Connect with us
Europa League time: alla scoperta del girone J

Calcio Internazionale

Europa League time: alla scoperta del girone J

Pubblicato

:

Il girone J di Europa League ospita la Roma di Fonseca, una delle squadre più interessanti di questa competizione, possibile candidata a giocarsi la vittoria finale. Insieme ai giallorossi l’altra favorita del girone sono i tedeschi del Borussia Mönchengladbach, mentre sembra più ardua l’impresa per le due outsider Istanbul Basaksehir e Wolfsberger.

COLTIVARE IL SOGNO

La Roma di Fonseca è una delle squadre più enigmatiche della competizione. L’estate ha portato una rivoluzione a Trigoria, con tanti volti nuovi, su tutti l’allenatore. L’inizio di campionato è stato difficile, con il pari casalingo rocambolesco col Genoa e l’altro pareggio, sofferto, nel derby con la Lazio. Gli ultimi giorni di mercato hanno però riportato entusiasmo a Roma, con gli arrivi di Smalling, Kalinic e Mkhitaryan. Il ds Petrachi ha dovuto lavorare sodo per ripulire la squadra dai numerosi esuberi e affidare a Fonseca una formazione forte, completa e motivata. Gli ultimi colpi dell’ex ds del Torino in particolare hanno mostrato come l’aria a Roma sia cambiata e l’Europa League, sempre snobbata, sia quest’anno un obiettivo reale e concreto.

Sono arrivati ben due giocatori che questa coppa l’hanno vinta. Non a caso sia Smalling che Mkhitaryan nella loro conferenza di presentazione hanno apertamente parlato della volontà di giocarsi questa competizione. A Roma manca da davvero troppo tempo un trofeo, il campionato è praticamente ingiocabile e l’El, insieme alla Coppa Italia, rappresenta un’alternativa decisamente più plausibile per vincere qualcosa. Ai nastri di partenza la Roma si posiziona tra le prime 3-4 squadre della competizione, aspettando le retrocesse dalla Champions. Il gioco di Fonseca, rapido, spregiudicato e offensivo, si adatta benissimo al tipo di calcio che si gioca nelle competizioni europee, molto più che agli stilemi del campionato italiano. Indubbiamente i giallorossi sono chiamati innanzitutto a passare il girone, magari vincendolo, per poi provare a coltivare il sogno di arrivare alla finale di Danzica.

Fonte: profilo ufficiale Twitter @OfficialASRoma

FRECCE TEDESCHE

Il Borussia Mönchengladbach non è stato un buon sorteggio per la Roma. I tedeschi erano una delle squadre più insidiose della seconda fascia e daranno filo da torcere ai giallorossi per il primo posto del girone. Salvo incredibili svolte, Roma e Gladbach potranno passare il girone a braccetto, ma in che ordine ciò avverrà sarà cruciale. La squadra di Marco Rose non ha cominciato al meglio la stagione. Una vittoria, un pareggio e una sconfitta, solo quattro punti nelle prime tre giornate per una squadra che ha mostrato già alcuni punti forti e palesato evidenti sofferenze. Davanti il trio d’attacco Embolo- Thuram-Pléa è formidabile in velocità, ma ovviamente paga qualcosa a difesa schierata. Dietro il match con il Lipsia ha mostrato parecchie difficoltà, soprattutto nel contenere i movimenti repentini delle punte avversarie.

Un mix interessante di velocità, fantasia e forza, ma ancora poca organizzazione tattica. Roma e Gladbach sono due squadre molto simili, con due allenatori appena arrivati, che avranno bisogno di tempo per mettere in pratica le loro idee. Rose ha fatto benissimo al Salisburgo, l’occasione al Gladbach è di quelle da non sprecare. Il confronto tra i giallorossi e i bianconeri sarà molto interessante anche come scontro di filosofie di gioco, di idee calcistiche. Il Gladbach schiera un 4-3-1-2, che all’occorrenza diventa un vero e proprio 4-3-3 viste le caratteristiche dei tre là davanti. La coppia centrale è collaudata, Ginter in particolare è ormai uno dei migliori difensori della Bundesliga. A centrocampo Zakaria garantisce equilibrio, il grande pericolo però per le avversarie è lì davanti, con un Embolo in stato di grazia, un Pléa sempre più bomber e un Thuram pronto a esplodere da un momento all’altro.

