Connect with us

Generico

Finalmente

Pubblicato

:

Roma

Sarebbe facile, e anche scontato, parlare del tanto agognato primo gol di Patrick Schick in campionato con la maglia della Roma. Eppure questo pomeriggio di Ferrara sarà ricordato proprio per questo, a suo modo storico, gol. Ma il match del Mazza ha detto anche molto altro. Ha detto che la Roma è pronta per Liverpool, ha l’atteggiamento giusto e la testa pronta. Ma ha dato anche un altro grande responso, atteso quasi quanto il fatidico gol di Schick. I giallorossi finalmente si sono comportati da grande squadra, archiviando la pratica con relativa facilità, dosando le forze e gestendo uomini ed energie. Una cosa riuscita poche volte alla Roma, come ha testimoniata per ultima la sconfitta interna con la Fiorentina pre-Barcellona. Finalmente Schick, finalmente una grande Roma.

TORNA IL SORRISO

Dopo 8 mesi di quasi anonimato, finalmente si è sbloccato Patrick Schick. Una notizia meravigliosa per i tifosi della Roma. Una liberazione per il ceco. Una soddisfazione per Di Francesco che non ha mai smesso di dargli fiducia. Negli ultimi tempi l’ex Samp stava crescendo, trovando sempre più spazio e migliorando nel lavoro di squadra. Contro il Barcellona il suo migliore match in maglia giallorossa. Nel derby invece un netto passo indietro. Ora con la Spal è arrivato finalmente il primo gol, al termine di una prova tutto sommato convincete, che poteva essere impreziosita anche da un assist se El Shaarawy avesse dimostrato una maggiore lucidità sotto porta.

Torna il gol e torna finalmente il sorriso. Emblematica l’espressione del ceco dopo il gol. Un sorriso che non nasconde la liberazione, la frustrazione di 8 mesi a secco, l’esplosione di gioia di chi finalmente ce l’ha fatta. Perché si, la squadra è più importante, ma per un attaccante il gol è vita. Non poteva bastare quindi una prestazione pazzesca contro il Barcellona. Serviva il gol per sorridere ed è arrivato. Ora Schick però non deve smettere, deve continuare a sorridere e segnare.

In questo delicatissimo finale di stagione Di Francesco riscopre un’arma in più. I gol di Schick sono mancati tantissimo quest’anno, ma potrebbero rivelarsi fondamentali in questo momento cruciale. Tra la doppia sfida col Liverpool e un accesso alla prossima edizione della Champions League ancora tutto da conquistare, il ceco troverà sicuramente ancora molto spazio. Ora deve dimostrare che è stato solo un brutto sogno e prendersi la Roma.

TORNA LA GRANDE SQUADRA

La partita di Ferrara non è stata solo quella della rinascita di Schick, ma anche quella della riaffermazione della propria grandezza da parte della Roma. La stagione dei giallorossi è stata a dir poco peculiare. Un percorso pazzesco in Champions, ma un cammino a tratti poco convincente in campionato. Alcuni stop imprevisti, qualche punto in meno e davvero troppe partite giocate sul filo del rasoio. I capitolini quest’anno raramente sono riusciti ad archiviare le partite prima del finale, come fanno le grandi squadre. Spesso ha lasciato aperte le partite, sprecando così energie in più e rischiando più del dovuto. Con la Spal finalmente la Roma ha fatto la grande squadra, chiudendo il match poco dopo l’inizio del secondo tempo e non lasciando praticamente mai spazio alla Spal.

Nonostante ciò, anche oggi è mancata un po’ di freddezza sotto porta ai giallorossi. Soprattutto per quanto riguarda Stephan El Shaarawy. Ma al Mazza la Roma ha messo in mostra un atteggiamento meno ciondolante, più risoluto. Nonostante mancassero i giocatori di maggiore spessore come Dzeko, De Rossi e Kolarov. Finalmente Di Francesco ha visto i suoi trionfare senza soffrire, senza dover sempre infuriarsi e soffrire fino all’ultimo respiro

3 punti importantissimi dunque, che permettono ai giallorossi di mantenersi davanti a tutti nella lotta Champions League. La trasferta a Ferrara poteva rivelarsi più ostica di quello che è stato, perché la Spal era in un discreto stato di forma e la Roma poteva avere la testa altrove. Ma i giallorossi sono tornati grandi e hanno fatto il proprio dovere, senza affanni e senza patemi.

TORNA LA FEBBRE

Ora si, testa al Liverpool. Ora si che si può pensare solo alla Champions e alla febbre per il match di Anfield. Si può pensare a Salah e ai suoi 41 gol stagionali. Si può pensare a scrivere una strepitosa pagina di storia, a far sognare una città. Ora c’è solo da attendere per poi godere una sfida che, comunque vada, è simbolo di una grandissima impresa dei giallorossi.

