Connect with us

Flash News

Guardiola: “Ho bisogno di nemici”

Pubblicato

:

“Il calcio è una questione di vendetta e di sfide, c’è sempre bisogno di nemici, anche i giocatori vivono in questo modo.”

Intervistato da Gol nell’ambito del programma “90 Minutos con Pep Guardiola” e riportato da Marca in Spagna, il tecnico Catalano ha parlato di tutto ciò che ha composto la sua carriera luminescente fino a questo momento: il Barcellona di Leo Messi, il Real di Mourinho, il Bayern Monaco e l’attualità legata al Manchester City, definito come miglior posto dove trovarsi in questo momento.

La Champions League: “Mi piacerebbe vincere la Champions con il City, lo ammetto. La verità è che sono sette partite di difficile interpretazione e che possono andare in ogni modo possibile: la differenza con i campionati è tanta, dopo ogni partita in campo nazionale si può pensare alla successiva e alla fine la costanza ti premia. In Champions è diverso, i fattori sono molteplici. Invidio Tottenham e Liverpool per la finale che hanno giocato, ma la verità è che lo hanno meritato più di noi.” 

Sul Manchester City: “La verità è che non c’è un posto migliore dove allenare in questo momento: la società mi sta dando totale fiducia e anche i tifosi seguono la squadra a prescindere dal risultato. Il possesso palla? Bisogna valutare che tipo di possesso è: guardate in Spagna dove il Betis è la squadra con più possesso ma si trova fuori dall’Europa. Bisogna trovare il giusto compromesso.”

Su Mourinho: “I nemici mi hanno sempre fatto bene e José è stato il primo a mettermi in difficoltà con le ripartenze ai tempi del Barcellona.”

Sul mercato: “I milioni vengono spesi se c’è necessità di farlo, abbiamo speso così tanto in difesa perché avevamo bisogno di difensori nuovi e i giocatori forti si fanno pagare. Il Barcellona ha speso tantissimo in attacco, il Real Madrid ha già speso 300 milioni.” 

Sul Barcellona: “Se vinci otto delle ultime dieci Liga significa che qualcosa in più degli altri hai quanto meno al livello di continuità.”

Sulla Catalunia: “Non so se l’indipendenza arriverà o meno, ma ciò che sta accadendo in Spagna è riprovevole. Sette persone in carcere per lo stato spagnolo senza un vero motivo, ho il diritto di dire quello che penso e l’ingiustizia dello stato spagnolo va fermata.” 

Sull’allenare una nazionale: “Mi piacerebbe molto farlo, potrei scegliere tra 400 giocatori e sopratutto l’atmosfera di un mondiale è molto simile a quella della Champions League.” 

Fonte immagine di copertina: profilo Instagram  Manchester City

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Emiliano Martinez para due rigori: in semifinale ci va l’Argentina!

Pubblicato

:

Argentina

Ai calci di rigore, l’Argentina conquista la semifinale contro la Croazia battendo l’Olanda 6-5. L’Albiceleste, in vantaggio di due reti grazie a Molina e Messi, si era fatta raggiungere nel finale dei tempi regolamentari dagli Oranje, a segno due volte con Weghorst, che ha mandato la gara ai supplementari.

Nulla è cambiato nella mezz’ora di extra-time e per decidere la seconda semifinalista di Qatar 2022 sono serviti i tiri dagli undici metri. Emiliano Martinez ha neutralizzato i primi due tentativi olandesi di van Dijk e Berghuis, Enzo Fernandez ha spaventato i tifosi della Seleccion sbagliando il penultimo rigore, ma Lautaro Martinez non ha fallito.

Martedì 13 dicembre sarà Croazia-Argentina per decidere la prima finalista che si giocherà la Coppa del Mondo.

