Connect with us

Flash News

Il Brighton presenta De Zerbi: “Felice di essere qui”

Pubblicato

:

De Zerbi

Oggi è stato presentato in conferenza stampa il nuovo allenatore del Brighton, Roberto De Zerbi. L’allenatore italiano era stato accostato anche alla Juventus in caso di esonero di Max Allegri, ma alla fine è arrivata la decisione di firmare con il Brighton. De Zerbi era attualmente senza squadra, dopo aver dovuto abbandonare la guida dello Shakhtar Donetsk a causa delle guerra in Ucraina.

LE PRIME PAROLE DI DE ZERBI DA ALLENATORE DEL BRIGHTON

Il tecnico italiano è intervenuto oggi nella conferenza stampa di presentazione, rispondendo alle domande dei giornalisti. Il tecnico si è detto molto contento di essere al Brighton, è pronto per questa sua prima esperienza in Premier League. De Zerbi ha dichiarato di aver sentito Pep Guardiola la scorsa domenica, il quale si è mostrato felice dell’arrivo dell’allenatore italiano in Premier League. L’allenatore italiano in questa sua avventura in Premier, ha deciso di designare come suo assistente Andrea Maldera. Maldera vanta un passato come allenatore delle giovanili del Milan, e anche come match e training analyst della prima squadra rossonera.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

Tutti i divieti da rispettare in Qatar durante il Mondiale

Pubblicato

:

Mondiale Qatar

Siamo ormai agli sgoccioli. Poche settimane e, come da programma, il 20 novembre ci sarà l’inizio dei Mondiali in Qatar. Come è noto, per la prima volta nella storia del torneo, la nazione ospitante si trova in Medio Oriente e l’intera competizione si svolgerà mentre sono in corsa i campionati dei club europei.

Il Qatar è pronto, sottolineando più volte di volere un evento «senza discriminazioni». Ciononostante, sul web sta girando una locandina esplicativa dei divieti da rispettare durante l’intera durata del torneo. Importante prestare attenzione a questi divieti imposti dalla cultura del posto, poiché il più delle volte banali comportamenti di tutti i giorni sono severamente vietati e possono portare alla reclusione, alla condanna a punizioni corporali.

 

L’invito per gli stranieri è quello di rispettare la religione e la cultura del Qatar evitando alcuni comportamenti.

RELIGIONE

È vietato mancare di rispetto ai luoghi di culto ed esprimersi in maniera volgare. La blasfemia è punibile fino a un massimo di 7 anni di carcere, il proselitismo di qualsiasi religione diversa dall’Islam può essere punito invece con un massimo di 10 anni di carcere.

ALCOOL  E DROGHE

Il consumo di bevande alcoliche non è del tutto illegale, ma l’età minima per bere è di 21 anni. I tifosi potranno quindi acquistare birra in «bar o ristoranti con licenza».

ABBIGLIAMENTO

Nel 2014, il Qatar ha definito, tramite una campagna indirizzata ai turisti, un codice di abbigliamento consono tanto per le donne quanto per gli uomini. Si sconsiglia alle donne di indossare abiti ‘succinti’. Agli uomini è sconsigliato di indossare pantaloncini e canottiere.

SESSO E SESSUALITÀ

Stringenti anche le regole riguardanti il sesso e la sessualità. La fustigazione è usata in Qatar come punizione per i rapporti sessuali illeciti. L’omosessualità è un crimine punibile in sharia con la pena di morte. Non esistono leggi che coprano i diritti civili.

Continua a leggere

Champions League

Il Player Of The Week di Champions è André Silva: battuto Di Maria

Pubblicato

:

Dinamo Zagabria

In questo turno di Champions League, diversi giocatori si sono messi in luce. A partire dai millennials come Giacomo RaspadoriJude BellinghamErling Haaland e Noah Okafor, a giocatori più esperti che hanno siglato il loro ennesimo gol nella massima competizione europea come Lionel Messi e Mohamed Salah.

Ad aggiudicarsi il premio come ‘Player of the week‘ della UEFA Champions League, bensì, non è stato nessuno di loro. Lo ha ricevuto André Silva, attaccante del Lipsia, autore di una doppietta contro il Celtic. L’ex Milan ha quindi battuto gli “italiani” Di Maria e Di Lorenzo e Bellingham del Borussia Dortmund, gli altri tre giocatori in corsa per il riconoscimento.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Statistica molto positiva per la Serie A in Champions

Pubblicato

:

Archiviata la terza giornata dei gironi della Champions League, è tempo di tirare le somme per le italiane. Il Napoli di Luciano Spalletti ha conquistato una vittoria storica (per punteggio e qualità ai danni dell’Ajax); l’Inter ha superato il Barcellona che detiene il primato della Liga, la Juventus ha battuto (pur con qualche sofferenza di troppo) il Maccabi Haifa. Unica nota stonata è la caduta del Milan, che ha rimediato una brutta sconfitta a “Stamford Bridge” contro il Chelsea di Potter.

Come riporta Transfermarkt.it, la giornata di Champions League delle italiane è stata positiva. Solo la sconfitta del Milan non ha permesso alla Serie A di essere la lega con la miglior media punti dopo le prime tre gare della fase a gironi. Solo la Premier è riuscita a fare di meglio.

 

Continua a leggere

Flash News

Juventus, Miretti si racconta: dal simpatico aneddoto ai suoi idoli

Pubblicato

:

Giovane, intelligente e talentuoso. Fabio Miretti è il gioiellino della Juventus che si è preso sin da subito il cuore dei tifosi.

Il centrocampista bianconero si è raccontato nel format Piedi X Terra di DAZN svelando anche un simpatico aneddoto legato al Chelsea:

“Sono andato a Londra con la mia famiglia. Li stressavo continuamente perché volevo vedere Wembley e gli altri stadi londinesi. Quando siamo andati a Stamford Bridge, siamo passati per la sala delle conferenze. I miei genitori hanno insistito per farmi fingere un’intervista come se fossi un nuovo acquisto del Chelsea. A quel punto mia sorella ha cominciato a farmi domande in inglese, io fingevo di ascoltare il traduttore e rispondevo in italiano”.

Il classe 2003 ha poi parlato di Pavel Nedved e Kevin De Bruyne, suoi grandi idoli:

“Da bambino il mio idolo era Nedved, non so perché. Guardavo la Juve e mi piaceva. Non capivo ciò che faceva in campo, ma lo adoravo perché faceva tanti gol ed era forte. Per un periodo avevo scelto di farmi crescere i capelli proprio come lui, ma poi i miei genitori mi mettevano il gel ed uscivano troppo disordinati, quindi li ho tagliati. Ora come ora il mio punto di riferimento è De Bruyne, adoro ciò che fa in campo”.

Infine, il ragazzo di Pinerolo ha parlato del suo connazionale Giorgio Scalvini:

“Un mio coetaneo che mi piace? Scalvini. Abbiamo giocato contro nei campionati giovanili, insieme in nazionale. Secondo me è molto forte”.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969