Connect with us

Flash News

Hellas Verona, Cioffi resta in panchina ma serve una svolta

Pubblicato

:

Verona

L’Hellas Verona continua con Gabriele Cioffi: l’ex allenatore dell’Udinese dopo un inizio di stagione difficile proseguirà ancora la sua avventura sulla panchina della società veneta. A dare la conferma è stato anche il quotidiano L’Arena, che ha fatto il punto sulla sua situazione e sugli obiettivi imposti dal club. Cioffi dovrà utilizzare al meglio queste due settimane di sosta per cercare di risollevare l’ambiente e dare una svolta a una stagione partita col piede sbagliato.

Solo cinque punti dopo sette giornate, troppi pochi per una piazza che tanto ha fatto vedere negli ultimi anni. Il tecnico toscano però sarà subito chiamato a dare una risposta sul campo: la sua posizione rimane comunque in bilico e i prossimi risultati saranno decisivi per il prosieguo della sua avventura sulla panchina del Verona.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Atalanta-Fiorentina, le formazioni ufficiali: Muriel titolare, Italiano schiera Kouame

Pubblicato

:

Alle ore 18:00 di questa domenica di Serie A, al Gewiss Stadium, andrà in scena Atalanta-Fiorentina. La banda di Gasp ospita dunque la Viola di mister Italiano che nella scorsa stagione ha sbancato a Bergamo portando a casa i tre punti.

Gasperini recupera Koopmeiners dopo il problema riscontrato con la nazionale olandese. In attacco Muriel e non Hojlund con Ederson e Lookman a supporto. Italiano si affida a Kouame con Saponara e Ikonè a completare il tridente. Ecco di seguito le formazioni ufficiali del match del Gewiss:

ATALANTA (3-4-2-1): Sportiello; Toloi, Okoli, Scalvini; Hateboer, Koopmeiners, De Roon, Soppy; Ederson, Lookman; Muriel. All. Gasperini

FIORENTINA (4-3-3): Terracciano; Venuti, Martinez-Quarta, Igor, Biraghi; Bonaventura, Mandragora, Barak; Ikonè, Kouamé, Saponara. All. Italiano

Continua a leggere

Flash News

Infermeria colma nel Milan, Saelemaekers rientra a gennaio

Pubblicato

:

Saelemaekers

Il Milan di Pioli continua a vincere e convincere, anche nonostante la lunga lista di infortunati, dato che tra l’altro inizia ad essere allarmante.

Alexis Saelemaekers durante la partita di Empoli ha subito un trauma distorsivo del ginocchio sinistro, di seguito il comunicato del Milan:

Alexis Saelemaekers durante la partita di Empoli ha subito un trauma distorsivo del ginocchio sinistro. Gli esami effettuati questa mattina hanno evidenziato una lesione parziale del legamento collaterale mediale. Il giocatore seguirà un trattamento conservativo.

In base a quanto riportato da Sky Sport, il giocatore resterà ai box almeno per sei settimane, quindi rientrerà dopo i Mondiali a gennaio.

Mike Maignan invece sta affrontando una lesione al gemello del polpaccio, rientro previsto per l’11^ giornata.

Sono 9 ad oggi i giocatori in infermeria nel Milan, a cui si aggiungono anche Kjaer e Calabria.

Continua a leggere

Flash News

Sampdoria-Monza 0-3, le pagelle del match: Pendolo Ciurria, Gabbiadini poco incisivo

Pubblicato

:

Il Monza dà continuità alla vittoria con la Juventus, espugnando il Ferraris per 0-3. Una grande gara giocata dai ragazzi di Palladino, che fanno la partita e creano tantissime occasioni. Pessina trova il primo gol con la maglia brianzola all’undicesimo minuto, mentre una magia di Caprari fissa il punteggio sullo 0-2. Sensi chiude il match al 95′. Male la Sampdoria, apparsa disunita e senza idee, che rimane all’ultimo posto in classifica. Marco Giampaolo sempre più a rischio esonero.

