Connect with us

Generico

Europeo Under 21: la situazione degli azzurrini

Pubblicato

:

Manca sempre meno al Campionato Europeo Under 21, al via il 16 giugno. Il torneo si svolgerà in Italia ed avrà termine il 30 giugno con la finalissima alla Dacia Arena di Udine.

I GIRONI

Questa la composizione dei gironi dell’Europeo U21. Gli azzurrini di Di Biagio affronteranno la Spagna, tra le favorite del pronostico, medaglia d’argento uscente dagli ultimi Europei U21 nel 2017 in Polonia. Iberici che avevano proprio eliminato l’Italia in semifinale con il risultato di 3-1. Più abbordabili ma comunque insidiose le partite con Polonia e Belgio. Nel gruppo B la Germania, campione in carica, verosimilmente comanderà il girone. Spicca nel gruppo C il match tra Francia e Inghilterra. La formula prevede il passaggio alle semifinali delle prime classificate dei tre gironi e della migliore seconda.

SITUAZIONE PORTIERI

Emil Audero (Sampdoria), Alex Meret (Napoli), Simone Scuffet (Kasimpasa). Questi i 3 portieri che, con ogni probabilità, comporranno la rosa della nazionale di Di Biagio. Probabilmente il titolare sarà Emil Audero, che quest’anno, in forza alla Sampdoria, ha alternato prestazioni ottime ad errori clamorosi. Forse un po’ di inesperienza che viene compensata però da una grande reattività. Possibile il ballottaggio con il portiere dei partenopei Alex Meret, con il blucerchiato favorito. Ruolo secondario invece per Scuffet, che paga l’esperienza turca che non gli permette di mettersi in mostra. Situazione particolare quella riguardante Gigio Donnarumma, che potrebbe essere convocato a discapito di Scuffet per diventare di diritto il titolare della nazionale. La presenza del portiere classe ’99 del Milan però è tutt’altro che sicura anche se farebbe molto comodo al c.t Di Biagio portando con sé molta esperienza e solidità.

REPARTO DIFENSIVO

La fase difensiva è sicuramente quella che ha funzionato meno bene nei test di Marzo contro Austria e Croazia. Situazione aggravata dal recente infortunio del titolarissimo terzino rossonero Davide Calabria. Il difensore ha rimediato la rottura del perone che molto probabilmente lo escluderà dal torneo. Di Biagio perde quindi un pezzo importante, 66 presenze in Serie A sulle sue spalle e un futuro roseo all’orizzonte. Sicuri del posto Bastoni (Parma), Bonifazi (SPAL) e Mancini (Atalanta). La corsia di sinistra sarà probabilmente occupata da Giuseppe Pezzella (Genoa), le alternative potrebbero essere Federico Di Marco (Parma) oppure Luca Pellegrini (Cagliari). Sulla fascia destra invece Claud Adjapong (Sassuolo) dovrebbe prendere il posto dell’infortunato Calabria. Sempre sulla stessa fascia potrebbe operare Arturo Calabresi (Bologna), adattandolo come nell’amichevole contro la Germania del Novembre scorso. Tra gli altri possibili convocati Sebastiano Luperto (Napoli) e Filippo Romagna (Cagliari). Possibile la convocazione del centrale della Lazio Luiz Felipe, brasiliano con passaporto italiano.

CENTROCAMPO DA TOP

A centrocampo la situazione appare ottima, questi i probabili convocati: Nicolò Barella (Cagliari), Manuel Locatelli (Sassuolo), Rolando Mandragora (Udinese), Lorenzo Pellegrini (Roma), Sandro Tonali (Brescia), Nicolò Zaniolo (Roma). Un centrocampo composto da giocatori tutti titolari nelle rispettive squadre di Serie A, ad eccezione di Tonali che gioca nel Brescia capolista nel campionato cadetto ma con un piede in A. Il centrocampista bresciano ha attirato su di sé l’interesse dei maggiori top club e potrebbe essere il metronomo degli azzurrini. Ballottaggio con Mandragora da play-maker, in un ipotetico centrocampo a 3. Mezz’ala sinistra con tutta probabilità Barella, a destra duello tra Pellegrini e Zaniolo. Alternativa duttile Manuel Locatelli che potrebbe essere schierato in tutte le posizioni a seconda della necessità. Tra i possibili convocati ma con meno chance  Cassata (Frosinone),  Depaoli (Chievo Verona) e Murgia (Spal).

