Connect with us

La nostra prima pagina

Il guastafeste

Pubblicato

:

Demba Ba, calciatore di proprietà dello Shanghai Shenhua, compie oggi 32 anni. 

IMMANCABILE FIUTO DEL GOL

Demba Ba ha vissuto la propria carriera girovagando per il mondo e lasciando il proprio timbro ovunque fosse di passaggio: Francia, Belgio, Germania, Inghilterra, Turchia e Cina. All’età di 32 anni, però, l’attaccante senegalese può vantare un solo trofeo conquistato durante la propria longeva carriera: un campionato di seconda divisione tedesca, vinto con la maglia dell’Hoffenheim durante la stagione 2007/2008; nonostante la mancanza di una bacheca colma di titoli, tuttavia, nella carriera del prolifico attaccante africano non sono mai mancate, però, le reti. Tali reti hanno contribuito, nel corso degli anni, a creare un profilo di tutto rispetto, appetibile dai club che militano nei campionati più prestigiosi. Ed è proprio dopo la parentesi biennale vissuta in maglia Magpies che il senegalese vive il trasferimento più celebre della sua carriera: il passaggio al Chelsea, alla corte del celebre Rafa Benìtez.

INDISPENSABILE, A TRATTI

Demba Ba sbarca a Londra per 8.5 milioni di euro, proponendosi come alternativa al centravanti già presente in rosa, quale lo spagnolo Fernando Torres. A causa della scarsa vena realizzativa del compagno di reparto, Demba Ba assume sempre maggior peso nello scacchiere tattico del tecnico iberico e termina la stagione con lo score di 19 reti e 5 assist tra Newcastle e Chelsea; suo malgrado, non potrà partecipare al trionfo in Uefa Europa League dei compagni, avendo già disputato la medesima competizione nella stagione in corso tra le fila dei Magpies.

Durante l’annata successiva, il ragazzo si ritrova a seguire gli ordini di uno dei migliori tecnici della scena mondiale, il carismatico Josè Mourinho. Al reparto offensivo si aggiunge il celebre Samuel Eto’o che, in breve tempo, si confermerà il centravanti titolare della formazione londinese. Nonostante il camerunense e lo spagnolo non si rivelino esattamente dei titolari di grande livello, l’ex-Newcastle non ha modo di trovare grande spazio o continuità e termina la propria stagione collezionando 895 minuti di gioco. Di quella stagione, infatti, si ricorderà lo scarso peso del reparto offensivo Blues – che non poteva contare su alcun top player – e delle lamentele del tecnico lusitano, ripreso – a sorpresa – a burlarsi dei suoi stessi giocatori.

“Il problema del Chelsea è che ci manca uno che faccia gol. Ne ho uno ma ha 32 anni, o magari 35, chi lo sa?” (riferimento ad Eto’o, ndr)

Riprendendo l’argomento relativo a Demba Ba va tuttavia specificato come, nonostante lo scarso minutaggio, il suo apporto non fosse mai mancato: il suo score stagionale, difatti, raggiunse 8 reti e 3 assist circa che, in relazione agli 895 minuti disputati (nemmeno 10 partite, accumulando il tempo) possono essere considerati un ottimo bottino. A Demba Ba va inoltre attribuita una delle reti più pesanti della competizione: il gol che vale il passaggio in semifinale di UCL dei suoi, realizzato negli ultimi minuti di gioco contro i campioni di Francia del PSG.

https://www.youtube.com/watch?v=VDQOqFKceNQ

Nello stesso anno, il ragazzo sigla un’altra pesante marcatura che lo porta, di diritto, all’attribuzione del soprannome ‘il guastafeste‘. È infatti agli sgoccioli del campionato (fine aprile 2014) che si svolge un’importante gara che potrebbe significare un’intera stagione: Chelsea-Liverpool. I Reds sono in prima fila per la conquista di un titolo storico che manca da oltre 20 anni e quello storico match, terminato con  la vittoria del Chelsea che proietta il Man City alla vittoria del titolo, è celebre per due ragioni: lo scivolone di Steven Gerrard e la sentenza di Demba Ba. Il Liverpool non si riprenderà da quello scivolone e terminerà quel campionato al secondo posto, appena due punti dietro ai Citizens.

https://www.youtube.com/watch?v=0d3fC8yHKA0

SENTENZA

Abbandonato il Chelsea, Demba Ba continuerà il suo cammino dividendosi tra Turchia e Cina dove siglerà 39 reti e 9 assist nella stagione 14/15 e 17 gol e 4 assist in quella successiva (una frattura di tibia e perone lo allontana dai campi da gioco) palesando un fiuto per il gol che troppo spesso era stato messo da parte nella sua avventura al Chelsea. Attualmente sta cercando di tornare sui suoi livelli, smaltendo un pesante infortunio che – ancora una volta – lo ha tenuto lontano dai campi da gioco a lungo termine.

