Connect with us
Il Como spreca, Botta salva il Bari: finisce 1-1 al Sinigaglia

Flash News

Il Como spreca, Botta salva il Bari: finisce 1-1 al Sinigaglia

Pubblicato

:

Bari

Termina con un pareggio la sfida del Sinigaglia tra Como e Bari. Al vantaggio dei padroni di casa, con la rete dagli 11 metri di Cerri, ha risposto agli sgoccioli della partita un altro rigore, stavolta per ospiti, che trovano il gol dell’uno a uno con Botta. Resta terz’ultimo in classifica il Como di Mister Longo, sprecando un’altra occasione per superare il Cosenza che nel pomeriggio aveva trovato solamente un punto sul campo del Cittadella.

LA CRONACA DELLA PARTITA

Il Como nel primo tempo costruisce di più, e già al 23′ del primo tempo Iovine si conquista un calcio di rigore. Sul dischetto si presenta Cerri che sbaglia con la gran parata del portiere pugliese Caprile che riesce a deviare la palla sul palo, ma proprio sulla ribattuta il più lesto di tutti è Blanco che insacca. Gol che però verrà annullato dal direttore di gara Marchetti perché al momento della battuta alcuni giocatori del Como erano in area. La pressione della squadra di Longo, però, mette in seria difficoltà la difesa del Bari e nel finale della prima frazione di gioco arriva un’altra chance dal dischetto per Cerri, che questa volta insacca alle spalle di Caprile e porta in vantaggio i suoi.

Nel secondo tempo il registro della partita non cambia, con i lariani che sprecano diverse opportunità per raddoppiare, ma i cambi di Mignani fanno la differenza e dopo aver resistito agli attacchi dei biancoblù, il Bari colpisce con il rigore del subentrato Botta che batte Ghidotti dopo il fallo di mano di Arrigoni. Pareggio amaro per il Como, che non riesce ad agganciare ancora una volta il Cosenza in zona play-out.

LE PAROLE DI LONGO DOPO IL MATCH

Al termine della gara del Sinigaglia, che ha visto il Como andare vicino alla vittoria contro il Bari, il tecnico Moreno Longo, visibilmente sconsolato per il pareggio, ha commentato così a Sky Sport la prestazione della squadra lariana. Ecco le sue dichiarazioni:

“La necessità di punti era per noi molto importante. Resta quindi il rammarico per non aver capitalizzato i tre punti che ci avrebbero fatto fare un bel salto in classifica. Nel secondo tempo abbiamo avuto almeno due o tre occasioni da gol nitide su cui potevamo chiudere la partita. Dovevamo essere più cinici, non l’abbiamo fatto e poi è bastato un episodio come il calcio di rigore concesso al Bari che strozza la gioia di una prestazione che è stata davvero importante”.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calciomercato

Il Tottenham pensa a Jordan Pickford per il dopo Lloris

Pubblicato

:

Pickford

Sono tempi decisamente amari per i tifosi dell’Everton, risucchiati ormai da anni in un vortice di totale mediocrità calcistica, come testimoniato dalla salvezza conquistata faticosamente al fotofinish nella scorsa stagione. La situazione quest’anno è ulteriormente peggiorata, e il recente esonero di Frank Lampard ne è soltanto l’ultima delle dimostrazioni. In una squadra attualmente penultima in classifica e da tempo allo sbando dunque, un elemento come Jordan Pickford, portiere titolare della nazionale inglese, finisce inevitabilmente per sembrare fuori posto.

Ad approfittare della situazione potrebbe dunque essere il Tottenham (che l’estate scorsa ha prelevato Richarlison proprio dai Toffees), ove un monumento come Lloris non sembra più essere in grado di fornire le garanzie di un tempo. Secondo quanto riportato da FootballInsider dunque, un’eventuale retrocessione dell’Everton diventerebbe un assist al bacio per gli Spurs, che potrebbero a quel punto virare su Pickford per dare il via al ricambio generazionale tra i propri pali reclamato da gran parte della tifoseria.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Rudi Garcia svela il futuro di Ronaldo: “Non chiuderà la carriera qui”

Pubblicato

:

Ronaldo

In moltissimi, tra tifosi e addetti ai lavori, avevano interpretato il clamoroso trasferimento di Cristiano Ronaldo all’Al-Nassr come un definitivo esilio dorato dal calcio europeo, in cui il portoghese ha regnato per quasi due decenni. Eppure, quando si parla di CR7, meglio non dare mai niente per scontato; le dichiarazioni del suo attuale allenatore, Rudi Garcia, lasciano infatti intuire che la storia di Ronaldo possa arricchirsi di un ulteriore capitolo:

“Ronaldo non si ritirerà all’Al-Nassr, farà ritorno in Europa per poi ritirarsi lì“.

