Connect with us

Flash News

Genova e la suggestione River-Boca

Pubblicato

:

Tutti la stavano aspettando e finalmente era arrivata. La finale più grande della storia del calcio sudamericano era realtà. Il Superclasico tra Boca Juniors e River Plate avrebbe decretato la vincitrice della Copa Libertadores, l’ultima con un formato di andata e ritorno per match conclusivo della coppa. Per molti un chiaro segno del destino. Qualsiasi calciofilo era pronto vedere e a pregustarsi la bellezza e la magia di una sfida in grado di segnare un’intera nazione, un continente intero. Benedetto contro Pratto, Pavón contro Martinez, Schelotto contro Gallardo, la garra, la tenacia e la classe tutte unite per uno spettacolo da sogno. Eppure dopo averla tanto aspettata siamo già rimasti delusi ancor prima della sua fine. Difatti il ritorno è stato rinviato a data da destinarsi (probabilmente l’8 dicembre) a causa dei fatti incresciosi avvenuti a Buenos Aires sabato scorso. Le immagini hanno fatto il giro del mondo e hanno mostrato l’attacco compiuto ai danni del pullman del Boca, i cui giocatori, in primis Tevez, Almeida e Perez, sono stati fortemente e fisicamente colpiti dalla vicenda. Da lì è scoppiato un putiferio vero e proprio, che ha portato la Conmebol alla decisione di rinviare la gara. Molti hanno gridato alla scandalo, giustamente, sottolineando come per l’ennesima volta a trionfare sia stata la violenza. Altri hanno parlato di vittoria a tavolino, alcuni invece si sono dati da fare vista l’apertura, da parte della federazione sudamericana, di valutare la possibilità di giocare in un altro paese.

Tra questi ultimi la prima a muoversi è stata propria una città italiana, Genova, forte del grande legame con le due società argentine.
Proprio per questo il consigliere delegato dello Sport del Comune di Genova, Stefano Anzalone, avrebbe inoltrato questa proposta.

“Egregi Presidenti, la nostra città, vicina in modo storico, culturale e sportivo a Buenos Aires, sente moto profondi e indissolubili i legami con i Vostri due prestigiosi Clubs fondati da nostri conterranei emigrati dall’Italia in Argentina agli albori del ‘900, e ad oggi gemellati con le nostre due squadre Genoa e Sampdoria.
I fatti dolorosi che ci hanno ultimamente colpito, hanno risvegliato un profondo senso di comunità e di riscoperta delle nostre radici; pertanto in qualità di Consigliere Delegato allo Sport del Comune di Genova, sono lieto di comunicarVi che la nostra città è onorata e si rende disponibile ad ospitare questa importante e prestigiosa gara di Finale di Coppa e derby della Capitale Argentina.
Grato per la vostra attenzione resto a disposizione per ogni Vostra necessità.”

Questa eventuale, seppur improbabile soluzione,  avrebbe già fatto sognare molti tifosi della nostra penisola.

PERCHÉ PROPRIO GENOVA?

Come spiegato all’interno del comunicato, il legame tra Genova e la capitale argentina, soprattutto con le sue squadre principi, è molto forte. Basti pensare infatti che la nascita del Boca Juniors sia proprio dovuta a degli emigrati italiani del capoluogo ligure. Ad oggi la tifoseria elogia di continuo le sue origini, definendosi Xeneixes, ovvero la storpiatura al plurale del termine ligure zeneize o zeneixi che vuol dire genovese.
Per quanto riguarda il River invece i colori del club, il rosso ed il bianco, starebbero a simboleggiare il collegamento con la bandiera rappresentativa di Genova, in onore dei diversi liguri presenti in società.

Il tutto farebbe sognare ogni tifoso ed esperto di calcio non solo italiano, ma anche europeo.
Ovviamente però questa soluzione rimane molto remota vista la volontà della federazione di far disputare la partita sempre nello stesso continente, magari in un’altra città argentina, anche per la difficoltà di organizzare un evento di tal portata dall’altra parte del mondo.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Juve, nuove intercettazioni di Agnelli con Cherubini e Percassi

Pubblicato

:

Juventus

A 5 giorni dalle dimissioni di tutto il CdA della Juve, spuntano nuove intercettazioni che possono aiutare alla risoluzione del caso. Piove sul bagnato in casa bianconera.

