Connect with us
Fiorentina-Juventus 2-0: le pagelle viola al pepe

La nostra prima pagina

Fiorentina-Juventus 2-0: le pagelle viola al pepe

Pubblicato

:

Amrabat Atletico

La Fiorentina torna in Europa dopo cinque anni di esilio: la Viola torna ad essere una delle sette sorelle (il suo habitat naturale) del nostro Campionato a scapito dell’Atalanta!

Ieri sera tutti bravi, con una menzione particolare per Amrabat.

Enorme la felicità nell’ambiente gigliato, ma questo deve essere solo l’inizio di un percorso perché, per blasone e bacino d’utenza, si può fare anche meglio (si è chiusa la stagione, d’altronde, con il quinto posto distante appena due punti)!

Pagelle Fiorentina

Terracciano 6+: mai veramente impegnato, però viene chiamato in causa moltissime volte a giocare la palla con i piedi e non stecca mai. Unico neo? Un’uscita maldestra sugli sviluppi di un calcio d’angolo bianconero. Solido.

Venuti 6+: gioca una buona partita. Soldatino.

Milenkovic 7: qualche disattenzione iniziale, ne esce comunque alla grande nei confronti di tutti gli attaccanti della Juventus. Non si passa.

Igor 7+: se gioca come sa, può diventare uno dei migliori difensori del nostro Campionato (urge il rinnovo di contratto). The Wall.

Biraghi 6: bada al sodo. Sufficiente.

Bonaventura 7: sarà da gestire in futuro con parsimonia per via della sua età, ma resta un calciatore decisivo. Classe ed esperienza.

Amrabat 8-: gioca da regista completo. Frangiflutti in fase difensiva ed intelligente in quella offensiva. Il migliore in campo.

Duncan 7,5: non parte bene, ma il goal lo sblocca e diventa padrone del centrocampo nella seconda frazione. Tre quarti di voto in più perché senza la sua rete probabilmente la Fiorentina non avrebbe vinto. Grimaldello. 

Nico Gonzalez 7: non si ferma un attimo, sbaglierà anche qualche pallone ma è un moto perpetuo in entrambe le fasi. Deve solo essere meno teatrale in alcune situazioni di fallo subito. Stantuffo.

Piatek 6+: vedere un centravanti delle sue caratteristiche, da uomo d’area di rigore, venire a prendersi i palloni a centrocampo spalle alla porta fa impressione. Generoso.

Saponara 6,5: calciatore intelligente ed utile, anche in giornate non troppo brillanti. Pronto al rinnovo di contratto.

Odriozola 6: normale amministrazione. Al passo d’addio.

Ikoné 6: aiuta la squadra a controllare fino alla fine la gara. Senza infamia e senza lode.

Torreira n.g.: pochissimi minuti in campo ma che gli sono sufficienti per procurarsi un calcio di rigore, poi trasformato da Nico Gonzalez.

Cabral n.g.

Italiano 7: dopo la vittoria contro la Roma, porta a casa l’ennesimo risultato di prestigio della squadra gigliata che, stavolta, è decisivo per la qualificazione europea. Un difetto nella partita? Chiedere a Piatek di giocare come non sa fare. Comunque egregio.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Fantacalcio

I consigli del fantacalcio per la 27ª giornata

Pubblicato

:

I consigli del fantacalcio per la 27ª giornata

I CONSIGLI DEL FANTACALCIO PER LA 27ª GIORNATA – Tolti tutti gli asterischi dalla classifica, in seguito ai recuperi della 21ª giornata, arriva di prepotenza il 27° turno. Ecco i nostri consigli del Fantacalcio per questa giornata.

I CONSIGLI DEL FANTACALCIO PER LA 27ª GIORNATA: PORTIERI

CONSIGLIATI

  • Svilar: è uno dei portieri più in forma e a Monza, nonostante i brianzoli siano in un bel momento, potrebbe subire poco o nulla e anche risultare ancora decisivo con le sue parate;
  • Okoye: l’Udinese in casa tende a disputare partite contrassegnate dalla solidità, perciò contro una Salernitana in grande crisi il portiere friulano potrebbe non incassare molti gol;
  • Carnesecchi: contro l’Inter ha prima sbagliato e poi si è riscattato parando il rigore. Il suo momento è comunque positivo, contro il Bologna potrebbe ottenere un altro voto alto utile per il modificatore.