Continua a leggere

Calciomercato

L’agente di Radu: “A Cremona non rimarrà, lui vuole giocare”

Pubblicato

:

Radu

Ionut Radu aveva scelto la Cremonese per rilanciarsi, ma dopo l’exploit di Marco Carnesecchi il futuro del portiere rumeno di proprietà dell’Inter resta in bilico. A confermarlo è il suo agente Oscar Damiani che, intervistato dall’emittente Inter-News, ha rivelato:

A Cremona non rimarrà, visto che hanno fatto delle scelte diverse. Ha diritto e merita di giocare, quindi stiamo discutendo e vedendo qual è l’opportunità che gli si presenta per andare eventualmente a giocare. Stiamo valutando. Lui vuole giocare, vediamo. È un grande portiere e merita una piazza importante”.

Continua a leggere

Flash News

Turris, Leonetti avvisa la Viterbese: “Faremo una grande partita”

Pubblicato

:

Turris

Domenica la Turris è attesa dalla trasferta sul campo della Viterbese in occasione della 17ª giornata di Serie C – Girone C. Gli uomini di Di Michele si stanno preparando in vista di questa sfida cruciale, dove i Corallini sono chiamati a cercare di ottenere la vittoria.

Oggi si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della sfida tra le due squadre, ma non ha presenziato Di Michele per cause sconosciute. Al suo posto ha risposto alle domande dei giornalisti l’attaccante della Turris, Vito Leonetti.

LA CONFERENZA STAMPA DI LEONETTI PRE VITERBESE-TURRIS

L’attaccante dei Corallini h sostituito mister Di Michele in conferenza stampa quest’oggi. Queste le parole di Leonetti in conferenza stampa:

Che Turris dobbiamo aspettarci a Viterbo? Cosa ha lasciato la partita contro l’Avellino?

“Contro l’Avellino ci è mancato l’approccio giusto. Il gran gol di Tito ci ha fatto cedere mentalmente. Contro la Viterbese faremo una grande partita, sappiamo tutti la nostra posizione in classifica e dobbiamo far di tutto per portare a casa la vittoria”.

Il tridente offensivo è stato il punto di forza della scorsa stagione, ma nonostante il rafforzamento con l’arrivo di Maniero sembra esserci una regressione. Come si spiegano i tanti errori sotto porta e i tanti gol su palla inattiva?

“Penso che in questo momento ci sta mancando qualcosa davanti, ma penso sia solo un momento no”.

Cosa manca a questa Turris? Equilibrio, serenità o qualità?

“Manca un po’ di serenità vedendo la classifica. Dobbiamo risalire in classifica per ritrovare la giusta serenità”.

Nonostante tre allenatori differenti le difficoltà sono persistenti. C’è stata una presa di coscienza dello spogliatoio oltre il cambio della guida tecnica?

“Nello spogliatoio siamo sempre uniti sotto ogni punto di vista, anche su ogni cambio allenatore. Ci diamo tanta forza tra noi, ma in questo momento non ci sta dicendo bene. Speriamo di superare questo momento a partire già da domenica”.

Sei in scadenza di contratto, la Turris ha avanzato una proposta di rinnovo?

“Ad oggi sono un calciatore della Turris a tutti gli effetti, e penso di concludere la stagione qui. Del rinnovo ne parleremo più avanti perché ora sono concentrato sul campionato e a provare ad uscire da questa brutta situazione di classifica”.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Neymar: “Ultimo Mondiale? Troppo presto per dirlo”

Pubblicato

:

Neymar

Dopo il prematuro addio dal Coppa del Mondo Neymar, che oggi ha raggiunto Pelé in testa alla classifica marcatori all-time della nazionale brasiliana, si è espresso sul suo futuro.

Stando a quanto riportato dal quotidiano Globo Esporte e confermato dall’insider di calciomercato Fabrizio Romano, la stella dei verdeoro ha risposto a chi gli chiedeva se questo fosse stato il suo Mondiale:

“È troppo presto per dirlo. Non ho ancora le idee chiare, non posso garantire nulla”.



Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969