Connect with us
Fiorentina, migliorano gli infortunati: vicino al rientro Milenkovic

Flash News

Fiorentina, migliorano gli infortunati: vicino al rientro Milenkovic

Pubblicato

:

Milenkovic Fiorentina Serbia

Ottime notizie in casa Fiorentina, che nelle scorse settimane ha dovuto registrare diversi infortuni che in parte hanno anche condizionato le ultime uscite. E alla ripresa il calendario dice Atalanta capolista. Come riportato dall’edizione odierna de La Repubblica, i segnali più incoraggianti dall’infermeria provengono da Nikola Milenkovic, fermo dalla gara contro la Juventus. Il serbo sta recuperando dalla lesione di basso grado all’adduttore breve della coscia destra e si candida già a essere della partita contro la Dea.

Più lunghi sono invece i tempi per Dodo: il brasiliano dovrebbe rientrare verso la metà di ottobre. Il match fissato sul calendario è quello contro il Lecce del 17 ottobre. Inoltre ieri Cabral è uscito dall’allenamento con una borsa di ghiaccio sul ginocchio, ma non è nulla di grave.

La Fiorentina però rimane con il fiato più sospeso per quanto riguarda le condizioni dei nazionali. Amrabat non sarà presente stasera contro il Cile, ma dal ritiro del Marocco fanno sapere che non si tratta di nulla di grave. Simile è la situazione di Jovic che ha risposto alla convocazione della Serbia, ma non ha ancora recuperato dall’acciacco che l’ha relegato alla panchina contro il Verona. In quest’ultimo match è tornato a disposizione Nico Gonzalez, che verrà valutato quotidianamente dallo staff medico dell’Argentina per la sua tallonite.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri Sport

Sci Alpino, il resoconto del weekend: Brignone vince per la 25ª volta in carriera e scrive la storia!

Pubblicato

:

Sci Alpino

La CdM di Sci Alpino viaggia spedita verso la conclusione della stagione 2023/24. Mancano ancora pochi appuntamenti prima delle finali di Saalbach in Austria. In questo weekend gli uomini sono scesi negli Stati Uniti – ad Aspen – mentre le donne in Norvegia, a Kvitfjell. Il weekend è iniziato nella giornata di venerdì 1 marzo e si è concluso domenica giorno 3. Gli uomini hanno disputato due giganti e uno speciale, mentre le donne chiudono il weekend scandinavo con due Super-G.

Tuttavia, il calendario gare al femminile ha dovuto subire una modifica: la discesa libera – inizialmente in programma sabato 2 marzo – è stata annullata a causa della troppa neve. Così, la FIS, ha deciso di far disputare due Super-G recuperando anche quello di scorsa settimana non disputato in Val di Fassa. Oltretutto, all’interno di questo pezzo, vi proporremo un resoconto delle gare del weekend partendo dal gigante maschile di venerdì 1 marzo.

RESOCONTO SLALOM GIGANTE MASCHILE 

Sono gli Stati Uniti i protagonisti di questi due weekend di gare al maschile. Dopo i pendi di Palisades Tahoe, adesso è il momento di Aspen, dopo si disputano le gare tecniche: lo slalom gigante e lo slalom speciale. Ad inaugurare è lo slalom gigante, l’ottavo della stagione. Manco a dirlo trionfa lo svizzero Marco Odermatt, padrone indiscusso della stagione con otto su vittorie su altrettante gare. Inoltre, il fuoriclasse ticinese vince per l’11ª volta consecutiva in questa disciplina. Il podio viene completato da Meillard e McGrath.

Anche l’Italia, finalmente, può gioire con due ottimi piazzamenti nei primi 10. Luca De Aliprandini e Alex Vinatzer chiudono rispettivamente in e piazza. Specie il primo è stato molto bravo nella seconda manche, facendo segnare il secondo miglior tempo assoluto. La delusione di giornata è, invece, Henrik Kristoffersen che chiude solamente all’ottavo posto: per il norvegese non è ancora arrivata nessuna vittoria stagionale.

RESOCONTO SUPER-G FEMMINILE 

Da quando Mikaela Shiffrin e Petra Vlhova sono assenti – causa infortuni – a questa CdM, la svizzera Lara Gut-Behrami è letteralmente scatenata. La fuoriclasse ticinese vince il Super-G di Kvitfjell mettendosi alle spalle il duo austriaco Huetter-Puchner. Così, nelle ultime otto gare, ne ha vinte ben cinque testimoniando l’ottimo stato di forma. Tuttavia, con il 22° successo in Super-G, raggiunge quota 45 vittorie in CdM.

Per la spedizione azzurra una prima gara molto sottotono: la prima è Brignone solamente al traguardo, seguita da Bassino 14ª. Specie per Federica la gara di sabato poteva avvicinarla alla rivale Gut per la classifica di specialità che resta saldamente nella mani della svizzera.

