Connect with us
GP Ungheria: prova di forza della Mercedes

Generico

GP Ungheria: prova di forza della Mercedes

Pubblicato

:

Gioco di squadra decisivo, questa volta della Mercedes. Al Hungaroring è un trionfo per Lewis Hamilton, aiutato dal fedele compagno di squadra Valtteri Bottas, bravo a frenare nel momento decisivo il rampante Vettel. Fu proprio il tedesco a vincere l’anno scorso il GP ungherese, grazie anche alla protezione di Raikkonen dalle Frecce d’Argento. Dodici mesi dopo la situazione si è ribaltata con il finlandese vestito di grigio a sacrificarsi per il team contribuendo a un bottino d’oro.

PIOGGIA E STRATEGIA FORTE

In tutte le sessioni di prove libere la Ferrari ha mostrato un ritmo superiore a tutti sul giro secco e sul passo gara, candidandosi di fatto a favorita. Poi, come una settimana fa in Germania, è arrivato l’inconveniente, dal quale Hamilton ha iniziato a costruire il suo week-end da sogno.

Nel momento delle qualifiche, importanti nel circuito ungherese, simile a quello di Montecarlo, è arrivata la pioggia a complicare i piani di conquista della Rossa. Non è bastata per Vettel un’ottima strategia nella Q2 perchè nel momento decisivo la Mercedes le ha dato una doppia legnata. Hamilton davanti a Bottas, prima fila tutta d’Argento con le Ferrari chiamate ad inseguire.

I sorrisi nel box della scuderia anglo-tedesca non erano solo per la pole, ma anche per la seconda posizione di Bottas che creava le basi per una strategia di protezione. Da bravo scudiero, l’ex centauro della Williams in partenza ha piazzato il muro dietro il britannico, in testa. I tecnici Ferrari, che speravano nella conquista di almeno una posizione al via, sono stati bravi a mischiare le carte.

La gara si sarebbe decisa durante il suo corso. Motivo la gomma soft montata sulla monoposto numero 5, a dispetto degli altri, Raikkonen compreso, che avevano le ultrasoft. Lo studio del muretto italiano prevedeva dunque uno stint più lungo prima del pit stop per il tedesco con l’occasione di conquistare secondi preziosi sui rivali davanti.

Tutto sembrava andare per il meglio per Sebastian Vettel. Il gap con Hamilton si accorciava sempre più, mentre in proiezione, dopo la sua fermata al box, sarebbe rientrato in pista davanti a un Bottas lento in seguito al pit. Poi, tra l’imprevedibile e l’inconveniente, la corsa entra nel suo momento decisivo.

D’improvviso il secondo pilota della Mercedes si accende diventando il più veloce in pista. Vettel è così costretto a pittare trovandosi pure a perdere tempo a causa di un problema all’anteriore sinistra. La conseguenza del tutto è il ribaltamento della proiezione iniziale: il ferrarista, al rientro in pista, si ritrova davanti Bottas. Colpo grosso per la Mercedes che ha l’opportunità di usare nuovamente il suo finlandese da difensore. Ancora una volta il pilota numero 77 svolge il ruolo affidatogli dal suo team alla perfezione, arrendendosi alle Ferrari solo nel finale.

Il disponibile Valtteri manda a compimento la strategia forte targata Mercedes regalando di fatto la vittoria a Hamilton. In Ungheria, dunque, va in scena, anche con bel po’ di fortuna, una prova di forza della squadra di Wolff & C. E’ stata, infatti, scaltra nel far gestire i consumi, qui pesanti, a Bottas per farlo rendere al massimo nell’attimo del bisogno, quello decisivo.

Lewis Hamilton ringrazia potendo andare in vacanza da leader mondiale e con ben 24 punti di vantaggio sul rivale. Vettel, insieme alla Ferrari, in queste tre settimane di stop, deve andare, invece, alla ricerca del fattore fortuna. Mancano nove gare alla fine e tutto è ancora aperto. Ora relax per tutti in attesa del fracasso finale.

LE PAGELLE

HAMILTON 8.5

Approfitta della pioggia e conquista la pole. Il suo compagno frena i rivali e vince senza problemi. C’è da dire che in questo GP è stato solo molto bravo a mettere al posto giusto i pezzi del puzzle. Trionfo fondamentale in chiave Mondiale

VETTEL 7.5

Dalla Germania non gli gira nulla bene. Il ritiro, la pioggia a bagnare le qualifiche di ieri e pure quel problema all’anteriore sinistra al pit stop. E’ andato forte spaventando Hamilton, ma il destino gli è andato ancora una volta contro. Poteva anche essere aggressivo su Bottas un po’ prima, anche se in certi casi è meglio non prendersi grossi rischi.

