Connect with us

Qatar 2022

I commenti social al Mondiale: giorno 5

Pubblicato

:

Punto d’informazione, di impressioni e passioni condivise, i social network oggi più che mai raccontano le emozioni dei tifosi. Numero Diez vi presenta la rassegna dedicata ai più importanti messaggi della giornata di ieri.

 

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Frey: “Mbappé farà un grande mondiale, anche grazie all’assenza di Benzema”

Pubblicato

:

Mbappe

Sebastian Frey ha le idee chiare su che Mondiale si aspetta da Kylian Mbappé. Il fuoriclasse del PSG ha già segnato tre reti nella competizione, prendendosi già la scena più di Messi e di Cristiano Ronaldo. Intervenuto a KickOff, trasmissione live su Twitch, l’ex portiere della Fiorentina ha fornito un’analisi interessante sul motivo per cui il numero diez francese stia rendendo a livelli così alti:

Credo che l’assenza di Benzema possa avergli giovato, perché Benzema ha un peso ed un valore che attrae attenzioni e palloni verso di lui. Ora che lui non c’è, Mbappé si può prendere sulle spalle la Francia e paradossalmente si sente più libero, perché la stella indiscussa è lui e non deve dividersi questo ruolo con nessuno. La concorrenza con il numero 9 del Real poteva creargli qualche pensiero in più“.

Continua a leggere

Qatar 2022

Messi nel post-partita contro il Messico: Su di me tante bugie”

Pubblicato

:

Messi

L’Argentina non stecca la sua seconda partita in questo Mondiale e conquista tre punti che sono oro in ottica qualificazione. Infatti, dopo la sconfitta dell’esordio contro l’Arabia Saudita, la Seleccion si è rialzata nel migliore dei modi. Sempre, ovviamente, nel segno di Lionel Messi. La Pulce apre le danze con la rete del vantaggio e le chiude con l’assist per il 2-0 di Enzo Fernandez. Serve lui per accendere la luce nella squadra di Scaloni, ancora poco lucida in alcuni momenti.

Nel post-paritta, però, Messi si è schierato a strenua difesa dei suoi connazionali. Ecco le sue parole.

Nel primo tempo non abbiamo giocato come dovevamo, ma nel secondo abbiamo iniziato a muovere la palla e con il gol siamo tornati ad essere la squadra che siamo. Dovevamo vincere per stare meglio, per noi la prima gara è stata dura, c’erano tanti condizionamenti tanti ragazzi che giocavano il loro primo Mondiale, il calendario. Non voglio trovare scuse, ma non siamo stati quelli che saremmo dovuti essere. Possiamo dire, però, che abbiamo anche perso per due giocate isolate: sapevamo che oggi per noi iniziava un altro Mondiale“.

Poi sulle sue condizioni fisiche.

Non so perché si siano dette tante cose. L’altro giorno si parlava di caviglia, io non avevo niente. Non mi sono mai allenato da solo, abbiamo lavorato come dovevamo lavorare e siamo siamo arrivati ​​qui. Ora non possiamo commettere errori, perchè sapevamo che la risposta del pubblico sarebbe stata quella di oggi. Abbiamo lavorato molto insieme e siamo tutti uniti, non possiamo arrenderci ora!

Continua a leggere

Flash News

Primo gol di Lewandowski al mondiale: “Ho realizzato un sogno!”

Pubblicato

:

Lewandowski

Non c’è mai un limite di età alle emozioni. Lo dimostra il caso di Robert Lewandowski, che a 34 anni ha segnato la sua prima rete in una coppa del mondo. Il bomber polacco è diventato noto per aver messo a referto valanghe di gol con le maglie di Borussia Dortmund, Bayern Monaco e, ora, Barcellona. Ma con la sua Polonia non aveva mai esultato in un mondiale. Non lo ha potuto fare nel 2014, perchè i suoi hanno mancato la qualificazione alla competizione. Non è riuscito a farlo nel 2018. E non ci era riuscito fino all’82’ della gara odierna contro l’Arabia Saudita.

Ad 8′ dal termine regolamentare dle match, però, i suoi connazionali hanno visto RL9 esultare per la prima volta in un mondiale con la loro maglia. Queste le parole di Lewandowski sulla rete siglata quest’oggi: “Ho realizzato il mio sogno. La cosa più importante è il bene della squadra, ma aspettavo questo momento da tanto“.

Continua a leggere

La nostra prima pagina

Argentina-Messico 2-0, le pagelle: la decidono Messi e Fernández!

Pubblicato

:

Messi

Al Lusail Stadium è appena terminato il match tra Argentina e Messico, sfida valida per la seconda giornata del girone C dei Mondiali. La prima fase di gioco è stata senza alcun dubbio dominata dall’Albiceleste. Tuttavia, il loro possesso palla è stato sterile e le azioni d’attacco non hanno impensierito la difesa messicana. Nel secondo tempo esce fuori il talento dell’Argentina, trascinata da un Messi totalmente rinato. Al 64′ il fenomeno del PSG mette la palla alle spalle di Ochoa il gol del vantaggio con un tiro da fuori area. Sul finale di match, invece, il subentrato Enzo Fernández calcia a giro e insacca la palla all’incocio dei pali. Il risultato finale, dunque, è 2-0. L’Argentina, quindi, resta in corsa per la qualificazione agli ottavi.

LE PAGELLE DELL’ARGENTINA

Martínez 6: Prestazione sufficiente, non rischia nulla nell’arco dei 90 minuti e i tiri del Messico sono imprecisi.

