Dove trovarci
Ligue 1

Calcio Internazionale

Francia opaca, è solo 1-1 in Ucraina

Francia opaca, è solo 1-1 in Ucraina

Il big match di serata in queste qualificazioni al mondiale in Qatar è stato quello dell’Oliympiskiy di Kiev. L’Ucraina ha ospitato e fermato i campioni del Mondo della Francia trascinata dai 45mila dello stadio della Dinamo. Grande prova dei ragazzi di Petrakov, che è subentrato a Shevchenko alla guida tecnica e rappresenta l’uomo giusto per la continuazione del periodo d’oro di questa selezione. La Francia, al contrario, ha dimostrato quasi scarse motivazioni e la sua superiorità tecnica è stata sovrastata dall’agonismo e dalla freschezza dei padroni di casa. Francia ancora non vincente ma fortunata in un girone senza apparenti rivali.

IL PRIMO TEMPO

La Francia si presenta a Kiev con una formazione sperimentale ma le sensazioni vedendola giocare sono sempre le stesse. Un possesso palla lezioso accompagna la manovra dei transalpini condita da giocate di classe poco efficaci. L’unica occasione è un tiro strozzato di Griezmann su sponda fortunosa di Martial mentre il primo vero pericolo lo crea l’Ucraina al 35′.

Da calcio d’angolo tiro al volo di Yarmolenko con Lloris che compie una prodezza ma sulla ribattuta è il giovanissimo difensore Zabarniy a sparare alto. La Francia alza i giri del motore: Griezmann dialoga con Pogba che serve un assist al bacio a Martial che da solo si fa ipnotizzare da Pyatov autore di una grande uscita. Sul contropiede grande azione di Yaremchuk sulla destra che supera Digne e mette in mezzo un pallone che viene sporcato da Zouma. La respinta del nuovo difensore del West Ham finisce sui piedi di Shaparenko che di prima intenzione dal limite scarica un destro all’incrocio per il vantaggio al 44′.

IL SECONDO TEMPO

Rientra con grande carica la Francia che trova subito il pareggio al 50′ dopo un vero e proprio assedio iniziale. Cross di Coman e colpo di testa Rabiot con Martial che spinge in porta il pallone, al suo secondo gol in Nazionale. L’Ucraina reagisce rispondendo bene anche sul piano del gioco ma sono Griezmann prima e Zouma poi ad arrivare vicini al raddoppio per i francesi con conclusioni però imprecise.

Anche i cambi di Deschamps hanno risposto bene: la prova è l’azione del 78′ con lancio di Tchouaméni e controllo con sponda da fuoriclasse di Benzema che libera Diaby. L’ala del Bayer Leverkusen porta a spasso la difesa ma sbatte la sua conclusione contro il palo. Al minuto 86 è Rabiot a calciare potente ma Pyatov è pronto e respinge in corner.

Buone indicazioni per l’Ucraina che però ora rischia fortemente di non raggiungere nemmeno il secondo posto per gli spareggi, mentre la Francia controlla l’andamento lento del girone mantenendo un buon vantaggio sulle rivali nonostante le scarse prestazioni.

(Fonte immagine in evidenza: diritto Google creative Commons)

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in Calcio Internazionale