Lo ha detto chiaramente anche il nuovo allenatore blaugrana, Quique Setién: il Barcellona è alla ricerca di un numero 9 che possa sostituire Luis Suarez e che possa essere utile nei momenti in cui serve un bomber d’area di rigore. Il Barça da diversi anni cerca di coprire questa falla, ma spesso fatica a trovare un attaccante “di scorta” che possa alternarsi al tridente delle meraviglie (Messi-Suarez più Neymar prima, più Griezmann oggi), a tal punto che l’anno scorso si è ritrovato ad acquistare un Kevin-Prince Boateng che ha fatto più da comparsa che altro.

L’obiettivo del Barça è quindi chiaro: nessun Boateng, o arriva un giocatore di livello e di impatto, o tanto vale rimanere così. La prima scelta rimane Rodrigo del Valencia, che ormai da un paio di sessioni di mercato pare sul piede di partenza, ma che alla fine rimane sempre l’attaccante di punta al Mestalla. Il Valencia non vorrebbe privarsene, e secondo Marca chiederebbe non meno di 60 milioni; un problema per il Barça, che per rientrare nel Financial Fair-Play ha bisogno di ricavare dal mercato circa 120 milioni, e spenderne altri 60 per Rodrigo significherebbe dover cedere qualcun’altro.

Le alternative a Rodrigo sarebbero Pierre Emerick Aubameyang e Timo Werner, ma sia Arsenal che Lipsia non hanno intenzione di cedere le loro stelle, senza dimenticare che entrambe sono storicamente botteghe particolarmente care. Nessun nuovo caso Boateng ma neanche spese folli per il Barça: non sarà così semplice trovare un buon compromesso.

Fonte immagine: profilo Instagram @fcbarcelona