Connect with us

Generico

Gli MVP degli scarsi

Pubblicato

:

Focus sui punti raccolti in zona retrocessione nei 7 maggiori campionati europei. 

EVOLUZIONE DI UN PENSIERO

Qualche mese fa mi chiedevo, in maniera piuttosto infantile, se non fosse divertente creare una Champions League con le 3 squadre ultime in classifica di ciascun campionato: risulterebbe – a mio avviso – divertente, emozionante per i tifosi e rappresenterebbe inoltre l’opportunità di esportare la propria cultura calcistica all’estero; il premio? Sarebbe affascinante se, chi vincesse questa coppa, potesse salvarsi anziché retrocedere in seconda divisione, cosicché la soddisfazione guadagnata dal vincitore sarebbe doppia: conquista di un trofeo e permanenza in massima serie. Esaltante, no?

Dopo aver messo da parte questa balzana idea, ho deciso di catalogare le 3 squadre che attualmente risiedono all’ultimo posto in classifica di ciascun torneo, al fine di paragonarle tra loro e ricavarne una statistica; dato che un torneo tra ‘piccoli club’ non potrebbe mai esistere per ragioni logistiche, perché non ricavare un dato che determini le squadre più battagliere, elencandole per nazione?

LA LIGA

Sporting Gijon – 21 pts. Granada – 19 pts. Osasuna – 11 pts.

BUNDESLIGA

Hamburger – 27 pts. Ingolstadt – 19 pts. Darmstadt – 15 pts.

PREMIER LEAGUE

Hull City – 24 pts. Middlesbrough – 22 pts. Sunderland – 20 pts.

SERIE A

Palermo – 15 pts. Crotone – 14 pts. Pescara – 12 pts.

LIGUE 1

Nancy – 28 pts. Bastia – 25 pts. Lorient – 25 pts.

PREM’ER LIGA

Krylya Sovetov – 16 pts. Arsenal Tula – 15 pts. Tom Tomsk – 12 pts.

LIGA NOS

Moreirense – 21 pts. CD Nacional – 17 pts. Tondela – 17 pts.

I CLUB A RISCHIO RETROCESSIONE CON IL MAGGIOR PUNTEGGIO

Dopo aver elencato le varie classifiche – seguendo i criteri del coefficiente ranking Uefa – elaboriamo ora una graduatoria totale in cui sommeremo i punti delle ultime tre squadre di ciascun campionato; ne ricaveremo una statistica che ci indicherà in quale delle 7 divisioni la lotta per la salvezza è più avvincente o – forse con maggior precisione – in quale di queste serie i piccoli club sono maggiormente competitivi.

1° –  Ligue 1 – 78 punti totali.

2° – Premier League – 66 punti totali.

3° – Bundesliga – 61 punti totali. (in Germania, tuttavia, le giornate di campionato sono 34 a differenza delle altre competizioni dove le partite risultano essere 38; in proiezione, dunque, la media punteggio è piuttosto alta, ndr)

4° – Liga NOS – 55 punti totali.

5° – La Liga – 51 punti totali.

6° – Prem’er Liga – 43 punti totali. (in Russia, tuttavia, le giornate di campionato sono 30 a differenza delle altre competizioni dove le partite risultano essere 38 o 34; in proiezione, dunque, la media punteggio è decisamente alta, ndr)

7° – Serie A – 41 punti totali.

Il campionato in cui le 3 squadre prese in considerazione hanno realizzato lo score più alto – in proporzione agli avversari – risulta essere la Ligue 1, dove le ultime 3 squadre hanno realizzato, in rapporto agli altri tornei, un punteggio molto alto che li spinge direttamente alla vetta di questo balzano ranking.

Il campionato in cui le 3 squadre prese in considerazione hanno realizzato lo score più basso – in proporzione agli avversari – risulta essere, invece, nostro malgrado, la Serie A: il punteggio totale realizzato è terribilmente basso, il livello delle tre compagini assai scarso e l’esito della lotta per la salvezza è risaputo ormai da lungo tempo. In parole povere è un bene che non esista la Champions League delle deboli: le italiane, dati alla mano, fallirebbero anche lì.

