Connect with us
I convocati dell’Italia di Mancini | Numero Diez %

Flash News

I convocati dell’Italia di Mancini

Pubblicato

:

Ci risiamo, torna la pausa nazionali. Dopo due settimane intense in cui si è giocato ogni tre giorni, si ricomincia con gli impegni delle nazionali tra amichevoli e Nations League. Gli azzurri affronteranno in amichevole l’Ucraina a Genova, Mercoledì 10 Ottobre, mentre Domenica 14 saranno impegnati a Chorzow per la sfida contro la Polonia di Zielinski e Piatek, valevole per la Nations League. Per questi due match, il Ct Mancini ha deciso di convocare ben 28 giocatori.

PORTIERI

Alessio Cragno, Gianluigi Donnarumma, Mattia Perin, Salvatore Sirigu.

Nessuna sorpresa per i portieri: Donnarumma, dopo l’addio di Buffon, ha ricevuto le chiavi della porta azzurra e si appresta a difenderla nelle prossime partite (sperando di non fare come al Milan, dal momento che in questo inizio di stagione è riuscito a mantenere la porta inviolata solo in Europa League contro i lussemburghesi del Dudelange); convocazione scontata anche per Sirigu e Perin, che non hanno sfigurato nei rispettivi club. Nota di merito per Alessio Cragno che continua il proprio rendimento positivo (rigore parato nella gara casalinga contro la Sampdoria al 90’).

DIFENSORI

Francesco Acerbi, Cristiano Biraghi, Leonardo Bonucci, Giorgio Chiellini, Domenico Criscito, Danilo D’Ambrosio, Emerson Palmieri, Alessandro Florenzi, Alessio Romagnoli.

Ritorno importante quello di Francesco Acerbi (ultima convocazione risalente a Marzo 2016) che dopo l’esperienza al Sassuolo ha preso in mano le redini della difesa della Lazio e continua con il suo straordinariario rendimento (con la presenza di ieri in Europa League fanno 131 partite giocate di fila senza saltare neanche un minuto). Al rientro anche il romanista Florenzi e l’interista D’Ambrosio. Niente chiamata questa volta per Manuel Lazzari, terzino destro della Spal che a settembre aveva esordito in Nazionale.

CENTROCAMPISTI

Niccolò Barella, Federico Bernardeschi, Giacomo Bonaventura, Roberto Gagliardini, Jorginho, Lorenzo Pellegrini, Marco Verratti.

Ritorna Marco Verratti, che a Settembre era rimasto fermo ai box per un problema agli adduttori. Vedremo se il centrocampista del PSG riuscirà finalmente a caricarsi la Nazionale sulle spalle e a mostrare il proprio valore. Barella, Bernardeschi e Pellegrini, dopo aver più che convinto nei rispettivi club sono attesi ora da un’altra sfida, consapevoli di poter lasciare il segno anche con la maglia azzurra. Chi resta a casa invece sono, ad esempio, Marco Parolo e Bryan Cristante, che recentemente non hanno brillato. Infine, il romanista Zaniolo, convocato a settembre senza aver mai giocato in Serie A e subito dopo partito titolare al Bernabeu contro il Real Madrid, è stato convocato negli under 21, dove potrà certamente trovare più spazio.

ATTACCANTI

Domenico Berardi, Gianluca Caprari, Federico Chiesa, Patrick Cutrone, Sebastian Giovinco, Ciro Immobile, Lorenzo Insigne, Simone Zaza

Esordio per Gianluca Caprari, che dopo anni in cui ha alternato alti e bassi, ha finalmente ricevuto la chiamata in Nazionale maggiore, grazie ai due gol messi a segno nelle tre partite che ha giocato in questo inizio di campionato (uno ogni 76 minuti). Conferme importanti quelle di Chiesa e Berardi, mentre ritornano in forza Patrick Cutrone, autore di una doppietta che ha permesso al Milan di ribaltare il risultato contro l’Olympiacos, e, a sorpresa, Sebastian Giovinco, che da quando è al Toronto sembra aver ritrovato il talento che aveva espresso nei primi anni della propria carriera, anche se l’ultima convocazione risale all’Ottobre 2015. Grandi esclusi Andrea Belotti, scavalcato dal compagno di squadra Simone Zaza, e Mario Balotelli, apparso fuori forma nelle prime uscite stagionali.

Ecco dunque i protagonisti azzurri per questo doppio impegno, che dovrà servire alla nostra nazionale per rilanciarsi dopo le recenti prestazioni. Toccherà a Mancini riuscire a coniugare giovani promesse come Barella, Pellegrini e Chiesa, a giocatori affermati, come Verratti, Insigne e Immobile, che in Nazionale non hanno mai inciso come nei club. Vedremo se questi ultimi sapranno prendersi la squadra sulle spalle e farle da colonne portanti, trascinati dal talento e dall’entusiamo dei giovani.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Flash News

Commenti offensivi verso la Salernitana, la società avvisa i tifosi: il comunicato

Pubblicato

:

Salernitana

Periodo nero per la Salernitana che, dopo i recenti malumori manifestati dai propri tifosi, spesso accompagnati da sfoghi decisamente pesanti sui canali social, ha deciso di intervenire pubblicando un comunicato ufficiale, avvertendo i sostenitori rei di aver proferito commenti offensivi.

