Connect with us

La nostra prima pagina

I Top e Flop del Weekend

Pubblicato

:

Grandi partite, colpi di scena ma soprattutto… sorprese e delusioni! Dopo due settimane di stop, tornano i Top e Flop del weekend targati Numero Diez. Una giornata davvero scoppiettante quella che si concluderà questa sera con la gara tra Cagliari e Torino. Se da un lato sorprende la straordinaria rimonta dell’Empoli e il pareggio del Chievo in casa del Napoli, fa notizia il crollo esterno della Roma a Udine, la debacle del Real Madrid e soprattutto l’ennesimo rinvio di River-Boca.

I TOP

REDIVIVO

Avevate programmato un sabato sera stellare con gli amici e loro vi hanno dato buca all’ultimo? Nessun problema, a regalarvi una serata da sballo ci ha pensato Keita Baldè. L’ex Lazio ha dominato il match con il Frosinone siglando le sue prime due reti in nerazzurro. I suoi nuovi tifosi hanno potuto rifarsi gli occhi, ammirando nuovamente quelle paurose accelerate mostrate nella capitale e quella rapidità nel dribblare gli avversari che da inizio stagione sembrava esser rimasta in Francia. Il senegalese aveva uno sguardo estasiato di fronte al boato di San Siro: se torna a prenderci gusto nel fare goal con continuità, Spalletti avrà un problema in più. Un bel problema.

Risultati immagini per keita

TORNATO IN UN LAMPO

Più veloce della saetta tatuata dietro la sua testa. Più rapido del supereroe a cui lo paragonano, Flash. Eccolo tornare finalmente decisivo e a devastare il match: il vero Douglas Costa è di nuovo fra noi. Nella gara di Sabato contro la Spal è stato sicuramente il migliore in campo. Si è vero, Ronaldo ha fatto il fenomeno per l’ennesima volta ma ormai a lui spetterebbe l’abbonamento ai Top del Weekend, quindi oggi vi raccontiamo della fuga dalle tenebre del brasiliano.

Già perché dopo l’orrendo spettacolo offerto nella gara col Sassuolo, la lunga squalifica e l’infortunio si pensava che non avrebbe più ritrovato la serenità per regalare ancora gli show a cui ci aveva abituato l’anno scorso. Sabato però, Douglas ha propiziato un autogoal (poi annullato), ha colpito un palo clamoroso e ha regalato a Mandzukic la possibilità di insaccare il 2 a 0 dopo aver calciato un missile che il portiere ha respinto sul croato. La Juve ha ritrovato la sua freccia.

Risultati immagini per Douglas Costa

UNA MANO SULLA CITTÀ

La Domenica di Serie A non poteva concludersi meglio: il derby della Lanterna, una spettacolare gara sugli spalti e un buon match sul campo. Due tifoserie che mostrano orgogliosamente la propria storia, in particolare il Grifone, il club più antico d’Italia. Nonostante sia una gara molto sentita in città, ieri ha prevalso il ricordo delle vittime del Ponte Morandi con l’unione dei colori di Samp e Genoa.

Poi sul campo è stata battaglia vera, il risultato finale di 1 a 1 che impedisce ai rossoblù di ritrovare una vittoria che manca da nove gare nella stracittadina, arriva grazia alla manona di Emil Audero, il portiere della Doria. L’ex Juve ha salvato i suoi con due parate davvero straordinarie, in particolare la seconda: quando il Genoa sembra poter trovare il vantaggio con il colpo di testa di Kouamè, ecco l’estremo difensore indossare un paio d’ali e levare il pallone dalla porta. Si è detto che alla fine è stato un derby senza padrone, Audero però ha messo le sue manone su Genova.

Risultati immagini per Coreografia genoa

I FLOP

RISVEGLIO DA INCUBO

C’è un tempo per sognare le alte zone della classifica, un altro per cadere rovinosamente nella realtà. Poche parole che riassumono perfettamente il pomeriggio assurdo dell’Atalanta di Gasperini, a un passo da una vittoria che avrebbe portato la Dea a ridosso della zona Champions e che invece si è trovata a leccarsi le ferite. L’Empoli ha conquistato meritatamente i tre punti per quanto mostrato nella seconda parte di gara ma a preoccupare è il drastico calo di concentrazione dei bergamaschi nella ripresa.

