Connect with us
Esonero Bocchetti? Parla il ds del Verona:"Ora affrettare decisioni sarebbe prematuro"

Flash News

Esonero Bocchetti? Parla il ds del Verona:”Ora affrettare decisioni sarebbe prematuro”

Pubblicato

:

Verona

L’Hellas Verona sta vivendo una delle peggiori stagioni della sua storia, caratterizzata da ben 10 sconfitte consecutive. Durante il giorno di presentazione ufficiale del nuovo DS gialloblu, Sean Sogliano, si è parlato delle problematiche che affliggono la squadra e le possibili soluzioni.

Di seguito le parole del DS Sean Sogliano.

“La differenza è che il Verona lo scorso anno faceva un gol in più degli altri. Io qualche idea me la sono fatta su questa rosa, e probabilmente non la cambierò, ma devo prendermi del tempo per parlare con i giocatori e capire cosa c’è nella loro testa. Il Verona ha avuto sempre un marchio di fabbrica: la corsa. E se la squadra corre è perché si allena forte. Bisognerà tornare ad allenarsi, e poi iniziare a ragionare nel particolare”.

CAMBIO ALLA GUIDA TECNICA

“Questo è un periodo particolare per prendere una decisione di qualsiasi natura nel mondo del calcio, con il Mondiale di mezzo. Parlerò con lui, con i giocatori e con il suo staff. Da certe prestazioni si può e si deve ripartite. Ora affrettare altre decisioni sarebbe prematuro. Si gioca comunque tra 40 giorni”. 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Inzaghi: “Skriniar molto probabilmente sarà della partita”

Pubblicato

:

Inzaghi

Domani alle 20:45, a San Siro, andrà in scena il big match della 21ª giornata di Serie A, Inter-Milan. Sarà un Derby della Madonnina al quale la squadra di Simone Inzaghi arriverà certamente con più consapevolezza dei propri mezzi e, con un Lukaku sulla via del rientro definitivo la squadra sembra essere nettamente più forte di quella rossonera.

La squadra di Pioli arriva da un momento no, dove tutto sembra andare nella direzione sbagliata. Certamente si parla di uno dei momenti più bui della recente storia rossonera, ma il derby è una partita diversa, più sentita e sicuramente più combattuta, per il benessere dei tifosi delle squadre meneghine. Alla vigilia del match, l’allenatore dei nerazzurri, Simone Inzaghi, ha parlato ai microfoni della stampa. Di seguito le sue parole.

COME ARRIVA L’INTER AL DERBY – Il derby è una partita sentitissima da tutti noi. Serviranno testa e cuore. Ci arriviamo pronti a dare tutto sul campo e contenti della qualificazione alla semifinale di Coppa Italia a cui penseremo ad aprile. I punti sono importantissimi per ogni obiettivo in questa fase”.

SU SKRINIAR – “Per quel che riguarda Skriniar non giudico le scelte ma l’uomo e il giocatore che sono unici. Un ragazzo splendido che lavora sempre benissimo. Manca l’allenamento di oggi e domani mattina ma molto probabilmente sarà della partita. Non sarà più il capitano ma se n’è parlato col ragazzo e la società tranquillamente. Il capitano è Handanovic, poi si scalerà in base alle presenze. A me preme la partita”.

SU LUKAKU – È in crescita, così come è in crescita Correa e spero di recuperare pure Brozovic e Handanovic. Poi sono l’allenatore e cercherò di fare scelte funzionali alla partita. Il ragazzo è molto dispiaciuto perché non è riuscito a dare l’apporto che serviva. Non è dipeso da lui ma da un infortunio mai avuto in carriera. Sta lavorando per essere al pari e l’obiettivo è portarlo al pari con gli altri senza più rallentamenti”.

SUL RIENTRO DI BROZOVIC – Brozovic è molto importante. Abbiamo avuto fuori Lukaku e Brozovic e in determinati momenti siamo stati bravissimi a sopperire. In quel ruolo ha fatto molto bene Calhanoglu, abbiamo Asllani che cresce subentrando in partite importanti e delicate come a Cremona o con l’Atalanta. Sono contento di lui e del rientro di Brozovic”.

SUL DERBY – “I dati sono chiari. L’anno scorso ci sono stati due punti di differenza e due ce ne sono quest’anno. L’anno scorso il derby è stato deciso da un episodio. Domani dovremo prestare attenzione perchè il Milan avrà voglia di rivalsa. Si affrontano le due squadre che lo scorso anno hanno lottato fino alla fine per lo scudetto e che pochi giorni fa si sono affrontate in finale di Supercoppa”.