Archiviata la Spal, nel giorno del Natale di Roma e della tanto attesa pasqua di Schick. Ora Roma si ferma, in attesa di martedì 24 aprile. Ora 20:45. Appuntamento con la storia da non fallire.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Generico

Le partite del giorno – Mercoledì 7 dicembre 2022

Pubblicato

:

Il calcio, si sa, non si ferma mai: ogni giorno, da ogni angolo del pianeta, giocatori di tutto il mondo sono pronti, con le proprie giocate sul rettangolo verde, a regalare emozioni ai tifosi. Numero Diez vi presenta quindi le principali gare che ci attendono nella giornata di oggi.

ITALIA – SERIE B

Ore 20:30 Ternana-Cagliari (Sky/DAZN)

AMICHEVOLI INTERNAZIONALI

Ore 18:00 Fiorentina-Always Ready (DAZN)

Ore 18:00 Inter-Salisburgo (pagina FB Inter)

Ore 18:45 Antalyaspor-Napoli (Sky)

 

Continua a leggere

Flash News

Spalletti: “Per noi sarà un vantaggio lavorare durante la sosta”

Pubblicato

:

Napoli

Luciano Spalletti, allenatore del Napoli durante un’intervista rilasciata alla stampa turca dal ritiro di Antalya, ha parlato della sosta che sta coinvolgendo anche il campionato di Serie A: “In momenti come questi, squadre come la nostra hanno l’opportunità di lavorare in modo più dettagliato. Non puoi andare sempre forte per tutto il tempo. La pausa offrirà l’opportunità di lavorare sui dettagli. Siamo molto contenti della forma che abbiamo raggiunto. Sarà un grande vantaggio per una squadra come la nostra poter lavorare e mantenere le nostre prestazioni in questo periodo. Abbiamo iniziato molto bene la stagione. è stato un vantaggio aver iniziato bene, abbiamo in squadra calciatori giovani molto forti. Abbiamo grande qualità ma abbiamo anche dei punti deboli.

Quindi mi congratulo con i miei giocatori per l’ottimo inizio. Faremo del nostro meglio per continuare così“.

Continua a leggere

Flash News

Immobile sulla sua Lazio: “Finchè starò bene e riuscirò a dare il massimo resto qui”

Pubblicato

:

Lazio

In occasione del lancio di una criptovaluta Immobile ha rilasciato un’intervista abbastanza corposa dove ha trattato diversi argomenti. Queste le sue parole riportate da LaLazioSiamoNoi, partendo dai tifosi: “Io credo che sia la cosa più importante. Da quando ho iniziato a fare questo sport ho sempre creduto nei suoi valori, la passione. Poi è diventata la mia professione, quando incontro i tifosi che mi fanno i complimenti per il Ciro “uomo” mi riempie di gioia. Qua alla Lazio l’affetto dei tifosi mi spinge sempre a fare meglio, io e la mia famiglia ci sentiamo a casa, siamo di adozione romani ma il 50% del mio sangue resta sempre napoletano”.

Poi una parentesi sul Napoli: “In questo momento ha un grande vantaggio in fatto di punti, questo stop sarà condizionante per tutte le squadre, se loro riusciranno a mantenere questo ritmo dopo la pausa faranno grandi cose. Questo è un campionato atipico, stiamo lottando con grandi squadre che ci danno filo da torcere”.

Ciro Immobile ha continuato parlando anche dell’esperienza a Pescara: “L’Immobile di Pescara era un ragazzo single in una squadra di ragazzi che volevano emergere, seguendo le direttive del mister siamo riusciti ad arrivare davanti a squadre molto attrezzate“.

Il capitano biancoceleste ha concluso con un commento su Claudio Lotito: “Ho un rapporto molto buono con lui, mi ha sempre aiutato per qualsiasi cosa. Ora ho un contratto di altri tre anni, finché starò bene e riuscirò a dare il massimo per questa maglia starò qui se poi dovesse finire ne parleremo. Adesso mi sto focalizzando su quello che sto facendo in campo, ma anche su quello che posso dare alla società dopo quando smetterò di giocare”.

Continua a leggere

Calciomercato

Idea Soyuncu per l’Inter se un difensore nerazzurro dovesse lasciare: i dettagli

Pubblicato

:

Inter Marotta

L’approdo di Caglar Soyuncu all’Inter ruota attorno alla situazione di Milan Skriniar e della difesa nerazzurra in generale.

Se uno tra Acerbi e De Vrij dovesse lasciare i nerazzurri, allora la società sarebbe obbligata a intervenire sul mercato.

Soyuncu, attualmente in forza al Leicester, potrebbe essere una valida alternativa anche perchè il turco arriverebbe a parametro zero.

La sua stagione al Leicester non è mai iniziata, al momento si registra una sola presenza. Se da questo momento a fine stagione dovesse collezionare ancora così poche presenze, potrebbe essere un rinforzo non indifferente per la squadra di Simone Inzaghi, che non potrà fare a meno di operare in difesa nel mercato estivo viste le difficoltà a trattenere l’intero pacchetto arretrato oggi in rosa.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969