RESOCONTO SLALOM GIGANTE MASCHILE

Marco Odermatt sembra non volersi più fermare. Dopo il successo di venerdì’, il fuoriclasse svizzero infila la 12ª vittoria di fila in gigante. E lo fa compiendo una vera e propria prodezza nella secondo manche, recuperando un errore che avrebbe messo fuori causa qualsiasi altro atleta. La vittoria è stata molto sudata grazie anche alle prestazioni di Meillard – secondo a +0.34 – e al norvegese Haugan terzo a 58 centesimi. L’atleta svizzero, così, vince per la volta in stagione in gigante (su altrettanti) e per la 37ª in carriera.

Inoltre, anche l’Italia può finalmente ritrovare speranza nello slalom gigante. Dopo l’ottima prova del venerdì, anche in questo gigante Luca De Aliprandini e Alex Vinatzer regalano spettacolo nella pista di Aspen. Il primo chiude a 10 centesimi dal podio, il secondo quinto a poco più di un secondo dal leader. Queste ottime prove lasciano ben sperare per il finale della stagione e per l’inizio della prossima.

RESOCONTO SUPER-G FEMMINILE 

La domenica, che chiude questo trittico di gare, si apre con il secondo supergigante sulla pista Olympiabakken di Kvitfjell. La gara, però, non è stata fluida e ha subito moltissime interruzioni a causa della nebbia fitta che si è abbattuta sul pendio. Un vero e proprio caso sia al cancelletto di partenza sia al parterre d’arrivo.

Tuttavia, ad addolcire questa giornata, ci pensa Federica Brignone. La campionessa di La Salle vince in 1.37.30, mettendosi dietro la rivale Gut e la ceca Ledecka, sorprendentemente in terza piazza. L’atleta azzurra è stata bravissima nella parte centrale della discesa, facendo siglare il miglior intertempo di giornata. Le altre azzurre sono Bassino 15ª, Melesi 18ª, Pirovano 22ª e Runggaldier che chiude 26ª. Tutto sommato un bilancio più che positivo in vista delle finali in Austria.

Con questo trionfo – il 25° della carriera – la Brignone conferma l’ottimo stato di forma e lascia un pizzico di speranza in più per il trionfo nella coppa di specialità. Attualmente occupa il terzo posto con 466 punti a 74 punti dalla leader Gut: il tutto, quindi, verrà deciso nell’ultimo Super-G in programma il 22 marzo. Oltremodo il risultato dipenderà anche da Cornelia Huetter, seconda della classe.

Il successo di ieri, però, rende merito anche per un altro traguardo storico. Tra gli italiani, solo Tomba ha vinto di più in Coppa (50). Staccati Goggia e il mito Gustavo Thoeni (24). Fede ora è seconda nella generale, dietro all’inarrestabile Lara Gut-Behrami che, grazie alla piazza d’onore di ieri, è sempre più vicina alla conquista della seconda Coppa del Mondo dopo quella del 2016.

RESOCONTO SLALOM MASCHILE 

A chiudere questo ennesimo weekend di Sci Alpino, ci pensano gli uomini. Quest’ultimi hanno corso lo slalom speciale negli Stati Uniti, sulla pista di Aspen. Al termine delle due manche la spunta lo svizzero Loic Meillard, che vince per la prima volta in stagione e per la terza in carriera: tuttavia è anche la prima gioia sui pali stretti, visto che le recenti due erano arrivare nello slalom gigante. Il podio viene completato da Linus Strasser e da Henrik Kristoffersen.

L’Italia delude: dopo una prima manche al passo dei migliori, Tommaso Sala è solamente 16°. Vinatzer, invece, recupera dal 27° posto della prima manche chiudendo in 18ª. Tuttavia, da segnalare, che il gardenese ha siglato il quarto tempo assoluto nella seconda discesa.

Al termine di questo decimo slalom stagionale, la classifica di specialità sembra essere abbastanza delineata. L’austriaco Feller – quinto di giornata – ha 169 punti di vantaggio sul primo inseguitore Strasser. Ciò significa che, con soli due slalom da disputare, basterà fare una discreta prestazione a Kranjska Gora per avere la matematica della vittoria.

L’appuntamento con lo Sci Alpino è, adesso, per il prossimo weekend. Sia gli uomini che le donne saranno di scena con le prove tecniche: uno slalom e un gigante a testa. I primi faranno tappa in Slovenia (presso Kranjska Gora), mentre le seconde si spostano in Svezia (ad Are).