LE PAGELLE DELLA SAMPDORIA

Audero 6: Incolpevole sui tre gol presi, mentre si dimostra reattivo su Pessina e Rovella. Bene sulle uscite.

Bereszynski 5: Va in difficoltà come tutta la difesa della Sampdoria. Si fa ammonire per intervento in ritardo su Carlos Augusto. (Dal 68′ Conti 6: Più propositivo rispetto al polacco)

Colley 5: Si addormenta nell’azione del gol, deconcentrandosi e perdendosi Pessina alle spalle. Viene spesso disorientato da Mota. Il fuorigioco dell’attaccante portoghese gli risparmia l’espulsione.

Murillo 6: Rimedia un giallo per un fallo sul capitano biancorosso al 17′. Tuttavia, si rivela il migliore della retroguardia blucerchiata.

Augello 5.5: Il gol dello 0-1 arriva dalle sue parti. Si perde Ciurria che arriva alle sue spalle, dando la possibilità all’ex Atalanta e Milan di insaccare facilmente. Poco concreto anche quando scende sulla fascia. Meglio nel secondo tempo.

Rincon 5.5: Sensi e Caprari lo mettono in mezzo dalle sue parti, male anche nei contrasti. Si guadagna il rigore poi revocato dall’arbitro Ayroldi. Fa vedere qualcosa in più nella ripresa ma non basta a raggiungere la piena sufficienza.

Villar 5: Giampaolo gli affida le chiavi del centrocampo ma sbaglia molto. Soffre le imbucate dei centrocampisti di Palladino e i movimenti senza palla di Caprari e Pessina. (Dal 57′ Vieira 6: Riesce a dare maggior equilibrio al centrocampo blucerchiato)

Djuricic 6: Uno dei pochi che merita la sufficienza. Qualche guizzo. bene in fase difensiva. (Dal 68′ Verre 6: Giampaolo lo mette dentro dopo lo 0-2, riesce a fare poco)

Sabiri 6: Insieme a Djuricic è quello che ci prova di più, senza trovare fortuna. Molto nervoso, Ayroldi gli risparmia l’ammonizione.

Caputo 5.5: Molto movimento senza palla, viene servito poco dai suoi compagni. Inoltre, i pochi palloni che gli arrivano non li sfrutta a dovere. (Dal 57′ Quagliarella 6: Si muove molto ma non riesce a incidere)

Gabbiadini 4.5: Parte largo senza trovare la posizione. Anche accentrandosi, sbaglia molti palloni a livello tecnico. La fotocopia della sua partita no è quando – servito da Rincon – sbaglia completamente da buona posizione. (Dal 74′ Pussetto s.v: Entra praticamente a partita chiusa)

LE PAGELLE DEL MONZA

Di Gregorio 6: È bravo nelle uscite e si rivela discreto nel palloni con i piedi.

Izzo 6: Regala un angolo ai blucerchiati svirgolando un pallone che poteva essere sanguinoso. (Dal 71′ Donati: Subentra all’ex Toro, regge bene il confronto con Quagliarella)

Pablo Marì 6: Buona prestazione dell’ex Udinese che è attento e preciso negli interventi.

Caldirola 7: Il migliore del terzetto difensivo. Imperioso sui colpi di testa, ottimo negli anticipi.

Ciurria 7.5: Un pendolo sulla fascia destra. Sfrutta un ottimo pallone di Sensi e regala a Pessina il suo primo gol in maglia brianzola. Pulito e attento in fase difensiva. C’è il suo zampino anche sul raddoppio biancorosso. (Dal’ 71 Birindelli 6: Attento, si fa vedere spesso anche in fase offensiva, servendo anche l’assist a Sensi per lo 0-3)

Rovella 6.5: Certifica la supremazia a centrocampo dei ragazzi di Palladino. Recupera palloni e trova ottime linee di passaggio per i trequartisti.

Sensi 7.5: Pennella dal limite dell’area un pallone splendido per Ciurria sull’azione del vantaggio. Gestisce tutti i palloni che gli arrivano, mettendo in porta diverse volte i suoi compagni. Al 95′ trova anche la gioia personale del gol)

Carlos Augusto 6: Spinge meno rispetto all’altro esterno concentrandosi di più sulla fase difensiva. Contiene bene la coppia GabbiadiniBereszynski.

