Connect with us

Generico

Rimettersi in gioco

Pubblicato

:

Ci sono persone a cui Dio ha donato il talento di saper giocare a pallone, allo stesso tempo però ad alcune di queste gli ha affibbiato una sorta di nuvola di Fantozzi che non sembra mai andare via. Tra i colpiti c’è anche Pepito Rossi, una delle più grandi speranze calcistiche nostrane che ha visto i suoi sogni infrangersi quando ad infrangersi sono stati i legamenti delle sue ginocchia. Pepito ha subito 5 gravi infortuni nell’arco della sua sfortunata carriera, dopo essere rimasto svincolato, ecco che arriva la nuova occasione per rilanciarsi. Oggi dovrebbe arrivare a Genova per sostenere le visite mediche e firmare il contratto. Ballardini lo ha voluto fortemente per provare ad estrarre la sua squadra dalla tempesta della zona retrocessione.

I PRIMI CRACK

Il primo grave infortunio arriva nel 2011. Pepito è alla quinta stagione con il Villarreal che non se la sta passando al meglio. La squadra non rende come dovrebbe e sta iniziando un lento declino che porterà a chiudere il girone di Champions League a zero punti e la retrocessione in Segunda Division. Questa caduta è data anche dall’infortunio di Rossi che il 26 Ottobre di quell’anno vede il suo ginocchio cedere al Bernabeu. Il legamento crociato del ginocchio destro si è rotto. Dovrebbe recuperare in 6 mesi, ma quasi alla fine della riabilitazione, subisce la lesione dello stesso legamento. La sua stagione finisce con poche partite in tasca. Si conclude così anche la sua brillante carriera al Villarreal. Tuttora Rossi è il più grande marcatore della squadra spagnola con le sue 81 reti in 190 partite.

INFERNO ITALIANO

Nell’Ottobre seguente Pepito si sottopone all’ennesima operazione che lo priva di altri 4 mesi di calcio giocato. Le speranze di un ritorno in condizione per l’italoamericano iniziano a precipitare sempre di più. La Fiorentina però ci punta, decide di scommetterci per la stagione seguente. Nel mercato invernale del 2013 i Della Valle lo acquistano per ben 10 milioni. La riabilitazione è ancora lunga, ma l’obiettivo inizia a concretizzarsi sempre di più. Ritorna finalmente in campo nell’ultima giornata di quel campionato, la stagione seguente sarà per lui quella del riscatto. Sembra esserlo veramente perché in metà campionato diventa il capocannoniere della Serie A per distacco con 14 reti. È indimenticabile la sua tripletta contro la Juve che riporta la Fiorentina a trionfare finalmente contro gli acerrimi nemici. La nuvola di Fantozzi però non lo abbandona mai, il 5 Gennaio del 2014 il ginocchio destro fa ancora una volta crack. Resta quattro mesi fuori, cerca di fare il possibile per tornare in Nazionale a giocare il mondiale brasiliano. Nemmeno le 2 reti in quattro partite riescono a convincere Prandelli, Rossi resta a casa.

Sembrava essersi ripreso definitivamente, ma nel precampionato accusa una contrattura muscolare che denota un sovraccarico di quel ginocchio di cristallo. Salta un’intera stagione anche a causa di alcun affaticamenti muscolari durante la riabilitazione. Torna in campo nella stagione seguente. Gioca a sprazzi nella Fiorentina di Paulo Sousa, così a Gennaio decide di tornare in Spagna per provare a risalire ancora una volta la china.