RAIKKONEN 8

Grande lavoro per il finlandese ferrarista. Aggressivo sul connazionale in partenza, anche se pure un po’ sfortunato, e molto veloce durante tutto il corso della gara. Dopo il complicato inizio di stagione nell’ultimo periodo ha davvero ben figurato. Il quinto podio consecutivo è una conferma

RICCIARDO 9

Il secondo miglior pilota del GP. Compie una rimonta pazzesca ed entusiasmante con tanti sorpassi, in una gara che ne ha visti pochi, di cui alcuni davvero molto belli. Ha vinto sui contatti al via e nel finale, quando è stato colpito da Bottas

BOTTAS 9

Se qualche squadra di calcio cerca un solido difensore può anche cercare in Formula 1. Ha mandato a compimento la vittoria del compagno sia in partenza e soprattutto nel corso della gara. Eccellente nel gestire i consumi, altrettanto bravo nel frenare Vettel. Mezzo voto in meno per il finale rovinoso, anche se l’obiettivo di giornata l’aveva già centrato

GASLY 8

Sfrutta l’occasione pioggia per qualificarsi in sesta posizione che, dopo una buona partenza e una gara senza problemi, mantiene fino alla bandiera a scacchi. Non è il suo miglior risultato (4° in Cina), ma è oro per la Toro Rosso.

ALONSO 7

Si fa un gran bel regalo di compleanno con una buonissima ottava posizione dopo essere partito undicesimo.

MOTORE RENAULT 3

In Germania ha lasciato a piedi Ricciardo, oggi Verstappen. Che disastro! Non c’è pace per la Red Bull: salgono a otto i ritiri, di cui quattro consecutivi.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Flash News

Gila carica la Lazio: “Una vittoria stasera vale metà stagione”

Pubblicato

:

Mario Gila, difensore della Lazio

Il difensore della Lazio Mario Gila ha parlato ai microfoni di DAZN a pochi minuti dall’inizio della sfida tra i biancocelesti e il Milan. Una gara, quella dell’Olimpico, che per i biancocelesti è fondamentale per restare ancorata alla corsa per ottenere un posto in Champions League. Proprio su questo si è soffermato il centrale spagnolo poco prima dell’inizio della gara contro i rossoneri. In questo momento, infatti la Lazio è ottava in classifica, a -8 dal Bologna quarto e -6 dall’Atalanta che occupa la quinta posizione, che al momento potrebbe valere comunque un posto in Champions League il prossimo anno. I biancocelesti sono reduci dalla sconfitta in casa della Fiorentina e contro il Milan vogliono cambiare subito marcia.

3 PUNTI FONDAMENTALI – “Partita importantissima per noi, tre punti che ci possono dare tranquillità e farci avvicinare alla Champions. Tre punti questa sera possono valere metà stagione”, ha dichiarato Gila.

Dopo un inizio di stagione rilegato in panchina, Gila ha conquistato il posto da titolare complice anche qualche problema fisico di Romagnoli e Casale e da metà novembre è sempre stato schierato dal 1′ da Maurizio Sarri, fino all’espulsione contro il Torino. Il 23enne torna oggi titolare dopo aver scontato la squalifica nella scorsa giornata contro la Fiorentina e agirà al fianco di Romagnoli.

Continua a leggere

Flash News

Lotta Napoli-Juventus per il Mondiale per Club: ADL presenterà ricorso alla FIFA per estromettere i bianconeri

Pubblicato

:

Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli, Serie A, Coppa Italia, Champions League

Siamo già in tema Napoli-Juventus. Questo weekend, precisamente domenica sera alle ore 20:45, la sfida di Serie A. Fuori dal campo, però. la partita è concentrata sulla partecipazione delle due squadre al prossimo Mondiale per Club. I bianconeri formalmente possono solo sperare che i partenopei vengano sconfitti al ritorno di Champions dal Barcellona. Il Napoli, invece, se vincesse almeno altre due partite in Europa, accederebbe alla nuova competizione che prenderà il via nel 2025.

Secondo quanto riportato da Radio Kiss Kiss, però, il patron del Napoli Aurelio De Laurentiis sarebbe al lavoro per presentare un ricorso alla FIFA per l’estromissione della stessa Juventus dal prossimo Mondiale per Club. Ciò garantirebbe al Napoli una grandissima possibilità per l’accesso alla competizione, visto che come pretendente rimarrebbe la Lazio, ma che è ben più indietro nel ranking.