Pessina 6.5: Rifinisce un’azione molto bella iniziata da Sensi, sfruttando l’assist di Ciurria con un grande inserimento, suo marchio di fabbrica. Viene ammonito alla fine del primo tempo. (Dall’83 Barberis s.v.)

Caprari 6.5: Nel primo tempo viene trovato spesso dai compagni ma non riesce ad essere incisivo come spesso gli capita, approfittando degli spazi che lascia la Samp. Manca un aggancio favorevole su un’ottima verticalizzazione di Sensi. Al 67′ trova una magia al volo, siglando il 2-0 in favore dei brianzoli. (Dall’83 D’alessandro s.v.)

Mota Carvalho 6: Fa molto lavoro senza palla, liberando spazi per gli inserimenti dei propri compagni. Prova di sacrificio. (Dal 61′ Gytkjaer 6.5: Ottimo ingresso del danese che arriva diverse volte alla conclusione)

Continua a leggere

Flash News

Sassuolo-Salernitana, le pagelle del match: Laurienté devastante, bene Thorstvedt

Pubblicato

:

Torino

Dopo la sosta per gli impegni con le Nazionali, è tempo di tornare in campo per Sassuolo e Salernitana. I granata arrivano al match del “Mapei” con il dente avvelenato: due settimane fa la squadra di Nicola ha perso la gara contro il Lecce tra le mura amiche. Il Sassuolo, al contrario, è reduce dall’importante vittoria conquistata al “Grande Torino” in extremis. Le due squadre arrivano alla partita a due punti di distanza: una vittoria della Salernitana permetterebbe ai campani di andare a +1 sul Sassuolo, che ha finora ha ottenuto 9 punti. Da segnalare la presenza in campo, per la prima volta, di un arbitro donna: la sig.ra Ferrieri Caputi della sezione di Livorno. Numero Diez era presente in Tribuna Stampa al “Mapei Stadium”.

Dionisi opta per il classico 4-2-3-1 in pieno stile Sassuolo: Ferrari ed Erlic compongono il tandem difensivo, completato da Toljan e Rogerio. In mediana Maxime Lopez e Frattesi, mentre sulla trequarti Dionisi lancia Laurienté, Ceide e Thorstvedt a supporto dell’unica punta di riferimento Pinamonti. Nicola risponde con il solito 3-5-2: in attacco fiducia alla coppia Piatek-Dia, sulle fasce confermati Candreva e Mazzocchi. Maggiore, Coulibaly e Vilhena completano la mediana della Salernitana, mentre in difesa l’ex allenatore del Torino decide di dare fiducia all’ex Atalanta Lovato.

LO SVILUPPO DEL MATCH

La partita è dinamica e ricca di colpi di scena fin dal primo minuto. Entrambe le squadre riescono a creare ad azioni pericolose, sfruttando gli attacchi alla profondità e gli ampi spazi di campo scoperti. Il Sassuolo si affida agli strappi di Laurienté, che spesso e volentieri riesce a mettere in crisi l’intero pacchetto arretrato granata grazie alla sua accelerazione. È proprio Laurienté a sbloccare la gara al 12’: l’esterno neroverdi calcia quasi da fermo, trovando il gol con l’aiuto del palo. Sepe non può nulla sulla perla di Laurienté, ma pochi minuti dopo salva i suoi con una grande parata su Thorstvedt. Al 25’ la Salernitana risponde. Dia, dopo una serie di passaggi nello stretto, trova un Consigli in versione super che gli nega la gioia del gol. Al 32’ Laurienté torna in azione: il francese semina il panico nella retroguardia granata con un coast to coast devastante, ma sbaglia la conclusione finale. Al minuto 34 Dia si divora il pareggio, mettendo a lato un rigore in movimento dopo l’assist di Mazzocchi. Il suo errore costa caro alla Salernitana: tre minuti più tardi Maggiore stende Ceide in area: l’arbitro assegna il penalty, trasformato da Pinamonti. 

