Connect with us

Generico

Mancini alla Roma: come giocherà?

Pubblicato

:

Da pochi giorni la Roma ha ufficializzato l’acquisto di Gianluca Mancini dall’Atalanta attraverso la formula del prestito con obbligo di riscatto. I giallorossi verseranno nelle casse della Dea circa 15 milioni di euro più 8 di bonus. Il centrale classe 1996, nato a Pontedera, prende quindi il posto di Kostas Manolas, appena ceduto al Napoli. Dopo Spinazzola, Diawara e Pau Lopez, Mancini è il quarto innesto messo a disposizione del tecnico nuovo tecnico Paulo Fonseca. Il portoghese si trova per le mani una squadra in pieno processo di rivoluzione e porterà sicuramente numerose novità agli schemi della Roma. Come potrà inserirsi Mancini?

ALL’ATALANTA

Nel corso della sua esperienza bergamasca, Mancini ha giocato prevalentemente in un modulo con tre difensori. Due stagioni fa ha ricoperto il ruolo di riserva, alle spalle del trio Caldara, Toloi, Masiello, sostituendo spesso il primo dei tre. Nella Serie A appena conclusa, complici la partenza del Caldara e i numerosi infortuni degli altri due compagni, ha raggiunto le 30 presenze (più due in Coppa Italia e tre nei preliminari di Europa League). Il maggiore impiego ha permesso a Mancini di mettersi in luce e di attirare le attenzioni di diverse squadre grazie anche alle 5 reti segnate. Con Gasperini, il toscano ha giocato principalmente largo nella difesa a tre. Quando necessario, però, Mancini ha giocato anche in mezzo alla difesa, grazie a una tecnica niente male, che gli ha concesso addirittura di essere impiegato in mediana in due occasioni. La difesa dell’Atalanta gioca solitamente molto alta e aggressiva, favorendo anche l’inserimento di uno degli interpreti nella fase offensiva. Questo metodo di gioco ha permesso all’ormai ex nerazzurro di emergere come uno dei migliori nel suo ruolo la scorsa stagione.

ALLA ROMA

Il primo grande cambiamento che Mancini dovrà affrontare è proprio legato al modulo. In molti si aspettano infatti che Paulo Fonseca adotti un modulo con quattro difensori, così come si è visto nella sua ultima avventura allo Shaktar Donetsk. In Ucraina, il portoghese giocava con un 4-2-3-1 camaleontico dalla trequarti in su, ma molto solido dietro. Solidità dettata dal fatto che per Fonseca ogni azione deve partire dal reparto arretrato. Fondamentale per questa filosofia è l’acquisto di un portiere come Pau Lopez, abile nel giocare la palla con i piedi. Mancini potrebbe inserirsi benissimo in una difesa del genere perché, come già detto, vanta una discreta tecnica e non dovrebbe avere problemi ad impostare. Altro elemento che va a favore dell’azzurrino è il ruolo che verrà ricoperto da Amadou Diawara. L’altro neo-acquisto giallorosso sarà chiamato ad abbassarsi moltissimo in fase di creazione, quasi sulla linea dei due centrali. Diawara agirà quindi alla Busquets, per facilitare la risalita del pallone.

Più complicato potrebbe essere l’adattamento ai nuovi schemi difensivi. Mancini era abituato a potersi permettere qualche rischio e a cercare l’anticipo perché coperto da due compagni. Sarà fondamentale scoprire chi sarà il suo compagno di reparto per capire come dovrà giocare. Qualora Fonseca decidesse di rilanciare Fazio, è probabile che Mancini dovrà sacrificarsi in copertura, giocando leggermente più indietro. Se arrivasse invece un nuovo interprete, con caratteristiche differenti dall’argentino, l’ex Atalanta potrebbe concedersi qualche rischio in più, provando l’anticipo e spingendosi più in avanti. Probabilmente, date le sue caratteristiche, la soluzione migliore per lui sarebbe la seconda. In tal senso sarebbe ottimale l’acquisto del tanto chiacchierato Toby Alderweireld.

L’abitudine di Mancini a giocare molto alto: qui, il centrale si spinge quasi a metà campo per anticipare l’avversario e far ripartire l’azione.

IPOTESI RIVOLUZIONE

Si tratta solo di una semplice suggestione, che per ora trova poche conferme, ma se Fonseca decidesse di sperimentare la difesa a tre? Le indicazioni arrivate dall’amichevole di mercoledì contro il Tor Sapienza vanno in senso contrario, ma il mercato della Roma apre a questa possibilità. Lo scambio tra Spinazzola e Pellegrini, ad esempio, ha portato un giocatore perfetto per il ruolo di esterno a tutta fascia. L’ex Juve, cresciuto come Mancini sotto la guida di Gasperini, sarebbe perfetto per un 3-5-2 nel quale anche Alessandro Florenzi potrebbe essere valorizzato sull’out opposto. Diawara ha sempre giocato con due compagni a centrocampo e Schick potrebbe trovare nuova linfa con un partner d’attacco. Si è parlato poi della possibilità di adattare Kolarov nel ruolo di centrale di difesa, ma sembra difficile che ciò possa accadere in una difesa a quattro. Sicuramente il portoghese partirà dal suo modulo e dai suoi schemi, ma non bisogna escludere a priori che nel corso della stagione non possano esserci modifiche importanti. La possibilità di giocare con moduli diversi può essere sicuramente un’arma in più nel corso di una stagione così lunga ed importante per la Roma.