ATTACCO: TRIDENTE O DOPPIA PUNTA?

Anche per quanto riguarda l’attacco, Di Biagio ha molta scelta e può contare sui big della nazionale maggiore. Le parole di Mancini hanno sicuramente fatto piacere al c.t degli azzurrini:

“Penso che Kean al 99% farà il doppio turno con l’Italia e poi con l’Under 21. Può essere l’attaccante titolare della Juventus e della Nazionale, dove peraltro c’è già. Anche Zaniolo andrà agli Europei? Avremo le nostre partite di giugno e poi quattro o cinque giocatori potranno andare con Di Biagio per cercare di dare una mano a vincere”.

Kean sarà quindi quasi sicuramente convocato e sarà uno dei titolari. Esterno in un ipotetico tridente o in coppia con la punta centrale che sarà Patrick Cutrone (Milan) che, con la nazionale, è a digiuno dall’ottobre 2017. Sull’altra fascia, nel caso venisse convocato, il titolare sarà sicuramente Federico Chiesa (Fiorentina). Alternativa sulla fascia Riccardo Orsolini (Bologna). Potrebbe invece essere Vittorio Parigini (Torino) a completare il reparto offensivo. Potrebbero giocarsi una chance Pinamonti (Frosinone) e Moncini (Cittadella), convocato per la prima volta a Marzo dopo una serie di prestazioni molto positive.

LE ASPETTATIVE

Italia che arriva agli Europei casalinghi come una delle favorite. Come già detto gli ostacoli maggiori saranno Francia, Inghilterra e Germania senza considerare la Spagna che incontrerà già nel girone. Occhi puntati sui big, tra tutti Zaniolo e Kean, giovani protagonisti di Roma Juventus che sono esplosi durante questa stagione. A centrocampo grandi aspettative per  Barella, maturato definitivamente e già presente per 5 volte con la nazionale maggiore, e Tonali che sarà un protagonista principale del mercato estivo. Importante sarà la presenza di Federico Chiesa, talento assoluto della viola che potrebbe essere l’uomo in più in fase offensiva, classe ’97 con già 22 gol 21 assist all’attivo con la Fiorentina. Servono invece conferme in difesa, dove Bonifazi dovrà cercare continuità al fianco di Mancini che dovrà a sua volta dimostrare di poter guidare una difesa dopo una stagione straordinaria con l’Atalanta.

Una nazionale sicuramente ben dotata tecnicamente e con la giusta esperienza che potrebbe regalarci grandi emozioni. Si comincia il 16 giugno, contro la Spagna a Bologna, in un match che ci dirà già tanto sul futuro della competizione. Questo era stato il cammino degli azzurrini ad Euro 2017, la speranza è quella di andare ancora più avanti e magari sollevare il trofeo nel cielo di Udine.

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

L’Italia scopre Buchanan: tre italiane si fanno sotto

Pubblicato

:

Una delle nazionali che maggiormente si è guadagnata la simpatia e gli apprezzamenti di tifosi e addetti ai lavori nel corso di Qatar 2022 è stata senza dubbio quella del Canada; nonostante gli zero punti conquistati dai nordamericani nel girone possano far pensare il contrario, Davies e soci hanno infatti messo in mostra un calcio audace e propositivo, peccando probabilmente di ingenuità contro squadre ben più esperte ed attrezzate come Croazia Belgio, che al Mondiale precedente avevano addirittura raggiunto il podio finale.

Tuttavia, come di consueto, la rassegna iridata è stata un’ottima occasione per diversi talenti in rampa di lancio di mettersi in mostra; tra di essi spicca il nome di Tajon Buchanan, ala classe ’99 attualmente in forza al Club Brugge, che in Qatar ha impressionato per la sua facilità nel saltare l’uomo e per la sensibilità del suo piede destro. Tali doti non sono sfuggite solo alla dirigenza del Napoli, al cui interessamento si era già accennato nei giorni scorsi, ma neanche a quelle di Milan e Juventus, che secondo alcune indiscrezioni provenienti dal Belgio avrebbero deciso di iniziare a monitorare il 23enne canadese.