SCONSIGLIATI

  • Consigli: dopo i 6 gol subìti contro il Napoli è un rischio enorme schierarlo, Ballardini non risolve i problemi in due giorni;
  • Turati: tante sono state le reti incassate recentemente dal Frosinone e la storia potrebbe non cambiare contro il Lecce;
  • Provedel: il Milan nelle ultime settimane ha mostrato un gran potenziale offensivo e dopo aver avuto la possibilità di preparare la gara senza impegni infrasettimanali potrebbe tornare a mostrarlo.

I CONSIGLI DEL FANTACALCIO PER LA 27ª GIORNATA: DIFENSORI

CONSIGLIATI

  • Di Lorenzo: dopo aver fatto molto bene nel recupero contro il Sassuolo potrebbe rendersi pericoloso in avanti anche contro la Juventus, che a sinistra in fase difensiva soffre spesso;
  • Buongiorno: al rientro dopo il primo infortunio stagionale aveva fatto gol, chissà che non si ripeta. Potrebbe comunque una partita importante dal punto di vista difensivo, il bel voto può arrivare;
  • Dossena: l’assist può essergli servito per la fiducia, dunque contro l’Empoli potrebbe far bene rendendosi magari protagonista anche sui calci piazzati.

SCONSIGLIATI

  • Marusic: sarà una serata molto difficile nel tentativo di fermare Leao e Theo Hernandez, che sono in gran momento;
  • Pedersen: difensivamente ha delle lacune e anche contro il Verona potrebbero uscire fuori, come nelle ultime partite;
  • Marì: la Roma in fase offensiva sta andando forte, non sarà una partita facile per lui e rischia un’insufficienza.

I CONSIGLI DEL FANTACALCIO PER LA 27ª GIORNATA: CENTROCAMPISTI

CONSIGLIATI

  • Loftus-Cheek: viene da due 5.5 di fila in campionato, ma la partita contro la Lazio è una di quelle in cui lui potrebbe (ri)accendersi, c’è la possibilità che porti almeno un bonus;
  • Suslov: è uno degli uomini più forma del Verona, ne è il leader tecnico. È vero che di bonus ne ha portati pochi recentemente, ma contro un Sassuolo che dietro fa acqua da tutte le parti potrebbe ritrovarli;
  • Oudin: gran parte del gioco del Lecce passa dai suoi piedi raffinati. Contro un Frosinone che sta subendo tanti gol potrebbe regalare bonus, anche un +3.

SCONSIGLIATI

  • Kostic: il Kostic dell’anno scorso è scomparso da tempo, sta continuando a deludere e pure contro il Napoli potrebbe terminare la gara con un voto negativo;
  • Lazovic: nell’ultimo periodo non ha fornito le prestazioni degli anni scorsi, infatti Baroni lo ha schierato pure poco;
  • Gagliardini: contro il centrocampo di qualità della Roma si prospetta una gara difficile per lui, rischia anche l’ammonizione.

I CONSIGLI DEL FANTACALCIO PER LA 27ª GIORNATA: ATTACCANTI

CONSIGLIATI

  • Immobile: a Firenze era piuttosto nervoso, ma comunque in questo periodo sta bene e nel big match contro il Milan potrebbe andare a segno, sfruttando anche le lacune difensive dei rossoneri;
  • Lucca: una settimana dopo il gol che gli è stato tolto a Genova contro la Salernitana potrebbe riscattarsi centrando, questa volta per davvero, il +3, che gli manca da tanto tempo;
  • Retegui: sembra un azzardo, contro una Inter che sta subendo pochissimo, ma è in palla, anche prima dell’Udinese aveva fatto buone prestazioni. Può essere una bella scommessa, non va escluso a priori.

SCONSIGLIATI

  • Colombo: dopo il gol al Milan Palladino non gli ha dato minuti a Salerno e per questa giornata, tra la difficoltà della partita e il possibile minutaggio ridotto, non è una buona scelta;
  • Karlsson: Motta contro il Verona gli ha dato spazio nei minuti finali, ma la sua stagione resta un mistero, non riesce ancora a entrare nei meccanismi dei rossoblù;
  • Scamacca: il Bologna, con la sua compattezza, non è proprio l’avversario ideale per lui per uscire da un momento poco positivo.

