Connect with us
Fiorentina-Empoli 1-0: le pagelle viola al pepe

La nostra prima pagina

Fiorentina-Empoli 1-0: le pagelle viola al pepe

Pubblicato

:

Nico Gonzalez

La Fiorentina vince di misura contro l’Empoli non riuscendo a chiudere la gara in anticipo, pur avendo l’uomo in più per quasi tutta la seconda frazione. L’unica cosa che contava oggi era comunque vincere ed i 3 punti (meritati guardando le statistiche eloquenti del match) sono arrivati in casa viola.

Pagelle Fiorentina

Terracciano 5+: sul goal annullato all’Empoli ha molte meno responsabilità di Biraghi, ma oggi non è apparso lucido in molte situazioni, sia nelle uscite che nella gestione della palla con i piedi. Impacciato.

Venuti 6=: fa il compitino in fase difensiva, mentre non ha le caratteristiche per fare l’Odriozola in quella offensiva. Comunque, ce la mette tutta come sempre.

Milenkovic 7: a Di Francesco & Company non concede nulla. Autoritario.

Igor 7: bene coi piedi e gli attaccanti avversari sembrano rimbalzare contro di lui. The Wall.

Biraghi 6=: senza Var avrebbe preso probabilmente 4, invece gli gira bene e trova poi anche l’assist per il goal partita. Alti e bassi, come al solito.

Castrovilli 6,5: tanta corsa in fase difensiva e tecnica in quella offensiva. Stantuffo.

Torreira 6+: pochi palloni toccati nel primo tempo, complice la marcatura, quasi ad uomo, di Henderson. Cresce alla distanza ma, ammonito, giustamente Italiano lo richiama in panchina. Mancherà tanto a Napoli.

Duncan 7=: fisicità, fluidità nelle giocate e palloni recuperati sono gli ingredienti di un’altra gara positiva del ghanese. Muscoli d’acciaio. 

Nico Gonzalez 7: procura l’espulsione di Luperto (anche se il primo giallo destinato all’empolese non c’era) e segna il goal partita. Match Winner.

Cabral 6: prestazione sufficiente che sarebbe stata impreziosita da un goal nel finale, se solo Sottil gli avesse passato il pallone. Attaccante di primo pelo, per quanto riguarda il campionato italiano.

Saponara 6+: si prende delle pause, ma regale anche giocate mozzafiato. Artista del pallone.

Amrabat 6: fa rifiatare Torreira ammonito. Ordinato.

Sottil 5: Tanto talento, ma riuscirà a mettere la testa a posto? Egoista.

Callejon n.g.

Maleh n.g.

Terzic n.g.

Italiano 6+: da suo grande estimatore sto diventando più moderato nel valutarlo? No, semplicemente mi aspettavo una vittoria più rotonda contro una squadra che ha fatto meno punti della Salernitana nel 2022 (certo non è nemmeno colpa sua se si finalizza così poco), anche se la scelta discutibile di non aver concesso nemmeno un minuto ad Ikoné è stata poi spiegata da Pradè, a fine gara (problemi fisici). Per le doti che ha, si può dare di più.

La nostra prima pagina

Pronostico Roma-Torino, statistiche e consigli per la partita

Pubblicato

:

Roma

PRONOSTICO ROMA-TORINO, STATISTICHE E CONSIGLI PER LA PARTITA – Nel ricco lunedì che chiude la 26ª giornata di Serie A, all’Olimpico si affrontano Roma e Torino. Una sfida importante, viste le posizioni in classifica e le ambizioni delle due squadre e che sicuramente promette spettacolo. Ecco il nostro pronostico per Roma-Torino, statistiche e consigli per la partita.

PRONOSTICO ROMA-TORINO: COME ARRIVANO LE DUE SQUADRE

Gara che come detto promette spettacolo. Partendo dalla Roma, i giallorossi si presentano all’appuntamento con grande entusiasmo visto il successo ai rigori di giovedì contro il Feyenoord in Europa League. Allo stesso tempo però, devono fare i conti con i 120′ minuti giocati ad altissima intensità. In campionato l’arrivo in panchina di De Rossi ha fin qui portato risultati positivi: 12 punti in 5 partite. In questo momento i capitolini occupano il sesto posto con 41 punti, a -6 dal quarto posto occupato dal Bologna.

