Si è giocato ieri sera il North London Derby tra West Ham e Tottenham; a siglare la rete decisiva è stato Manuel Lanzini. Gli Hammers hanno avuto la meglio dei rivali al termine di una partita di grande sacrificio; cosi facendo hanno di fatto spento le ultime flebili speranze di titolo degli Spurs.

LA CITTA’ DEL FOOTBALL

Londra è senza ombra di dubbio la capitale del Football. In città ci sono ben sei squadre che militano in Premier League – Arsenal, Chelsea, Crystal Palace, Tottenham, Watford, West Ham -. I derby cittadini sono tra i più antichi e suggestivi dell’intero panorama europeo e la sfida di ieri sera non fa eccezione. La partita era molto sentita in città pur non essendo la rivalità più forte. Vissuta dunque con molto trasporto, soprattutto dal pubblico Irons; questi ultimi infatti la considerano ormai la partita più importante dell’anno vista l’impossibilità di giocare contro i propri rivali storici. Come raccontato nel film Hooligans, sono i vicini del Milwall la squadra più odiata dalla tifoseria Claret & Blue. L’ultima volta che hanno affrontato i Lions è stato nel 2009 in FA Cup. In quell’occasione ci furono molti episodi di violenza sugli spalti e l’arbitro dovette interrompere il gioco ben tre volte. Per quanto riguarda il Tottenham, invece, è l’Arsenal la più grande rivale. Le due squadre si sono giocate per più di un secolo la supremazia del Nord della città. Storicamente ad avere la meglio sono stati i Gunners, tuttavia negli ultimi anni il trend sembra essersi invertito.

Risultati immagini per london football teams

Mappa calcistica di Londra

CONTE VEDE LA PREMIER

Conte ha ormai tutte e due le mani sul titolo, gli basterà allungarle. Lunedì il Chelsea può allungare a 7 punti – in caso di vittoria contro il Middlesbrough – mettendo una seria ipoteca sulla Premier League. Ai Blues infatti basterà vincere due delle quattro partite rimaste per laurearsi campioni d’Inghilterra. Il Tottenham, proprio come l’anno scorso, vede le sue speranze di titolo svanire in un derby. L’anno scorso si sono dovuti arrendere alla favola Leicester al termine di un testa a testa durato tutta la stagione. Quest’anno invece la sensazione di superiorità degli uomini di Conte è stata evidente fin dal principio; gli Spurs si sono limitati ad osservare – più o meno da lontano – l’inarrestabile marcia di Hazard & co senza mai mettere seriamente in discussione la loro leadership.

Risultati immagini per conte chelsea

QUANDO IL TALENTO NON BASTA

Il talento è fondamentale per vincere ma, alle volte, è necessario aggiungere qualcosa. Pochettino ha regalato ai suoi tifosi una squadra molto tecnica, capace di dominare la partita, di annichilire l’avversario dal punto di vista del gioco; tutto ciò però – soprattutto in Inghliterra non basta. Gli Spurs hanno dimostrato più volte di soffrire le partite “maschie” preferendo il fioretto alla sciabola, dimenticandosi forse l’essenza del calcio inglese; ogni partita è una guerra e se non si sputa sangue per essa non si può far altro che perderla. Chi è entrato in campo con il coltello tra i denti è stato proprio il West Ham; Ieri sera ha saputo offrire una prestazione di grande quantità, molto ordinata ma soprattutto di grande intensità che ha messo in grande difficoltà l’elegante gioco dei Lilywhites. L’atmosfera poi ha caricato ancora di più gli Hammers;  Blowing Bubbles – cantato a squarciagola dai 60 mila presenti – riecchieggiava per le strade di Londra e per una sera l’anonimo London Stadium sembrava il magico Upton Park.

Risultati immagini per west ham tottenham

MAN OF THE MATCH

Il trequartista argentino Manuel Lanzini è senza dubbio l’MVP di questo Derby. Ha sfiorato il vantaggio dopo soli 6 minuti ma non si è lasciato scoraggiare dall’errore. Per tutta la partita ha guidato le ripartenze dei suoi e pressato i centrocampisti avversari lasciando loro ben poco tempo per ragionare. Insacca la rete della vittoria al 65′ al termine di un azione rocambolesca: dopo il cross di Cresswell ed il batti e ribatti, si ritrova il pallone tra i piedi e lo scarica in porta da pochi passi battendo Lloris. In questa travagliata stagione per i Claret & Blue, l’argentino è sicuramente uno dei più positivi. Dopo un’inizio di carriera promettente con River Plate e Fluminense aveva scelto i soldi dell’ Al Jazira – Abu Dhabi – preferendoli all’Europa. Dopo una sola stagione nel deserto è stato acquistato dagli Irons per 12 milioni e sta dimostrando di valerli tutti; non era facile sostituire Payet – tornato al Marsiglia – ma con i suoi 7 gol e 2 assist non lo sta affatto facendo rimpiangere.

Risultati immagini per west ham tottenham lanzini