Connect with us

Calcio e dintorni

I migliori imprenditori nel mondo del calcio

Pubblicato

:

Calcio e business, soprattutto negli ultimi anni, sono sempre più legati. Sempre più numerosi sono gli interessi che coinvolgono il pallone, sempre più “prodotto” e meno “sport della gente”, visti i costi per i biglietti dei match del nostro campionato. I calciatori milionari aumentano col passare delle stagioni, per questo molti decidono di investire parte del proprio capitale in un’impresa o in un’azienda, che vedendosi associata al nome di una celebrità come un calciatore si vedrebbe già la strada “spianata”.

RONALDO SCHIACCIA MESSI

Partiamo dalla vetta: Cristiano Ronaldo è senza ombra di dubbio il giocatore con più imprese alle spalle. Ha aperto di recente una clinica per il trapianto di capelli a Madrid, testata proprio di recente dal compagno di squadra Pinsoglio. CR7 è proprietario di un hotel a cinque stelle chiamato Seven a Vilamoura, centro rinomato dell’Algarve in Portogallo. Nel 2014 l’asso portoghese ha creato un brand tutto suo, ovvero la linea di intimo “CR7 Underwear” oltre che una collezione di scarpe da uomo, donna e bambino disegnata da Cristiano in persona. Lionel Messi è invece anni luce indietro a livello imprenditoriale: negli anni ha avuto numerosissimi problemi col Fisco, che gli hanno impedito di lanciare delle aziende. Il diez può contare sulle entrate economiche provenienti dall’agenzia immobiliare Limeca, gestita da suo padre. Altri sostanziosi introiti l’argentino li ricava dalle sue proprietà extraurbane, a cominciare da un enorme circolo sportivo di 80 ettari (l’Azahares de Paranà).

I BUSINESS DI PIRLO, CHIELLINI E GIGI BUFFON

L’ex numero 1 della Nazionale è il primo socio della Zucchi, con il 19.6% delle quote. Buffon ha dichiarato di aver investito in questa società tra i 5.5 e i 6 milioni di euro, con un obiettivo piuttosto chiaro e dichiarato da lui stesso:

“Entrare nell’avventura del rilancio di un marchio storico italiano: magari è un’opportunità per il futuro, quando uscirò dal mondo del calcio”.

Inoltre, il portiere bianconero ha fondato la GB Holding, di cui è amministratore unico, ed è candidato ad essere capogruppo del suo portafoglio azionario.

Giorgio Chiellini è laureato in economia e commercio a Torino con 110 e lode, proprio per questo ha lanciato un’impresa inerente alla facoltà: ha avviato assieme al fratello gemello Claudio una società di comunicazione che si occupa di diritti di immagine, la BTB Media e Comunicazione.

Pirlo invece è particolarmente legato al settore immobiliare: attraverso la AP Sport, attiva proprio in questo campo, controlla un pacchetto del 2.3% dell’acciaieria del padre (l’ex numero 21 veniva chiamato “lo zingaro” dai tifosi avversari per via dell’attività del papà che lavora i metalli secondo la tradizione Rom) e coi suoi edifici a Brescia e Milano (oltre ad una villa a Forte del Marmi) ha un patrimonio di oltre 15 milioni di euro. 

Fonte immagine: profilo Instagram di Gianluigi Buffon.

IL MILAN RISPONDE CON MALDINI E GATTUSO

Anche la squadra rossonera vanta diversi imprenditori tra i suoi ex giocatori: i più attivi sono Paolo Maldini e Gennaro Gattuso: i loro percorsi sportivi si sono divisi al termine della scorsa stagione con l’addio del tecnico calabrese. Rino ha avviato in Calabria un’attività denominata “Gattuso & Catapano”, destinata alla depurazione e all’allevamento dei molluschi. L’ex capitano invece ha alzato l’asticella: grazie all’aiuto di Riccardo Silva, presidente di Mp Silva, l’agenzia che gestisce i diritti televisivi per l’estero della Serie A, ha acquistato il Miami FC, squadra della North American Soccer League.

In più, se avete in programma una vacanza in Romagna d’estate, sappiate che a Lido Adriano (in provincia di Ravenna) c’è uno stabilimento balneare chiamato “Cala Celeste Fiat Playa“, immerso nella natura. I proprietari sono Christian Abbiati e la moglie.

Fonte immagine: profilo Instagram di Paolo Maldini.

RAMOS E CASILLAS NEL MONDO DELL’IMMOBILIARE

Altri due campioni come Pirlo legati al mondo del mattone sono Sergio Ramos ed Iker Casillas. Il centrale del Real Madrid ha trasformato un vecchio campo sportivo di Marbella, con terreni vicini annessi, in un centro sportivo all’avanguardia con 600 posti auto dove far crescere nuovi prospetti e far allenare, con ritorni economici, centinaia di atleti. L’estremo difensore attualmente in forza al Porto ha fondato un’agenzia di compravendita di immobili e garage dal nome Ikerca SL oltre ad un brand di abbigliamento, i cui ricavi vanno però tutti in beneficienza.