Il tecnico francese non è stato però il primo a formulare tale ipotesi; diverse testate come Marca, principale quotidiano sportivo spagnolo, avevano accennato alla possibilità di rivedere Cristiano in bianconero per la prossima stagione. Solo che questa volta, al posto della maglia della Juventus, indosserebbe quella del Newcastle, club di proprietà saudita inevitabilmente legato all’attuale squadra di Ronaldo, che avrebbe dunque la possibilità di tornare a calcare il palcoscenico della Champions League. Possibilità concreta, visto l’incredibile campionato disputato dalla squadra di Eddie Howe attualmente terzo nella classifica della Premier League.

Continua a leggere

Flash News

Napoli, Spalletti sceglie i convocati: la decisione su Kvaratskhelia

Pubblicato

:

Napoli

Stasera, alle ore 20:45, il Napoli affronterà la Roma nel posticipo della ventesima giornata di Serie A. A distanza di qualche ora dal fischio d’inizio, il tecnico azzurro Luciano Spalletti ha diramato la lista dei convocati. Tra i vari componenti della sua formazione spiccano il ritorno di Khvicha Kvaratskhelia e la prima chiamata per Pierluigi Gollini, prelavato dall Fiorentina solo pochi giorni fa. Di seguito, i convocati della compagine partenopea.

PORTIERI: Gollini, Marfella, Meret

DIFENSORI: Bereszynski, Di Lorenzo, Juan Jesus, Min-jae Kim, Mario Rui, Olivera, Ostigard, Rrahmani, Zedadka

CENTROCAMPISTI: Anguissa, Demme, Elmas, Gaetano, Lobotka, Ndombelé, Zerbin, Zielinski

ATTACCANTI: Kvaratskhelia, Lozano, Osimhen, Politano, Raspadori, Simeone

 

Continua a leggere

Altri Sport

Djokovic eterno: vince gli Australian Open e ritorna 1 nel ranking ATP

Pubblicato

:

Djokovic

Si è conclusa da poco la Finale degli Australian Open, e dunque l’edizione 2023 dello Slam Australiano. Oggi in campo si sfidavano TsitsipasDjokovic, in una finale attesissima, anche perché accessa dalle dichiarazioni dei due nei giorni scorsi.

LA FINALE DEGLI AUSTRALIAN OPEN: TSITSIPAS-DJOKOVIC

Il match ha mostrato tutta la supremazia di Djokovic, che ha sconfitto Tsitsipas in 3 set in modo abbastanza agevole. Il serbo si è imposto sul greco con il punteggio di 6-3, 7-6, 7-6. Con la vittoria di oggi Djokovic raggiunge Nadal a quota 22 Slam e centra la sua decima vittoria agli Australian Open.

Al termine del match Nole si è lasciato andare in un pianto liberatorio, complice anche la vicenda brutta che l’anno scorso lo ha costretto a non poter partecipare al torneo. Continua dunque la striscia positiva di Djokovic nello Slam in Oceania, dove con la vittoria odierna raggiunge quota dieci vittorie su altrettante finali disputate agli Australian Open. Oltre questo dato, il serbo prolunga a 28 la striscia di vittorie consecutive agli AO, che al momento è la più lunga di sempre.

Nella finale di oggi non c’era in palio solo il titolo dello Slam, ma anche la posizione numero 1 del ranking ATP, che difatti viene conquistata anch’essa da Novak Djokovic.

L’ANALISI DELLA FINALE

Il match ci ha dimostrato ancora quanto sia inarrivabile Djokovic a livello di gioco e mentale, poiché è stato capace di gestire la finale senza alcuna pressione. Nel match il serbo ha perso la battuta solo nel primo game del terzo set, salvo poi recuperarlo nel turno successivo.

Per Tsitsipas è sicuramente una sconfitta cocente, dato che ci si aspettava di più da lui vista la qualità messa in campo nel corso di queste due settimane. Per il greco quindi nessuna rivincita contro il serbo, dopo la Finale dell’edizione 2021 del Roland-Garros persa proprio contro Nole.

I PROSSIMI APPUNTAMENTI FINO AL ROLAND-GARROS

Adesso il prossimo appuntamento con un torneo dello Slam è fissato al 28 maggio, quando prenderà il via proprio il Roland-Garros a Parigi. Nel mentre si chiuderà la prima parte di stagione su cemento con diversi tornei ATP 250, 500 e 1000, per poi passare alla stagione su terra con altrettanti tornei prima dell’Open di Francia.

 

 

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969