Connect with us

La nostra prima pagina

Le ufficiali di Fiorentina-Inter: Inzaghi scioglie i dubbi in attacco

Pubblicato

:

Inter

Fiorentina ed Inter chiuderanno stasera il sabato di Serie A. Con il pensiero sulle fatiche europee in programma settimana prossima, le due squadre si apprestano ad affrontare una partita che sarà complicata per entrambe. La viola viene dal deludente pareggio per 1-1 contro il Lecce e cerca disperatamente di sollevarsi dal 14esimo posto della classifica. I nerazzurri invece dopo un pessimo avvio di stagione si sono messi nella condizione di dover vincere a tutti i costi anche in un campo difficile come il Franchi di Firenze. Vediamo insieme le formazioni ufficiali del match.

LE FORMAZIONI UFFICIALI

FIORENTINA (4-3-3): Terracciano, Dodo, Milenkovic, Quarta, Biraghi, Bonaventura, Amrabat, Duncan, Kouame, Cabral, Gonzalez.

INTER (3-5-2): Onana, Skriniar, De Vrij, Acerbi, Darmian, Barella, Calhanoglu, Mkhitaryan, Dimarco, Correa, Lautaro.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Onana e il rapporto con Handanovic: “Non è un mio modello”

Pubblicato

:

Onana

Durante un’intervista per Sportweek, settimanale della Gazzetta dello Sport, Andrè Onana ha parlato del suo passaggio all’Inter e del rapporto con Samir Handanovic. Il giocatore camerunense sembra ormai aver scavalcato l’ex Udinese nelle gerarchie per il posto da titolare, soprattutto grazie alle ottime prestazioni in Champions League.

Il giocatore , attualmente occupato con la sua nazionale nel mondiale in Qatar, ha parlato così del suo trasferimento in nerazzurro: “Ero all’Ajax e un paio di anni fa Piero Ausilio si avvicina per la prima volta al mio agente: gli racconta le cose come stanno, senza giri di parole, come piace a me. Dal primo minuto, ancora prima di entrare nel cuore della trattativa, mi sono sentito il nerazzurro addosso. Ho iniziato a vedermi come portiere dell’Inter ogni giorno di più. Quando un club così pensa a te, come fai a dire di no? Ne sei lusingato e felice. E adesso eccomi qua in una città magnifica, con una tifoseria incredibile che inizia a volermi bene“. Un amore a prima vista, soprattutto per come l’Inter ci ha fortemente puntato visto anche il momento che stava vivendo il giocatore dopo la squalifica per doping.

“Sorpreso di essere già titolare? Affatto, so quanto valgo e mi accorgo di quanto cresco, allenamento dopo allenamento. Facendo le cose per bene sapevo che sarebbe arrivato presto il mio momento. Prima di arrivare, ero consapevole che mi sarei giocato il posto con un portiere straordinario, che ha fatto la storia di questo club, ma che molto, molto diverso da me“. Una maglia da titolare che si è preso meritandola, col lavoro sul campo e un’affidabilità che con Handanovic si stava pian piano perdendo.

Proprio sul portiere sloveno ha parlato così: “Se qualcuno mi chiede “Samir è un tuo modello?”, io non posso che dire…”no”. Proprio per questa diversità tra noi. Ma aggiungo pure che lui e un campione gigante, altrimenti non sarebbe rimasto qui, a questo livello, per 11 anni: davanti ad Handanovic ci si può solo togliere il cappello. Appartiene a una scuola diversa dalla mia: è bravissimo e sicuro tra i pali, mentre io mi sento un portiere moderno e “proattivo”. Uno che prende rischi, esce, accetta l’uno contro uno e gioca tanto con i piedi. Sono semplicemente modi diversi di intendere il ruolo e diversi insegnamenti a cui vieni abituato. All’inizio, ci guardavamo strani in allenamento e uno diceva all’altro: “Non fare così, stai sbagliando”. E l’altro rispondeva: “No, sbagli tu“.