(Fonte immagine di copertina: profilo Instagram @gianlumancio_23)

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

L’Italia scopre Buchanan: tre italiane si fanno sotto

Pubblicato

:

Una delle nazionali che maggiormente si è guadagnata la simpatia e gli apprezzamenti di tifosi e addetti ai lavori nel corso di Qatar 2022 è stata senza dubbio quella del Canada; nonostante gli zero punti conquistati dai nordamericani nel girone possano far pensare il contrario, Davies e soci hanno infatti messo in mostra un calcio audace e propositivo, peccando probabilmente di ingenuità contro squadre ben più esperte ed attrezzate come Croazia Belgio, che al Mondiale precedente avevano addirittura raggiunto il podio finale.

Tuttavia, come di consueto, la rassegna iridata è stata un’ottima occasione per diversi talenti in rampa di lancio di mettersi in mostra; tra di essi spicca il nome di Tajon Buchanan, ala classe ’99 attualmente in forza al Club Brugge, che in Qatar ha impressionato per la sua facilità nel saltare l’uomo e per la sensibilità del suo piede destro. Tali doti non sono sfuggite solo alla dirigenza del Napoli, al cui interessamento si era già accennato nei giorni scorsi, ma neanche a quelle di Milan e Juventus, che secondo alcune indiscrezioni provenienti dal Belgio avrebbero deciso di iniziare a monitorare il 23enne canadese.

Continua a leggere

Flash News

Il Barcellona è pronto a farsi avanti per Martinelli dell’Arsenal

Pubblicato

:

Il Barcellona sta preparando il colpo di gennaio per assicurare a Xavi un nuovo innesto in zona offensiva.

Il nome è quello di Gabriel Martinelli, attualmente in forza all’Arsenal. Il giovane talento brasiliano sta partecipando al mondiale in Qatar con la nazionale verdeoro e si sta mostrando una valida alternativa la davanti nonostante gli svariati fuoriclasse che ha il Brasile in attacco.

Per il classe 2001 questo è l’anno dell’esplosione definitiva, al momento in Premier League ha già collezionato 5 gol e 2 assist in 14 partite, ovvero la sua squadra parte 1-0 una partita su due.

Potrebbe quindi essere il profilo giusto per il Barcellona attualmente primo in classifica e con un’Europa League da vincere a tutti i costi.

 

 

Continua a leggere

Flash News

Inzaghi esalta il Frosinone: “Per batterlo servirà la miglior Reggina”

Pubblicato

:

Brescia Lopez

Scontro ad alta quota in Serie B, dove si affrontano Reggina e Frosinone. Nella conferenza della vigilia Filippo Inzaghi, tecnico dei calabresi, ha presentato così la sfida contro la capolista:

“A inizio ho sempre detto che Genoa, Cagliari e Parma hanno squadre superiori rispetto alle altre, ma non scopriamo il Frosinone. Noi siamo un po’ il Frosinone dello scorso anno. Hanno azzerato, hanno lottato e così si ritrovano ai vertici”.

Entrando nei particolari del match:

” A loro piace comandare la partita, esattamente come noi, credo che sarà una bella partita. Non mi preoccupo degli avversari, penso alla grande occasione che abbiamo davanti al nostro pubblico. Per vincere servirà la miglior Reggina“.

Ha poi parlato anche del possibile 11 titolare:

” Ci attendono due gare ravvicinate, 4-5 giocatori tra domani e il fine settimana li cambierò, ma ho ancora questa notte per pensarci. Menez? Ha lavorato bene e si merita quello che ha. Ho un gruppo fantastico, mi si spezza il cuore a lasciare qualcuno fuori“. Infine un’ultima battuta anche sulla classifica: “Si sta chiudendo il girone di andata e, nonostante qualche battuta d’arresto non mi sono mai scoraggiato. Servono solo stimoli ulteriori per mantenere la classifica che, se abbiamo, è perché ce la siamo meritata”.

Continua a leggere

Generico

Salernitana, Iervolino a sorpresa: “Saremmo felicissimi se il Napoli vincesse il campionato”

Pubblicato

:

Salernitana

Ospite della trasmissione Si gonfia la rete su Radio CRC, è intervenuto il presidente della Salernitana Danilo Iervolino. Il patron dei campani, tra le varie domande, riportate da SalernoSport24, ha espresso il proprio parere sul cammino della squadra e sul campionato di Serie A.

Sulla Salernitana

“Non vorrei essere troppo mieloso, ma penso che il nostro campionato sia straordinario, ricordo che quando ero piccolo vi era un grande dislivello mentre oggi anche le squadre meno facoltose si scontrano a viso aperto con le prime della classe. Dobbiamo continuare su questa strada, cercando di ottenere punti anche con le big”.

Sul campionato

“Penso che non si debba perdere la concentrazione e l’impegno, e al riguardo la sosta sicuramente non avrà tale effetto. Le squadre che hanno fatto bene continueranno a fare bene. Noi saremmo contenti come Salernitana, di avviare il progetto della città della Sport a Salerno. L’obiettivo è quello di creare una vera e propria cittadella dello sport salernitano. Non ci cambierebbe l’entusiasmo, arrivare decimi o dodicesimi, ci importa fare bel gioco e saremmo felicissimi se il Napoli vincesse il campionato“.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969