Dopo il goal di Hateboer, arrivato da un contropiede partito a causa del rigore sbagliato da Caputo, la partita sembrava già in tasca. Nel secondo tempo però, l’Atalanta non è mai scesa in campo e il Castellani ha trascinato la sua squadra verso una rimonta pazzesca. Un brutto passo falso, davvero inaspettato dopo la straordinaria gara contro l’Inter in cui si erano raggiunti picchi di grandissimo calcio. Lavorare sulla personalità, prego.

Risultati immagini per Empoli AtalantaWANTED

A.A.A Cholito cercasi. Le prestazioni dell’argentino iniziano ad allarmare e soprattutto innervosire i tifosi della Viola. Una striscia negativa senza goal che dura ormai da 8 gare, troppe per un attaccante che lo scorso anno trascinava Firenze a suon di reti e prestazioni maiuscole. Quella tripletta al Napoli, l’assist alla Juve per il settimo scudetto, sembra esser diventata la sua maledizione. Da quel momento solo tre goal in campionato in 13 gare e tante, troppe opportunità sprecate.

Anche nella gara con il Bologna, Simeone ha avuto la chance a tu per tu col portiere di sbloccarsi, ma anche questa volta non ha fatto centro. In alcune occasioni Simeone è stato eccessivamente generoso, servendo i compagni piuttosto che cercare il tiro. In altre, come nel caso di ieri,  sembrava quasi che la sua vista fosse appannata e il suo killer instinct svanito nel nulla. Dunque uscite dalle vostre case e andatelo a cercare: riportate il vero Cholito a Firenze.

Risultati immagini per giovanni simeone vs bologna

FLOP PER IL MONDO

Non solo Italia. Se facciamo un giro per il mondo, troviamo rumorose cadute e delusioni più umane che calcistiche. Sicuramente il fragore più grosso l’ha fatto il gigante Real Madrid, schiacciato dal piccolo Eibar che ha trovato cosi la sua prima vittoria nella storia contro le Merenegues. Anche il cambio in panchina sembra non aver sortito alcun effetto e i blancos ora navigano in brutte acque. È un anno davvero molto duro per Bale e compagni che dovranno combattere fino all’ultimo per conquistare la zona Champions.

In Inghilterra è arrivata la prima sconfitta per i Sarri boys. Uno straordinario Tottenham, trascinato dall’uragano Kane e dalle giocate del coreano Son, travolge il Chelsea con tre reti. I Blues non sono mai riusciti a limitare le sortite offensive della squadra di Pochettino e il centrocampo è stato spazzato via dalle ripartenze degli Spurs. Una brutta botta ma il tecnico italiano è tranquillo: è già pronto a tornare in campo per regalare nuovo spettacolo, come solo lui sa fare.

Infine qualche parola sull‘orrenda pagina di calcio argentino apertasi in questi ultimi giorni. Il tifo sudamericano è imparagonabile e come viene vissuto il futbol in Argentina non avviene da nessuna parte. Non bisogna però dimenticarsi che si parla sempre di un gioco, di passione e divertimento e non di un’occasione per fare una carneficina. Il calcio è rivalità, non scontri e violenza. La gara non si è giocata e le immagini che passano sono davvero terribili. Questo è calcio?

Risultati immagini per scontri river boca

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calciomercato

Il Torino prova a bruciare la Dea nella corsa a Nzola

Pubblicato

:

Torino

Tra gli obiettivi primari del Torino di Ivan Juric c’è, senza dubbio, quello di rinforzare il reparto offensivo granata, rimasto orfano nell’ultima estate di Andrea Belotti. L’uomo indicato a Cairo dal tecnico croato è M’bala Nzola per il quale il Toro sta provando un’accelerata.

