Connect with us

Flash News

Genoa-Parma, le parole dei due mister al termine del match

Pubblicato

:

Genoa

Ecco le parole nella conferenza stampa post partita di Pecchia e Blessin, allenatori rispettivamente di Parma e Genoa. Il match di oggi si è concluso con il rocambolesco risultato di 3-3.

Ecco le parole del mister del Genoa Blessin:

“La prestazione della mia squadra è stata molto positiva. Ci sono state tantissime occasione da entrambi le parti. Abbiamo dominato gran parte della partita, ma se abbiamo subito tre gol sicuramente c’è qualcosa su cui dobbiamo intervenire. Nel primo tempo abbiamo perso un po’ troppi palloni e il Parma ha le qualità per approfittare dei nostri errori. Dopo la rete del vantaggio, era importante sfruttare le occasioni e noi purtroppo abbiamo peccato in questo. Sono comunque contento della squadra, ma il rammarico rimane. Subire tre gol in casa non fa piacere, soprattutto se i gol li regaliamo noi”.

Oltre a Blessin, come già detto in precedenza, ha parlato anche l’allenatore del Parma, Fabio Pecchia:

“Oggi sono orgoglioso, soddisfatto, perché il risultato nel finale ci premia. Abbiamo fatto una prima parte di alto livello, di qualità. E meritavamo qualcosa in più. L’aspetto negativo di questa partita è che sul 2-1 abbiamo quasi rallentato, su questo dobbiamo lavorare. E’ stato bello perché la cornice era bellissima, c’era tanta gente, tanti tifosi nostri. E’ stata una partita vibrante.”

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Missione (im)possibile

Pubblicato

:

Zero punti in due partite di Champions League.

Benfica e PSG a punteggio pieno, pronte a sfidarsi.

Juventus ultima nel girone insieme al Maccabi Haifa che stasera arriva a Torino per l’impresa.

 

Presupposti indecenti per una squadra con la storia della Vecchia Signora, ma eccoci qui.

Ieri Szczesny in conferenza stampa non ci ha girato troppo intorno: potevamo e dovevamo fare meglio nonostante le assenze.

Concordo e sottoscrivo, ma il passato è passato ed ora serve sistemare la situazione.

 

Occorre ragionare in questo modo: oggi siamo molto più fuori che dentro.

La matematica però non ci condanna.

Serve vincere la doppia “semifinale” contro la formazione israeliana e prepararsi a due difficili “finali” contro le altre pretendenti.

 

Non c’è più spazio per gli errori o i passi falsi, sbagliare ancora significherebbe Europa League o, addirittura, peggio.

Un danno sportivo, d’immagine ed economico senza precedenti nella recente storia bianconera.

Una prospettiva che mi auguro sinceramente di evitare.

 

La Juve riparte dalla bella vittoria contro il Bologna che deve diventare ben più di un singolo evento isolato.

Allegri ha mantenuto la guida tecnica dei bianconeri e dovrà cercare di cambiare drasticamente i risultati ottenuti nella prima parte della stagione corrente.

Servono continuità di risultati e, si spera, prestazioni accettabili e in grado di riconquistare un pubblico sempre più assente dallo stadio.

 

Quella legata al passaggio del turno è una sfida impossibile che rimane comunque possibile.

La Champions, si sa, è la competizione delle sorprese e dei risultati clamorosi.

Riusciranno i bianconeri ad invertire una tendenza fin troppo negativa?

La parte razionale mi dice di no, il cuore da tifoso mi obbliga a crederci.

 

Il primo vero dentro o fuori dell’annata 2022/23 è arrivato in una notte di inizio ottobre.

Non vedo l’ora di entrare all’Allianz Stadium per sostenere questi colori.  

Vivere o morire”: ecco il riassunto perfetto di Juve-Maccabi.

Continua a leggere

Flash News

Sassuolo, Berardi verso il rientro contro l’Inter

Pubblicato

:

Dopo l’infortunio che ha costretto Domenico Berardi ai box per un mese, sembra arrivato il momento del ritorno sul campo per il capitano del Sassuolo.

