Connect with us
Anche i giovani calciatori italiani preferiscono andare all'estero

Calcio Internazionale

Anche i giovani calciatori italiani preferiscono andare all’estero

Pubblicato

:

Giovani italiani

Si è sentito spesso parlare di fuga di cervelli, ovvero di quei giovani talentuosi che, non valorizzati dalla nostra patria, sono costretti a cercare fortune altrove. Adesso possiamo dire con certezza che questo discorso si può applicare anche al calcio nostrano. I giovani calciatori italiani sono sempre più costretti ad andare a giocare all’estero.

Gianluca Scamacca, Sebastiano Esposito, Lorenzo Lucca, Mattia Viti hanno deciso di far svoltare la propria carriera in altri lidi. Seguendo la decisione presa due stagioni fa da un altro giovane talento italiano, Wilfried Gnonto. E che un altro baby prodigio come Cesare Casadei potrebbe scegliere di seguire, approdando a Londra, sponda Chelsea.

Giovani italiani che, sicuramente, hanno fatto la scelta migliore per la propria carriera, considerando il problema endemico che sembra avere il nostro calcio (ma che sembra radicato anche in tutte le nostre istituzioni) con la valorizzazione dei talenti.

A loro vengono preferiti profili più esperti (ma non sempre più adatti). Alcuni vengono mandati nelle serie inferiori per fare un gavetta di cui magari non hanno neanche bisogno, e che rischia di fargli perdere anni preziosi della loro carriera in contesti che non gli appartengono. Oppure, come capita molto spesso, sacrificati sugli altari dei bilanci e delle plusvalenze.

I numeri sull’utilizzo dei giovani sono allarmanti

Il CIES Football Osservatory ha raccolto dei dati molto interessanti, che ci aiutano a capire la repulsione di quasi tutti i club di italiani verso i giovani. All’indomani della sconfitta dell’Italia contro la Macedonia a Palermo, che ha sancito l’eliminazione azzurra dal mondiale in Qatar, l’osservatorio statistico ha pubblicato una speciale classifica sull’utilizzo degli under 21 in 60 campionati di tutto il mondo. Risultato? La Serie A si è piazzata al 52esimo posto con solo il 3,9% di minuti giocati per gli Under 21 dall’inizio del 2021.

Non solo. Sempre il CIES, in un’altra indagine riguardante la stagione 2021/22 (che tiene conto delle partite fino alla 33esima giornata), ha raccolto i dati dei club che hanno schierato maggiormente i giocatori cresciuti nel proprio vivaio.

La Serie A italiana si piazza all’ultimo posto tra i top 5 campionati europei. Le nostre squadre hanno utilizzato giocatori provenienti dal loro vivaio solo per 7,1% dei minuti totali in stagione. Al primo posto delle top leghe europee troviamo la Spagna con il 17% dei minuti totali giocati da prodotti del settore giovanile. A seguire Inghilterra, Francia e Germania con, rispettivamente, il 12,1%, l’11,76% e il 9,95%.

Un altro dato interessante è che, per quanto riguarda i singoli club, all’ultimo posto in questa classifica troviamo Udinese, Bologna e Venezia. Queste tre squadre non hanno utilizzato (almeno fino alla 33esima giornata) prodotti del loro settore giovanile. Eppure, sia Bologna che Udinese hanno ottenuto una salvezza tranquilla, quindi ci si sarebbe potuti aspettare un po’ più di coraggio nel lanciare i propri giovani.

Per i giovani lasciare l’Italia è la scelta migliore

Mi è capitato di vedere la recentissima finale di Supercoppa di Germania fra Bayern Monaco e RB Lipsia. Partita vinta dai bavaresi per 5-3. Il primo gol del match è stato segnato da Jamal Musiala. Ormai non è più una notizia veder partire dal primo minuto o anche veder segnare il giovane trequartista tedesco. Pur essendo un classe 2003, Musiala ha già al suo attivo ben 78 presenze col Bayern. Nonchè 15 presenze con la nazionale maggiore tedesca.