INTERCETTAZIONE AGNELLI-ARRIVABENE

”Non era solo il Covid e questo lo sappiamo bene. Dall’altro abbiamo ingolfato la macchina con ammortamenti e soprattutto la merda… perché è tutta la merda che sta sotto che non si può dire”. Queste le parole di Andrea Agnelli, ex presidente della Juve, al telefono con Maurizio Arrivabene, amministratore delegato dei bianconeri. La conversazione, come riporta Repubblica, risale al 3 settembre 2021. E fa parte di quelle finite agli atti della procura di Torino.

INTERCETTAZIONE AGNELLI-PERCASSI

“Su un numero di elementi che abbiamo, io in questo momento devo stare fermo perché abbiamo Consob, Guardia di Finanza e qualsiasi cosa che ci stan guardando. Allora io vorrei chiudere questa roba qua e poi tornare a mettere a posto, consapevole di quello che abbiamo, le varie situazioni”. Queste le parole dell’ex presidente Agnelli nella telefonata con Luca Percassi, AD dell’Atalanta non indagato, come riporta Il Corriere della Sera.

Continua a leggere

Flash News

Inter-Kessié solo a certe condizioni, dal Mondiale occhi su Preciado

Pubblicato

:

Kessié

Il Corriere dello Sport questa mattina aggiorna la situazione riguardo Franck Kessié e l’Inter: il giocatore sarebbe stato proposto ai nerazzurri che avrebbero aperto al trasferimento, ma solo a determinate condizioni. L’affare dovrebbe essere impostato solamente su un prestito e parte dell’ingaggio dell’ex Milan dovrebbe essere pagato dal Barcellona. Le parti si riaggiorneranno in primavera, per capire quali siano i reali margini della trattativa da imbastire eventualmente in estate.

Sempre secondo il Corriere, l’Inter avrebbe messo gli occhi anche su Angelo Preciado, terzino destro del Genk che ha ben figurato con l’Ecuador al Mondiale mettendosi in mostra come uno dei giocatori migliori della squadra capitanata da Enner Valencia. Il giocatore compirà 25 anni a febbraio, e potrebbe essere la prima chiamata in una big del calcio europeo.

Continua a leggere

Calciomercato

Schulz proposto alla Lazio: le ultime

Pubblicato

:

Lazio

Possibile arrivo a costo zero per la Lazio per sistemare la fascia sinistra, Nico Schulz è stato proposto dal Borussia Dortmund alla Lazio. Come riportato dal Messaggero, il nome è stato proposto a Claudio Lotito durante una cena con il presidente dei gialloneri Michele Puller.

LA TRATTATIVA

Il difensore 29enne è fuori rosa al Borussia Dortmund, non solo per motivi sportivi ma anche per un’ accusa di violenza domestica. L’ultima apparizione su un campo da gioco del terzino sinistro, infatti, risale addirittura al 7 maggio. Il calciatore era arrivato dopo un esborso di ben 25,5 mln dall’Hoffenheim. La soluzione migliore in casa Lazio sarebbe quella del prestito gratuito con obbligo di riscatto, con il Borussia incaricato di pagare la metà dei 6 mln di ingaggio del calciatore tedesco.

Continua a leggere

Flash News

Parte il raduno del Milan, Pioli sorride per i recuperi in attesa di Ibrahimovic

Pubblicato

:

Milan

Parte oggi il raduno del Milan, che si riunirà a Milanello per preparare la ripresa del campionato dopo la sosta per il Mondiale. Pioli ha di che essere contento, poiché rientreranno in gruppo alcuni giocatori cardine come Maignan, Calabria e Saelemaekers, che hanno saltato una parte importante di campionato per i vari infortuni.

Ma non solo: come fa sapere la Gazzetta dello Sport, la notizia che tiene tutti con il fiato sospeso è la data del rientro di Zlatan Ibrahimovic. Lo svedese infatti dovrebbe rientrare in gruppo e cominciare ad allenarsi tra poco più di una settimana, il 10 dicembre. Non comincerà a Milanello la sua preparazione, ma raggiungerà il suo Milan a Dubai.

Buone notizie per i rossoneri, che avranno bisogno di tutti gli effettivi e di un Ibrahimovic in più per continuare la rincorsa al Napoli e inseguire il sogno chiamato “seconda stella”.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969