Connect with us
Giampiero Ventura, il gialloblu dopo l'azzurro

Generico

Giampiero Ventura, il gialloblu dopo l’azzurro

Pubblicato

:

La debacle sulla panchina della Nazionale e il conseguente linciaggio mediatico subito hanno reso Giampiero Ventura il villain del calcio italiano, degno di ciò che fu Joker per Batman o Venom per Spiderman. Gli errori commessi nei 14 mesi in azzurro hanno da una parte enfatizzato i limiti tecnici e caratteriali del tecnico ligure e dall’altra sotterrato, anche ingiustamente, tutto ciò che di buono avevafatto nella sua longeva carriera. Dopo mesi passati tra il silenzio e qualche sporadica apparizione sulle tribune della Serie A, a quasi un anno dalla drammatica notte di San Siro, Ventura è tornato in panchina e ha deciso di farlo in una piazza depressa e con una squadra che naviga in acque torbide: il Chievo Verona.

Il matrimonio tra uno dei (se non il) tecnici più odiati della storia calcistica italica e la società che, dopo un’estate tribolata, non ha di certo conquistato grandi simpatie, nasconde in sè un certo fascino e non fa che aggiungere altro pepe al nostro campionato. Per Ventura trasmettere la sua particolare idea di gioco e ridare stabilità mentale ai gialloblu sarà un’impresa tutt’altro che semplice ma, come le sue esperienze ci hanno insegnato, la provincia è l’ambiente nel quale meglio si sa esprimere.

424 0 352?

Le due migliori esperienze del Ventura allenatore, quelle di Bari e Torino, sono state caratterizzate nel primo caso dalla presenza dell’estroso quanto discusso 424 e nel secondo dal più quadrato 352. Le analogie che in campo hanno questi due moduli corrispondono con quelli che sono i must del calcio venturiano: giocare verticale, l’ossessiva ricerca dell’ampiezza e la presenza di due attaccanti capaci di combinare sul lungo e nello stretto.

https://gph.is/2pOYUut

L’unica certezza, almeno per adesso, pare essere quella di voler accantonare l’insipido 433 proposto in queste prime 8 giornate da Lorenzo D’Anna e cercare di ridare un’identità di gioco chiara alla sua squadra per scollarsi di dosso quell’umiliante -1 e dare il via alla lunga rimonta.

TRA UOMINI CHIAVE E POSSIBILI SORPRESE

Il reparto offensivo clivense conta un centravanti fisico come Stepinski, uno dinamico come Meggiorini (a segno nell’azione precedente con la maglia del Bari), un funambolo come Pucciarelli e il sempreverde Pellissier. Questa abbondanza non creerà problemi al tecnico ligure nell’impostare la sua squadra su un attacco a 2 e, per caratteristiche, la coppia Pucciarelli-Stepinski pare quella più complementare.

A mantenere il velo del mistero su quello che potrebbe essere lo schieramento tattico dei clivensi sono la difesa e il centrocampo. In mezzo al campo la presenza di un giocatore di palleggio come Birsa fa crescere l’ipotesi di 352, con lo sloveno reinventato mezzala offensiva, RigoniHetemaj e Obi a giocarsi il posto di mezzala di contenimento e Radovanovic in mediana. Sugli esterni Ventura potrebbe giocarsi la carta Giaccherini, jolly adattissimo alla sua idea di calcio e uomo di maggiore qualità presente in rosa. Se da una parte l’ex Juventus avrebbe il compito di attaccare, rifornire le punte e creare superiorità numerica, sull’altra fascia non è da escludere l’ipotesi di vedere Cacciatore o Depaoli in versione Darmian granata.

https://gph.is/2pOQVgJ

Con questa GIF integrativa sintetizziamo l’idea che ha Ventura di servirsi anche dei difensori per verticalizzare alle spalle delle linee avversarie e creare gioco. Nella rosa del Chievo ovviamente non troverà una copia del suo figlio calcistico Leonardo Bonucci, ma la capacità di giocare il pallone con i piedi sarà un requisito fondamentale per i futuri titolari. Nenad Tomovic, iniziato alla costruzione dal basso da Montella, avrà il posto assicurato e il suo essere particolarmente incline ad una difesa a 3 ci spinge a pensare che la bagarre potrebbe essere per altre due maglie titolari. Conoscendo anche la predilezione dell’ex Torino verso i giovani, Bani e Barba potrebbero completare la linea difensiva a discapito di Rossettini e Cesar.

PROBABILE FORMAZIONE: (3412) – Sorrentino; Tomovic, Barba (Rossettini), Bani; Giaccherini, Radovanovic, Obi (Rigoni), Cacciatore (Depaoli); Birsa; Stepinski, Pucciarelli (Meggiorini)

RICONQUISTARE QUALCHE CUORE

Dopo una carriera lunga e logorante caratterizzata da alti e bassi, nelle vesti di CT dell’Italia Giampiero Ventura è entrato nella storia dalla porta sbagliata, sporcando indelebilmente il suo nome. Ma sebbene le conseguenze di quel fallimento siano state catastrofiche, a settant’anni tondi tondi ha deciso di rimettersi in gioco e, come da lui specificato, lo ha fatto senza esitare nemmeno per un secondo. L’impresa per salvare la barca sempre più vicina al naufragio di Igor Campedelli pare ardua, per molti impossibile, ma per il villain del calcio italiano questa è forse l’ultima occasione per imporre il suo tanto predicato credo calcistico e, soprattutto, per riconquistare qualche cuore.