Continua a leggere

Flash News

Italiano commenta la sfida che sarà col Torino: “Niente turnover, contento per il ritorno di Dodo”

Pubblicato

:

Vincenzo Italiano, allenatore della Fiorentina, e Arthur, Fiorentina, Serie A, Coppa Italia, Conference League

Vincenzo Italiano, allenatore della Fiorentina, ha rilasciato la solita intervista ai canali ufficiali dei viola in vista del match di sabato sera contro il Torino. I toscani arrivano da una vittoria importantissima contro la Lazio e dopo un periodo altalenante. Attualmente la squadra di Italiano è in settima posizione e l’Europa sembra alla portata anche quest’anno. Di seguito le dichiarazioni del mister della Fiorentina.

ITALIANO: ALLA FIORENTINA SERVE CONTINUITÀ 

SULLA STAGIONE – “Penso che la continuità sia l’unica cosa che conta in questo momento. Riuscire a trovarla è importante, perché è un problema che non riusciamo a risolvere. Facciamo fatica, in questi giorni abbiamo lavorato per cercare di dare valore alla vittoria con la Lazio, anche a livello di prestazione e atteggiamento. Così potremo ottenere il massimo da ogni partita”.

TORINO, PARTITA FISICA – “Confermo che sono state sempre partite difficili contro il Torino, per il modo in cui la squadra di Juric sviluppa il gioco e ti aggredisce. Sappiamo quello che troveremo e cercheremo di controbattere. Sarà una partita dispendiosa con ritmi altissimi”.

TURNOVER IN VISTA DELLA CONFERENCE – “No, credo che in questo momento, avendo avuto tempo per preparare la partita, ci dovremo concentrare solo sul Torino, una gara importante per noi. Serve la massima concentrazione per il campionato, poi penseremo agli altri impegni, tra cui la Conference, competizione a cui puntiamo molto”.

CONDIZIONE RITROVATA E RIENTRO DI DODÒ – “Ne ho parlato con i ragazzi. Gli ho detto che se approcciamo in questo modo con grande furore e qualità, si riesce a mettere in difficoltà gli avversari. Si riaggrega Dodo, siamo contenti del suo percorso. Ricomincerà a riassaporare il clima delle partite che contano e siamo contentissimi”.

Continua a leggere

La nostra prima pagina

Dove vedere Udinese-Salernitana in tv e streaming

Pubblicato

:

Walace, giocatore dell'Udinese e Lassana Coulibaly, giocatore della Salernitana, Serie A, Coppa Italia

DOVE VEDERE UDINESE-SALERNITANA IN TV E STREAMING – Recuperato e archiviato il 21° turno del campionato di Serie A, dove SassuoloNapoli e InterAtalanta si sono sfidate nel corso della settimana, è tempo di pensare alla prossima giornata. Quest’ultima, infatti, andrà in scena questa sera alle ore 20:45 con il big match LazioMilan, mentre domani alle 15:00 sarà possibile assistere a UdineseSalernitana. Entrambe le formazioni, rispettivamente guidate da Gabriele Cioffi e Fabio Liverani, hanno un disperato bisogno di accumulare punti e puntare alla permanenza nella categoria, motivo per cui potremmo assistere ad un incontro ricco di colpi di scena.

DOVE VEDERE UDINESE-SALERNITANA: COME ARRIVANO LE DUE SQUADRE

Come accennato, i padroni di casa dell’Udinese non stanno attraverso un eccellente periodo di forma per cui la partita di domani potrebbe risultare determinante ai fini del piazzamento finale. La formazione friulana, infatti, in occasione delle ultime cinque gare di Serie A è riuscita ad acciuffare solamente cinque punti (due pareggi e una vittoria). Un bottino magro considerando che sono solamente tre le lunghezze che distano dalla diciottesima posizione e quindi dalla zona retrocessione. Dunque quello contro la Salernitana sarà un incontro fondamentale per prendere le distanze.

