Connect with us
Gelbison, Pascuccio: “Mercato? Coglieremo le occasioni”

Calcio e dintorni

Gelbison, Pascuccio: “Mercato? Coglieremo le occasioni”

Pubblicato

:

Aquila Montevarchi

In una recente intervista rilasciata a SalernoSport24, il ds della Gelbison, Nicolò Pascuccio ha parlato di bilanci relativi al 2022, rivelando, inoltre, interessanti scenari in ottica mercato.

L’intervista al DS Nicolò Pascuccio

Con l’avvento del nuovo anno credo sia giusto fare qualche bilancio. Come è stato il 2022 della Gelbison?

Credo sia stato un anno importante, storico. Abbiamo vinto il campionato di Serie D e ci siamo trovati per la prima volta nella storia di questo club tra i professionisti. Bisogna dare atto e merito a questa società, al presidente Puglisi perché ha creato una macchina pressoché perfetta, se si considerano i nostri obiettivi, la partenza della squadra e per come aveva ritrovato questa società a inizio progetto. È chiaro che oggi tutto è fantastico perché il club ha militato, negli ultimi dieci anni, in Serie D, Eccellenza e categorie inferiori. Ritrovarsi in Serie C credo sia motivo d’orgoglio ed è tutto merito della società e della piazza. È un campionato complicato, ma vedo che i numeri, al momento, parlano di una Gelbison che sta ben figurando, trovandosi fuori dalla zona play-out, nonostante un cammino altalenante. Gli scettici, a inizio anno, ci avrebbero dato sei-sette punti. Siamo dunque ben oltre le nostre aspettative. Ma bisogna stare con gli occhi aperti. Le insidie sono sempre dietro l’angolo, dunque bisogna tenere la tensione alta. Si tratta di un campionato equilibrato: bastano poche vittorie o sconfitte per ritrovarti nelle zone alte o basse della classifica”.

Cosa si aspetta dal prossimo match contro l’Avellino?

Mi aspetto innanzitutto una bellissima giornata di sport, perché ritorniamo nel nostro campo, che è il cuore del nostro progetto, e ritroviamo tantissimi tifosi. Andiamo ad affrontare una piazza come quella di Avellino che porterà mille spettatori in trasferta. Per il resto, importa poco che sia l’Avellino o il Real Madrid. Voglio che la nostra squadra sia concentrata, determinata, affamata, poi sarà il campo il giudice supremo”.

L’amministrazione sta lavorando per rendere lo stadio di Vallo a norma per la Serie C o state pensando a nuovo impianto?

È la società ad occuparsi di queste cose. Si parla di un progetto anche a Vallo, però tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare. Urge un campo per la Gelbison perché il progetto ha bisogno di basi solide per poter andare avanti. Le strutture sono fondamentali e, ad oggi, purtroppo non ci sono. Mi sento comunque di fare un plauso al presidente perché ha fatto dei salti mortali per qualificare lo stadio “Guariglia” di Agropoli, perché altrimenti non sarebbe stato possibile giocare”.

Un inizio di stagione difficile, poi la svolta con De Sanzo. Come mai la scelta è ricaduta su di lui?

Abbiamo avuto delle difficoltà, abbiamo analizzato i motivi tecnici, tattici, mentali della squadra. Ci siamo confrontati col presidente, non dimenticherò mai quella serata. Eravamo di rientro da una partita e abbiamo iniziato a discutere, cercando di capire cosa poter cambiare per dare un marcia in più alla Gelbison. Gli obiettivi primari restano il bene della squadra e la permanenza in categoria. La scelta poteva sembrare impopolare, come spesso capita, però ha dato subito risultati nel breve periodo. Sono convinto che li darà anche a lungo termine. Abbiamo scelto De Sanzo per le sue caratteristiche che potevano colmare le lacune della rosa. Prima della partita contro il Monopoli avevamo una delle migliori difese del girone, al livello di Catanzaro e Crotone”.

Possiamo aspettarci nuovi innesti in ottica mercato? Se sì, in quale zona di campo?

Il mercato è complicato poiché siamo un piccolo club. Dobbiamo cogliere le opportunità che si presentano, cercando profili che abbiano le caratteristiche utili alla nostra causa. Siamo operativi su più ruoli. Finora abbiamo acquistato un difensore, un centrocampista e ne arriverà un altro. Abbiamo qualche problema nella fase offensiva. Se dovesse presentarsi l’occasione, cercheremo di portare in rossoblù due attaccanti“.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio e dintorni

LaLiga apre un’indagine per gli insulti razzisti a Vinicius

Pubblicato

:

Vinicius

Un altro brutto episodio di razzismo nel mondo del calcio, questa volta nella Liga, primo campionato spagnolo. Lo sfortunato protagonista è stato ancora una volta Vinicius Jr, esterno brasiliano del Real Madrid.