LENTE D’INGRANDIMENTO – INDICE DI COMPETITIVITÀ

Dopo un’analisi assai superficiale della questione e puramente numerica, andiamo ora ad analizzare, nel dettaglio, la percentuale di punti realizzata da ciascun club, in rapporto al computo totale del numero di punti in campionato.

Prem’er Liga (433 punti totali) – 9.93%

Ligue 1 (792 punti totali) – 9.84%

Bundesliga (623 punti totali) – 9.79%

Liga NOS (639 punti totali) – 8.6%

Premier League (785 punti totali) – 8.4%

La Liga (766 punti totali) – 6.65%

Serie A (813 punti totali) – 5.04%

La percentuale ci fornisce l’indice per valutare quanto gli ultimi 3 club di ciascun torneo incidano sul totale e, di conseguenza, quanto competitive siano le piccole squadre in rapporto alle restanti formazioni partecipanti; al primo posto spicca, inaspettatamente, il campionato russo che, statisticamente, si conferma come il più competitivo; la Prem’er Liga è poi seguita da Ligue 1 e Bundesliga.

Amarissima sorpresa per i fan del campionato nostrano: Pescara, Palermo e Crotone hanno realizzato solo il 5.04% del punteggio totale raccolto sino a questo momento; una statistica preoccupante e che dovrebbe portare ad una riflessione magari ricollegabile all’idea di ridurre la Serie A a 18 squadre, proprio come realizzato in Bundesliga.

PUNTEGGIO: TOP & FLOP

La legge della natura o – in questo caso la legge dei punti – incorona i francesi del Nancy come club con lo score maggiore tra quelle elencati (28 punti), facendo in modo che la Ligue 1 possa sollevare questo scettro. La formazione con il minor punteggio, per il sollievo dei lettori, risulta – per una sola lunghezza – non essere un’italiana; il Pescara, infatti, è la seconda squadra più debole dietro agli spagnoli dell’Osasuna. La squadra di Pamplona si aggiudica infatti il triste primato a causa di un pessimo score che recita 1 vittoria, 8 pareggi e 19 sconfitte.

LENTE D’INGRANDIMENTO – LA LEGGE DELLA NATURA

La squadra, non con il punteggio più alto, ma effettivamente più competitiva in rapporto alle restanti, è l’Hamburger, con una percentuale punti pari al 4.333% che distanzia nettamente le inseguitrici.

La formazione, invece, avente la percentuale più bassa è il Palermo, con un improbabile 1.845% di grado di incisività.

Qui la classifica totale:

Hamburger – 4.333%

Krylya Sovetov – 3.695%

Moreirense – 3.286%

Hull City – 3.057%

Sporting Gijon – 2.741

Nancy Lorraine – 2.651%

Palermo – 1.845%

Al netto delle varie considerazioni e dei dati presentati, è lapalissiana l’urgenza di una riflessione accurata riguardo alla nostra Serie A.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

L’Italia scopre Buchanan: tre italiane si fanno sotto

Pubblicato

:

Una delle nazionali che maggiormente si è guadagnata la simpatia e gli apprezzamenti di tifosi e addetti ai lavori nel corso di Qatar 2022 è stata senza dubbio quella del Canada; nonostante gli zero punti conquistati dai nordamericani nel girone possano far pensare il contrario, Davies e soci hanno infatti messo in mostra un calcio audace e propositivo, peccando probabilmente di ingenuità contro squadre ben più esperte ed attrezzate come Croazia Belgio, che al Mondiale precedente avevano addirittura raggiunto il podio finale.

Tuttavia, come di consueto, la rassegna iridata è stata un’ottima occasione per diversi talenti in rampa di lancio di mettersi in mostra; tra di essi spicca il nome di Tajon Buchanan, ala classe ’99 attualmente in forza al Club Brugge, che in Qatar ha impressionato per la sua facilità nel saltare l’uomo e per la sensibilità del suo piede destro. Tali doti non sono sfuggite solo alla dirigenza del Napoli, al cui interessamento si era già accennato nei giorni scorsi, ma neanche a quelle di Milan e Juventus, che secondo alcune indiscrezioni provenienti dal Belgio avrebbero deciso di iniziare a monitorare il 23enne canadese.