Per quanto riguarda gli ospiti allenati dall’ex calciatore Fabio Liverani il discorso è molto simile o addirittura ancora più complesso rispetto a quello precedente. Sono stati infatti tre gli uomini a cui è stata affidata la squadra campana nel corso della stagione sportiva 2023/2024 e dopo Paulo Sousa e Filippo Inzaghi l’operato dell’attuale guida sembrerebbe essere in costante discussione. Un situazione che non giova sicuramente a favore del calciatori, i quali occupano l’ultima posizione in Serie A con solamente 13 punti totalizzati in 26 partite. L’ultima vittoria della Salernitana risale al 30 dicembre contro l’Hellas Verona.

DOVE VEDERE UDINESE-SALERNITANA IN TV E STREAMING

Il match di Serie A tra l’Udinese e la Salernitana, valevole per la 27ª giornata e in programma domani alle ore 15:00, verrà trasmesso solo ed esclusivamente da DAZN. Sarà quindi possibile assistere alla gara tramite un abbonamento alla piattaforma streaming attraverso dispositivi come cellulare, computer, smart tv e console.

DOVE VEDERE UDINESE-SALERNITANA: LE PROBABILI FORMAZIONI

UDINESE (3-5-2): Okoye; Perez, Giannetti, Ferreira; Ebosele, Samardzic, Walace, Lovric, Zemura; Thauvin, Lucca. All. Cioffi

SALERNITANA (3-4-3): Ochoa; Pellegrino, Manolas, Pasalidis; Zanoli, Coulibaly, Basic, Bradaric; Candreva, Dia, Tchaouna. All. Liverani

Continua a leggere

Flash News

Sala tuona contro Cardinale per la questione San Siro: le sue ultime dichiarazioni

Pubblicato

:

Sala

Il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, si è espresso di nuovo sulla questione della ristrutturazione dello stadio San Siro. Sala è intervenuto durante un convegno scientifico internazionale sugli effetti dello smog sulla saluta. I temi toccati sono di importanza vitale per la città di Milano. Tra i tanti punti affrontati si è anche parlato di San Siro. Precisamente, Beppe Sala ha voluto criticare l’operato del Milan di fronte alla poca chiarezza del club rossonero per quanto riguarda la possibilità di rimanere a San Siro assieme all’Inter dopo la chiacchieratissima ristrutturazione.

SALA: MILAN POCO CHIARO

Negli ultimi mesi il rapporto tra Sala ed il Milan è diventato più complicato, vista l’apparente indecisione del club di Gerry Cardinale sullo stadio. Pochi giorni fa sembrava ci fosse una riapertura da parte del Milan sulla ristrutturazione di San Siro con conseguente permanenza assieme ai rivali dell’Inter presso l’impianto storico. D’altra parte però sembra che le pratiche per la costruzione dello stadio di proprietà a San Donato siano ben avviate.

LE PAROLE DI SALA: “Quello che noi vogliamo e di cui abbiamo bisogno è di chiarezza. Stamattina ho anche sentito il sindaco di San Donato con cui i rapporti sono molto positivi. L’1 febbraio abbiamo mandato una lettera al Milan dicendo che prendiamo atto del fatto che San Donato ha avviato un procedimento, quindi se non interessa più San Siro ditelo. Loro ci hanno risposto tre settimane abbondanti dopo, con una risposta interlocutoria.

UN ULTIMATUM A CARDINALE – “Posto che ognuno fa i conti in casa sua. Io non mi permetto di giudicare quello che intende fare il Milan. È chiaro che se veramente non sono interessati a San Siro piuttosto che dirlo a una intervista a un quotidiano inglese prendano carta e penna e scrivano al Comune. E spero che non abbiano rinunciato alla idea di San Siro ma se così fosse, me lo scrivano su carta intestata e io ne prendo atto”.

INTER – “Sul fronte dell’Inter da una telefonata con Zhang ho ricavato alcune cose. La prima è che lui ha intenzione di continuare a essere presidente dell’Inter e a conservare il controllo della società. Questa credo che si una buona cosa per tutti. La seconda è che ha interesse a verificare, e questo lo farà con lo studio di WeBuild, se si possono fare i lavori senza bloccare lo stadio, perché se non si può mi hanno già detto che non gli interessa. E hanno ragione. In Zhang io vedo un interesse“.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969