Anche il Torino è reduce da fatiche infrasettimanali. Giovedì, infatti, i granata hanno affrontato la Lazio davanti al proprio pubblico nel recupero della 21ª giornata. La sconfitta per 0-2 contro i biancocelesti, ha interrotto una striscia di imbattibilità che durava da 6 partite. Attualmente la squadra di Jurić è decima e sogna un piazzamento europeo. Un’eventuale vittoria nello scontro diretto proprio con la Roma, in questo senso, potrebbe significare tantissimo.

PRONOSTICO ROMA-TORINO: PRECEDENTI

Gli ultimi confronti all’Olimpico tra Roma e Torino hanno dato vita a sfide equilibrate. Il bilancio degli ultimi cinque precedenti disputati conta 3 vittorie per i giallorossi, un pareggio e una sola vittoria dei granata. Nella scorsa stagione, nella Capitale,  la sfida tra le due squadre finì in pareggio con il risultato di 1-1. In quell’occasione, nell’ultima gara della pausa dedicata ai Mondiali in Qatar, un gol di Matic all’ultimo scadere replicò all’iniziale vantaggio ospite di Linetty.

PRONOSTICO ROMA-TORINO

Secondo i bookmakers a godere dei favori del pronostico è la Roma. La vittoria dei giallorossi e quindi il segno 1, la troviamo mediamente a quota 1.95. Segue poi il segno X a 3.25. Appare invece meno probabile la vittoria dei granata, con il segno 2 a quota 4.30. Il nostro pronostico, considerando le premesse e le fatiche infrasettimanali di entrambe, è il segno Gol, che troviamo a quota 2.00.

Continua a leggere

Flash News

Scuffet commenta il pareggio del Cagliari: “Un punto che ci dà carica, morale e consapevolezza”

Pubblicato

:

Scuffet

Simone Scuffet, estremo difensore del Cagliari, ha parlato del pareggio in extremis contro il Napoli firmato Zito Luvumbo al sesto minuto di recupero. Un match che si chiude dunque sull’1-1, con la posta in palio smezzata tra le due contendenti. Le dichiarazioni di Scuffet ai canali ufficiali del club sardo analizzano l’approccio positivo al match.

ANALISI DELLA PARTITA – “Oggi abbiamo fatto un passo avanti in termini di prestazione, è stata ottima. Dopo il buon secondo tempo di Udine, l’approccio alla partita è stato molto positivo. Nella prima frazione abbiamo concesso molto poco, preso il gol siamo stati bravi a tenere aperto il match. Quando si va in svantaggio è importante restare in gara, in stagione abbiamo dimostrato più volte di poterla riprendere. Oggi abbiamo lottato sino alla fine e raggiunto un pari meritato”.

LA FORZA DEL GRUPPO – “Non ci sono titolari e riserve. Dobbiamo essere tutti consapevoli che ognuno può dare qualcosa per raggiungere l’obiettivo finale, ognuno può essere determinante: così come è importante la parata del portiere, altrettanto lo è la chiusura del difensore, un passaggio di un centrocampista, il gol dell’attaccante. Tutti dobbiamo dare il massimo, è un piacere lavorare con questi ragazzi: tutto questo deve essere per noi un fattore in più in vista del raggiungimento del nostro traguardo”.

MINA VALORE AGGIUNTO – “L’arrivo di Mina ci ha dato qualcosa in più in termini di esperienza, carattere e personalità. Dà una mano a tutti, aiuta anche me a gestire la squadra da dietro, dato che il ruolo del portiere è anche quello di suggerire determinati movimenti alla difesa. Yerry è abile in marcatura, anche oggi è stato bravo su Osimhen, gli ha concesso davvero poco. Ma tutti oggi abbiamo avuto l’atteggiamento giusto. Siamo un gruppo molto unito, calciatori, staff, tutte le persone che ruotano attorno alla squadra. In tutti noi c’è grande voglia di lavorare, soffrire, di arrivare sino in fondo insieme”.

UN MATTONE ALLA VOLTA – “È un punto molto importante, ci dà carica, morale e consapevolezza. Però dobbiamo avere a mente che questo pari smuove di poco la nostra classifica. Ci mancano tanti punti per raggiungere il nostro obiettivo: quanto fatto oggi ci deve dare dunque la spinta per portare a casa la vittoria nelle prossime gare, perché solo così potremmo avere uno slancio, fare quegli step in più”.