Continua a leggere

Flash News

Il Barcellona è pronto a farsi avanti per Martinelli dell’Arsenal

Pubblicato

:

Il Barcellona sta preparando il colpo di gennaio per assicurare a Xavi un nuovo innesto in zona offensiva.

Il nome è quello di Gabriel Martinelli, attualmente in forza all’Arsenal. Il giovane talento brasiliano sta partecipando al mondiale in Qatar con la nazionale verdeoro e si sta mostrando una valida alternativa la davanti nonostante gli svariati fuoriclasse che ha il Brasile in attacco.

Per il classe 2001 questo è l’anno dell’esplosione definitiva, al momento in Premier League ha già collezionato 5 gol e 2 assist in 14 partite, ovvero la sua squadra parte 1-0 una partita su due.

Potrebbe quindi essere il profilo giusto per il Barcellona attualmente primo in classifica e con un’Europa League da vincere a tutti i costi.

 

 

Continua a leggere

Flash News

Inzaghi esalta il Frosinone: “Per batterlo servirà la miglior Reggina”

Pubblicato

:

Brescia Lopez

Scontro ad alta quota in Serie B, dove si affrontano Reggina e Frosinone. Nella conferenza della vigilia Filippo Inzaghi, tecnico dei calabresi, ha presentato così la sfida contro la capolista:

“A inizio ho sempre detto che Genoa, Cagliari e Parma hanno squadre superiori rispetto alle altre, ma non scopriamo il Frosinone. Noi siamo un po’ il Frosinone dello scorso anno. Hanno azzerato, hanno lottato e così si ritrovano ai vertici”.

Entrando nei particolari del match:

” A loro piace comandare la partita, esattamente come noi, credo che sarà una bella partita. Non mi preoccupo degli avversari, penso alla grande occasione che abbiamo davanti al nostro pubblico. Per vincere servirà la miglior Reggina“.

Ha poi parlato anche del possibile 11 titolare:

” Ci attendono due gare ravvicinate, 4-5 giocatori tra domani e il fine settimana li cambierò, ma ho ancora questa notte per pensarci. Menez? Ha lavorato bene e si merita quello che ha. Ho un gruppo fantastico, mi si spezza il cuore a lasciare qualcuno fuori“. Infine un’ultima battuta anche sulla classifica: “Si sta chiudendo il girone di andata e, nonostante qualche battuta d’arresto non mi sono mai scoraggiato. Servono solo stimoli ulteriori per mantenere la classifica che, se abbiamo, è perché ce la siamo meritata”.

Continua a leggere

Generico

Salernitana, Iervolino a sorpresa: “Saremmo felicissimi se il Napoli vincesse il campionato”

Pubblicato

:

Salernitana

Ospite della trasmissione Si gonfia la rete su Radio CRC, è intervenuto il presidente della Salernitana Danilo Iervolino. Il patron dei campani, tra le varie domande, riportate da SalernoSport24, ha espresso il proprio parere sul cammino della squadra e sul campionato di Serie A.

Sulla Salernitana

“Non vorrei essere troppo mieloso, ma penso che il nostro campionato sia straordinario, ricordo che quando ero piccolo vi era un grande dislivello mentre oggi anche le squadre meno facoltose si scontrano a viso aperto con le prime della classe. Dobbiamo continuare su questa strada, cercando di ottenere punti anche con le big”.

Sul campionato

“Penso che non si debba perdere la concentrazione e l’impegno, e al riguardo la sosta sicuramente non avrà tale effetto. Le squadre che hanno fatto bene continueranno a fare bene. Noi saremmo contenti come Salernitana, di avviare il progetto della città della Sport a Salerno. L’obiettivo è quello di creare una vera e propria cittadella dello sport salernitano. Non ci cambierebbe l’entusiasmo, arrivare decimi o dodicesimi, ci importa fare bel gioco e saremmo felicissimi se il Napoli vincesse il campionato“.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969