Parliamo molto di più adesso di prima: Samir si sta comportando da vero capitano. Un leader riconosciuto e si vede in tante piccole cose. Non deve pensare solo a me, ma a tanti aspetti quotidiani della squadra. Apprezzo il fatto che mi dia consigli, che si congratuli per una bella parata e mi corregga per un errore. E, poi, ricordiamoci di una cosa: l’Inter intesa come istituzione, è qualcosa di molto più grande di me, di lui e di qualunque altro. Noi tutti abbiamo il dovere di onorare e difendere questa maglia, ma siamo solo ii passaggio, mentre il club e il popolo interista resterà. Questo soltanto conta“. Un rapporto quindi di grande rispetto, nonostante una scuola di pensiero totalmente diversa.

Continua a leggere

Calciomercato

Intesa tra la Juve e l’agente di Milinkovic-Savic! Ma la Lazio…

Pubblicato

:

Milinkovic

La Juve è seriamente interessata a Milinkovic-Savic, ma questa non è una novità. Il serbo è attualmente impegnato al Mondiale con la sua nazionale, ma i contatti tra la dirigenza bianconera e il suo agente Meteja Kezman sono frequenti.

Secondo quanto riportato da Tuttosport, le parti avrebbero già raggiunto un’intesa sulla base di un ingaggio da 5,5 milioni a stagione più circa 1,5 di bonus. Il grande scoglio da superare per portare a termine la trattativa è la richiesta del presidente della Lazio, Claudio Lotito, che si aggira sui 100 milioni di euro. Tuttavia, la Juve confida di poter far leva sul contratto di Milinkovic-Savic, in scadenza nel 2024, per abbassare la richiesta dei biancocelesti.

Continua a leggere

Flash News

Lotito vuole blindare Zaccagni: in casa Lazio l’obiettivo è il rinnovo fino al 2027

Pubblicato

:

Zaccagni

In casa Lazio, dopo il rinnovo di Ciro Immobile, Lotito pensa ai prossimi movimenti legati sia al calciomercato che al blindare alcuni elementi della rosa. Il primo sulla lista sembra essere Mattia Zaccagni: ormai un titolare per Maurizio Sarri, l’ex Hellas Verona si è preso di prepotenza la fascia sinistra della Lazio. Il 27enne in appena 13 presenze in Serie A ha messo a segno già 5 gol e fornito 3 assist, una media importante soprattutto se riuscirà a mantenerla fino a fine stagione. Il Messaggero ha dedicato un approfondimento su di lui, parlando proprio del suo futuro in maglia biancoceleste.

Sarri lo ha elogiato già diverse volte, spronandolo a fare ancora meglio: “Da un giocatore così pretendo la doppia cifra, altrimenti è uno spreco di talento”. Il nativo di Cesena sembra aver preso queste parole come una sfida personale e quanto fatto vedere in questo inizio di stagione ne è la conferma. Proprio per questo il presidente Lotito vorrebbe blindarlo, con un contratto che lo legherebbe alla Lazio fino al 2027.

Continua a leggere

Calciomercato

La Fiorentina cerca un trequartista: obiettivi Bajrami e Sabiri

Pubblicato

:

Sabiri

La richiesta di Italiano alla dirigenza della Fiorentina per il calciomercato di gennaio è esplicita: serve un trequartista. Con il cambio di sistema attuato dal tecnico poco prima della sosta, diventa fondamentale inserire una nuova figura sulla trequarti e i principali obiettivi sono Sabiri e Bajrami.

Per entrambi, riporta il Corriere Fiorentino, i viola potrebbero proporre una contropartita tecnica: sia alla Sampdoria che all’Empoli interessa molto il centrocampista Zurkowski. Stankovic lo ha richiesto direttamente alla dirigenza blucerchiata, mentre il polacco, tuttavia, ha già vestito la maglia dei toscani nella scorsa stagione e spinge per il ritorno. Alla Sampdoria interessa anche Maleh, altro centrocampista della Fiorentina che ha trovato poco spazio nella prima parte di stagione.

Sia Sabiri che Bajrami, cercato già in estate dalla Fiorentina, possono occupare varie posizioni sulla trequarti e potrebbero fornire ad Italiano un’alternativa importante.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969