Connect with us
I Diez protagonisti inaspettati del Derby di Roma

Generico

I Diez protagonisti inaspettati del Derby di Roma

Pubblicato

:

Al minuto 37 del 171esimo derby capitolino la storia di Lorenzo Pellegrini con la maglia della Roma ha subito un’impennata verticale. Il 7 giallorosso, dopo un anno di apprendistato e un avvio di stagione tutt’altro che convincente, è stato lanciato nella mischia da Di Francesco per sostituire l’infortunato Pastore, risultando decisivo per le sorti dell’incontro. Con un’interpretazione impeccabile del ruolo di trequartista richiesta dal tecnico abruzzese, il centrocampista ex Sassuolo ha prima sbloccato il match con un delizioso colpo di tacco, poi conquistato la punizione realizzata da Kolarov e infine pennellato sulla testa di Fazio il pallone del 3 a 1.

L’exploit da pochi pronosticato di Pellegrini fa seguito a tante altre prestazioni inaspettate di calciatori che nel corso della storia hanno scelto il Derby più sentito d’Italia per entrare nei cuore dei tifosi giallorossi o biancocelesti.

18 MARZO 1979 – ROMA-LAZIO 1-2 (ALDO NICOLI)

Lo scenario è lo stadio Flaminio e ad affrontarsi sono la Roma di Ferruccio Valcareggi e la Lazio di Roberto Lovati. Entrambe le squadre non stanno vivendo una stagione memorabile e il match è aperto a qualsiasi risultato. Dopo il vantaggio giallorosso, un autogol di De Sisti rimette in carreggiata i biancocelesti e a pochi minuti dal fischio finale Aldo Nicoli si fionda su una corta respinta del portiere giallorosso e realizza il suo primo e unico gol con la maglia della Lazio. Una serie di infortuni comprometteranno la carriera di Nicoli che lascerà il calcio a soli 29 anni. Inutile dire che il picco più alto della sua breve avventura sul rettangolo verde coinciderà con quel pomeriggio al Flaminio.

2 MARZO 1980 – LAZIO-ROMA 1-2 (PAOLO GIOVANNELLI)

https://gph.is/2ya1CON L’annata 1979-80 farà riaffiorare sicuramente bei ricordi nella mente dei più longevi tifosi della Roma. Il primo atto dell’estasi giallorossa è datato 2 marzo 1980, in un derby deciso nei minuti finali dalla meteora Paolo Giovannelli, centrocampista presente per sei anni nell’organico della Roma senza quasi mai brillare. Il secondo e il terzo atto si consumeranno ad inizio estate quando la squadra prima conquisterà la Coppa Italia e poi assisterà alla retrocessione d’ufficio degli eterni rivali per lo scandalo legato al Totonero.

24 OTTOBRE 1993 – ROMA-LAZIO 1-1 (GIOVANNI PIACENTINI)

https://gph.is/2zMZX3O Alle volte il primo gol realizzato con la maglia di una nuova squadra, oltre ad assumere immenso valore, è di pregevole fattura, come nel caso di Giovanni Piacentini. La sfida del 24 ottobre tra la Roma del vulcanico Mazzone e la Lazio del pacato Zoff mette difronte due squadre che non stanno vivendo un bel avvio di stagione. Il match viene sbloccato da un destro al volo di Piacentini, centrocampista poco incline al gol (solo 4 in carriera) con quasi 150 presenze in giallorosso. Nonostante la prodezza balistica dell’ex Padova, a pochi minuti dalla fine Di Mauro realizzerà il gol del definitivo 1 a 1.

21 GENNAIO 1998 – ROMA-LAZIO 1-2 (GUERINO GOTTARDI)

La storia di Guerino Gottardi con la maglia della Lazio è legata indissolubilmente alla Coppa Italia 1997/1998 vinta dai biancocelesti. I quarti di finale mettono dinanzi le due squadre della Capitale e la Lazio archivia la pratica già nel match di andata con un rotondo 4-1. L’attesa reazione della Roma nella gara di ritorno non ci sarà e, al 94′ sul punteggio di 1 a 1, Guerino Gottardi metterà il punto esclamativo sulla doppia sfida con il suo primo gol in biancoceleste. Emblematica la frase con cui Carlo Zampa commenterà affranto la sconfitta: “C’ha segnato pure Guerino Gottardi”.