Fonte: profilo ufficiale Twitter @borussia

LA SQUADRA PRESIDENZIALE

La mina vagante del girone J è l’Istanbul Basaksehir. I turchi partono naturalmente dietro a Roma e Gladbach, ma guai a sottovalutarli. In pochi anni la squadra più odiata della Turchia ha conquistato il calcio nazionale, stravolgendo anni e anni di tradizione. La squadra più odiata, sì, perché considerata la squadra del governo turco, vista la vicinanza al presidente Erdogan, non proprio un leader amatissimo dal popolo. Il Basaksehir è considerato un’operazione a tavolino per interrompere il dominio delle tre grandi turche, operazione perfettamente riuscita. Dal 2014, anno del cambio di proprietà, la società ha iniziato la sua inesorabile ascesa, arrivando a contendere il titolo lo scorso anno al Gala. È una società che sta rivoluzionando il calcio turco, intelligente e piena di giocatori molto interessanti. il vantaggio per le avversarie è però che la relativa mancanza di tifosi rende l’atmosfera del Fatih Terim Stadyumu molto più tiepida rispetto alle altre, caldissime, trasferte turche.

L’intelligenza societaria si riversa ben in campo. L’istanbul Basaksehir ha una chiara linea d’azione, negli anni ha costruito una squadra forte, perfetto mix tra miti del calcio turco come Arda ed Emre, calciatori di livello internazionale come Clichy e giovani stelle come l’attuale romanista Under, acquistato dai giallorossi proprio quando militava nelle file dell’Istanbul Basaksehir. La squadra si schiera con un 4-1-4-1, che all’evenienza diventa un 4-2-3-1 più coperto. Visca ed Elia sulle fasce sono pericoli costanti, così come Arda e Robinho sulla trequarti, soprattutto quando sono in giornata. Davanti la punta è Enzo Crivelli, arrivato quest’estate per rinforzare il reparto offensivo. Il leader della difesa risponde al nome di Aurélien Chedjou, giocatore di grande esperienza e caratura europea. I turchi partono da outsider, ma sono pronti a dare battaglia.

Fonte: profilo ufficiale Twitter @ibfk2014

CENERENTOLA AUSTRIACA

Chiude il girone il Wolfsberger, squadra austriaca alla sua prima esperienza europea. Un po’ come l’Istanbul Basaksehir, questa squadra è una nuova affacciata al grande calcio austriaco. Una realtà in crescita costante da qualche anno, premiata con la prima storica qualificazione ai gironi di Europa League. Comunque andrà, e le previsioni sono alquanto nere, per gli austriaci sarà una festa. Festa che però non potranno godersi a casa propria, visto che il campo del Wolfsberger, la Lavanttal-Arena non rispetta i criteri Uefa e quello scelto come sostituto, l’ormai celebre Wörthersee-Stadion, è inagibile a causa di 300 alberi alti più di 14 metri piantati al suo interno. Un’evenienza a dir poco strano, ma alla fine in pieno spirito El, che porterà gli austriaci a giocare a Graz.

É chiaro che per il Wolfsberger il passaggio del turno è pura utopia: l’obiettivo è fare una bella figura. La squadra agli ordini del mister Gerhard Struber si schiera con un 4-3-3, che si trasforma all’evenienza in un 4-3-1-2.  Il giocatore più interessante è senza dubbio Ritzmaier, centrocampista che vanta un’esperienza anche con la maglia del Psv. Davanti la minaccia numero uno è Shon Weissman, centravanti israeliano classe ’96. Molto interessante inoltre è il compagno di reparto dell’israeliano, il classe ’99 Anderson Niangbo, giovane ivoriano che ha già fatto vedere cose molto interessanti.

Fonte: profilo ufficiale Twitter @WolfsbergerAC

IL CALENDARIO

Prima giornata: 19/09
Roma-Istanbul Basaksehir
Borussia-Wolfsberger

Seconda giornata: 03/10
Wolfsberger-Roma
Istanbul Basaksehir-Borussia

Terza giornata: 24/10
Roma-Borussia
Istanbul Basaksehir-Wolfsberger

Quarta giornata: 07/11
Borussia-Roma
Wolfsberger-Istanbul Basaksehir

Quinta giornata: 28/11
Istanbul Basaksehir-Roma
Wolfsberger-Borussia

Sesta giornata: 12/12
Roma-Wolfsberger
Borussia-Istanbul Basaksehir

Fonte immagine di copertina: profilo ufficiale Twitter @Europaleague

 

