Connect with us
Hellas Verona: cosa serve dal mercato di gennaio

Calciomercato

Cosa serve all’Hellas Verona: i nomi per il mercato di gennaio

Pubblicato

:

Bologna Soriano

È stato un girone di andata da incubo quello dell’Hellas Verona. Alla formazione scaligera infatti non serve aspettare la 19ª giornata per tirare le somme di metà percorso: 5 i punti conquistati in 15 partite, differenza reti di meno 17 e ultimo posto in classifica. Il tonfo dei gialloblù, inoltre, è tanto sonoro quanto inaspettato. Nelle scorse stagioni i veneti, grazie alle cure di Juric prima e Tudor dopo (con la breve ed infelice parentesi Di Francesco), hanno conquistato uno status tale da diventare un vero e proprio modello di riferimento per i progetti delle neopromosse.

La crisi del Verona nasce della somma algebrica di scelte societarie sbagliate. Prima un mercato fallimentare, dove le partenze dei vari Barak, Simeone, Zaccagni (già alla Lazio da gennaio), Casale e Caprari sono state sopperite dall’arrivo di giocatori come Henry, Djuric e Doig, poi la scelta di Cioffi. L’ex Udinese sulla panchina dell’Hellas ha praticamente solo perso, cedendo quindi il posto ad un Bocchettiad interim” che vista la situazione ha fatto quanto possibile.

La sosta invernale, che per molti club italiani ha rappresentato una spina nel fianco, è per l’Hellas una manna dal cielo. Ora sulla panchina veneta siede l’homo novus Zaffaroni, il quale oltre a rimettere in sesto una formazione disastrata dovrà dettare le linee guida per un mercato invernale mai così importante per i veronesi. Ecco allora i nomi di quei giocatori che, secondo la nostra redazione, potrebbero aiutare gli scaligeri nella loro missione salvezza.

DUE “TORI” PER LA DIFESA

Per sistemare un apparato difensivo davvero poco efficace la dirigenza del Verona potrebbe guardare in casa del Torino. Tra le fila granata infatti si nascondono due occasioni low cost che, almeno sulla carta, dovrebbero rientrare nell’ipotetico budget gialloblù: parliamo di Djidji e Ola Aina.

Il primo, forse tra i giocatori più sottovalutati del nostro campionato, dall’arrivo sulla panchina del Toro di Juric è diventato un giocatore chiave della squadra. Nella scorsa stagione gli accecanti riflettori puntati su Bremer hanno messo in ombra la sua figura, forse addirittura tanto importante (e prestante) quanto quella del collega di reparto. Djidji andrà in scadenza nel 2023 e a fronte di un’offerta congrua potrebbe accettare di cambiare casacca già a gennaio.

Un altro giocatore il quale contratto ha i giorni contati è Ola Aina. L’esterno destro dall’arrivo di Lazaro ha perso minuti e centralità: due cose che con ogni probabilità troverebbe al Bentegodi. Con Faraoni a destra e Aina a sinistra l’Hellas avrebbe una marcia in più nel suo sprint verso la salvezza.

PER IL CENTROCAMPO SERVE FANTASIA

Gli affanni realizzativi del Verona non sono riconducibili esclusivamente al reparto d’attacco. In mezzo al campo l’11 veneto manca di fantasia, di estro. Con Ilic e Tameze a dettare i tempi e qualche innesto mirato il centrocampo può ritrovare dinamismo e tornare a servire palle giocabili agli attaccanti (altro tasto dolente per l’’Hellas). Per fare ciò la dirigenza scaligera potrebbe fare una scampagnata tra i colli bolognesi, dove due giocatori in scadenza sono in attesa di ricevere attenzioni. Parliamo di Roberto Soriano e Nicola Sansone.

I due italiani farebbero al caso dell’Hellas Verona per motivi diversi. Il primo è in un’apparente fase calante della propria carriera e non sembra riuscire ad invertire la rotta. Un cambio di maglia ed un nuovo inizio potrebbero rispolverare il Soriano che si era fatto vedere due stagioni fa, dando beneficio sia al giocatore che alla sua nuova squadra. Sansone, invece, galleggia ormai da diversi anni su una sufficienza che non si addice ad un calciatore con i suoi piedi. La 10 del Bologna non lo ha rinvigorito, a Verona giocatori simili a lui per caratteristiche (Caprari e Zaccagni) hanno fatto il botto.

