Dove trovarci
Qualificazioni Mondiali

Calcio Internazionale

Guida alle qualificazioni mondiali, parte due

Guida alle qualificazioni mondiali, parte due

Qualificazioni Mondiali: Croazia, Germania, Portogallo, Spagna e Olanda, come procedono le qualificazioni delle altre big (qui la parte uno)?

CROAZIA E GERMANIA A RILENTO

Nel gruppo H, dove la Croazia, è la testa di serie i giochi sono apertissimi. Lo 0-0 scialbo di Mosca ha rilanciato le ambizioni dei russi che si mantengono primi a pari merito con i rossocrociati a 7 punti. Subito dietro, l’unica imbattuta del girone, la Slovacchia a 6 punti che ha perso un’occasione d’oro venendo fermata dalla Slovenia che fa della difesa un’arma non indifferente. La Croazia è un cantiere aperto in ricostruzione mentre la Russia mostra ancora un calcio in via di definizione perciò potrebbe alla lunga farsi avanti un outsider inattesa per staccare il pass per il Qatar.

Una delle nazionali ad avere il girone più comodo sembrava dovesse essere la Germania ma la sconfitta clamorosa in casa con la Macedonia a marzo ha complicato non poco le cose. Il primo posto, infatti, è occupato dalla sorprendente Armenia del CT Caparrós. Lo spagnolo, spesso facendo a meno di Mkhitaryan, sta guidando la piccola nazionale con grande sorpresa ha un percorso da imbattuta. Tre vittorie a marzo e pareggio in Macedonia giovedì per affrontare la trasferta in Germania come un sogno. La squadra di Flick è in piena rinascita e il rodaggio potrebbe non essere ancora completo lasciando spazio a sorprese. Note negative sono state sicuramente Romania e Islanda, che da possibili outsider si sono rivelate cocenti delusioni.

RONALDO DA RECORD E IL PORTOGALLO VOLA

Nel gruppo A la prima pagina è per Cristiano Ronaldo, autore di una doppietta nel finale che ha ribaltato l’Irlanda e ha fatto mantenere il primo posto al Portogallo allungando sulla Serbia. Con questi gol fanno 111 con la maglia dei lusitani ed è record assoluto, superato Ali Daei. La Serbia avrà ugualmente l’opportunità di riattaccarsi vincendo in casa con il Lussemburgo con la speranza di allungare il duello fino all’ultima giornata, quando lo scontro tra le due nazionali sarà decisivo.

Quasi uno spareggio anticipato attende questo girone che vede l’Irlanda in grande difficoltà, l’Azerbaijan di De Biasi e il Lussemburgo in grande crescita. La nota più interessante però è che a turno le squadre di questo girone affrontano il Qatar, che ne approfitta per allenarsi per il mondiale casalingo. Per ora due vittorie per gli arabi, un pareggio con l’Irlanda e la recente sconfitta per un sonoro 4-0 con la Serbia. Nel mezzo da segnalare la semifinale raggiunta nella Gold Cup a luglio, il torneo per nazionali del centro-nord America.

SPAGNA E OLANDA, CHE RISCHIO!

Arriviamo infine alle sorprese. Il pareggio dell’Italia con la Bulgaria sarà sicuramente meno notato perché il risultato più inatteso è la sconfitta della Spagna in Svezia. La rimonta per 2-1 firmata Isak e Claesson lancia la Svezia al primo posto con la Spagna che si ferma ancora dopo il pareggio con la Grecia alla prima giornata. Grandi difficoltà per la giovane selezione di Luís Enrique che è chiamata ad ottenere 6 punti con Georgia e Kosovo nelle prossime uscite. La Svezia dal canto suo, sempre compatta e pragmatica, ora è puntellata di giovani talentuosi e questo non fa altro che giovare al movimento.

Il gruppo G, per concludere, è sicuramente il più intrigante. L’Olanda di van Gaal è stata fermata dalla Norvegia di Haaland ma la Turchia ha fallito la possibilità di allungare a causa del pareggio al 97′ del Montenegro. Tutto invariato, perciò, con le quattro squadre sopracitate nello spazio di un punto. La Norvegia ha l’occasione unica di promuovere la propria generazione dorata, mentre Turchia e Olanda hanno l’obbligo di riscattare l’ultimo nefasto Europeo. Il Montenegro guidato dall’infinito Jovetic potrà sorprendere ed essere la sentenza di questo girone strappando punti importanti alle rivali meglio attrezzate.

Come dimostrato in estate il calcio internazionale regala sempre grandi emozioni. In estate succedono le cose migliori ma anche nelle qualificazioni non mancano le sorprese e ci attendono altre due giornate fondamentali nella strada verso il Qatar.

(Fonte immagine in evidenza: diritto Google creative Commons)

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in Calcio Internazionale