Connect with us

Calcio Internazionale

Il Lupo vince contro il Toro: il Torino cede, passano i Wolves

Pubblicato

:

In Inghilterra per l’impresa. Poche parole e molti fatti servono al Torino per cercare di arrivare al sorteggio di domani di Europa League: per qualificarsi serve vincere con due gol di scarto al Molineux ma, come visto all’Olimpico, non sarà certo semplice contro il Wolverhampton.

Mazzarri lascia a casa N’Koulou dopo le mille diatribe di mercato e schiera Bremer al suo posto, e con lui il confermatissimo Izzo e la novità Bonifazi. A centrocampo fuori Ansaldi – infortunato – e Meité, dentro Ola Aina e Rincón, mentre davanti confermati Zaza e Belotti. I Wolves di Espirito Santo rimangono con il consueto 3-5-2 schierato nel match di andata, con l’unico cambio sulla sinistra: al posto di Vinagre – uno dei peggiori all’andata – gioca Jonny.

PRIMO TEMPO

Il Toro deve obbligatoriamente fare la partita e spinge fin dall’inizio, con intraprendenza e voglia, ma le occasioni sono solo due, prima con Baselli da fermo e con Rincón; i Wolves attendono e guardano per 20′, fino a quando Traoré, con un’accelerazione impressionante, spaventa i granata che si salvano con Sirigu. Il primo campanello d’allarme scaturito dall’ex Barça al Torino dà fiducia agli inglesi, che alzano i ritmi fino a trovare il gol dell’1-0: muove bene palla la squadra di Espirito Santo, che trova ancora uno scatenato Traoré sulla fascia destra che con un bel cross rasoterra serve il messicano Raúl Jimenez, bravo a girarsi di prima e a battere Sirigu. Al 30′ il Toro ha bisogno di addirittura 3 gol.

Il Toro ci prova con l’orgoglio e con la testa di Zaza, che non riesce a dare forza alla sua conclusione aerea nata da un cross di De Silvestri e che si spegne tra le braccia di Rui Patricio. Da qui in poi il niente, e il primo tempo si conclude nel migliore dei modi per i padroni di casa.

Esulta Jimenez dopo il gol dell’1-0
(Fonte: profilo Instagram @wolves)

SECONDO TEMPO

Nei primi minuti della ripresa succede poco o niente, tranne una punizione tagliata di Baselli che impegna Rui Patricio, ma si scatena tutto dal 58′: ancora Baselli su calcio da fermo trova Belotti tutto solo, che non può far nient’altro che segnare e riaprire la partita. Il Toro potrebbe riprendere la partita, ma i Wolves fanno durare la festa soltanto per un minuto, dato che Diogo Jota entra in area dei granata scatenando il panico, trova ancora una volta la risposta di Sirigu, ma la risposta del portiere ex PSG finisce sui piedi di Dendoncker che calcia in porta. Un bacio al palo ed è 2-1, con annessa doccia freddissima per il Torino.

Mazzarri mischia un po’ le carte inserendo intorno al 70′ Berenguer per Ola Aina e Meité per Rincón, ma il Torino fatica a contenere le folate arancioni, soprattutto quelle della coppia d’attacco Jimenez-Jota, con il portoghese in grande spolvero. C’è spazio anche per Cutrone ed il giovane Millico nel quarto d’ora finale, quindici minuti in cui c’è spazio per un’occasione per parte: prima è ancora il belga Dendoncker a spaventare i granata, con una conclusione dopo un grande triangolo con Jimenez che viene fermata da Sirigu, mentre il Toro spreca clamorosamente con il neoentrato Meité, che calcia fuori davanti a Rui Patricio dopo un’azione simile a quella dei Wolves, nella quale aveva duettato con Belotti.

Il cuore granata non si spegne mai e, come chiesto da Mazzarri in conferenza stampa, il Torino dà il cuore fino all’ultimo secondo, infatti a ridosso del recupero è ancora Belotti da posizione precaria a cercare la conclusione, che finisce a lato. Purtroppo la corsa europea del Torino si conclude prima del via, un sorteggio sfortunato contro il Wolverhampton – squadra ostica per chiunque – ha impedito l’accesso ai gironi. Adesso per gli uomini di Mazzarri servirà digerire la sconfitta e mettere tutta la concentrazione sul campionato.

Fonte immagine di copertina: profilo Instagram @wolves

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calcio Internazionale

“Problemi per Brozovic”- La Rassegna Social

Pubblicato

:

rassegna social

Punto d’informazione, di impressioni e passioni condivise, i social network oggi più che mai raccontano le emozioni dei tifosi. Numero Diez vi presenta la rassegna dedicata ai più importanti messaggi della giornata di ieri.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Le partite del giorno – Lunedì 26 settembre 2022

Pubblicato

:

partite del giorno

Il calcio, si sa, non si ferma mai: ogni giorno, da ogni angolo del pianeta, giocatori di tutto il mondo sono pronti, con le proprie giocate sul rettangolo verde, a regalare emozioni ai tifosi. Numero Diez vi presenta quindi le principali gare che ci attendono nella giornata di oggi.

EUROPA – UEFA Nations League

Ore 20:45 Inghilterra-Germania

Ore 20:45 Ungheria-Italia

Ore 20:45 Montenegro-Finlandia

Ore 20:45 Romania-Bosnia Erzegovina

Ore 20:45 Gibilterra-Georgia

Ore 20:45 Macedonia del Nord-Bulgaria

Ore 20:45 San Marino-Estonia

Continua a leggere

Calcio Internazionale

De Roon: “So di non essere un titolare dell’Olanda”

Pubblicato

:

Intervistato al termine della gara di Nations League tra Olanda e Belgio, vinta per 1-0 dagli uomini di van Gaal che si sono qualificati per le final four, ha parlato il centrocampista Marten de Roon:

Lo so, il titolare è de Jong, ma penso di poter dare anch’io qualcosa quando lui non è presente. La partita non è stata bella, ma a volte si può vincere anche in modo brutto e al Belgio abbiamo concesso una sola occasione“.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Le parole di Van Dijk dopo Olanda-Belgio: “Al Mondiale con buone sensazioni”

Pubblicato

:

Nel big match di serata in scena alla Johan Cruijff Arena, l’Olanda batte 1-0 il Belgio e stacca il pass per le final four di Nations League, in programma per il prossimo giugno. Autore del gol decisivo il difensore del Liverpool Virgil Van Dijk, che al termine del match ha parlato ai microfoni di NOS. Queste le sue parole:

“Non è stata una bella partita, ma abbiamo vinto ed è per questo che siamo scesi in campo. Questo ci dà una bella sensazione, anche se possiamo fare molto meglio. Stasera abbiamo affrontato il Belgio che è una delle migliori squadre al mondo e questo non dobbiamo dimenticarlo. Dopo questa partita andremo al Mondiale con una buona sensazione”.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969