CONCORRENZA ATALANTA: IL TORO PROVA A STRINGERE

Classe ’96, discreta esperienza e percentuali di realizzazione in Serie A, ma soprattutto, un contratto in scadenza nell’estate 2023 fanno di M’bala Nzola il profilo ideale per il futuro del Torino. I granata, però, non sono gli unici ad aver messo gli occhi sul centravanti dello Spezia. Anche l’Atalanta, infatti, vuole rinnovare il reparto offensivo e Nzola potrebbe avere caratteristiche idonee al gioco di Gian Piero Gasperini. Per questo, secondo quanto riportato da Tuttosport, i granata starebbero pensando di anticipare l’offensiva e offrire all’attaccante angolano un triennale con stipendio triplicato rispetto a quello percepito in Liguria.

Continua a leggere

La nostra prima pagina

Francia-Danimarca, le formazioni ufficiali: quanta Italia in campo!

Pubblicato

:

Francia

Ormai tutto pronto per la sfida tra Francia e Danimarca. Le due squadre si scontreranno in una gara valevole per la seconda giornata del Gruppo D dei Mondiali di Qatar 2022. I transalpini sono a caccia di una vittoria che gli consentirebbe di approdare matematicamente agli ottavi di finale. Per farlo, Dechamps si affiderà all’attacco stallare composto da Giroud, Dembélé e Mbappé, sorretti da Griezmann nel ruolo di trequartista. Dall’altro lato, la Danimarca è in cerca di riscatto dopo il deludente pareggio contro la Tunisia. Il ct Kasper Hjulmand mescola un po’ le carte in attacco, e schiera dal primo minuto l’ex Atalanta e Parma Cornelius, dopo la deludente prestazione di Kasper Dolberg. Oltre al già citato Giroud, sono tanti gli “italiani” in campo. Nella Francia spazio anche a Theo Rabiot, per la Danimarca titolari Kjaer e Maehle.

LE FORMAZIONI UFFICIALI

FRANCIA (4-2-3-1): Lloris; Koundé, Varane, Upamecano, T. Hernandez; Tchouaméni, Rabiot; Dembélé, Griezmann, Mbappé; Giroud. CT: Didier Deschamps

DANIMARCA (3-4-2-1): Schmeichel; Christensen, Kjaer, Andersen; Kristensen, Hojbjerg, Eriksen, Maehle; Lindstroem, Damsgaard; Cornelius. CT: Kasper Hjulmand

Continua a leggere

Calciomercato

Esposito pronto al rientro: due club di A su di lui

Pubblicato

:

Esposito Inter Anderlecht

L’attaccante di proprietà dell’Inter, Sebastiano Esposito, nelle sue varie esperienze in prestito non è mai riuscito ad imporsi e nemmeno il trasferimento in Belgio, all’Anderlecht, non si sta rivelando fruttuoso per il classe 2002.

ESPOSITO POTREBBE TORNARE IN ITALIA: DUE CLUB INTERESSATI

Vista la poca incisività nell’Anderlecht un suo rientro alla casa base inizia a prendere sempre più corpo, anche se la permanenza in nerazzurro appare ad oggi molto remota. Per questo si fa largo, in caso di rientro anticipato, la possibilità di un nuovo prestito per Esposito, con due club di Serie A pronti ad accoglierlo. Secondo quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, Salernitana ed Empoli sarebbero sulle sue tracce e disposte a prelevarlo in prestito dall’Inter.

Continua a leggere

La nostra prima pagina

Lewandowski rompe la maledizione! Primo gol nei Mondiali

Pubblicato

:

Lewandowski

Robert Lewandowski rompe la maledizione dei Mondiali. Sebbene il panzer polacco sia un attaccante in grado di segnare in tutti i modi, il giocatore del Barcellona non aveva ancora segnato un gol nei Campionati del Mondo.

OCCHI LUCIDI

Tabù finalmente sfatato nella gara contro l’Arabia Saudita. Lewandowski ha infatti sfruttato un errore della retroguardia avversaria ed ha insaccato all’82’ il suo primo gol ad un Mondiale alla seconda partecipazione al massimo torneo per nazionali. Un gol realizzato con tanta fatica, dopo il rigore sbagliato nella scorsa giornata contro il Messico e il palo colpito nella gara odierna, forse anche per questo il polacco si è commosso durante l’esultanza.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969