SULLO SCUDETTO – “Non cambia niente. Sappiamo che c’è questo distacco. L’ho detto prima che ogni punto è importantissimo per ogni obiettivo. Guardiamo solo ciò che accade all’Inter”.

SU LAUTARO MARTINEZ –È un anno abbondante che gioca su altissimi livelli, al di là del Mondiale. Negli ultimi dodici mesi ha avuto rendimento costante ed elevato. Se l’è meritato per come lavora. I primi tre mesi l’anno scorso non era in quella condizione smagliante ma capita a tutti i giocatori. Dalla ripresa dell’anno scorso in poi è un anno che tiene grandissimi livelli e speriamo continui così. Con le problematiche di Lukaku e Correa ha giocato tantissimo ma questo lo ha anche aiutato a tenere la condizione”.

Continua a leggere

Calciomercato

Cellino valuta gli svincolati per rinforzare il Brescia: Zaza tra i nomi

Pubblicato

:

Cellino

Massimo Cellino, presidente del Brescia, club attualmente quattordicesimo in Serie B, sta valutando vari profili di calciatori svincolati per rinforzare la rosa. Infatti, stando a quanto riporta BresciaOggi, le Rondinelle starebbero osservando vari giocatori senza contratto per provare a risalire in classifica e puntare alla zona Play-off. Tra i nomi spiccano il norvegese Ola Kamara, attaccante classe ’89 ex D.C. United, Marco Sau e Simone Zaza.

La dirigenza lombarda in particolare sta monitorando con molta attenzione la situazione dell’ex-Torino, il quale sarebbe molto gradito dall’ambiente Brescia.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Greenwood e un futuro da ricostruire: possibile ripartenza in Cina

Pubblicato

:

Greenwood

Mason Greenwood, dopo essere stato assolto dall’accusa di stupro vuole ricostruirsi il suo futuro. L’attaccante classe 2001, ancora di proprietà del Manchester United, si trova fuori dal progetto dei Red Devils ed è attualmente in uscita. Inoltre non gioca una partita ufficiale dal 5 dicembre del 2021 contro il Crystal Palace, match in cui servì l’assist per la vittoria a Fred.

Dal momento che le sue doti calcistiche sono indiscusse, si potrebbero aprire comunque diversi scenari per la sua prossima squadra. Tuttavia, come riporta il Sun, Greenwood avrebbe scelto il campionato cinese, ambiente abbastanza tranquillo e con poche pressioni per crearsi una nuova immagine di sé.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Chelsea nel mirino della UEFA per il Fair Play Finanziario

Pubblicato

:

Chelsea

L’organo di controllo finanziario della Federcalcio europea ha messo nel mirino le operazioni del Chelsea. Il club era già stato inserito nella “lista di controllo” e la non qualificazione in Champions League potrebbe portare il club al rischio di violazione delle regole del Fair Play Finanziario UEFA. Il massimo organo calcistico europeo aveva già annunciato a settembre che i Blues erano tra i 19 club europei che sono sfuggiti a misure sanzionatorie a causa dell’emergenza Coronavirus, ma adesso la situazione è migliorata e la società londinese è sotto tiro per una sessione invernale di calciomercato a dir poco faraonica.

La spesa monstre spesa dai Blues, quasi 330 milioni di euro, ha fatto sì che il costo della rosa di Potter salisse alle stelle. Secondo quanto riportato dal quotidiano inglese The Times, il club di Todd Boehly ha adottato una politica che permetterà di siglare accordi di lunga durata e consentirà al Chelsea di distribuire il costo dei cartellini su più stagioni. Questa strategia però, non sembra poter tranquillizzare il club londinese che, in caso di mancato quarto posto, potrebbe essere costretto a vendere le stelle acquistate in questa sontuosa sessione di calciomercato. I calciatori cresciuti nel settore giovanile, e dunque con un valore netto a bilancio prossimo allo zero, potrebbero salvare il Chelsea. Callum Hudson-Odoi, Conor Gallagher e Ruben Loftus-Cheek potrebbero portare circa 100 milioni nelle casse del club.

Per sostituire la vecchia versione del Fair Play Finanziario, la UEFA ha introdotto un nuovo elemento chiamato “squad cost rule”, che prevede che i club avranno un limite di spesa pari al 90% dei ricavi per gli stipendi dei giocatori, i trasferimenti e le commissioni degli agenti. Il limite si abbasserà all’80 e ancora al 70% negli anni successivi, fino ad arrivare a regime nella stagione 2025/26.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969