 

PERSEGUITATO

Il Levante sfrutta l’occasione e porta a sé Pepito con un prestito con diritto di riscatto. L’altra squadra di Valencia non se la passa affatto bene, così punta su Rossi per provare a raggiungere la salvezza. Le 6 reti messe a segno dall’italoamericano non riescono a risollevare il Levante. La squadra spagnola retrocede e Pepito torna alla Fiorentina dato che non è stato formalizzato il suo riscatto. Alla Fiorentina non ha più spazio, ritorna così il richiamo della Spagna con il Celta Vigo che giocherà anche l’Europa League. Sembra una grande sfida per riscattarsi, ma non è più quel killer di una volta. Rossi segna solo 6 reti in 30 partite, la sfortuna però torna sempre e si accanisce su di lui. La giornata dopo aver segnato una tripletta, arriva l’ennesima rottura del legamento, questa volta però non è più il destro bensì il legamento sinistro. Sfortuna su sfortuna per Pepito che ora vede le sue speranza spegnersi sempre di più.

Non ha mollato mai, nemmeno quando era svincolato, ha continuato a riabilitarsi ed allenarsi in USA con alcune squadre della MLS, fino ad arrivare alla fatidica chiamata di Ballardini. Spera di tornare veramente Pepito, probabilmente lo speriamo vivamente tutti quanti, in bocca al lupo Giuseppe!

https://www.youtube.com/watch?v=NekltLjByrE

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

La Cremonese giocherà l’8 dicembre contro il Salsomaggiore: i dettagli

Pubblicato

:

Castagnetti

Tra i club di Serie A impegnati in amichevoli di vario tipo, fondamentali per non far perdere il ritmo ai calciatori, non fa eccezione la Cremonese; i grigiorossi infatti, oltre al match dal sapore natalizio contro il Torino il 23 dicembre, si starebbero muovendo per disputare qualche altro incontro. Come riportato da La Provincia, sarebbe già in programma per l’8 dicembre una partita col Salsomaggiore, militante in Serie D.

Continua a leggere

Flash News

Napoli in ritiro in Turchia: due giocatori si allenano a parte

Pubblicato

:

Pronostico Liverpool-Napoli

Approdato tre giorni fa a Belek, in Turchia, il Napoli prosegue gli allenamenti che dovranno preparare Osimhen e compagni a difendere la leadership solitaria in campionato, ottenuta nei mesi scorsi; il 7 dicembre i ragazzi di Spalletti affronteranno l’Antalyaspor, seguito dal match di quattro giorni dopo contro il Crystal Palace.

Parallelamente agli allenamenti del gruppo prosegue il piano di recupero di Amir Rrahmani Salvatore Sirigu, che si stanno allenando a parte, rispettivamente in campo ed in piscina.

Continua a leggere

Flash News

L’Empoli va a Marbella: amichevoli con Sturm Graz e Wolverhampton

Pubblicato

:

Destr

La visita dell’Empoli a Marbella ha ben poco a che fare col turismo balneare; in Andalusia, dove è approdata due giorni fa, la squadra toscana è infatti attesa da due partite amichevoli, di cui la prima si giocherà domani, contro lo Sturm Graz. Quattro giorni dopo ad affrontare i ragazzi di Paolo Zanetti toccherà al Wolverhampton; è già in programma inoltre una terza amichevole, contro il Monaco al Castellani il 16 dicembre.

Tutti test probanti per scaldare i motori in vista del ritorno in Serie A nel 2023. La prima sfida dell’Empoli sarà contro l’Udinese, in terra friulana.

Continua a leggere

Flash News

Lecce, Dermaku prosegue il lavoro differenziato: i dettagli

Pubblicato

:

Lecce

Prosegue in casa Lecce la preparazione in vista di quello che sarà un intenso 2023 di Serie A; i salentini, nonostante 8 rassicuranti punti di vantaggio sulla Cremonese terzultima, sono ancora ben lontani dal raggiungere l’obiettivo salvezza, per la quale servirà una rosa il più al completo possibile.

In questa direzione lavora dunque Kastriot Dermaku, difensore albanese che sta proseguendo il proprio programma di lavoro differenziato per recuperare dal recente infortunio al bicipite femorale della coscia (lesione di primo grado).

Nell’allenamento di ieri ha continuato a prendere confidenza con il campo, e in questo senso proseguirà la sua preparazione al primo match del 2023 del suo Lecce, in casa contro la Lazio.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969