Continua a leggere

Flash News

I convocati dell’Olanda per le partite di marzo: prima volta per Zirkzee, ci sono anche due interisti

Pubblicato

:

Bigica

L’Olanda si prepara a scendere in campo contro la Scozia (in casa) e contro la Germania (in trasferta). Si tratta di due amichevoli, utili a CT e giocatori per rodare i meccanismi verso Euro2024. In vista di questi due impegni, Ronald Koeman, tecnico della Nazionale olandese, ha diramato l’elenco dei convocati. Tra questi, figurano ben sei giocatori presenti in Serie A, tra cui la prima – meritatissima – volta di Joshua Zirkzee. L’attaccante in forza al Bologna, tra l’altro, incrocerà dall’altra parte del campo uno che di solito gli fornisce gli assist come Lewis Ferguson.

Oltre all’ex Bayern, ci sono Denzel Dumfries, Stefan De Vrij, Teun Koopmeiners e Tijjani Reijnders. Presenti anche tre conoscenze del nostro campionato come Matthijs De Ligt, Jerdy Schouten e Gini Wijnaldum. Scopriamo, dunque, la lista completa dei giocatori che vestiranno la maglia Orange nei due impegni che attendono l’Olanda.

LA LISTA DEI CONVOCATI DELL’OLANDA

Questo, dunque, l’elenco completo dei convocati di Ronald Koeman:

  • PORTIERI: Bizot, Flekken, Olij, Verbruggen;
  • DIFENSORI: Ake, Blind, Van Dijk, Dumfries, Frimpong, Geertruida, Hartman, De Ligt, Timber, De Vrij, Van De Ven;
  • CENTROCAMPISTI: Frenkie De Jong, Koopmeiners, Reijnders, De Roon, Schouten, Verman, Wijnaldum, Wieffer;
  • ATTACCANTI: Brobbey, Depay, Gakpo, Malen, Xavi Simons, Zirkzee, Weghorst.

Continua a leggere

Flash News

Ranieri presenta la sfida di Empoli in conferenza: “Determinerà il nostro futuro”

Pubblicato

:

Ranieri conferenza Milan-Cagliari

Claudio Ranieri è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match contro l’Empoli, decisivo in ottica salvezza. I rossoblù arrivano alla partita chiaramente galvanizzati dopo il pareggio acciuffato all’ultimo istante contro il Napoli e ora vogliono i tre punti. Scopriamo le parole di Ranieri in conferenza.

LA CONFERENZA STAMPA DI RANIERI

Queste, dunque, le dichiarazioni di Ranieri:

INFORTUNI PAVOLETTI E PETAGNA – “Perdiamo in fisicità. Mi avrebbe fatto piacere poter scegliere“.

IMPORTANZA GARA DI EMPOLI – “Determinerà il nostro futuro. Ci vorrà tanta umiltà. Loro si sono tirati fuori dai guai. Bisogna fare i complimenti a Nicola per il lavoro“.

MANCANZE DIFENSIVE EMPOLI – “Non sono d’accordo. Chiudono bene gli spazi e si aiutano l’uno con l’altro“.

GERARCHIE – “Scelgo gli elementi in base alla gara. Chi mi garantisce determinazione e concentrazione va in campo“.

GOL DI LUVUMBO – “Lottando fino alla fine si ottengono i risultati. Abbiamo giocato una gara di grande sacrificio e sarebbe stato brutto perdere. Il Napoli ha confermato contro il Sassuolo di essere una squadra che sa fare molto male all’avversario“.

DEIOLAHa qualità ed anche difetti. Nei social so che viene crocifisso e non so il perchè. Quando lo mando in campo so che può fare tanto, e lui mi fa capire che vuole mettere il cuore e che vuole rimanere in Serie A. Poi che mi sbagli la palla a me non interessa. Se qualcuno vuole Messi o Dybala ha sbagliato squadra“.

LAPADULA – Non si dà mai per vinto, ce la mette sempre tutta. Ha bisogno di ritrovare il goal, ma in allenamento da sempre il massimo. Farà un grande finale di stagione“.

MODULO – No, io vario in base all’avversario. Non ho un modulo fisso“.

NANDEZ Mi dà un grandissimo equilibrio ed è un leader in campo, è insostituibile”.

JANKTOSi sta riportando ai livelli di un tempo. Mi auguro che in questo finale di campionato ci possa dare una mano perchè conto molto su di lui“.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969