UNA PUNTA…

Le motivazioni che hanno portato la dirigenza scaligera a mettere sotto contratto Henry e Djuric nella stessa sessione di calciomercato rimarranno un mistero irrisolto. In campo i due sono uno la controfigura dell’altro e fanno a gara a chi segna meno. Le alternative non fanno sorridere, perché Piccoli, Verdi e Kallon faticano ad incidere e Lasagna riesce nell’impossibile missione di segnare anche meno degli altri centravanti. Serve qualcuno che la butti dentro.

Federico Bonazzoli è l’uomo che potrebbe fare al caso dell’Hellas Verona. L’attaccante scuola Inter ha quel furore agonistico che potrebbe tornare molto utile ad una squadra che ha bisogno di compiere una grande rimonta. Ha dimostrato, inoltre, di avere un buonissimo feeling con la porta contribuendo, nella scorsa stagione, alla salvezza della Salernitana con 10 gol, di cui 7 solo nel girone di ritorno. Ora in Campania non è un titolare inamovibile, spesso trova spazio a partita in corso, motivo per cui a gennaio potrebbe partire.

ED UN JOLLY

Il calcio è fatto di schemi, tattiche e sistemi di gioco, ma non solo. Per riaccendere una piazza più che delusa e infiammare la scalata alla salvezza il Verona deve ritrovare entusiasmo, deve fare quell’acquisto che possa riportare curiosità negli occhi dei tifosi. Serve un colpo “esotico”, come si direbbe oggi.

Stephen El Sharaawy sarebbe il profilo perfetto. Il giocatore non è riuscito in questi ultimi due anni a convincere Mourinho, il quale lo tiene nelle rotazioni senza grande considerazione. L’attaccante ha uno stipendio importante, è vero, ma è in scadenza di contratto e per tornare a mettersi in mostra potrebbe abbassare le pretese. Faraoni in difesa e il Faraone in attacco, l’idea non dispiace.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calciomercato

Spinazzola pronto a salutare la Roma: la Juventus fiuta il colpo

Pubblicato

:

Spinazzola

La Roma a fine stagione dovrà far fronte a diverse, probabili, partenze a parametro zero. Tra i calciatori in scadenza di contratto ci sarebbe anche Leonardo Spinazzola, già fortemente richiesto in giro per il mondo e per il quale spunterebbe un’opportunità piuttosto ghiotta.

Il terzino italiano, infatti, potrebbe diventare un’obiettivo concreto per il mercato della prossima stagione della Juventus e l’idea non sarebbe infondata. Alle basi di questo avvicinamento, oltre che il lungo periodo passato a Torino, ci sarebbero i contatti costanti tra l’entourage del giocatore, guidati da Davide Lippi, e la dirigenza del club bianconero.

Spinazzola, però, sarebbe già corteggiato da diversi club dell’Arabia Saudita e, a tal punto, potrebbe risultare decisiva la voglia del calciatore di restare in Europa. Sin da gennaio, il team del calciatore ha fatto presente al parco dirigenziale della Roma come non ci fossero margini di rinnovo. E, seppur il cambio in panchina abbia aumentato notevolmente l’importanza dello stesso all’interno della squadra, l’intenzione sarebbe valutare con estrema attenzione il mercato italiano ed europeo, aprendo eventualmente a quello arabo.

La Juventus starebbe attenzionando il mercato dei parametri zero e, seppur ci siano tanti tanti dubbi sulla tenuta fisica di Spinazzola, l’acquisto potrebbe rivelarsi semplice e di notevole importanza. Tuttavia c’è del tempo per valutare, senza creare illusioni, prima di dire no definitivamente.

Continua a leggere

Calciomercato

Fabbian brilla: l’Inter pensa alla recompra

Pubblicato

:

Fabbian Bologna Inter Serie A

Brilla la stella di Giovanni Fabbian, in quel di Bologna. Il centrocampista classe 2003 si sta prendendo prepotentemente la scena in rossoblù, con gol pesanti e prestazioni eccelse, anche se da subentrato. E dalle parti di Viale della Liberazione, a Milano, sede dell’Inter, si inizia a riflettere sul da farsi.

Sicuramemente il diritto di riacquisto, fissato a 12 milioni di euro, è un assist importante per l’Inter, che ha una corsia preferenziale sul giocatore uscito dal suo vivaio. Ma la realtà dei fatti racconta di una squadra, l’Inter, che avrebbe anche bisogno di un profilo come quello di Fabbian. Rapido, fisico, dotato di buona qualità e anche giovane, Fabbian potrebbe essere il degno erede di Henrikh Mkhitaryan, la cui età impone ai nerazzurri di guardarsi attorno per un possibile sostituto nel medio-breve periodo.