Continua a leggere

Flash News

Il Barcellona è pronto a farsi avanti per Martinelli dell’Arsenal

Pubblicato

:

Il Barcellona sta preparando il colpo di gennaio per assicurare a Xavi un nuovo innesto in zona offensiva.

Il nome è quello di Gabriel Martinelli, attualmente in forza all’Arsenal. Il giovane talento brasiliano sta partecipando al mondiale in Qatar con la nazionale verdeoro e si sta mostrando una valida alternativa la davanti nonostante gli svariati fuoriclasse che ha il Brasile in attacco.

Per il classe 2001 questo è l’anno dell’esplosione definitiva, al momento in Premier League ha già collezionato 5 gol e 2 assist in 14 partite, ovvero la sua squadra parte 1-0 una partita su due.

Potrebbe quindi essere il profilo giusto per il Barcellona attualmente primo in classifica e con un’Europa League da vincere a tutti i costi.

 

 

Continua a leggere

Flash News

Inzaghi esalta il Frosinone: “Per batterlo servirà la miglior Reggina”

Pubblicato

:

Brescia Lopez

Scontro ad alta quota in Serie B, dove si affrontano Reggina e Frosinone. Nella conferenza della vigilia Filippo Inzaghi, tecnico dei calabresi, ha presentato così la sfida contro la capolista:

“A inizio ho sempre detto che Genoa, Cagliari e Parma hanno squadre superiori rispetto alle altre, ma non scopriamo il Frosinone. Noi siamo un po’ il Frosinone dello scorso anno. Hanno azzerato, hanno lottato e così si ritrovano ai vertici”.

Entrando nei particolari del match:

” A loro piace comandare la partita, esattamente come noi, credo che sarà una bella partita. Non mi preoccupo degli avversari, penso alla grande occasione che abbiamo davanti al nostro pubblico. Per vincere servirà la miglior Reggina“.

Ha poi parlato anche del possibile 11 titolare:

” Ci attendono due gare ravvicinate, 4-5 giocatori tra domani e il fine settimana li cambierò, ma ho ancora questa notte per pensarci. Menez? Ha lavorato bene e si merita quello che ha. Ho un gruppo fantastico, mi si spezza il cuore a lasciare qualcuno fuori“. Infine un’ultima battuta anche sulla classifica: “Si sta chiudendo il girone di andata e, nonostante qualche battuta d’arresto non mi sono mai scoraggiato. Servono solo stimoli ulteriori per mantenere la classifica che, se abbiamo, è perché ce la siamo meritata”.

Continua a leggere

Generico

Salernitana, Iervolino a sorpresa: “Saremmo felicissimi se il Napoli vincesse il campionato”

Pubblicato

:

Salernitana

Ospite della trasmissione Si gonfia la rete su Radio CRC, è intervenuto il presidente della Salernitana Danilo Iervolino. Il patron dei campani, tra le varie domande, riportate da SalernoSport24, ha espresso il proprio parere sul cammino della squadra e sul campionato di Serie A.

Sulla Salernitana

“Non vorrei essere troppo mieloso, ma penso che il nostro campionato sia straordinario, ricordo che quando ero piccolo vi era un grande dislivello mentre oggi anche le squadre meno facoltose si scontrano a viso aperto con le prime della classe. Dobbiamo continuare su questa strada, cercando di ottenere punti anche con le big”.

Sul campionato

“Penso che non si debba perdere la concentrazione e l’impegno, e al riguardo la sosta sicuramente non avrà tale effetto. Le squadre che hanno fatto bene continueranno a fare bene. Noi saremmo contenti come Salernitana, di avviare il progetto della città della Sport a Salerno. L’obiettivo è quello di creare una vera e propria cittadella dello sport salernitano. Non ci cambierebbe l’entusiasmo, arrivare decimi o dodicesimi, ci importa fare bel gioco e saremmo felicissimi se il Napoli vincesse il campionato“.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969