Continua a leggere

Flash News

Caso Papu Gomez, il dottor Capua: “Vicenda poco chiara”

Pubblicato

:

Alejandro Papu Gomez, calciatore del Monza e dell'Argentina - Serie A, Coppa Italia

Non sembra esserci ancora pace per il Papu Gomez, squalificato a ottobre per una nebulosa vicenda di doping. Interpellato da TMW Radio sull’argomento, il famoso e rinomato medico sportivo Pino Capua ha espresso la sua perplessità sulla vicenda. Queste le sue parole:

“Siamo rimasti tutti sorpresi, abbiamo ricevuto un plico di 30 pagine da parte della federazione spagnola ma non ci abbiamo capito nulla e non per la lingua. Riguardo questa situazione non so cosa sia successo, forse non lo sa nessuno”.

Parole che, evidentemente, non fanno dormire sonni tranquilli ai tifosi del Monza, squadra che aveva appena accolto l’argentino dopo la sua esperienza in Spagna. La sentenza definitiva sulla questione è attesa a breve, dopo il rinvio nell’ultima udienza del 19 febbraio.

COLPEVOLE O INNOCENTE?

Nell’ottobre scorso, Gomez era stato trovato positivo alla terbutalina, sostanza proibita dal mondo sportivo. Il calciatore è stato condannato a 2 anni di squalifica ma si è sempre professato innocente.

Secondo il Papu, quella sostanza sarebbe stata contenuta in uno sciroppo per la tosse che aveva utilizzato durante la sua permanenza a Siviglia. La strategia difensiva del calciatore si basa interamente su questo dettaglio, che dimostrerebbe come il Papu Gomez non abbia assunto volontariamente la sostanza. La sentenza è attesa a breve.

Continua a leggere

Flash News

Entusiasmo Bologna: ieri centinaia di tifosi ad attendere la squadra

Pubblicato

:

bologna

La stagione del Bologna rischia di diventare seriamente una delle più memorabili degli ultimi vent’anni per i rossoblù, ormai saldamente in zona europea.

La vittoria in rimonta per 2-1 sul campo dell’Atalanta ha permesso ai felsinei di staccare proprio i nerazzurri e la Roma al quarto posto in classifica, l’ultimo valido per la qualificazione alla prossima Champions League.

L’entusiasmo in città è enorme, tanto che ieri sera a Casteldebole, centro d’allenamento della squadra, centinaia di tifosi si sono dati appuntamento per aspettare il ritorno dei loro beniamini. Cori, fumogeni e fuochi d’artificio sono stati il benvenuto riservato al Bologna, con i calciatori e lo staff che si è fermato per un po’ assieme ai tifosi, prima di tornare a casa.

SOGNO EUROPEO

Sono esattamente 20 anni che il Bologna non gioca in Europa, dall’Intertoto 2002/03, terminato con la sconfitta nella doppia finale contro il Fulham. Un’eventuale qualificazione in Champions League, poi, sarebbe davvero storica, visto che i rossoblu mancano dalla principale competizione continentale dal 1964, anno dell’ultimo Scudetto del Bologna.

Insomma, la mente dei tifosi rossoblù è ormai a ruota libera, con i sogni che stanno pian piano trasformandosi in realtà. Il quarto posto sembra davvero alla portata degli uomini di Thiago Motta, che ora possono addirittura dare l’assalto al terzo, occupato dal Milan, che dista solamente 5 punti.

Continua a leggere

Flash News

Lecce, stagione finita per Kaba: il comunicato del club

Pubblicato

:

Calhanoglu, giocatore dell'Inter, Kaba. giocatore del Lecce, Serie A, Coppa Italia, Champions League, EURO2024

Brutta tegola per il Lecce di Roberto D’Aversa che perde Mohamed Kaba per il resto della stagione.

Il centrocampista francese, uscito al 62′ della sfida contro il Frosinone, ha rimediato una lesione al legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro, che lo terrà fuori per diverso tempo. Questo il comunicato ufficiale del Lecce, pubblicato sul sito ufficiale del club giallorosso:

IL COMUNICATO – “L’U.S.Lecce comunica che il calciatore Mohamed Kaba si è sottoposto questa mattina a risonanza magnetica, presso lo Studio Radiologico Quarta Colosso di Lecce,  che ha evidenziato un trauma distorsivo con lesione del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro”.

Un vero e proprio fulmine a ciel sereno per D’Aversa che perde uno dei calciatori più utilizzati durante la stagione. Kaba, infatti, aveva totalizzato fino ad ora 23 presenze su 27 totali e si era dimostrato molto utile per le sue doti fisiche e tattiche.

Adesso il Lecce, che naviga con due punti di vantaggio sulla zona retrocessione, dovrà necessariamente trovare un nuovo equilibrio senza il centrocampista francese, con D’Aversa che dispone di diverse frecce al proprio arco. Il principale indiziato per sostituite Kaba è Joan Gonzalez, subentrato ieri al suo posto. I due si sono avvicendati molte volte durante la stagione in una sorta di “staffetta”, adesso potrebbe essere il momento della svolta per Gonzalez.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969