IL COMUNICATO

L’U.S. Salernitana 1919, in merito a contenuti e commenti offensivi e denigratori sulle piattaforme social, dichiara di aver intrapreso azioni civili e denunce penali a difesa del decoro e del buon nome di tutta la dirigenza della Società. La Società sarà attenta a tutelare la dignità e la storia di questo club. Si rivolge un appello a tutti i veri tifosi della Salernitana ad alzare una cortina a difesa dei sani valori etici, sportivi e comportamentali che hanno sempre rappresentato la tifoseria salernitana”.

In un clima tutt’altro che disteso, il ‘contorno’ dovrebbe garantire vicinanza alla società e ai componenti della rosa granata. I malcontenti sono leciti, data la complessa situazione di classifica, ma non accettabili se accompagnati da espressioni ingiuriose.

A dodici giornate dal termine, il treno salvezza dista 7 punti: obiettivo sulla carta abbordabile, ma non così tanto concreto se si tengono in considerazione le sole due vittorie conquistate nell’arco dell’intero campionato. I prossimi tre impegni (Udinese, Cagliari e Lecce) diranno molto sulle possibilità della Salernitana di rimanere aggrappata alla massima serie italiana.

Il destino di Sua Maestà passa inevitabilmente dai risultati del mese di marzo.

Continua a leggere

Flash News

Bologna, si ferma Saelemaekers: a rischio il match contro l’Atalanta

Pubblicato

:

Dove vedere Bologna-Torino in tv e streaming

Non arrivano buone notizie in casa Bologna. Il club rossoblù ha infatti comunicato che, a causa di un trauma contusivo alla caviglia sinistra, Alexis Saelemaekers si è allenato in palestra. La sua presenza nello scontro diretto per un posto in Champions Legaue contro l’Atalanta è a forte rischio. Per il Bologna la sida domenica sera al Gewiss potrebbe essere la prova di maturità definitiva per capire se la squadra di Thiago Motta potrà competere per un posto in Champions fino alla fine della stagione. In più L’Atalanta arriverà al match dopo aver affrontato Milan e Inter nel corso di una settimana e quindi con energie fisiche e mentali ridotte. Una chance importante per il Bologna che però appunto potrebbe dover fare a meno di Saelemaekers.

IL COMUNICATO DEL BOLOGNA

“Alexis Saelemaekers si è allenato in palestra a causa di un trauma contusivo-distorsivo alla caviglia sinistra: le sue condizioni saranno monitorate giorno dopo giorno”.

Il giocatore belga in prestito dal Milan ha collezionato con la maglia del Bologna 21 presenze tra campionato e Coppa Italia, segando un gol e fornendo un assist.

Thiago Motta in caso di forfait da parte di Saelemaekers, potrà comunque contare su un pacchetto di esterni ben fornito. Orsolini, Karlsson, Urbanski, El Azzouzi, Ndoye; queste le alternative del belga.

Continua a leggere

Flash News

Ancora problemi per Chiesa: si ferma in allenamento

Pubblicato

:

Le probabili formazioni della 24ª giornata Chiesa

Ancora problemi fisici per Federico Chiesa. Secondo quanto emerga da un video realizzato da Andrea Bargione l’esterno bianconero sarebbe stato costretto a lasciare anticipatamente la seduta di allenamento in seguito ad uno scontro di gioco con Alex Sandro. Il giocatore sarebbe quindi a rischio per la sfida contro il Napoli.

Continua a leggere

Flash News

Tensione Lazio, Lotito su Sarri: “Si prenda le sue responsabilità”

Pubblicato

:

Claudio Lotito allenatore della Lazio

In casa Lazio si respira un’aria sempre più tesa. Dopo la sconfitta contro la Fiorentina, che ha praticamente messo fine alle speranze di un posto in Champions League per i biancocelesti, la tensione tra Lotito e Sarri sembra aver raggiunto i massimi storici. Secondo il Messaggero infatti, le strade del tecnico toscano e quelle della Lazio sembrano destinate a separarsi al termine di questa stagione, nonostante a Sarri mancherebbe ancora un anno di contratto.

Dopo le dichiarazioni dello stesso Sarri sulla partita persa contro la Fiorentina, Lotito è tornato alla carica, attaccando pubblicamente il suo allenatore.

LE DICHIARAZIONI DI CLAUDIO LOTITO

“La rosa è forte e competitiva, Sarri si assuma le sue responsabilità insieme alla squadra, invece di trovare sempre alibi. Il mercato non c’entra nulla con il ko di Firenze e gli altri nove. A fine stagione faremo un bilancio definitivo”.

Oltre alle dichiarazioni del presidente sono arrivate anche quelle del direttore sportivo della Lazio, Angelo Fabiani che ha provato a giustificare il momento no della squadra, per via della stanchezza dei troppi impegni.

La Lazio arriva così al momento clou della stagione in un difficoltà su tutti i fronti. Il match di Champions League contro il Bayern Monaco sarà probabilmente lo spartiacque per la stagione e per il futuro di Sarri.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969