Dove trovarci

I 10 gol più belli di Ibrahimović in MLS

Negli scorsi giorni la notizia più sorprendente è stata la decisione di Zlatan Ibrahimović di lasciare la Major League Soccer e i Los Angeles Galaxy dopo due anni. Due stagioni, quelle passate oltreoceano, che hanno visto l’attaccante svedese, alla veneranda età di 38 anni, giocare e divertirsi come un ragazzino. Fisicamente, dopo il grave infortunio al crociato al Manchester United, Ibrahimović appare in formissima e anche davanti la porta ha fatto capire di rimanere uno dei centravanti più forti del mondo e probabilmente della storia di questo sport. In attesa di capire quale sarà il suo futuro, Numero Diez ha deciso di raccontare l’avventura a stelle e strisce di Ibrahimović attraverso i suoi dieci gol più belli segnati in MLS.

10° POSTO: vs SEATTLE SOUNDERS 18/8/19

Al decimo posto di questa speciale classifica troviamo uno dei gol più recenti segnati dal numero 9 svedese. Si tratta di un bellissimo colpo di testa segnato quest’estate al Seattle Sounders: il cross che arriva dalla destra da Lletget è calibrato ma lo stacco di Ibrahimović è davvero incredibile. Marcato quasi a uomo dal difensore avversario, l’attaccante dei Galaxy trova il tempo e lo spazio per colpire il pallone di testa, dando una “frustata”, come si dice in gergo, che sorprende il portiere che in controtempo non può nulla. Il pallone va dritto ad infilarsi sul secondo palo e la parabola inflitta dal colpo di testa di Ibra è davvero imprendibile. È il gol del momentaneo 1-1: la partita si concluderà poi in pareggio sul risultato di 2-2, e sarà sempre Re Zlatan a gonfiare la rete.

9° POSTO: vs TORONTO 5/8/19

Qualche settimana prima Zlatan Ibrahimović aveva deliziato i propri tifosi con un altro gol di testa, grande specialità del centravanti svedese che in America ne ha segnati tantissimi con questo fondamentale. Ad un quarto d’ora dalla fine a sbloccare la partita è proprio Zlatan, che si fa trovare libero in area di rigore e pronto a ribadire in rete il gol del vantaggio. Uno splendido colpo di testa in arretramento che lascia sul posto il portiere avversario. I L.A. Galaxy vinceranno la partita per 2-0, e ancora una volta è Ibracadabra, vecchio soprannome ai tempi dell’Inter, a decidere il match con una doppietta, una delle tante che hanno contraddistinto l’ultima stagione da 31 gol totali.

8° POSTO: vs VANCOUVER WHITECAPS 5/4/19

Di gol belli e speciali Ibrahimović ne ha segnati parecchi in carriera. Quello realizzato il 5 aprile di quest’anno in MLS non sarà stato importantissimo ma rientra di diritto tra i dieci gol più belli segnati dallo svedese negli USA. Sul risultato di 1-0 i Galaxy – assist proprio di Ibra -, il numero 9 degli ospiti decide di chiudere i conti con un gol davvero da cineteca. In area di rigore raccoglie un cross solitario come solo sui sa fare, come se sul petto avesse una calamita: controllo, primo rimbalzo e botta di destro che si infila sotto la traversa. Andare al minuto 2:56 del video qui sotto per rifarvi gli occhi.

7° POSTO: vs VANCOUVER WHITECAPS 29/9/18

È ancora la squadra canadese di Vancouver ad esser protagonista in questa classifica tra i dieci gol più belli segnati in MLS da Zlatan Ibrahimović. Questa volta, però, dobbiamo andare indietro di circa un anno, nel settembre 2018. Il parziale al 57′ è di 1-0 per i L.A. Galaxy, andati in vantaggio grazie al rigore trasformato – guarda un po’- dal solito Ibrahimović. E non può che essere Ibra a segnare la rete del raddoppio: lo svedese raccoglie un pallone al limite dell’area, dopo uno scambio con un compagno sulla destra, punta il difensore avversario uscito in pressione e lo salta netto con una finta che lo lascia di sasso; a quel punto non ce n’è per nessuno: gran tiro di destro dal limite che sfiora la traversa e che supera il portiere. Che gol.

6° POSTO: vs D.C. UNITED 5/7/18

Al sesto posto tra i migliori gol realizzati dal fuoriclasse svedese troviamo quello messo a segno durante l’estate 2018 al D.C. United di Wayne Rooney. Dalla sinistra arriva un interessante cross di Romney sul quale Ibrahimović si avventa come un avvoltoio. In carriera Zlatan di gol così ne ha fatti tanti e anche in America hanno imparato che quando di fronte hai un calciatore così, è difficile che il pallone non caramboli in rete. Ibra arriva con un tempismo perfetto, anticipando il diretto marcatore e colpendo la sfera di sinistro al volo, prendendo in controtempo il portiere della squadra della capitale. Risultato? Palla in gol. E l’espressione di Re Zlatan dopo aver visto il pallone entrare in porta è la tipica espressione di chi sa di aver realizzato un grande gol. Fiducia nei propri mezzi, consapevolezza di essere uno dei più forti di sempre, fiero di essere Zlatan. È questo quello che traspare dal volto di un 38enne che gioca e segna come se avesse la metà dei suoi anni. Eterno.

