Connect with us
Confronto Hakimi-Dumfries: dove l'Inter ha guadagnato

Calciomercato

Confronto Hakimi-Dumfries: dove l’Inter ha guadagnato

Pubblicato

:

Dumfries

L’Inter negli ultimi anni, dall’arrivo di Beppe Marotta nello specifico, ha sempre agito sul mercato con intelligenza, tattica e risparmio. L’approdo di Achraf Hakimi a Milano ha scatenato la gioia dei tifosi interisti. Il laterale marocchino arrivava da una stagione superlativa con la maglia del Borussia Dortmund, condita da 9 gol e 10 assist tra Bundesliga e Champions League.

Un anno dopo il laterale classe 1998 viene ceduto al Paris Saint-Germain, padrone di un mercato faraonico. Al suo posto Denzel Dumfries, terzino classe 1996 del PSV Eindhoven che è stato protagonista dell’Europeo con 2 gol in 4 presenze totali.

CONFRONTO PRE-INTER

Achraf Hakimi, prima di arrivare a Milano e come già detto in precedenza, ha vissuto due stagioni superlative in Germania, dove era in prestito biennale dal Real Madrid. L’Inter lo acquista per 43 milioni di euro facendo impazzire la tifoseria nerazzurra che non si aspettava un colpo del genere.

Denzel Dumfries, invece, in Olanda ha dato sempre spettacolo. Nella stagione 2019/20 con la maglia del PSV Eindhoven ha totalizzato 7 gol in campionato, che per un terzino sono decisamente tanti. La stagione successiva è stata quella che ha convinto l’Inter ad affondare il colpo: 2 gol in 4 presenze all’Europeo, ben 4 gol e 8 assist con la maglia del club olandese.

HAKIMI-DUMFRIES ALL’INTER

Sicuramente il rendimento dell’esterno marocchino all’Inter è stato qualcosa di strabiliante, diventando uno dei perni fondamentali nello scacchiere di Conte. Hakimi nel corso della sua unica stagione in casacca nerazzurra ha mostrato tutte le sue qualità, soprattutto in zona offensiva, mettendo a referto 7 reti e 11 assist in 45 presenze stagionali. Ma nel corso della stagione, Conte è riuscito ad inculcare in Hakimi anche delle buone doti difensive, rendendolo completo da ogni punto di vista.

Hakimi

Hakimi Marocco

Denzel Dumfries sta provando a non far rimpiangere l’esterno marocchino, e finora ci sta riuscendo, nonostante all’inizio abbia avuto difficoltà nell’adattamento al calcio italiano. Ma Inzaghi è stato bravo nel dargli tempo e permettergli di ambientarsi, ed i risultati si sono visti in campo. L’esterno olandese finora in una stagione e mezza disputata con i nerazzurri vanta 7 reti e 10 assist in 65 presenze, che sono comunque ottimi numeri per un esterno, nonostante siano al di sotto rispetto a quelli di Hakimi.

Se facciamo il rapporto dei soldi sborsati dall’Inter per acquistare entrambi ed i gol e assist siglati dai due, sicuramente Dumfries ha reso meglio dato il suo valore d’acquisto. Hakimi è stato pagato 43 milioni dall’Inter, che equivalgono circa a 2.3 milioni per ogni gol o assist realizzato; mentre Dumfries è stato pagato 14 milioni, ovvero all’incirca 800mila euro per gol o assist.

HAKIMI POST INTER

Sicuramente la cessione di Hakimi è stata una grande perdita per l’Inter, che però si è vista obbligata a cederlo per far quadrare i conti. Nonostante tutto, la Beneamata ha registrato una plusvalenza con la cessione dell’esterno marocchino, ceduto per 60 milioni al PSG, dove milita tuttora. Con i parigini, Hakimi ha arretrato la sua posizione in campo, giocando nella difesa a 4, ma nonostante questo cambio di posizione ha offerto delle ottime prestazioni in fase offensiva.

Finora Hakimi vanta 7 gol e 9 assist in 64 presenze, in una stagione e mezza con i francesi, statistiche inferiori rispetto a quelle realizzate con l’Inter in una sola stagione, ma allo stesso tempo simili a quelle realizzate da Dumfries con i nerazzurri.

Nonostante le statistiche, ci troviamo di fronte a due grandi giocatori, unici nel loro ruolo per le ottime doti sia in fase difensiva che offensiva. I due giocatori sicuramente attirano su di loro le attenzioni di molti club, viste le loro qualità tecniche. Tra i due il più seguito è sicuramente Hakimi, che ad oggi è forse il migliore al mondo nel suo ruolo, ma Dumfries non ha nulla da invidiargli. L’esterno olandese continua ormai di anno in anno ad ottenere enormi progressi, come abbiamo visto anche al Mondiale, che lo rendono uno dei migliori nel suo ruolo.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calciomercato

L’Inter individua il prossimo vice Onana: si tratta di un ex della Juventus!