LIGA, INDAGINE PER GLI INSULTI A VINICIUS

Vinicius Jr, esterno del Real Madrid, è stato nuovamente insultato in occasione della gara tra blancos e Mallorca. Secondo quanto riportato da Alfredo Pedullà, a causa di tutto ciò, la Liga avrebbe aperto un’indagine sugli insulti razzisti che ha ricevuto il fuoriclasse dei blancos. Anche le prove televisive hanno approvato che un tifoso avrebbe chiamato “scimmia” Vinicius. Lo stesso brasiliano è stato anche insultato fuori dallo stadio mentre si era fermato a firmare autografi e scattare selfie con i suoi fan.

Continua a leggere

Calcio e dintorni

La Curva Nord a sostegno degli ultras giallorossi: “Cose che non ci appartengono”

Pubblicato

:

inter

Nella giornata di ieri, degli ultras della Stella Rossa di Belgrado hanno aggredito alcuni tifosi del gruppo ultras della RomaFedayn“. Scontro avvenuto a Piazza Mancini, con i romanisti che sono stati presi all’improvviso in inferiorità numerica, a cui sono stati anche sottratti degli striscioni.

Il motivo dello scontro dovrebbe risalire agli scontri di poco tempo fa tra ultras romanisti e napoletani, con i serbi che hanno stretto una gemellanza da anni con i partenopei. Anche la Curva Nord nerazzurra ha preso posizione sul fatto, schierandosi al fianco del gruppo romanista e condannando l’azione degli ultras serbi.

Questo il comunicato del tifo organizzato interista:

OLTRE LA RIVALITÀ, I FATTI DI ROMA NON APPARTENGONO ALLA NOSTRA MENTALITÀ
Quanto accaduto con l’azione compiuta e rivendicata dal gruppo serbo della Stella Rossa a Roma non può lasciare indifferente il mondo ultras italiano e non lascia sicuramente indifferente la Nord.
Se è vero che non esistono regole scritte nel nostro mondo, a nostro avviso le dinamiche di rivalità devono consumarsi faccia a faccia e non con atti indegni seppure coordinati tra più persone.
Non è stata un’azione certamente da poco quella compiuta ai danni di uno dei più storici gruppi della Sud romanista ma rimane un agguato compiuto da molti a danno di pochi giocando sull’assoluta imprevedibilità di un gesto compiuto in assenza di uno scontro diretto.
Ci sembra doveroso condannare questa deriva dei comportamenti ultras senza senso e che può pericolosamente spostare gli equilibri delle dinamiche legate alle rivalità, in un campo che non ci appartiene con regole prive di valori come Onore e Lealtà.
Ci auguriamo che questo precedente non stimoli emulazioni che, lo ripetiamo, col mondo ultras nel quale siamo cresciuti non ha niente a che fare”.

 

Continua a leggere

Calcio e dintorni

Il Manchester City risponde alle accuse: “Sorpresi dalle presunte violazioni”

Pubblicato

:

Dove vedere Leeds-Manchester City

In mattinata, il campionato inglese è stata scosso dalla notizia di una potenziale infrazione del regolamento da parte del Manchester City.

Citizens sono stati dichiarati colpevoli di aver commesso una serie di violazioni delle regole finanziarie negli ultimi anni ed ora rischiano grosso. Infatti, secondo fonti locali, il City rischierebbe una penalizzazione oppure, nel caso più estremo, l’espulsione dal campionato.

Tuttavia, la risposta del club britannico non si è fatta attendere, qui riportata integralmente: “Il Manchester City FC è sorpreso dalla pubblicazione di queste presunte violazioni delle regole della Premier League, in particolare in considerazione dell’ampio impegno e della grande quantità di materiali dettagliati che è stata fornita all’EPL. Il club attende la revisione della Commissione indipendente, per considerare in maniera imparziale l’intero corpo di evidenze irrifiutabili in favore della sua posizione. Attendiamo ciò per porre fine alla vicenda una volta per tutte“.

 

 

 

 

 

Continua a leggere

Calcio e dintorni

Record di incassi a San Siro per Inter-Milan: il dato

Pubblicato

:

San Siro

Inter-Milan è tra le partite più attese dell’anno del nostro campionato. Per i tifosi, a prescindere dal periodo di forma e dalla situazione di classifica delle due squadre, il derby assume fondamentale importanza.

Il match di stasera a San Siro, a tal proposito ha fatto registrare un dato molto importante. La gara tra le due strisciate, infatti, ha prodotto il secondo incasso più alto di sempre per l’Inter in Serie A dopo Inter-Juventus del 2019. Ad assistere dal vivo alla partita ci sono 75.584 spettatori per un incasso lordo di 5.832.142 euro inclusi i servizi ospitalità.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969