Connect with us
Iervolino fa chiarezza: "Giusto che Nicola prosegua con la Salernitana"

Flash News

Iervolino fa chiarezza: “Giusto che Nicola prosegua con la Salernitana”

Pubblicato

:

Iervolino

Le ultime 48 ore sono state molto turbolente per la Salernitana: dalla sconfitta contro l’Atalanta all’esonero e ritorno di Nicola. Il presidente Iervolino, infatti, dopo aver esonerato Nicola, ha deciso di riaffidargli la panchina. È lo stesso presidente, oggi, a spiegare l’accaduto in una videoconferenza programmata per questo pomeriggio: “Prima dell’Atalanta, è passato il messaggio di spaccature e divisioni tra area tecnica e dirigenza. Abbiamo avuto visioni convergenti fin dal primo momento. Purtroppo a Bergamo abbiamo preso 8 gol ed è stata un’imbarcata fuori dal comune, che non accadeva da oltre 20 anni. Ma soprattutto sembrava non ci fosse la voglia di giocare a calcio, non abbiamo preso neanche un’ammonizione. Sul 3-0 non avrei mai esonerato Nicola, un’imbarcata del genere non deve più accadere“.

Da qui Iervolino spiega il motivo dell’esonero: “Mi sono sentito in dovere di cambiare. In questi casi puoi solo rivedere il progetto tecnico, attraverso l’esonero dell’allenatore, persona che stimo tantissimo. Nel frattempo abbiamo trovato altri allenatori, che si sono proposti da tutto il mondo. C’erano stati dei colloqui, ma senza l’ansia di dover portare qualcuno all’attenzione dei fan. A fine campionato vi dirò chi erano i mister candidati, certo non quelli di cui avete parlato“.

Ieri, il contatto con Nicola: “Tramite il nostro dirigente sportivo, ho sentito Nicola. Ci ho parlato, mi ha detto delle cose importanti, sulla squadra e sulla città. Per il bene della Salernitana è giusto che Nicola prosegua la sua esperienza, con l’impegno di portare avanti una squadra già mortificata dopo la sconfitta di Bergamo. Dobbiamo correre di più, vorrei rivedere il gioco aggressivo e di copertura di Nicola. Non vogliamo mai più prendere un’altra imbarcata“.

Per Iervolino, inoltre, è stato importante anche il pensiero della squadra: “Mi faceva piacere sentire le loro riflessioni rispetto a una decisione atipica. Loro sono i primi responsabili e mi aspetto molto di più. Ho sempre detto che Nicola è l’allenatore giusto per la Salernitana, deve ritrovare equilibrio con la squadra e il manico da leader carismatico. Obiettivi? Ad oggi pensiamo alla salvezza e a dare a Salerno dignità calcistica“.

Il presidente granata ha ritenuto opportuno, anche, difendere il lavoro di De Sanctis: “Un giorno lo ameranno come Sabatini, devo difenderlo perché ha fatto di tutto quest’estate. Pirola era uno dei giovani più richiesti, per Daniluc abbiamo vinto la sfida con il mondo e non dimentichiamo gli arrivi di Piatek e Dia. Ha la mia totale fiducia, i suoi investimenti ci ripagheranno. Non mi piace il gioco di trovare il capro espiatorio. Nuovi innesti? O viene qualcuno forte a darci una mano, oppure è meglio non prendere nessuno. L’identikit che cerchiamo è quello di calciatori già forti e pronti da far scendere in campo“.

I granata, adesso, saranno impegnati nel derby tutto campano contro il Napoli: “È la partita del mio cuore, sarà il derby delle squadre campane tra la formazione che macina il gioco più bello d’Italia e una Salernitana che ha voglia di riscattarsi. Sono convinto che sarà un bello spettacolo, mi auguro con una totale sintonia tra tutte le componenti, società, squadra e tifosi“.