Continua a leggere

Flash News

Audero sulla prestazione dell’Inter: “Bravi a finalizzare, campo non perfetto”

Pubblicato

:

Emil Audero portiere Inter Serie A Coppa Italia Champions League

Emil Audero ha collezionato i suoi primi novanta minuti in Serie A tra i pali dell’Inter e lo ha fatto portando a casa un altro cleen sheet per la capolista. Nel post-partita della gara vinta per 0-4 contro il Lecce al Via del Mare, l’estremo difensore dei nerazzurri si è concesso a Inter Tv per analizzare il match. Di seguito le sue parole.

DIFFICILE PALLEGGIARE SU QUESTO CAMPO – “Devo dire che è stata una partita viva fino all’ultimo, loro portavano questa pressione aggressiva. Noi siamo stati bravi nonostante un campo non perfetto che non ciò permetteva di palleggiare nel miglior modo. Siamo stati bravi a finalizzar quando arrivavamo vicini alla loro porta“.

CONTRIBUTO SUL GOL DI FRATTESI – “È un’azione che proviamo spesso, sono felice se l’azione inizia da me e finisce con un gol. Sono soddisfatto dell’azione e del risultato”.

LAVORO DA SECONDA LINEA – “Quest’anno è un anno importante sotto tanti punti di vista, c’è la possibilità di allenarsi con dei giocatori di un livello superiore alla media, posso imparare e arricchire il mio bagaglio personale. Non è facile non trovare la continuità che in un portiere è importante, ma proprio per questo bisogna cercare di riproporre il lavoro nella quotidianità. Solo così uno può farsi trovare pronto quando viene chiamato. Oggi secondo me non c’erano le condizioni perfette dal punto di vista del manto erboso, capita spesso in questa stagione per il clima di trovare dei campi non perfetti”.

Continua a leggere

Flash News

Florenzi dopo Milan-Atalanta: “Volevamo i tre punti, ci è mancato il guizzo finale”

Pubblicato

:

Florenzi Milan

A San Siro, Milan e Atalanta pareggiano per 1-1 nel big match della 26ª giornata. Al termine della sfida, importantissima per le zone europee della classifica, ha parlato Alessandro Florenzi. Di seguito le parole del terzino rossonero ai microfoni di Sky Sport.

LA PARTITA – “È mancato che è finita 1-1 invece di 2-1. Ci è mancato il guizzo finale, però abbiamo fatto veramente una grande partita. Usciamo senza rimpianti stasera. È ovvio che volevamo i tre punti, ma mi sono fermato un po’ con i ragazzi ed ho detto loro che dobbiamo essere soddisfatti per la partita di stasera, perché se giochiamo così tutte le partite allora difficilmente avranno la meglio su di noi gli avversari”.

EQUILIBRIO – “È ovvio che il vero Milan sia quello di questa sera, come è ovvio che ci sono anche gli avversari. Ho visto oggi un pezzetto del Rennes, che ha fatto un grande risutlato a Parigi, li hanno ripresi all’ultimo su rigore. Questo significa che chi abbiamo affrontato non erano sicuramente brocchi, però quando sono venuti qui gli abbiamo fatto 3 a 0. Bisogna anche avere un po’ d’equilibrio”.

LEAO – “È stanco, perché ha dato tanto alla squadra, così come siamo stanchi un po’ tutti. Adesso abbiamo 5 giorni prima della prossima partita che sappiamo non sarà facile, perché dobbiamo andare all’Olimpico contro la Lazio, però adesso abbiamo dato una buona identità questa sera e dobbiamo continuare su questa strada”.

SACRIFICIO – “Loro all’inizio venivano con Ederson su di me poi hanno spostato Ruggeri, ed abbiamo tenuto Bennacer alto per creare spazio per Olivier (Giroud n.d.r) visto che loro arrivavano forte uomo contro uomo. Secondo me dobbiamo migliorare è l’uno contro uno in fase difensiva. Quel sacrificio stasera c’è stato. Anche perché far fare una partita del genere all’Atalanta non è semplice”.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969