17 DICEMBRE 2000 – LAZIO-ROMA 0-1 (PAOLO NEGRO)

http://https://youtu.be/N1g0hANZDGw?t=12 In una lista che conta numerosi eroi delle notti romane siamo riusciti ad inserire anche l’antieroe per antonomasia: Paolo Negro. Un avvio sprint ha permesso alla Roma di Capello di conquistare 25 punti su 30 nelle prime 10 giornate di un campionato che poi la incoronerà vincitrice, e il 17 dicembre arriva la tanto attesa prova del nove: il Derby contro i campioni in carica. La partita è tesa e la svolta giunge solo a 20 minuti dalla fine. L’inconfondibile voce di Carlo Zampa accompagna “pendolino” Cafù sulla fascia, il brasiliano pennella un cross, Cristiano Zanetti impatta e la parata di Peruzzi crea una carambola impazzita fatale per la Lazio e per il povero Paolo Negro che realizza un comico autogol.

29 APRILE 2001 – ROMA-LAZIO 2-2 (LUCAS CASTROMAN)

https://gph.is/2O3baWL Le stagione calcistiche a cavallo tra il XX e il XXI secolo sono caratterizzate dall’egemonia delle squadre della Capitale e, conseguentemente, anche i derby vivono di momenti epici ed eventi indimenticabili. L’autogol di Negro nel derby d’andata ha dato un’ulteriore spinta alla cavalcata della Roma di Capello e il ritorno datato 29 aprile è da considerare come un Championship point per la Magica. Il primo tempo è teso e passa agli archivi senza reti o giocate degne di note. La ripresa, invece, è scoppiettante: Batistuta e Delvecchio mettono a segno un uno-due che sembra mandare KO la Lazio, ma una sventola di Nedved a pochi minuti dalla fine rianima gli aquilotti. Quando il cronometro recita 94:30, un pallone respinto dalla difesa giallorossa viene raccolto dal destro terrificante di Lucas Martin Castroman che fa esplodere la Roma laziale. Nella notte in cui Bati doveva prendersi Roma e un argentino con i capelli lunghi ma la maglia biancoceleste a conquistare le luci della ribalta e a posticipare la festa degli odiati cugini.

19 MARZO 2008 – LAZIO-ROMA 3-2 (VALON BEHRAMI)

L’esaltante telecronaca che accompagna il gol in questione ci da la massima percezione di quanto fosse insperata e inattesa questa vittoria per la Roma laziale. Gli aquilotti di Delio Rossi galleggiano nel mare della mediocrità e il derby contro la Roma che insegue la dominante Inter di Mancini è l’ultima occasione per dare un senso ad un’annata vicina al suo tramonto. Il match segue un canovaccio folle: al comico gol Taddei rispondono Pandev e un rigore di Rocchi che a loro volta vengono raggiunti dal solito inserimento spallettiano di Perrotta. Il giallo si risolve al 92′, quando una palla vagante cade sul piede del biondo ossigenato Valon Behrami, nomade del calcio moderno rimasto nel cuore di ama la Lazio.

6 DICEMBRE 2009 – ROMA-LAZIO 1-0 (MARCO CASSETTI)

http://https://youtu.be/E_uKMfB9bJk?t=69 L’annata in questione è sicuramente quella a cui i tifosi della Roma legano i maggiori rimpianti. Dopo il burrascoso addio di Luciano Spalletti, arriva a Trigoria Claudio Ranieri, tecnico romano e romanista alla ricerca della prima grande affermazione in carriera. L’avvio non è soft ma tra la fine del girone d’andata e l’intero girone di ritorno la squadra riuscirà a dar vita ad un avvincente duello contro l’Inter del futuro Triplete. Differentemente, la Lazio, che quell’anno vivrà una stagione nell’anonimato, verrà beffata in entrambi i derby in maniera rocambolesca. I miracoli di Julio Sergio salvano la Roma e a 12 minuti dalla fine la zampata dell’ormai senatore Marco Cassetti tinge di giallorosso la notte dell’Olimpico.

