Connect with us

Flash News

Il ds della Cremonese: “Meritavamo due punti con Roma e Fiorentina”

Pubblicato

:

Giacchetta

Il direttore sportivo della Cremonese, Simone Giacchetta, ha parlato ai microfoni di La Provincia. Tra i temi toccati, quello della classifica, che vede i grigiorossi a rischio retrocessione:

Potevamo fare meglio in questa prima fase di campionato. Abbiamo due punti in classifica, ma moralmente ne abbiamo almeno un paio in più. Ci è mancato qualche risultato,  l’unica gara davvero sbagliata è stata quella contro la Lazio, ma ricordiamoci che cinque giorni prima avevamo fermato la capolista Atalanta. Con Fiorentina e Roma se avessimo fatto due punti non ci sarebbe stato nulla di strano”.

Il dirigente ha poi parlato del calendario sfavorevole:

Ci è mancata anche quella fortuna degli esordienti che spesso capita alle neopromosse. Il calendario di sicuro non ci ha favorito. Abbiamo affrontato squadre superiori e diciamo che non siamo stati bravi a ribaltare il pronostico. Ripeto, due punti in più li avremmo meritati e allora i giudizi sarebbero stati diversi.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

La probabile formazione dell’Inghilterra: un ballottaggio in attacco

Pubblicato

:

Inghilterra

Dopo la brillante vittoria contro il Galles, Southgate sembra orientato a confermare contro il Senegal il 4-3-3 che ha soddisfatto i tifosi inglesi e a riproporre alcuni giocatori che hanno riposato nella partita di martedì sera. Il ballottaggio principale riguarda le ali che assisteranno Kane, con Saka, che era rimasto in panchina contro il Galles dopo le buone prestazioni con Iran e Stati Uniti, Rashford e Foden, autori dei gol nell’ultima partita, che si spartiranno i due posti rimanenti: uno di loro rimarrà in panchina e secondo Sky Sports il giocatore dell’Arsenal è in vantaggio.

Pochi dubbi per quanto riguarda difesa e centrocampo: Southgate presenterà la retroguardia di fiducia composta da Shaw, Maguire, Stones e Trippier davanti a Pickford e il centrocampo dinamico con Rice, Henderson e la stellina Bellingham, protagonista di un eccellente mondiale finora.

PROBABILE FORMAZIONE (4-3-3): Pickford; Trippier, Stones, Maguire, Shaw; Henderson, Rice, Bellingham, Saka, Rashford, Kane.

Continua a leggere

Flash News

Zielinski carica la Polonia: “Possiamo battere la Francia”

Pubblicato

:

Napoli

Oggi alle ore 16 andrà in scena FranciaPolonia, il terzo ottavo di finale dei Mondiali. In conferenza stampa, per la Nazionale biancorossa è intervenuto Piotr Zieliński, centrocampista di proprietà del Napoli. Queste le sue dichiarazioni sul match odierno:

“L’atmosfera è giusta, possiamo giocarcela. Ci crediamo, possiamo batterli e andare ai quarti. Daremo tutto. Loro sono i campioni in carica ma anche noi siamo una buona squadra.  Dove giocherò? Beh, io sono un centrocampista.  Posso giocare  in tante posizioni. Il mister deciderà quale sarà la posizione migliore per aiutare la squadra ed io sono pronto a dare il mio contributo”.

Continua a leggere

Flash News

Juventus, nuove intercettazioni di Cherubini: “Paratici è pericoloso”

Pubblicato

:

Nedved

Sono momenti concitati in casa Juventus. Nuove intercettazioni, riportate dalla Gazzetta dello Sport, avrebbero reso noti i movimenti di mercato dei bianconeri. Pare che la gestione di Paratici fosse caratterizzata anche per alcune spese folli. A rivelarlo è Federico Cherubini, ex ds della Vecchia Signora, in un’intercettazione: “Fabio ha drogato il mercato. Anche Kulusevski o Chiesa che sono ottimi giocatori, ma quando li abbiamo comprati noi li abbiamo pagati troppo. Kulusevski aveva fatto cinque mesi in Serie A e l’abbiamo pagato 35 più 9 di bonus: sono 44”.

Inoltre, l’acquisto dello svedese viene nominato tra quelli “senza senso” dall’attuale d.s., insieme alle operazioni di Muratore, Romero e Demiral, mai dichiarate a bilancio. Dal 2018 al 2021,inoltre, Paratici poteva firmare su operazioni di massimo 50 milioni: “Se Fabio si svegliava la mattina e aveva mal di testa o beveva un bicchiere poteva firmare 20 milioni senza dirlo a nessuno. Era pericoloso. Il cappello sopra Fabio io l’avrei messo a sua tutela – Prosegue Cherubini – perché è campione del mondo, trequartista, numero 10… però viene valorizzato da chi gli dà equilibrio da sopra, che ogni tanto gliene stoppa uno di affare. Lui a un certo punto non aveva più questo filtro. Non agiva per la Paratici srl, ma per la Juve eh. Ha fatto un fuori giri! E ti ha portato a fare delle operazioni che in un contesto di normalità non puoi fare… Spinazzola-Pellegrini non puoi farlo”.

Inoltre, come dichiarato da lui stesso, Cherubini sarebbe andato in crisi: “Ho avuto delle sere che tornavo a casa e mi veniva da vomitare solo a pensarci. Mi sentivo che mi stavo vendendo l’anima perché ero complice di alcune cose”.

Continua a leggere

Flash News

Qatar 2022, Rodrygo:”Neymar è il mio idolo, è un onore per me giocare con lui”

Pubblicato

:

Rodrygo

Rodrygo, attaccante classe 2001 della Seleçao e del Real Madrid, ha parlato ai microfoni della Gazzetta dello Sport soffermandosi sui consigli dei grandi giocatori con cui gioca e sul ruolo fondamentale che ha nella nazionale brasiliana, a causa dello sciagurato infortunio di Neymar. Di seguito le sue parole:

L’EREDITÀ CALCISTICA DI NEYMAR

Neymar mi ha trasmesso tanta fiducia prima della partita: ha voluto dimostrarmi il suo appoggio. E’ un maestro ed è il mio idolo, è un onore per me giocare con lui. A fine gara mi ha fatto i complimenti e mi ha detto di continuare così, nonostante la sconfitta. Mi ha detto di non pensare a quanto successo col Camerun, di lasciarmelo alle spalle e guardare avanti.

Mi sto trovando bene a sostituire Neymar. Mi è piaciuto muovermi nella sua zona di campo, anche se è una cosa nuova per me. Sono sempre pronto e desideroso di dare una mano per la squadra”.

LUKA MODRIC

“A Madrid parliamo spesso: gli chiedo consigli e osservo il suo modo di muoversi. Ha arretrato un po’ il suo campo d’azione, ma è un giocatore sul quale mi fisso parecchio, un punto di riferimento”.

PRESTAZIONI

“La sconfitta contro il Camerun ha un’interpretazione positiva: ci mette in guardia e ci serve da lezione. E’ un bene che sia successo in una gara che contava relativamente. Abbiamo fatto una bella partita, ma ci è mancato l’ultimo passaggio.

Con la Corea sarà una partita molto difficile. A giugno li abbiamo affrontati in amichevole ed è finita con una goleada, ma la partita è stata più difficile di quanto dica il risultato”.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969