Dove trovarci

Il Brescia e la curiosità della panchina corta

Il Brescia, nonostante le ultime due sconfitte maturate contro Juventus e Napoli, ha dimostrato di potersela giocare a viso aperto contro chiunque, ed i sei punti ottenuti sui campi di Cagliari e Udine premiano i ragazzi di Corini con un piazzamento a circa metà classifica. Quando si seguono le partite della Leonessa, però, c’è una cosa che salta subito all’occhio dei più attenti che non si fermano a guardare e leggere i nomi degli undici titolari del club neopromosso, ma notano anche i panchinari. Il Brescia infatti, come anche l’anno scorso in Serie B, porta in panchina soltanto otto giocatori, nonostante il regolamento consenta di portarne fino a dodici. Anche oggi a Napoli le riserve erano Alfonso, Mateju, Gastaldello, Zmrhal, Ayè, Matri, Morosini e Romulo.

La scelta deriva da una decisione del presidente Cellino, secondo cui l’abbondanza in panchina porta l’allenatore a distrarsi. In questo modo, invece, Corini può pensare meglio alle convocazioni: la chiamata va sudata e guadagnata durante gli allenamenti.

Fonte immagine di copertina: profilo Facebook del Brescia.

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in Flash News