22 SETTEMBRE 2013 – ROMA-LAZIO 2-0 (FEDERICO BALZARETTI)

http://https://youtu.be/dCdkDu0JKNI Rudi Garcia ha cominciato al meglio la sua avventura sulla panchina della Roma: 3 vittorie su 3 e l’impressione di aver trovato già la quadra giusta alla sua squadra. Nonostante ciò, il derby contro la Lazio balbettante di inizio stagione fatica a sbloccarsi. Per la Lupa la chiave di volta non è nei piedi di Totti, in una punizione di Pjanic o in un accelerazione di Gervinho, ma nel sinistro al volo di Federico Balzaretti, onesto mestierante dell’undici del tecnico francese. La Sud esplode e il rigore di Ljaijc pone il sigillo su quella che sarà la quarta delle dieci vittorie consecutive di quel magico autunno giallorosso.

25 MAGGIO 2015 – LAZIO-ROMA 1-2 (MAPOU YANGA-MBIWA)

http://https://youtu.be/Cb0fGMn4ON8?t=95 Questo nostro viaggio nel tempo si conclude con il nome del calciatore che forse incarna al meglio il senso più profondo di questo articolo: Mapou Yanga-Mbiwa. La stagione del francese è tutt’altro che positiva e la sua presenza al centro della difesa giallorossa non farà passare weekend sereni ai tifosi della Magica. Però, come nelle migliori favole, l’occasione per redimersi arriva nel giorno più importante, in un Derby che vale l’accesso in Champions League. Le due squadre non sono nel loro miglior periodo di forma e la partita si risolve con un botta e risposta nel finale. Ad aprire le danze è, aprite bene le orecchie, Juan Manuel Iturbe, servito nel cuore dell’area da Victor Ibarbo. No, non è uno scherzo. La feroce esultanza dell’argentino non inibisce la squadra di Pioli e pochi minuti dopo Djordjevic buca De Sanctis con una grande incornata. Quando tutte le strade sembrano portare ad un pareggio, Miralem Pjanic disegna una traiettoria che casca sulla testa di Yanga-Mbiwa e permette al francese di deviare il pallone in rete. Il gol realizzato non varrà la riconferma sotto il Colosseo per il difensore di origine africane che dopo un solo anno lascerà la Roma con la nomea di uomo-Derby. Non male.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Generico

Dove vedere Bari-Sudtirol in tv e streaming

Pubblicato

:

Dove vedere Bari-Sudtirol

DOVE VEDERE BARI-SUDTIROL IN TV E STREAMING – Venerdì 2 giugno, alle ore 20:30, al San Nicola ci sarà il ritorno della semifinale Playoff di Serie B tra Bari e Sudtirol. Una partita che vale l’accesso alla finale e quindi un passo importante verso la promozione in Serie A.

COME ARRIVANO LE DUE SQUADRE

Il Bari, terza potenza del campionato di Serie B, è uscito sconfitto dalla trasferta di Bolzano contro il Sudtirol nella semifinale di andata con il risultato di 1-0. A cambiare le sorti della partita è stato Matteo Rover che, al 92′ ha regalato la vittoria ai trentini. La squadra di Mignani adesso deve ribaltare lo svantaggio dell’andata. Il Bari riuscirebbe a passare il turno anche con un pareggio nei 180 minuti, in quanto a parità si qualificherebbe la squadra meglio posizionata in classifica.

Il Sudtirol conferma di essere infallibile davanti al proprio pubblico. La squadra di Bisoli, dopo aver sconfitto la Reggina in casa nel primo turno dei Playoff, ha battuto anche il Bari, sempre con il risultato di 1-0. Rover ha mandato in estasi tutto lo stadio e i tifosi del Sudtirol adesso credono nell’impresa. Dopo esser saliti in Serie B lo scorso anno, riuscire a raggiungere la massima categoria sarebbe un successo enorme. C’è ancora il ritorno da giocare, ma la sensazione è quella di poter fare la storia.