Le ultime parole sono rivolte ai tifosi: “Mi auguro che leggendo le mie parole possano sentirsi meno disorientati e confusi. Posso sbagliare o fare le cose per bene. Se avessi fatto le cose con moderazione, la Salernitana non starebbe giocando in Serie A. Ci mettiamo passione ed impegno, spero che i tifosi nel prossimo comunicato possano dirsi contenti e felici. Cosa mi porto dietro da questa esperienza? Qualsiasi scelta, soprattutto quando non omologata, va valutata nel tempo. Lo faremo insieme“.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Ibrahimovic non farà parte della lista Uefa del Milan

Pubblicato

:

Milan

A concludere la giornata calcistica c’è la lista Uefa del Milan. I 25 giocatori che potranno essere convocati negli ottavi di Champions League contro il Tottenham, in realtà, non sono ancora stati annunciati in via ufficiali, ma iniziano a trapelare diverse indiscrezioni.

Quelle di Fabrizio Romano, in particolare, assomigliano a delle anticipazioni di quello che sarà. Sul suo profilo Twitter, infatti, il giornalista italiano afferma con sicurezza alcuni importanti assunti. In primo luogo non ci sarà Zlatan Ibrahimovic, che – a discapito delle tante voci di questi giorni – non verrà incluso da Pioli. Scelta di rilievo, poi, quella di lasciar fuori Serginho Dest, rimpiazzato da Malick Thiaw.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Firmino resta al Liverpool? Le parole dell’agente

Pubblicato

:

Firmino

Roger Wittmann, agente di Roberto Firmino, ha rilasciato un’intervista a Sky Sport Deutschland, parlando del futuro dell’attaccante del Liverpool in scadenza a giugno 2023 ed accostato anche all’Inter: Siamo sulla buona strada per il rinnovo di contratto, a febbraio sapremo anche come andrà a finire il viaggio. Stiamo discutendo davvero bene, questo è un club eccezionale”.

Secondo Sky Sport Deutschland, il brasiliano dovrebbe firmare un rinnovo fino a giugno 2025.

Dovrebbe quindi restare al Liverpool uno dei possibili svincolati più interessanti in vista dell’estate 2023.

Continua a leggere

Flash News

Bremer dopo Juventus-Lazio: “Dobbiamo puntare a fare il massimo dei punti”

Pubblicato

:

juventus

Gleison Bremer, autore del gol che è valso il passaggio del turno di Coppa Italia della Juventus ai danni della Lazio, ha parlato ai microfoni Mediaset dopo la partita:

SUL GOL – “Sono contento per il gol, abbiamo passato il turno e questo era quello che contava”.

SULLA SITUAZIONE SOCIETARIA – “Quello che è fuori non può entrare nel campo, noi pensiamo a giocare, la società al resto”.

SUL PROSIEGUO DI CAMPIONATO – “La Juve è una società di grande livello, dobbiamo puntare a fare il massimo dei punti”.

La Juventus grazie al gol di Bremer ha ottenuto l’ultimo posto disponibile per le semifinali, e affronterà l’Inter, avversario della finale di Coppa Italia della scorsa edizione.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Nuova avventura per Cuper: ufficiale la sua nomina alla guida di una Nazionale

Pubblicato

:

Cuper

Si apre un nuovo capitolo nella carriera da allenatore di Hector Cuper. L’ex allenatore di InterValencia tra le altre è pronto ad una nuova esperienza che lo vedrà vestire i panni da ct di una nazionale per la quinta volta in carriera.

È infatti ufficiale il suo approdo sulla panchina della Siria, così come comunicato dai vertici della Federcalcio siriana. Cuper aveva chiuso la sua ultima esperienza da allenatore lo scorso agosto, dopo la fine della parentesi sulla panchina della nazionale della Repubblica Democratica del Congo. Oltre a svariate esperienze da allenatore sulle panchine di squadre di club, tra cui spiccano le 109 panchine nella Milano nerazzurra a cavallo tra il 2001 e il 2003, l’argentino conta una lunga esperienza da consulente tecnico di diverse nazionali. La prima panchina internazionale assoluta risale al 2008 in qualità di ct della Georgia. Da lì in poi diverse nazionali si affideranno alle sue capacità, come testimoniato dagli incarichi alla guida di Egitto, Uzbekistan e la già citata Repubblica Democratica del Congo.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969