Trovare in Italia un esempio come Musiala è pressoché impossibile. Nella nostra cultura calcistica (ma non solo) è fuori discussione responsabilizzare i giovani calciatori.

Tanto per fare degli esempi, la Juventus avrebbe potuto puntare su Fagioli già dalla scorsa stagione al posto di spedirlo a “farsi le ossa” in Serie B (e nel centrocampo dei bianconeri dello scorso anno avrebbe di certo potuto dire la sua). Oppure, Mattia Viti sarebbe potuto essere utile alla difesa del Milan, che è alla disperata ricerca di un quarto centrale (al posto di puntare su profili dall’estero come Diallo o Tanganga) o anche al Napoli, che sta rifondando il proprio organico. Casadei all’Inter potrebbe comunque fare comodo per allungare le rotazioni di centrocampo. Piuttosto che cedere il classe 2003 per 15 milioni (e fare una plusvalenza che di certo aiuterebbe poco il bilancio dei nerazzuri) si potrebbe provare a vendere un profilo di certo meno futuribile come Gagliardini.

Insomma, è chiaro come in Italia si preferisca fare calcoli sul breve periodo, che cimentarsi in progetti che vedono i giovani come base. E dunque ben vengano i giovani che preferiscono mettersi in gioco all’estero. Giocare, crescere e maturare, anche in contesti diversi dal nostro non può che fare del bene alla loro carriera. E, soprattutto, farà senz’altro bene alla nostra nazionale, che mai come ora ha bisogno dei nostri giovani.

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Bundesliga

Okafor miglior subentrante, la rabbia di Pellegrini – Rassegna social

Pubblicato

:

rassegna social

Punto d’informazione, di impressioni e passioni condivise, i social network oggi più che mai raccontano le emozioni dei tifosi. Numero Diez vi presenta la rassegna dedicata ai più importanti messaggi della giornata di ieri.

 

Continua a leggere

Calcio Internazionale

UFFICIALE – Joao Moutinho rinnova con il Braga per un’altra stagione

Pubblicato

:

Portogallo, in foto: Joao Moutinho, Bruno Fernandes

Una carriera cominciata professionalmente nel 2004 e contraddistinta da più di 800 partite giocate ai massimi livelli: Joao Moutinho continuerà a giocare a calcio. Il Braga, tramite un post sui social, ha ufficializzato il rinnovo del classe ’86, che sarà dunque sui campi da gioco anche nella stagione 2024/2025.

 

“Come il buon vino“, dice il club. Caption azzeccata. Moutinho ha ottenuto il maggior numero di presenze con lo Sporting Lisbona, la squadra che lo ha lanciato nel grande calcio. 244 gare con il club portoghese condite da 30 gol e 29 assist. Dopo appena un anno dall’esordio in prima squadra, nel 2005 Joao conquista la chiamata in nazionale maggiore, con il Portogallo, con cui giocherà 146 partite vincendo, nel 2016, l’Europeo contro la Francia.

Come ultima squadra della carriera, Joao Moutinho ha scelto il Braga, con cui ha giocato finora 33 partite. Così il Braga qualche minuto fa ha ufficializzato il suo rinnovo:

João Moutinho ha rinnovato il contratto con l’SC Braga e ha firmato fino al 2025. Nome indelebile nel calcio portoghese e uno dei giocatori di spicco di questa stagione nella nostra squadra, il 37enne centrocampista ha giocato 33 partite nel 2023/24, realizzando, finora, 3 gol e un assist.João Moutinho resterà al Gverreiro almeno per un’altra stagione, presentandosi come un altro “rinforzo” per il 2024/25″.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

I convocati dell’Argentina per le amichevoli di marzo: c’è Valentin Carboni

Pubblicato

:

Argentina

Il passare dei giorni detta l’avvicinamento alla prossima sosta per le Nazionali. Le amichevoli in programma, da qui sino al mese di giugno, saranno per i rispettivi tecnici dei test importanti in vista delle prossime edizioni delle competizioni intercontinentali, come l’Europeo e la Copa America.