Pubblicato

:

Neto

La porta dell’Inter ha costituito un fitto mistero almeno nella prima parte di stagione. L’acquisto di Onana in estate a parametro zero, e l’alternanza con Samir Handanovic, hanno portato i tifosi interisti a chiedersi se fosse una giusta mossa quella dell’allenatore nerazzurro, Simone Inzaghi.

Ad oggi la situazione sembra radicalmente mutata, e Onana ha scalzato il portiere sloveno nelle gerarchie per la porta nerazzurra. Scontento della nuova posizione, Handanovic potrebbe partire in estate per tentare un’ultima nuova avventura, e l’Inter è alla ricerca di un nuovo secondo portiere.

A tal proposito, Ausilio è volato a Londra, dove, tra le altre cose, ha ricercato un portiere, che potrebbe sedere in panchina e fare da vice Onana. Il nome sul taccuino è quello di Neto, in scadenza col Bournemouth. Il portiere brasiliano ha già un passato in Italia: questi, infatti, ha vestito le maglia di Fiorentina e Juventus.

Continua a leggere

Calciomercato

La Roma vuole trattenere Mourinho: cosa serve per restare

Pubblicato

:

Mourinho

Josè Mourinho, allenatore della Roma, è uno tra i migliori tecnici in circolazione. Lo Special One ha estimatori in tutto il mondo, ha vinto praticamente ogni competizione a cui ha partecipato. Eroe del triplete con l’Inter, oggi allena i giallorossi, ma questo potrebbe cambiare in vista della prossima stagione.

COSA SERVE PER LA PERMANENZA:

La Roma dei Friedkin vorrebbe trattenere il suo top allenatore portoghese, ma per questo saranno necessarie alcune certezze. Come riporta Calciomercato.com, il primo obiettivo a cui vuole puntare Mourinho è la zona Champions, il secondo è ottenere più chiarezza sui vari progetti tecnici.

Dunque, se Mourinho non sembra sul piede d’addio, ci sono comunque alcuni requisiti necessari per il suo rinnovo. Oltre a maggior movimento sul mercato, anche tra i futuri parametri zero, l’allenatore vorrebbe pure una gestione migliore da parte della società di casi come Zaniolo, che è stato ceduto in Turchia quasi un mese dopo l’esplosione del suo caso.

Continua a leggere

Calciomercato

Bastoni e l’Inter vogliono rinnovare, ma c’è distanza sull’ingaggio: la situazione

Pubblicato

:

Bastoni

Ci sono novità per quanto riguarda il futuro di Alessandro Bastoni. L’Inter vuole rinnovare il contratto del difensore italiano classe ’99, in scadenza nel 2024, complice il caso Skriniar i nerazzurri sono intenzionati a muoversi anticipatamente.

Bastoni, a differenza del compagno di reparto, ha già dimostrato ampiamente tutto il suo amore per la causa nerazzurra, rifiutando diverse offerte in estate, tra cui quella dalla Premier League del Tottenham.

DISTANZA SULL’INGAGGIO:

Nonostante ciò, secondo Il Corriere dello Sport, ci sono problemi per quanto riguarda il rinnovo. Bastoni chiede un contratto da 6 milioni + bonus, cioè quello offerto a Skriniar, che ha poi rifiutato in direzione PSG. L’offerta della società nerazzurra si stagna a 4,5 milioni + bonus, offerta giudicata inconsistente dall’entourage del giocatore.

Il primo rifiuto non resta vincolante, e filtra comunque ottimismo per quanto riguarda il rinnovo. Bastoni vuole l’Inter, e l’Inter vuole continuare con Bastoni.

Continua a leggere

Calciomercato

Juve nona per spese sul mercato in Europa, comanda il Chelsea

Pubblicato

:

Morente

La Juventus si piazza nona in questa speciale classifica che riguarda le spese sul mercato in Europa negli ultimi 5 anni con un saldo negativo di 337 milioni di euro.

Un passivo molto pesante che viene dagli anni passati, infatti, in questa stagione la Juventus è in attivo di 42 milioni di euro. Ben più alte le cifre del podio di questa classifica che vede rispettivamente Arsenal e United dietro il Chelsea. I gunners registrano un passivo di 544 milioni di euro, lo United di 670 milioni di euro. Lontani però dai blues che con un passivo di 749 milioni di euro sono in testa. Un saldo negativo che è lievitato nell’ultima sessione di mercato per via di acquisti da record, uno su tutti Mudryk.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969