Dove trovarci
Genoa

Archivio generico

Genoa, la rinascita passa attraverso gestione tecnica e svolta societaria

Genoa, la rinascita passa attraverso gestione tecnica e svolta societaria

Appena 8 mesi fa, la sponda rossoblù viveva uno dei momenti più drammatici della storia recente del club. Dopo la sconfitta per 2-0 a Benevento si conclude con l’esonero la fallimentare esperienza di Rolando Maran sulla panchina del Genoa, lasciato ultimo in classifica dall’ex allenatore Chievo. Enrico Preziosi, ormai con le spalle al muro, decide così di richiamare Davide Ballardini, al suo terzo ritorno sulla panchina genoana dopo l’ultima turbolenta cacciata, accompagnata dalle amare parole di Preziosi.

“Sono tornato perché ho troppa voglia di Genoa”.

Si presenta così lo Zio, dopo aver battuto lo Spezia all’esordio grazie alle reti di Destro e Criscito. Dal Picco parte una strepitosa rimonta che porta il Grifo fuori dalla zona retrocessione, con una media da Europa. E ora la nuova stagione può svoltare grazie alla vittoria a Cagliari, ma non solo…

DESTRO, I VETERANI E LE ALI

Tanti addii in estate, una squadra da ricostruire dalle fondamenta, come ormai è abitudine da diversi anni a questa parte. Perin, Strootman, Scamacca, Zappacosta: tutti nomi pesanti che hanno lasciato La Lanterna in questa sessione di mercato. Per sostituirli la società si è mossa in maniera egregia, assecondando le richieste di un allenatore in bilico fino al momento della firma sul rinnovo, nonostante i risultati raggiunti. Per la porta arriva Sirigu da campione d’Europa, Maksimović e Fares da Napoli e Lazio sono acquisti di peso per una squadra di medio-bassa classifica, Touré dà fisicità al centrocampo e bomber Caicedo affianca Buksa, Destro, Pandev ed Ekuban in avanti. Poi ci sono quelli che il Genoa lo conoscono come le loro tasche, da Pandev a Destro passando per Criscito e Cambiaso. Proprio il giovanissimo esterno, genovese e genoano, è stato protagonista di un inizio super in A. Contro il Cagliari, infatti, lui e Fares hanno cambiato il match, mettendo alle corde i sardi. Oltre all’algerino, in gol ci è andato anche Destro, qualche settimana fa a un passo dalla cessione all’Empoli.

ASPETTANDO GLI AMERICANI

Nonostante il brillante risultato, ottenuto in terra sarda, è fuori dal campo che si gioca la più importante partita degli ultimi 10 anni rossoblù. Infatti, dopo più di una decade di presidenza, caratterizzata da incessanti critiche, Preziosi sembra destinato a cedere la società al fondo americano 777 Partners. Il fondo è già presente nel calcio, possedendo il 6% delle quote del Siviglia, e presenta un portafogli di 49 aziende in diversi settori come intrattenimento, sport e assicurazione. Fondato nel 2015 da Steven Pasko e Josh Wander, questi ha ufficiosamente acquisito la maggioranza del club genovese; entro il 22 settembre arriverà il versamento della prima rata del pagamento contestuale alle firme. E mentre i tifosi sognano l’alba di una nuova epoca a stelle e a strisce, Ballardini pensa già al prossimo ostacolo. Sabato, al Marassi, c’è la Viola di Italiano, in un match che sa sempre più di U.S.A. .

Immagine in evidenza presa da flickr con diritti Google Creative Commons

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Archivio generico