Oggi, il guastafeste compie 32 anni e ci è sembrato alquanto doveroso omaggiare il ruolo che è stato in grado di ritagliarsi nonostante lo scarso spazio trovato.

Demba Ba non è un fuoriclasse, un campione o un top player, ma è un giocatore che avrebbe meritato molto più di quanto ha raccolto.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Unai Simon esalta la Spagna: “Poche squadre paragonabili a noi”

Pubblicato

:

Spagna

L’importantissima sfida tra Giappone e Spagna, deciderà le sorti del gruppo E. Nella classica conferenza stampa della vigilia, Unai Simon ha presentato così il match, esaltando il momento delle furie rosse: “Poche squadre al mondo possono essere paragonate alla Spagna in termini di gioco. Giappone? È una squadra molto laboriosa, che si riposizione molto rapidamente in campo quando è necessario”.

Il portiere dell’Athletic Bilbao, si è anche espresso sulle richieste di giocare il pallone da parte del c.t della Spagna, Luis Enrique. “Sono consapevole che può essere una situazione rischiosa, soprattutto con l’attaccante in pressione, ma io mi sento tranquillo. Sono giovane, posso imparare e crescere, in più devo superare i miei limiti. In questo momento posso dire che questo è il momento in cui ho più fiducia in me stesso”.

Continua a leggere

Flash News

Poco spazio per Fabregas: avventura al Como già in archivio?

Pubblicato

:

Fabregas

Cesc Fabregas potrebbe lasciare la Serie B dopo neanche una stagione. La sua avventura al Como potrebbe già terminare dopo soli 6 mesi. Tutto è nato con l’indiscrezione degli ultimi giorni, in cui secondo il Times, l’Inter Miami sarebbe interessata a Leo Messi. Tra gli obiettivi della compagine americana di proprietà di David Beckham ci sarebbe anche l’idea di Cesc Fabregas e Luis Suarez. Entrambi sono stati ex-compagni della Pulce al Barcellona. Il bomber uruguaiano è tutt’ora svincolato, dopo l’esperienza in patria al Nacional, per convincere la Pulce ad accettare la destinazione in MLSMentre Fabregas, attualmente, veste la maglia del Como in Serie B.

POCO MINUTAGGIO

Fabregas è arrivato la scorsa estate, nella grande campagna acquisti dei lariani, descritto come oggetto dei desideri. Ma lo spagnolo non ha mai convinto nelle sue prestazioni, tanto che ad oggi l’ex-calciatore del Barcellona ha totalizzato solamente 8 presenze, condite da un assist. Curiosamente, nel match di domenica scorsa al Sinigaglia, Fabregas non è era neanche presente tra i giocatori che si scaldavano durante la partita.

Vedremo se queste voci daranno il via a una trattativa per lo sbarco negli U.S.A. di Fabregas, con l’Inter Miami che sogna di riunire i tre grandi amici ed ex-compagni squadra.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Australia, il c.t. si gode la qualificazione: “Orgoglioso dei ragazzi”

Pubblicato

:

Tunisia-Australia

Con l’inaspettata vittoria contro la Danimarca, l’Australia è riuscita a strappare il pass per gli ottavi di finale a Qatar 2022. Un traguardo importantissimo che mancava addirittura dai Mondiali del 2006. Al termine della partita, il c.t. australiano, Graham Arnold, ha espresso tutta la sua soddisfazione: “Sono molto orgoglioso dei ragazzi per quanto fatto. Hanno messo in campo grande determinazione ed hanno giocato con grande mentalità. Abbiamo lavorato per quattro anni su questo”.

Ha poi però voluto mantenere alto il livello di concentrazione, spostando fin da subito l’attenzione sul prossimo turno: “Ora però non è il momento di celebrazioni. Pensiamo già alla prossima partita”. Adesso, per l’Australia, resta da scoprire solo quale sarà l’entità del prossimo avversario (la capolista del gruppo C).

Continua a leggere

Flash News

Turris-Fidelis Andria, formazioni ufficiali: Di Michele conferma i suoi

Pubblicato

:

Turris

Alle 21 scenderanno in campo allo stadio Liguori di Torre del Greco, Turris e Fidelis Andria, nel match valevole per la sedicesima giornata di Serie C – Girone C. I due allenatori hanno scelto gli undici titolari che si affronteranno a breve. Le due squadre cercheranno la vittoria per allungare la rispettiva striscia di vittorie consecutive.

LE SCELTE DI DI MICHELE E DOUDOU

Di seguito le formazioni ufficiali delle due squadre:

Turris (4-3-3): Perina, Manzi, Boccia, Frascatore, Contessa; Acquadro, Ardizzone, Gallo; Giannone, Longo, Leonetti.  All. Di Michele

Fidelis Andria (4-3-1-2): Savini, Ciotti, Dalmazzi, Zenelaj, Fabriani, Djibril, Arrigoni, Candellori, Pavone, Sipos, Bolsius. All. Doudou

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969