Dove trovarci

Fiorentina, torna Iachini: ecco come giocheranno i Viola

Poche ore fa, l’ormai ex tecnico della Fiorentina Cesare Prandelli ha rassegnato le dimissioni: non sarà più l’allenatore dei Viola. La dirigenza ha deciso di puntare nuovamente su Beppe Iachini, che ha già guidato la squadra durante questa stagione fino a novembre prima di essere rimpiazzato proprio da Prandelli. Ciò che Commisso chiede a Iachini, è di garantire alla Fiorentina la salvezza. Infatti è probabile che il tecnico marchigiano si cali nel ruolo di “traghettatore” della squadra fino al termine del campionato: a partire dalla prossima stagione, la Fiorentina dovrà lanciare un nuovo progetto con un altro allenatore se vuole porre delle solide basi in proiezione futura.

IL PASSATO DI IACHINI A FIRENZE

Iachini, quindi, non è un volto nuovo a Firenze: ha guidato i Viola dalla panchina per 30 volte nell’arco delle due stagioni calcistiche 2019/20 e 2020/21. Durante la sua permanenza in Toscana, Iachini non è mai riuscito a trasmettere ai giocatori la sua idea di calcio, motivo per cui la squadra non ha reso al meglio delle sue capacità; la rosa della Fiorentina avrebbe il potenziale per giocarsi un posto quantomeno in Europa League, e ai nastri di partenza è sempre considerata una delle possibili outsider. Ma ormai da qualche anno, i Viola finiscono per lottare per  la salvezza o per assicurarsi un posto nel limbo, a metà classifica. Iachini dovrà essere bravo a restituire un’anima al gioco della Fiorentina e a costruire una squadra che possa, in futuro, lottare per le zone alte della classifica. 

IL MODULO

Iachini predilige il 3-5-2, schema già usato in Viola nei suoi trascorsi a Firenze. Al tempo la Fiorentina non era stata in grado di esprimere le sue idee di gioco con questo modulo, e faticava molto a far segnare i propri attaccanti. Prandelli, dal canto suo, ha il merito di aver consacrato proprio Dusan Vlahovic, che con Iachini aveva iniziato un lungo digiuno interrotto grazie all’arrivo del tecnico lombardo sulla panchina viola; adesso, con l’imminente ritorno di Iachini, è da vedere se l’attaccante serbo riuscirà a confermare le proprie performance. Non è comunque escluso un cambio di modulo per il nuovo allenatore della Fiorentina: un eventuale passaggio al 4-4-1-1 rafforzerebbe il centrocampo della squadra permettendo a Ribery di agire come trequartista alle spalle di Vlahovic. Quel che è certo, è che Iachini dovrà rivoluzionare la rotta della Viola per convincere Commisso a confermarlo anche per la prossima stagione. 

(Fonte immagine in evidenza: Goal.com)

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in Flash News