddoppia costantemente gli avversari. Onnipresente.

Gosens 8 – Semplicemente imprendibile. Ammattisce Semedo, segna un gol dopo cinque minuti, poi annullato dal VAR, tanto per far capire che aria tira. Mette dentro i cross del primo e del terzo gol tedesco, c’è il suo zampino nel secondo e sigla il quarto di testa sul secondo palo, porta la prima vittoria ad Euro2020 alla Germania. Strepitoso. (dal 62′ Halstenberg 5 – Molto più bloccato rispetto al giocatore della Dea, soffre parecchio la spinta lusitana. Non segue la palla in occasione del gol di Jota, regalando un finale di sofferenza ai suoi).

euro2020 gosens Germania

fonte immagine: profilo Instagram @dfb_team

Havertz 7 – Il talento c’è e si vede. Si perde completamente Jota nel contropiede che porta all’1-0. Dopo qualche minuto di shock rientra con la testa in campo e indirizza la partita. Mette la firma in tutti i gol della Germania.

Müller 6,5 – Ricopre la posizione di attaccante centrale, ma viene spesso fuori a cercare la palla. Giostra tantissimi palloni nelle manovre offensive, finalizza poco ma rimane fondamentale in questa squadra.

Gnabry 6,5 – Spina nel fianco per i portoghesi, motorino costante su cui Löw fa tanto affidamento. Il suo dinamismo aiuta ad allungare le maglie della difesa avversaria. (dal 87′ Sané s.v.).

(fonte immagine in evidenza: profilo Twitter @DFB_Team_EN)

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Mertens polemico post Marocco: “Il fallo non c’era”

Pubblicato

:

Ghana

Dries Mertens è intervenuto ai microfoni di Rai Sport dopo la sconfitta contro il Marocco. L’ex attaccante del Napoli ha analizzato la prestazione, soffermandosi sull’episodio del primo gol della Nazionale africana.

L’attaccante belga ha dichiarato:

“Abbiamo iniziato bene, poi loro hanno segnato su fallo che secondo me non c’era. Noi abbiamo fatto il nostro, secondo me abbiamo avuto le migliori occasioni. La sconfitta in chiave qualificazione pesa tanto”.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

[VIDEO] Zenit-Spartak Mosca finisce in rissa: 6 espulsi!

Pubblicato

:

In Russia si sta giocando la Coppa di Lega. Il match odierno tra Zenit San Pietroburgo e Spartak Mosca è stato a dir poco incredibile, ma non per delle gesta dei giocatori in campo. Nei minuti di recupero, sul risultato di 0-0, è scoppiata una rissa che ha portato a ben sei espulsi, tre per parte. Per lo Zenit i tre giocatori espulsi sono stati Barrios, Malcolm e Prado, per lo Spartak Mosca Nicholson, Selikhov e Sobolev.

Il match è finito ai calci di rigore con la vittoria per 4-2 dello Zenit. Decisivo il rigore realizzato da Bakaev.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Rodri commenta il suo nuovo ruolo: “Da centrale mi trovo bene”

Pubblicato

:

Delph

Al termine del match contro la Germania, il centrocampista spagnolo Rodri ha parlato ai microfoni di La1.

Il calciatore del Manchester City si è soffermato sul suo nuovo ruolo di difensore centrale:

“Cerco di imparare ogni giorno, è un ruolo diverso ma mi trovo bene con i miei compagni. Capisco il ruolo e l’importanza che devo dare alla squadra”.

Poi, sulla partita:

Sul gol potevamo fare meglio, ma Musiala è stato anche fortunato sul rimbalzo. Sapevamo che sarebbe stato complicato: i tedeschi sono molto forti, ma abbiamo giocato bene e preso un punto che ci permette di arrivare alla sfida col Giappone con le massime garanzie”.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Luis Enrique post Spagna-Germania: “Abbiamo cercato di fare il nostro gioco”

Pubblicato

:

Luis Enrique

Al termine di Spagna-Germania, il tecnico spagnolo Luis Enrique ha analizzato il match ai microfoni della RAI, commentando il pareggio maturato tra le due Nazionali.

L’ex allenatore di Barcellona e Roma ha dichiarato:

“Oggi è stata una partita molto difficile, i tedeschi giocano bene e pressano forte. Abbiamo cercato di fare il nostro gioco, abbiamo fatto degli errori sul risultato di 1-0. Siamo contenti perché siamo primi nel girone ma non abbiamo ancora fatto nulla”.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969