Connect with us

Flash News

Fiorentina, che tegola! Un altro giocatore è out: il comunicato

Pubblicato

:

Fiorentina, si ferma Torreira

Non c’è pace per l’infermeria della Fiorentina. Dopo aver amaramente constatato che Castrovilli ha terminato con anticipo la sua stagione, la Viola è costretta a fare i conti con un’altra defezione a centrocampo. Ieri, contro la Juventus, Lucas Torreira ha patito un infortunio, che lo terrà lontano dai campi per almeno due settimane. Di seguito, riportiamo il comunicato, redatto dalla società gigliata:

ACF Fiorentina comunica che il calciatore Lucas Torreira, nel corso della partita Juventus-Fiorentina, è stato costretto ad abbandonare il campo per un trauma contusivo al fianco sinistro. Gli esami diagnostici svolti nella mattinata di oggi hanno evidenziato una lesione di primo grado del muscolo trasverso dell’addome. Il calciatore ha già iniziato il percorso terapeutico-riabilitativo e sarà rivalutato nel corso dei prossimi giorni

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Il Manchester United su Gakpo: i dettagli della trattativa

Pubblicato

:

Gakpo

Il giocatore rivelazione di questo Qatar 2022 è sicuramente l’olandese Cody Gakpo, che si sta mettendo in lue per qualità e completezza tecnica. Nelle prime battute del mondiale, l’attaccante del PSV ha già totalizzato ben tre reti in altrettante partite. Attirando su di sè l’interesse dei top club europei.

Il classe 1999 attualmente gioca nel campionato olandese, dove ha già registrato ben 9 gol e 12 assist in sole 14 partite. Secondo quanto riportato da Nicolò Schira, il Manchester United a farsi avanti per il calciatore. Sarebbe dunque in corso la trattativa tra il club olandese e quello inglese, con quest’ultima che offre a Gakpo un contratto fino al 2027, con opzione per il 2028.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Szczesny causa e para il calcio di rigore, è il secondo nella storia

Pubblicato

:

Juve, sospiro di sollievo per Szczesny

Con il rigore parato a Messi questa sera, Wojciech Szczesny entra nella storia dei Mondiali con un dato abbastanza particolare. Il portiere della Juventus ha prima causato il calcio di rigore e poi si è fatto perdonare parandolo. Un’impresa abbastanza molto particolare. Ma Szczesny non è il primo ad averlo fatto, nella storia dei Mondiali. Come riportato da Opta, prima di lui è toccato al francese Joel Bats, contro il Brasile nel Mondiale di Messico 1986. Sicuramente una bella soddisfazione per Szczesny, che inoltre, in questo mondiale, ha già parato un rigore contro l’Arabia Saudita.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Unai Simon esalta la Spagna: “Poche squadre paragonabili a noi”

Pubblicato

:

Spagna

L’importantissima sfida tra Giappone e Spagna, deciderà le sorti del gruppo E. Nella classica conferenza stampa della vigilia, Unai Simon ha presentato così il match, esaltando il momento delle furie rosse: “Poche squadre al mondo possono essere paragonate alla Spagna in termini di gioco. Giappone? È una squadra molto laboriosa, che si riposizione molto rapidamente in campo quando è necessario”.

Il portiere dell’Athletic Bilbao, si è anche espresso sulle richieste di giocare il pallone da parte del c.t della Spagna, Luis Enrique. “Sono consapevole che può essere una situazione rischiosa, soprattutto con l’attaccante in pressione, ma io mi sento tranquillo. Sono giovane, posso imparare e crescere, in più devo superare i miei limiti. In questo momento posso dire che questo è il momento in cui ho più fiducia in me stesso”.

Continua a leggere

Flash News

Christensen sul flop della Danimarca: “Avevamo grandi aspettative”

Pubblicato

:

Danimarca

La Danimarca saluta anzitempo il suo Mondiale. La nazionale scandinava non prenderà parte agli ottavi, in seguito all’ultimo posto conseguito nel girone D, in cui ha totalizzato solo un punto. Il centrale Andreas Christensen ha espresso il proprio pensiero riguardo il flop della propria nazionale.

Ecco le sue dichiarazioni, riportate su ekstrabladet.dk. “Avevamo posto aspettative maggiori su noi stessi, ora siamo arrabbiati con noi. Siamo consapevoli del potenziale che abbiamo, oggi abbiamo scoperto anche quanto possiamo cadere in basso. Fortunatamente siamo una squadra giovane, abbiamo molte finali davanti a noi. Dovevamo stare attenti a non diventare troppo frenetici, ma non avevamo un pessimo piano. Non avevamo la sensazione di non volerla vincere con il nostro atteggiamento“.

La Danimarca cercherà di rialzare la testa già tra qualche mese, quando dovrà confermare la qualificazione al prossimo europeo, previsto per il 2024.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969