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calciomercato

Carnevali a sorpresa: “Il Bornemouth voleva Traoré prima di Zaniolo”

Pubblicato

:

Carnevali

È terminata con una cessione eccellente la sessione di calciomercato invernale del Sassuolo. I neroverdi hanno ceduto Hamed Junior Traoré al Bournemouth per una cifra molto vicina ai 30 milioni di euro. Per gli emiliani si tratta dell’ennesimo eccellente colpo in uscita che dimostra ancora una volta l’abilità di Giovanni Carnevali e della dirigenza. Proprio l’amministratore delegato del Sassuolo è intervenuto ai microfoni di Sky Sport e ne ha parlato.

BILANCIO SUL CALCIOMERCATO – “Abbiamo ceduto Traore, un altro giocatore che approda in Premier. Questa operazione ci ha permesso di fare altri acquisti come Bajrami a titolo definitivo e Zortea in prestito con diritto di riscatto. Traore aveva il contratto in scadenza nel 2024, la trattativa con il Bornemouth era partita da alcune settimane e abbiamo ottenuto quello che volevamo, mentre nei giorni precedenti gli inglesi non ci stavano accontentando. Non so se avrebbe rinnovato con noi. Il Bournemouth lo voleva prima di Zaniolo, abbiamo detto no, e per questo magari si sono rifatti sotto per il giocatore della Roma. Poi sono tornati a bussare alla nostra porta. Non abbiamo avuto richieste importanti per i nostri giocatori da parte dei club italiani, stiamo vendendo in Premier ma mi auguro che presto si possa tornare a fare operazioni importanti anche in Italia”.

Continua a leggere

Coppa Italia

Boga dopo Inter-Atalanta: “L’1-0 fa male, peccato!”

Pubblicato

:

Boga

Dopo la sconfitta per 1-0 in casa dell’Inter, l’Atalanta è stata eliminata dalla Coppa Italia. A rivelarsi decisivo per i nerazzurri di Bergamo è stato il bel gol dal limite di Matteo Darmian che ha condannato Gasperini e i suoi. Al termine della partita è intervenuto anche Jeremie Boga – uno dei più propositivi della Dea – che ha parlato sui canali ufficiali del club.

LA PARTITA  “Peccato perché l’1-0 fa male, potevamo fare gol ma adesso pensiamo alla prossima partita. Abbiamo fatto una buona gara, non la nostra migliore ma abbiamo sofferto e lottato insieme“.

ORA IL SASSUOLO – “È sempre bello rivedere vecchi amici, ma volgiamo i tre punti. Sarà dura ma vogliamo fare il nostro meglio. Siamo sulla buona squadra per essere in alto in classifica. Pensiamo a una partita per volta, poi vedremo”.

Continua a leggere

Calciomercato

UFFICIALE – Zarate torna in Italia: colpo Cosenza

Pubblicato

:

Zarate

UFFICIALE – Mauro Zarate, ex attaccante di Lazio, Fiorentina ed Inter, torna in Italia dopo la rescissione del contratto con il Platense.

Il 35enne argentino vestirà la maglia del Cosenza, che al momento si trova all’ultimo posto del campionato di Serie B.

Riuscirà Zarate ad aiutare il Cosenza nella conquista della salvezza?

Continua a leggere

Generico

Dove vedere Man Utd-Nottingham di FA Cup in tv e streaming

Pubblicato

:

Manchester United

DOVE VEDERE MAN UTD-NOTTINGHAM DI FA CUP IN TV E STREAMING- Le coppe nazionali continuano in Inghilterra, è fissata per mercoledì 1 Febbraio la sfida di Fa Cup tra Manchester United e Nottingham Forrest, gara in programma alle ore 21:00, all’Old Trafford.

Il Manchester United arriva a questa sfida dopo la sconfitta per 3-2 nell’ultima uscita in Premier League, contro l’Arsenal prima in classifica. Momento che, nonostante la sconfitta, è molto positivo per i Red Devils visto che hanno battuto per 3-0 all’andata proprio il Nottingham e sabato hanno vinto per 3-1 in Carabao Cup il Reading. Buon momento per la squadra di Ten Haag che ha conquistato ben 5 vittorie dall’inizio del 2023 e 1 sola sconfitta, mostrando una solidità difensiva che aveva mostrato dei dubbi ad inizio stagione.

Il Nottingham, invece, arriva a questa sfida dopo la sconfitta proprio contro il Manchester per 3-0 in casa. I Tricky Trees dopo un inizio di stagione altalenante sta mostrando una continuità tale da permettere ai neopromossi un buon posizionamento nella massima serie inglese. Infatti, il Nottingham, è al tredicesimo posto in Premier League con un vantaggio di 4 punti sulla quartultima classificata. Un’uscita in semifinale segnerebbe invece il miglior percorso del Nottingham Forest in questa competizione da 31 anni a questa parte, avendo raggiunto la finale dell’edizione 1991-92.

DOVE VEDERE MAN UTD-NOTTINGHAM DI FA CUP IN TV E STREAMING

Il match, valido per l’andata delle semifinali della Carabao Cup, si giocherà mercoledì 1 febbraio alle ore 21:00 all’Old Trafford. Manchester United-Nottingham Forest sarà trasmessa su Eurosport 2 e in streaming su Discovery+. La telecronaca della partita sarà affidata ad Andrea Distaso, con commento tecnico di Gabriele Ambrosetti. Il collegamento partirà cinque minuti prima del fischio d’inizio.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969