IL NUOVO TRIDENTE OFFENSIVO DEL SASSUOLO

Berardi può finalmente fare rientro in campo dopo la lesione del bicipite femorale, si troverà davanti l’Inter fresca di vittoria in Champions. Sicuramente il rientro di Berardi potrà contribuire a chiudere almeno momentaneamente una stagione che sin qui è stata dominata dai ballottaggi nel tridente offensivo. L’infortunio di Berardi ha dato occasione di sperimentare al Sassuolo, che ha inizialmente schierato Kyriakopoulos a sinistra e Laurienté a destra. Successivamente per dare una continuità a Laurienté che è esploso in questo inizio di stagione, il francese ex Lorient è stato spostato nel suo ruolo naturale a sinistra e a destra dove si sono alternati D’Andrea e Ceide. Ora scatta il countdown, in attesa di vedere il tridente Laurienté-Pinamonti-Berardi. Laurienté ha sin qui dimostrato doti nel dribbling e nella corsa che potrebbero in un attacco formato con Berardi, dimostrarsi devastanti; le due ali inoltre con le loro giocate potrebbero anche far crescere il bottino di Pinamonti.

Continua a leggere

Flash News

Abraham in cerca di riscatto: Betis nel mirino

Pubblicato

:

Abraham

Non è stato un’eccellente inizio di stagione per Tammy Abraham, l’attaccante inglese è cerca di riscatto e punta al gol per mettersi da parte un inizio di campionato che ci ha mostrato un calciatore lontano parente del bomber dello scorso anno.

ABRAHAM: TRA BELOTTI E DYBALA

In questo avvio di stagione la Roma, nonostante l’arrivo di Belotti e Paulo Dybala, ha mostrato difficoltà in fase offensiva. Abraham che la scorsa stagione nella sua prima a Roma ha segnato la bellezza di 37 reti, è in un momento no sono solo 2 i gol in questo inizio stagione e tante le occasioni sciupate da un attaccante che lo scorso anno aveva mostrato un killer instinct degno dei migliori bomber d’Europa. Quest’anno forse a pesare sull’attaccante inglese è che a differenza dello scorso anno la Roma ha un parco attaccanti vasto. In zona gol oltre a Dybala, che nonostante non sia una vera prima punta ha ottime capacità balistiche testimoniate dal suo rendimento sin qui superiore al gol ogni 2 partite, troviamo il gallo Belotti e Eldor Shomurodov.

ABRAHAM E IL BETIS

La sfida all’Olimpico contro il Betis è il palcoscenico adatto a Abraham per tornare al gol e scacciare i fantasmi. Lo scorso anno l’attaccante inglese aveva mostrato grande confidenza con i palcoscenici europei, laureandosi capocannoniere in Conference League con ben 9 centri.

Continua a leggere

Flash News

Sampdoria, è il giorno di Stankovic: annuncio atteso a breve

Pubblicato

:

La notizia è nell’aria da qualche giorno, ma oggi dovrebbe diventare ufficiale a tutti gli effetti. Dejan Stankovic è ad un passo dal diventare il nuovo allenatore della Sampdoria.

Come riporta Nicolò Schira, l’agente dell’ex giocatore dell’Inter Fali Ramadani ha sistemato tutti i dettagli con la dirigenza blucerchiata, chiudendo un accordo che prevede un contratto fino al 2023 più opzione di rinnovo per un altro anno. Ma non solo: sarebbe previsto anche un ricco bonus in caso di permanenza in Serie A.

Questo sta a dimostrare quanto la società ligure punti a risollevarsi in classifica, dopo un avvio che può definirsi solamente come disastroso. Dopo l’esperienza alla Stella Rossa, Stankovic è pronto a tornare in Serie A per provare a compiere quella che oggi sembra a tutti gli effetti una vera e propria impresa. A giocare a suo vantaggio c’è il fattore tempo, e anche la tanto discussa pausa per i Mondiali in Qatar. In quel periodo, Stankovic avrà intere settimane a disposizione per lavorare e per impiantere i suoi concetti, di modo da far sì che sedimentino e possano regalare alla Sampdoria un girone di ritorno con meno patemi.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969