La Nazionale campione in carica di quest’ultima, l’Argentina, nel corso della prossima finestra, avrà modo di confrontarsi con Costa Rica ed El Salvador e, per l’occasione, il CT Lionel Scaloni ha diramato una folta lista di convocati, nella quale figurano diversi calciatori della Serie A. Ci sono infatti Nehuen Perez dell’Udinese, Paredes e Dybala della Roma, Nico Gonzalez della Fiorentina, Lautaro Martinez dell’Inter e anche il gioiellino classe 2005, attualmente in forza al Monza ma di proprietà dell’Inter, Valentin Carboni. In attacco Scaloni, oltre ai soliti noti, ha chiamato anche Garnacho del Manchester United e Facundo Buonanotte del Brighton di De Zerbi.

iAndiamo a vedere nel dettaglio le convocazioni effettuate dal ct dell’Albiceleste.

LA LISTA DEI CONVOCATI DELL’ARGENTINA

PORTIERI: Armani, Benitez, Martinez.

DIFENSORI: Pezzella, N. Perez, Otamendi, Romero, Tagliafico, Senesi, Molina, Barco.

CENTROCAMPISTI: Palacios, De Paul, Paredes, Mac Allister, Enzo Fernandez, Lo Celso.

ATTACCANTI: Nico Gonzalez, Garnacho, Buonanotte, V. Carboni, Di Maria, Messi, Alvarez, Lautaro Martinez, Dybala.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

I convocati del Brasile per i match di fine marzo: Danilo unico “italiano”

Pubblicato

:

Richarlison, giocatore del Brasile

Il nuovo Brasile di Dorival Júnior è arrivato. Le convocazioni dell’ex allenatore del Sao Paulo sono state rese pubbliche quest’oggi, 23 giorni prima dell’amichevole contro l’Inghilterra di Southgate. Dopo il match di Wembley, i verdeoro affronteranno anche la Spagna al Santiago Bernabeu. Due impegni da non sottovalutare per il Brasile che potrà iniziare a capire il proprio livello in vista della Copa America di quest’estate. Tra i convocati ci sono diversi nomi interessanti, ma la nostra Serie A porta soltanto Danilo della Juventus. Di seguito le convocazioni del Brasile per le amichevoli di fine marzo.

CONVOCAZIONI BRASILE, DANILO C’È

Ecco la lista dei convocati del Brasile per le amichevoli di marzo contro Inghilterra e Spagna:

Portieri:

Bento – Athletico-PR (BRA)

Ederson – Manchester City (ING)

Rafael – São Paulo (BRA)

Difensori:

Danilo – Juventus (ITA)

Yan Couto – Girona (SPA)

Ayrton  Lucas – Flamengo (BRA)

Wendell – Porto (POR)

Beraldo – PSG (FRA)

Gabriel Magalhães – Arsenal (ING)

Marquinhos – PSG (FRA)

Murilo – Palmeiras (BRA)

Centrocampisti:

André – Fluminense

Andreas Pereira – Fulham (ING)

Casemiro – Manchester United (ING)

João Gomes – Wolverhampton (ING)

Bruno Guimarães – Newcastle (ING)

Douglas Luiz – Aston Villa (ING)

Lucas Paquetá – West Ham (ING)

Pablo Maia – São Paulo (BRA)

Attaccanti:

Endrick – Palmeiras

Rodrigo  – Real Madrid (SPA)

Gabriel Martinelli – Arsenal (ING)

Raphinha – Barcelona (SPA)

Richarlison – Tottenham (ING)

Savinho – Girona (SPA)

Vinicius Junior – Real Madrid (SPA)

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969