Dove trovarci

Il Brasile avvia la rivoluzione: nuova regola sugli esoneri

Il campionato brasiliano rivoluziona il mondo del calcio: per la prima volta nella storia ogni club avrà a disposizione un solo esonero a stagione. La regola entrerà in vigore dal prossimo campionato e varrà esclusivamente nella massima serie brasiliana. Una decisione proposta dal Presidente della Federcalcio, Roberto Caboclo, e votata da tutti i membri della Prima Divisione: il risultato è stato di 11 favorevoli e 9 contrari, approvando così la novità.

Di preciso, la norma prevede che ogni squadra può esonerare un solo allenatore nell’arco della stagione. Nel caso in cui un club dovesse effettuare un secondo esonero durante la stessa annata, in panchina può subentrare solo un tesserato del club da almeno 6 mesi. La riforma tocca anche gli allenatori: uno stesso allenatore, infatti, non può sedersi in più di 2 panchine diverse durante una singola stagione.

La decisione è stata presa a causa dell’incredibile aumento degli esoneri durante il 2020. Nel campionato brasiliano sono stati 21 i cambi di allenatore totali con Goias (3) e Botafogo (4) in testa alla speciale classifica. Nonostante l’aumento degli esoneri sia un problema reale anche in Italia, il presidente dell’Associazione Italiana Allenatori (AIA), Renzo Ulivieri, ha dichiarato:

In Italia fortunatamente non siamo ancora a questi livelli. Sembra una scelta aiamolto difficile da praticare, in quanto vorrebbe dire togliere libertà alle società di fare le proprie scelte

Il commento del presidente dell’AIA allontana così ogni dubbio dichiarandola una scelta impraticabile e di cui l’Italia non ha bisogno. I numeri di questa stagione gli danno ragione: sono infatti solamente 6 gli allenatori esonerati durante questa stagione, ovvero sia Iachini (richiamato dalla Fiorentina dopo le dimissioni di Prandelli), Maran, Liverani, Giampaolo, Di Francesco e Stroppa. Si tratta, dunque, dei tecnici che hanno allenato i club che attualmente occupano le ultime otto posizioni in classifica, ad eccezione di Benevento e Spezia.

Di Francesco: dalla semifinale di Champions a due esoneri in due anni. Fonte immagine: account Twitter della Sampdoria

Nello scorso campionato, in cui l’emergenza Covid ha impattato solo il finale di stagione, i cambi in panchina sono stati 13. Un numero sulla stessa linea delle precedenti tre annate, quando le sostituzioni dei tecnici sono state 12 (2018-19), 10 (2017-18) e 11 (2016-17). Dato che certifica come il trend sia leggermente in calo rispetto all’inizio dello scorso decennio, quando si arrivava a 17 (stagione 2013-14) o 18 (stagione 2011-12) cambi.

 

Nonostante ciò, l’esperimento brasiliano desta curiosità e non è da escludere che, in caso di risultati positivi, la regola possa intrigare in un futuro anche il calcio italiano.

 

Fonte immagine di copertina: profilo Twitter Brasileirao Assai

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in Calcio Internazionale