 

 

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Aubameyang ai margini del Chelsea, il Milan pensa ad un suo ritorno

Pubblicato

:

Dove vedere Chelsea-Bournemouth

Dopo l’ultima campagna acquisti faraonica, il Chelsea si ritrova con diversi esuberi in rosa, pronti a trovare una nuova sistemazione in vista della prossima stagione. Tra i giocatori entrati ormai nella lista degli esuberi eccellenti dei Blues c’è Pierre-Emerick Aubameyang, che ha provato a lasciare Londra già in questa sessione, ma senza riuscirsi. In ottica futura per l’attaccante gabonese spunta anche il clamoroso ritorno in Italia, sponda Milan, dove Aubameyang è cresciuto nelle giovanili.

AUBAMEYANG IN USCITA DAL CHELSEA, IL MILAN RIFLETTE SUL RITORNO

Ad alimentare le voci su un possibile ritorno al Milan di Aubameyang ci hanno pensato vari tabloid inglesi, che hanno parlato del viaggio a Milano dell’attaccante mentre il Chelsea affrontava il Fulham. Potter però ha spento qualsiasi polemica, specificando come il gabonese avesse ottenuto un permesso per il weekend poiché non sarebbe stato impiegato nel match dei Blues.

I rossoneri starebbero pensando all’ipotesi remota del ritorno di Aubameyang, ma l’ostacolo principale resta l’ingaggio dell’attaccante, che percepisce oltre dodici milioni di euro netti. Qualora si abbassassero sensibilmente le pretese di Aubameyang, il Milan potrebbe riflettere su un suo ritorno.

L’attaccante gabonese permetterebbe anche a Giroud di rifiatare maggiormente, anche perché la carta d’identità del francese si fa sentire, e perché il futuro di Ibrahimovic è in bilico. Al momento è solo un’idea, ma da giugno in poi potrebbe cambiare lo scenario qualora Aubameyang aprisse al ritorno al Milan.

 

 

Continua a leggere

Calcio Internazionale

L’Arsenal punta Tielemans, il belga si svincolerà a giugno

Pubblicato

:

Tielemans

Tra i parametri zero più interessanti dell’estate 2023 figura sicuramente il nome di Youri Tielemans, il cui rinnovo di contratto col Leicester sembra più lontano che mai dal concretizzarsi.

Le Foxes stazionano attualmente a metà classifica in Premier League, ma con soli 3 punti di vantaggio sulla zona retrocessione, ed è lecito pensare che il centrocampista classe ’97 voglia fare il grande salto di qualità in una delle big six inglesi.

La lista di pretendenti è lunga, e tra esse, come riporta Talksport, quella dell’Arsenal sembra essere la candidatura più forte per aggiudicarsi il belga, il cui valore di mercato staziona intorno ai 40 milioni di euro.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Zaniolo apre al Galatasaray, ma la trattativa è complicata: le ultime

Pubblicato

:

Zaniolo

L’impasse legata alla situazione di Nicolò Zaniolo potrebbe arrivare a una conclusione. Come racconta Gianluca Di Marzio, il centrocampista in rottura con la Roma avrebbe aperto alla possibilità di trasferirsi al Galatasaray (in Turchia infatti il mercato chiuderà mercoledì prossimo, l’8 febbraio), ma l’accordo con la società giallorossa non è scontato.

La Roma ha infatti ribadito che non apre al prestito e che punta solamente alla cessione a titolo definitivo, ma al momento non si sa se la squadra di Istanbul arriverà alle cifre richieste dai giallorossi. Nella giornata di domani potrebbe arrivare la decisione definitiva.

Il calciatore avrebbe già dato la sua disponibilità al trasferimento, ⁩a patto di trovare un accordo sulla clausola rescissoria, che non accontenterebbe l’entourage di Zaniolo perché ritenuta troppo alta.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Avviate le trattative per il rinnovo di Messi col PSG

Pubblicato

:

Messi

Come confermato da Luis Campos (direttore sportivo del Paris Saint-Germain) a Canal Plus, il club parigino è ufficialmente in trattativa con Lionel Messi per discutere il rinnovo del contratto dell’argentino, attualmente in scadenza a fine stagione.

Siamo in trattativa per prolungare il contratto di Lionel Messi“.

La permanenza della Pulga all’ombra della Tour Eiffel potrebbe dunque estendersi fino al 2024, se non addirittura fino al 2025.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969