Il giocatore in questione potrebbe essere proprio Fabbian, prodotto fatto in casa dall’Inter, che dopo due anni di lontananza, inizia a guardarlo con attenzione. Difficile dire se Fabbian possa restare già in questa estate, in casa Inter. Ma Tuttosport spiega come la dirigenza nerazzurra stia seriamente pensando ad un acquisto, magari concedendogli anche un altro anno di “esperienza” lontano da casa. Specialmente se, come sembra, il Bologna riuscisse a centrare una clamorosa qualificazione in Europa e Fabbian ne fosse uno dei protagonisti.

Continua a leggere

Calciomercato

Arthur può restare a Firenze a una condizione: l’indiscrezione

Pubblicato

:

Arthur, giocatore della Fiorentina - Serie A, Coppa Italia, Conference League

La Fiorentina starebbe pensando di riscattare Arthur Melo, centrocampista di proprietà della Juventus. Il centrocampista brasiliano sta trovando continuità nella formazione di Italiano. Tuttavia, come riporta Tuttosport, tale trattativa sarebbe agli albori ed è tutt’altro che semplice. Infatti la richiesta di venti milioni di euro della Juventus per il riscatto non convince la dirigenza della Fiorentina, la quale vorrebbe trattare al ribasso.

A far dubitare la Viola si aggiunge anche la poca affidabilità sulla tenuta fisica del brasiliano, nonostante sia stato costretto a fermarsi solo una volta nel corso di questa stagione. L’ultimo e unico infortunio è stato un affaticamento muscolare, che lo ha bloccato ai box per il match contro il Lecce, poi perso dalla Fiorentina. Inoltre, dopo questo affaticamento, Arthur non ha ancora mai giocato 90′ e sarebbe persino in dubbio per la partita di lunedì contro la Lazio. Quindi è necessario che il classe ’96 ritrovi la sua integrità fisica per dare certezze alla Viola, la quale ha bisogno di risposte più sicure per trattare il suo rinnovo.

Continua a leggere

Calciomercato

UFFICIALE – Ivan Provedel ha rinnovato con la Lazio fino al 2028

Pubblicato

:

Empoli-Lazio

La notizia era nell’aria da diverso tempo ma ora è arrivata anche l’ufficialità: Ivan Provedel ha rinnovato con la Lazio fino al 2028. Il portiere biancoceleste è ormai una garanzia tra i pali per Maurizio Sarri e con il rinnovo ha contestualmente spazzato via ogni voce di mercato che era iniziata a circolare su di lui: nella sessione invernale di calciomercato si iniziava a parlare di interesse dalla Premier League e non solo. L’obiettivo e la priorità dell’estremo difensore laziale, però, è stata solo e sempre il rinnovo.

LAZIO, RINNOVO FINO AL 2028 PER PROVEDEL: I DETTAGLI

Secondo quanto riportato dall’esperto di mercato Nicolò Schira su X, l’ex portiere dello Spezia ha siglato un contratto fino al 2028 con adeguamento nella parte economica. Si è passati infatti da 1,3 milioni di euro di stipendio più bonus a 2 milioni fissi. Un atto di stima della società capitolina nei confronti di un portiere dal grandissimo futuro anche in ottica Nazionale.

LAZIO, RINNOVO FINO AL 2028 PER PROVEDEL: IL COMUNICATO UFFICIALE 

La S.S. Lazio è lieta di annunciare il rinnovo di contratto di Ivan Provedel.

Arrivato nella Capitale nell’agosto 2022, in breve tempo l’estremo difensore classe 1994 si è ritagliato, a suon di duro lavoro e altissime prestazioni, un ruolo di primordine all’interno della formazione guidata da mister Sarri.

Ha concluso la prima annata in biancoceleste con un totale di 45 presenze e 22 clean sheet, ricevendo anche il premio come MVP – Miglior Portiere della Serie A TIM 2022/2023.

La seconda stagione è iniziata in modo a dir poco straordinario: rimarrà nella storia del club il suo colpo di testa vincente nella prima giornata di Champions League contro l’Atletico Madrid.

Nel frattempo, il dato relativo alle gare terminate con la porta involata è salito a 45 dopo il convincente 2-0 esterno di ieri contro il Torino, gara all’interno della quale si è fatto ancora una volta notare per i suoi preziosi interventi e la guida attenta di tutto il reparto arretrato”.

 

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969