Nel secondo tempo i ritmi sono generalmente più bassi. Il Sassuolo controlla totalmente la partita, chiudendo la partita al 53’: Alvarez trova in area Thorstvedt, che conclude a rete trovando il gol del 3-0. I neroverdi poi rallentano il ritmo, consapevoli del contraccolpo mentale subito dalla squadra di Nicola, che non riesce più a rendersi pericolosa. Laurienté, però, non si ferma: muovendosi ancora tra le linee, crea scompiglio nella difesa della Salernitana e serve Harroui, che, liberissimo, incrocia e segna il 4-0. Nei minuti di reupero Antiste fissa il risultato finale sul 5-0 dopo un’azione di contropiede. 

SASSUOLO

Consigli 6,5: salva il Sassuolo con una grande parata su Dia. 

Toljan 6: dialoga bene con Ceide sul lato destro. 

Ferrari 6: riesce a controllare bene il tandem Piatek-Dia con l’aiuto di Erlic.

Erlic 6: collabora con il compagno di reparto, Piatek e Dia non sono mai pericolosi. (Dal 67’ Ayhan 6)

Rogerio 6: si propone in attacco nei primi minuti, poi abbassa il proprio baricentro e si limita a contenere gli spunti dei campani. 

Frattesi 6,5: vince il duello con Maggiore a centrocampo, riesce a dare qualità alla mediana neroverdi. (Dall’80’ Obiang SV)

Lopez 6: dialoga bene con Frattesi, fa da schermo alla sua difesa.

Ceide 6,5: si procura il rigore, trasformato da Pinamonti. (Dal 59’ Antiste 6,5: trova il gol in contropiede).

Thorstvedt 7: ha una buona chance che sbaglia davanti a Sepe, i suoi movimenti disorientano Lovato e Daniliuc. Trova la rete del 3-0 con un gran mancino incrociato. (Dal 67’ Harroui 6,5. Trova il gol del 4-0 in contropiede)

Laurienté 7: impressionante. Fa quello che vuole. Appena “strappa” riesce a mettere in crisi l’intensa difesa della Salernitana. Segna un gran gol e fornisce l’assist del 4-0 a Harroui. 

Pinamonti 6,5: lotta, fa respirare la squadra e segna il rigore del 2-0. (Dal 46’ Alvarez 6,5: fornisce l’assist del 3-0 fornendo a Thorstvedt un assist intelligente).

SALERNITANA

Sepe 5,5: incolpevole sui gol del Sassuolo, salva la Salernitana con ottimi interventi nel primo tempo ma crolla insieme all’intero reparto nel secondo tempo.

Bronn 5: perde il duello con laurienté dopo appena 12’. (Dal 46’ Bradaric 5)

Daniliuc 5: non riesce a dare solidità e certezze al pacchetto difensivo.

Lovato 5: si fa saltare con un tunnel da Ceide in occasione del rigore conquistato dal Sassuolo.

Candreva 5,5: fatica a spingere dal suo lato: Rogerio è attento. 

Maggiore 5: perde lo scontro con Frattesi, causa il rigore del 2-0. Sostituito da Nicola dopo appena 45 minuti. (Dal 46’ Radovanovic 5,5)

Coulibaly 5: inizia bene, poi cala con il passare dei minuti. Si perde totalmente nel secondo tempo. 

Vilhena 5,5: dal suo piede nascono le azioni più pericolose della Salernitana. Prende un giallo evitabile, poi sparisce. (Dal 59’ Bonazzoli 6)

Mazzocchi 5,5: non spinge come al solito dal suo lato. Oggi non convince. (Dall’80’ Kastanos SV)

Dia 5,5: si fa ipnotizzare da Consigli e sbaglia clamorosamente un rigore in movimento. (Dall’80’ Botheim SV)

Piatek 5: mette in difficoltà Consigli con un colpo di testa, per il resto non riesce a trascinare i suoi. Mette a lato un colpo di testa su cui avrebbe potuto fare meglio, poi si eclissa totalmente. 

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969