Montiel 6: Buona spinta sulla fascia di competenza. Soprattutto nella prima frazione di gioco, è dalla sua zona di campo che si sviluppa il gioco dell’Albiceleste. Viene ammonito, però, per un brutto fallo su Gutiérrez in chiusura di primo tempo. (Dal 64′ Molina 6: Prova diverse volte la conclusione e si fa vedere molto dalle parti di Ochoa, nonostante un po’ di imprecisione sotto porta)

Otamendi 6: Pochi rischi per il centrale classe classe ’88. Fa girare bene palla e non viene mai impensierito dagli avversari.

Lisandro 7: Prestazione pulita per il centrale del Manchester United. Interviene sempre in modo composto e non si fa mai trovare impreparato dagli attaccanti messicani. Sempre molto attento sulle palle alte e negli uno contro uno.

Acuña 6: Discreta prestazione in fase difensiva, nonostante diverse volte venga colto impreparato dagli esterni avversari. Si evidenziano anche buoni spunti offensivi.

De Paul 6,5: Buona prestazione per il centrocampista dell’Atletico Madrid. Compie qualche imprecisione in fase di costruzione, ma si muove bene tra le linee.

Rodríguez 6,5: Amministra il gioco argentino dalla cabina di regia facendo un buon giro palla. Pochi errori tecnici e molto pulito sia in fase difensiva, che nell’impostazione. Il suo possesso palla, però, è molto sterile. (Dal 57′ Fernández 8: Dimostra sin da subito una buona visione di gioco e buone capacità di impostazione. All’87 mette in porta uno spettacolare tiro a giro, che vale il raddoppio dell’Argentina)

Di María 7,5: Si muove bene negli spazi, aprendo ottimi varchi sul fronte offensivo. Si libera spesso al tiro, non riuscendo. però, a trovare la rete. Suo l’assist al 64′ per il gol di Messi cha ha sbloccato il risultato. (Dal 69′ Romero 6: Non viene impensierito più di tanto dalle azioni avversarie. Molto attento sulle palle alte.)

Messi 8,5: Dopo la prestazione sottotono contro l’Arabia Saudita vuole riscattarsi. Si abbassa spesso a centrocampo per ricevere palla. Dopo una prima fase di gioco piuttosto complicata, al 64′ sblocca il risultato con una conclusione da fuori area. Decisivo anche in occasione del gol di Fernandez, in cui sigla l’assist decisivo.

Mac Allister 6,5: Svaria su tutto il fronte d’attacco, abbassandosi anche sulla linea dei centrocampisti. Tenta la giocata diverse volte, ma senza impensierire più di tanto la difesa avversaria. (Dal 69′ Palacios 6: Fa girare bene palla, ma non si rende pericoloso in zona d’attacco)

Lautaro 5,5: Molto isolato nella prima parte di match. Gli unici spunti interessanti della sua prestazione sono un colpo di testa terminato sul fondo e un tunnel nel secondo tempo. (dal 63′ Álvarez 6: Prova subito a mettere in mostra le proprie doti offensive. Scambia bene con Messi e si rende pericoloso sul fronte offensivo)

LE PAGELLE DEL MESSICO

Ochoa 6: Prestazione sufficiente nonostante i due gol subiti. Poche responsabilità in occasione del gol di Messi, il tiro del fenomeno argentino è preciso e si insacca all’angolino. Anche il gol del raddoppio, firmato da Enzo Fernandez, è imprendibile.

Montes 6,5: E’ il leader difensivo del Messico. Sempre molto attento nelle azioni offensive dell’Argentina.

Araujo 5,5: Non una buona prestazione per lui. Sulla sua testa grava un brutto fallo al 22′ ai danni di Acuna, con conseguente ammonizione.

Moreno 6: Nonostante gli attaccanti argentini non fossero clienti comodi, si comporta bene in fase difensiva.

Gallardo 6: Non commette molti errori, ma non sempre riesce a contenere gli scatti degli attaccanti avversari.

Chávez 5,5: Poco coinvolto nel gioco messicano. Non si rende mai pericoloso nelle azioni offensive.

Herrera 5: Spesso molto cruento e aggressivo nei suoi interventi. In fase d’attacco si vede poco e in fase di non possesso è spesso costretto a commettere fallo.

Guardado 6,5: E’ il leader tecnico e mentale del Messico, guida dalla cabina di regia i suoi compagni. Al 42′, però, è costretto al cambio. (Dal 42′ Gutiérrez 6: Entra in campo e conquista subito una punizione da posizione molto interessante. Chiude bene le linee di passaggio avversarie e non fa assolutamente pesare la mancanza di Guardado. Nel secondo tempo viene ammonito per un brutto fallo ai danni di Leo Messi.)

Álvarez 5: Non è mai pericoloso in zona d’attacco e viene servito poco dai suoi compagni.  (Dal 67′ Jimenenz 5: Subentra nel momento migliore per l’Argentina. E’ molto isolato e viene servito poco dai centrali avversari)

Lozano 6: Il più pericoloso tra gli attaccanti messicani. Conquista diversi falli e se rende spesso insidioso con i suoi scatti sulla fascia. (Dal 73′ Alvarado 4,5: Viene circondato dai difensori avversari e tocca pochi palloni )

Vega 5,5: Poco pericoloso dalle parti di Martinez. Resta spesso isolato sulla fascia sinistra e i difensori argentini non fanno troppa fatica a fermare le sue giocate.  (Dal 66′ Antuna 5: Pochi spunti offensivi. Viene servito poco dai compagni e in modo impreciso )

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969