Fonte immagine di copertina: profilo Instagram di Cristiano Ronaldo.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio e dintorni

Il Milan fissa quattro amichevoli in vista del ritorno in campo

Pubblicato

:

Milan

Ad un mese esatto dal ritorno in campo della Serie A, con il Milan impegnato nel lunch match in casa della Salernitana i 4 gennaio, sono state ufficializzate le amichevoli dei rossoneri.

Come richiesto da Stefano Pioli, infatti, il Milan giocherà quattro amichevoli nel mese di dicembre, per tornare sul ritmo gara di un match a settimana e arrivare pronti a gennaio.
Si parte giovedì 8 dicembre con la sfida contro il Lumezzane tra le mura amiche di Milanello. I rossoneri, poi, partiranno per Dubai, dove sfideranno Arsenal e Liverpool, rispettivamente il 13 e il 16 dicembre.
Dopo le feste natalizie, poi, ci sarà l’ultimo incontro, il 30 dicembre ad Eindhoven contro il PSV.

Continua a leggere

Calcio e dintorni

I bookmakers eliminano le quote relative alla retrocessione della Juventus

Pubblicato

:

juventus

La bufera in cui è rimasta invischiata la Juventus è ormai sulla bocca di tutti, scatenando brutti ricordi ai tifosi bianconeri.
La situazione, infatti, ricorda molto da vicino altri casi famosi riguardanti il calcio italiano in generale, come Calciopoli e il TotoNero, che lasciarono strascichi su molti club.

Per alcune squadre ci fu addirittura la retrocessione d’ufficio, come nel caso del Milan nel 1980 e proprio della Juventus nel 2006. Proprio quest’eventualità, in particolare, ha fatto correre ai ripari i più importanti bookmakers italiani ed internazionali, da Sisal a SNAI, passando per GoldBet.

Nella sezione dedicata alle quote sulla retrocessione delle squadre di Serie A, infatti, le quote dei bianconeri sono state cancellate, con l’aggiunta di una nota a margine che riporta queste parole: “Gli operatori hanno rimosso la quota riguardante la Juventus per i noti problemi giudiziari della società torinese”.

Semplice paura o lungimiranza dettata dai corsi e ricorsi storici? Solo il tempo saprà dirci se i bookmakers avranno fatto bene o meno togliere le suddette quote.

Continua a leggere

Calcio e dintorni

L’Inter termina la prima sessione di allenamento a Malta con un nuovo sponsor

Pubblicato

:

Inter

Come è ormai noto, l’Inter sta usufruendo dello stop imposto dal Mondiale con un mini ritiro a Malta, che è partito oggi con un’importante novità.

Come riportato da Daniele Mari su Twitter, infatti, i nerazzurri sono scesi in campo per allenarsi con un nuovo sponsor sulle divise: LeoVegas.
La società svedese è partner dell’Inter dallo scorso settembre, dopo la firma di un contratto triennale come Infotainment Partner del club.
Già oggi, durante l’amichevole degli uomini di Simone Inzaghi contro lo Gzira, vedremo se LeoVegas sarà presente in qualche maniera anche sulle divise da gioco dei nerazzurri.

 

Continua a leggere

Calcio e dintorni

Caos Serie A, Abodi: “La Juventus non sarà sola”

Pubblicato

:

Juventus

Il Ministro dello Sport Abodi, alla presentazione del Codice di Giustizia sportiva FIGC, non è andato leggero sulla questione Juventus (falso in bilancio, n.d.r) ed ha dichiarato che i bianconeri non saranno i soli. Abodi, come riportato dalla Gazzetta dello Sport, ha esordito: “Evitiamo giustizialismi, ma abbiamo bisogno di sapere presto cosa sia successo e assusmere decisioni per dare credibilità al sistema“.

LE PAROLE DI ABODI

Il Ministro dello Sport, intervenuto al CONIha poi continuato: “La Juventus probabilmente non rimarrà sola. Bisogna fare pulizia evitando il giustizialismo. Abbiamo bisogno di sapere presto cosa sia successo e assumere decisioni per dare credibilità al sistema nel segno dell’equa competizione e questo negli ultimi anni non è mai capitato”. Parole forti che fanno pensare ad un caos in avvicinamento per la Serie A, con Abodi che si è poi chiuso in una stanza con il Presidente della FIGC Gravina. La Gazzetta dello Sport, su quest’ultimo punto, scrive: “È evidente che i temi sul tavolo siano tanti e di grande rilievo”.

 

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969