5° POSTO: vs SAN JOSE EARTHQUAKES 30/6/18

Si inizia ad andare verso il podio e al quinto posto inseriamo uno dei gol più emblematici della forza, della potenza e probabilmente della supremazia di Ibrahimović negli States. La gara contro i Quakes è iniziata da neanche un minuto ma per Ibra cambia poco. Basta andare al minuto 0:30 del video qui sotto per ammirare l’onnipotenza di un giocatore che ha vinto praticamente ovunque sia andato, ma negli USA non ha trovato la stessa fortuna. Defilato sulla destra, in area di rigore, scarica di prima intenzione un tiro così violento che a tratti spacca la porta. Palla all’incrocio e rete dell’1-0. La gara terminerà 3-3 e, come se non bastasse, altra doppietta di Ibrahimović.

4° POSTO: vs LA FC 20/7/19

Ai piedi del podio troviamo uno dei gol più recenti realizzati da Ibrahimović, quello segnato il 20 luglio 2019 ai rivali del Los Angeles FC, una della vittime preferite di Ibra, alla quale ha peraltro segnato tanti gol bellissimi. E tra questi ce n’è uno che non è rientrato nella top 3 solo perché tra i primi ce ne sono davvero di fantastici. All’ottavo minuto, con i Galaxy sotto di un gol, il gol della giornata lo inventa Sua Maestà Ibrahimović: dai venti metri Ibra controlla un lancio complicato di petto, poi si aggiusta il pallone con la coscia eludendo la marcatura di due avversari. Il sombrero con il quale si smarca è da campione assoluto ma l’esterno destro con il quale trafigge il portiere è da fenomeno vero. Una rete bellissima, magnifica. La bellezza e la forza di Ibrahimović sta proprio in questo: rende semplici cose che sono, invece, semplicemente disumane.

3° POSTO: vs TORONTO 16/9/18

Gol normali? Mai. Soprattutto se ti chiami Zlatan Ibrahimović ed hai appena segnato il numero 500 in carriera. Lo svedese, nel settembre dello scorso anno, per celebrare la rete numero 500 in carriera ha deciso di regalarsi una delle tante magie che hanno caratterizzato le proprie avventure europee. Lo sa bene la nostra Nazionale, che nel 2004 vide sbocciare un giovane campioncino in grado di segnare di tacco con una mossa di taekwondoo, o l’Inter, la squadra che prima fra tutte ha conosciuto la reale forza di Ibrahimović. Ecco, allora, che contro Toronto il campione di Malmo ha impreziosito una partita – poi persa 5 a 3 – con un gol da stropicciarsi gli occhi. Tacco volante con giravolta. Più facile a farsi che a dirsi, perché quella di Ibrahimović è un’arte da osservare e da ammirare e che raccontare, a volte, non basta.

2° POSTO: vs NEW ENGLAND REVOLUTION 3/6/19

Una delle specialità della casa è la rovesciata. E anche negli Stati Uniti Ibrahimović ha deliziato i propri fan con quello che è uno dei gesti tecnici e atletici più belli tra tutti. La partita contro il New England Revolution i Galaxy la perdono 2-1 ma la rovesciata dell’attaccante scandinavo rimane una delle reti più belli dell’anno.

1° POSTO: vs LA FC 31/3/18

È quasi romantico, sotto un certo punto di vista, celebrare l’addio di Ibrahimović con quello che di fatto è stato il suo primo gol in MLS. Il 31 marzo 2018 tutta Los Angeles è ai suoi piedi. Non solo perché è appena arrivato un calciatore di livello mondiale, ma soprattutto perché all’esordio con i Galaxy tira fuori dal cilindro un gol da fantascienza, che a fine stagione verrà poi votato gol dell’anno in MLS. La sua prima marcatura in America arriva nel derby contro i Los Angeles FC di Vela ed è semplicemente maestosa. Ibra, entrato nella ripresa con la propria squadra sotto 3-1, dà il via ad una rimonta memorabile con un gol da centrocampo. Una sassata da oltre 30 metri che manda in visibilio tutto il pubblico di Los Angeles. Il 3-3 resiste fino al 90′, quando è poi lo stesso Ibrahimović a realizzare il gol del definitivo 4-3. In due stagioni lo svedese ha segnato 52 reti, ma la prima volta, come si suol dire, non si scorda mai.

(Fonte immagine in evidenza: profilo Facebook Ibrahimovic)

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in Calcio Internazionale