DOVE VEDERE BARI-SUDTIROL IN TV E STREAMING

Il ritorno delle semifinali Playoff Serie B tra Bari e Sudtirol andrà in scena venerdì 2 giugno ore 20:30 su DAZN. Basterà collegare l’app su una smart tv di ultima generazione, o su console da gioco come Playstation/Xbox o altri dispositivi come Amazon Fire Stick Tv, Google Chromecast o TIMVISION Box. In alternativa sarà visibile anche su Sky, in particolare Sky Sport Calcio (canale 202 del satellite) oppure Sky Sport (canale 251 del satellite). Anche Helbiz e One Football permettono la visione del match tramite la loro app.

PROBABILI FORMAZIONI

BARI (4-3-1-2): Caprile; Dorval, Di Cesare, Vicari, Mazzotta; Maita, Maiello, Benedetti; Esposito; Cheddira, Antenucci. Allenatore: Mignani

SUDTIROL (3-5-1-1): Poluzzi; Vinetot, Zaro, Curto; De Col, Tait, Fiordilino, Belardinelli, Lunetta; Mazzocchi; Odogwu. Allenatore: Bisoli

Continua a leggere

Generico

Deschamps parla di Pogba: “È un giocatore fondamentale per la Francia anche nei prossimi anni”

Pubblicato

:

Pogba

Paul Pogba ha vissuto una stagione molto tormentata dopo il suo ritorno alla Juventus. I problemi al ginocchio e i continui problemi muscolari lo hanno tenuto fuori dal campo praticamente per tutto l’anno, riuscendo a collezionare solo sei presenze, di cui una sola da titolare. Didier Deschamps, tecnico della nazionale francese, ha diramato la lista dei convocati per le prossime sfide di qualificazione a Euro2024 e il centrocampista bianconero non è presente tra i convocati. Deschamps ha spiegato quindi il suo rapporto con Pogba. Ecco riportate le sue parole.

POGBA – Ho parlato tanto con lui, ha avuto una stagione molto difficile, sia dentro che fuori dal campo. Ha subito numerosi e ripetuti infortuni e ora ha di nuovo un problema. È stato un giocatore fondamentale e spero lo sarà anche nei prossimi anni, sia per lui che per la Francia”.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Il Galatasaray è campione di Turchia: decisiva una doppietta di Icardi

Pubblicato

:

Icardi

Il Galatasaray è campione di Turchia e la vittoria del campionato ha portato la firma di Mauro Icardi. Questa sera la squadra di Okan Buruk si è laureata campione per la 23ª volta nella sua storia grazie soprattutto al bomber argentino che è stato tra i protagonisti assoluti di questa stagione e che anche oggi ha messo il suo timbro.

La squadra in cui militano tra gli altri anche Mertens, Torreira e Zaniolo ha conquistato il titolo con due turni di anticipo grazie alla splendida vittoria sul campo dell’Ankaragucu: finisce 1-4, con doppietta dell’ex capitano dell’Inter, grande protagonista nel finale di stagione. Inutile il successo del Fenerbahce sull’Antalyaspor: il Galatasaray non potrà più essere raggiunto perché all’ultima giornata dovrà affrontare l’Hatayspor, squadra ritirata dal campionato (sarà dunque 3-0 a tavolino).

Continua a leggere

Flash News

Ferrero accetta l’offerta di Radrizzani: la Sampdoria verso la cessione definitiva

Pubblicato

:

Ferrero Sampdoria

Arriva da Gianluca Di Marzio e da Sky Sport la notizia che i tifosi blucerchiati aspettavano dopo l’altalena di emozioni di questi giorni legata alla cessione della Sampdoria.

Ferrero si sarebbe deciso ad accettare l’offerta del gruppo di Radrizzani, e sarebbe in questo momento in corso il CdA per discutere l’aumento di capitale, che significherebbe società salva.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969