Connect with us
Il metodo Rangnick: la ruota delle punizioni

Flash News

Il metodo Rangnick: la ruota delle punizioni

Pubblicato

:

Rangnick

Ralf Rangnick è da poco diventato allenatore ad interim del Manchester United, per poi rimanere come consulente per altri due anni.

L’ex tecnico del Lipsia è conosciuto sicuramente per il suo ottimo lavoro nel progetto Red Bull, e c’è molta curiosità di vederlo con i Red Devils.

Nonostante l’allenatore tedesco possa portare una nuova ventata gioco e crescita per molti giovani, a Lipsia era conosciuto anche per le sue punizioni.

Fu proprio lui a dire, nel 2018 “Le multe raramente portano qualcosa. Fa più male ai giocatori quando hanno meno tempo“.

Ed infatti non si trattava precisamente di multe, e dopo un colloquio con il suo assistente Jesse Marsch, i due presero spunto da una singolare idea americana.

LA RUOTA DELLA SFORTUNA DI RANGNICK

Nel caso in cui un giocatore dovesse uscire dalle linee o mancare di rispetto, sarà il destino a scegliere una sua punizione.

Il tecnico tedesco aveva adibito una ruota, da far girare al colpevole che avrebbe dovuto rispettare una delle 11 punizioni presenti nelle 12 caselle.

Tra tutte quindi, era presente un solo bonus per salvarsi dalla penitenza.

Ecco quindi, le 12 caselle pensate dall’allenatore.

  1. Pulire i palloni, gonfiarli e portarli in campo: per 30 minuti al giorno per una settimana, un giocatore dovrà assicurarsi che tutti i palloni siano ben gonfi e lucidati, pronti per essere calciati in allenamento.
  2. Allenare un “academy team”: durante un giorno libero, il giocatore dovrà allenare per 4 ore una delle squadre delle giovanili.
  3. Fare da guida allo stadio: il sogno di ogni tifoso, essere guidato dentro lo stadio da un giocatore della propria squadra del cuore. Ebbene, grazie a Rangnick potrebbe diventare realtà, con il punito che dovrà fare da guida per un’ora.
  4. Sei fortunato: la carta per uscire dalla prigione, ovvero che non ci sarà nessuna punizione.
  5. Prendersi cura del campo: CR7 giardiniere al Carrington potrebbe concretizzarsi qualora il portoghese dovesse sgarrare. La cura del campo è fondamentale, e per questo il tempo dedicato è dalle 4 alle 6 ore.
  6. Indossa un tutù: quella più imbarazzante, ovvero giocare per 90 minuti in una partita di allenamento con un tutù rosa.
  7. Riempire le bottiglie d’acqua: far reidratare i propri compagni è di vitale importanza, ecco perchè il calciatore punito dovrà riempire le borracce per 20 minuti al giorno per una settimana.
  8. Commesso allo store: il cattivo di turno dovrà lavorare nello store del club per tre ore.
  9. Lavorare nella mensa: esser serviti da un proprio compagno di squadra, che per 30 minuti al giorno dovrà anche ripulire quando gli altri finiscono.
  10. Lavorare come assistente: un altro lavoro che metterebbe alla prova molte stelle del calcio, ovvero pulire e sistemare camicie e stivali sporchi per 30 minuti al giorno.
  11. Caricare il bus di squadra: il pullman dello United ha un valore di quasi mezzo milione di sterline, e questo fa capire quanto sia grande e spazioso. Lo spazio al suo interno va riempito, e questo compito potrebbe spettare al giocatore punito, per un ora e mezzo in una giornata di distanza.
  12. Acquista regali per il personale: visti gli stipendi galattici dei giocatori, questo non dovrebbe essere un particolare problema, dato che riguarda l’acquisto di piccoli regali ad un massimo di 60 membri dello staff.

Solo il tempo ci dirà se Rangnick farà rispettare la sua amata ruota anche nello United.

Sicuramente, la possibilità di vedere Pogba con un tutù o CR7 come guida dello stadio alimenterà molta curiosità per la nuova avventura del tecnico tedesco.

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

La Rassegna Social del Diez – Zaniolo ha firmato con il Galatasaray

Pubblicato

:

Punto d’informazione, di impressioni e passioni condivise, i social network oggi più che mai raccontano le emozioni dei tifosi. Numero Diez vi presenta la rassegna dedicata ai più importanti messaggi della giornata di ieri.

Continua a leggere

Flash News

Le partite del giorno – Giovedì 9 febbraio 2023

Pubblicato

:

Il calcio, si sa, non si ferma mai: ogni giorno, da ogni angolo del pianeta, giocatori di tutto il mondo sono pronti, con le proprie giocate sul rettangolo verde, a regalare emozioni ai tifosi. Numero Diez vi presenta quindi le principali gare che ci attendono nella giornata di oggi.

FRANCIA – COPPA DI FRANCIA

Ore 21:00 Lorient-Lens

OLANDA – KNVB BEKER

Ore 18:45 Twente-Ajax

Ore 21:00 Den Haag-G.A. Eagles

PORTOGALLO – COPPA DI PORTOGALLO

Ore 18:45 Casa Pia-Nacional

Ore 21:30 Braga-Benfica

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Marsiglia-Psg 2-1, Malinovskyi elimina i parigini

Pubblicato

:

ESCLUSIVA

Si è conclusa pochi minuti fa Marsiglia-Psg, partita valevole per gli ottavi di finale di Coppa di Francia.

L’incontro è terminato con la clamorosa eliminazione dei parigini, sconfitti dalla squadra allenata da Igor Tudor per 2-1. Decisivo il gol di Malinovskyi che, con un sinistro potentissimo da fuori area, ha trafitto Gianluigi Donnarumma. Buona solo per le statistiche la rete siglata da Sergio Ramos, realizzata con un colpo di testa sugli sviluppi di calcio d’angolo. Ennesima delusione stagionale, dunque per Messi e compagni, che hanno visto svanire un grande obiettivo stagionale.

Tutte le attenzioni della società ora sono inevitabilmente rivolte alla doppia sfida di Champions League contro il Bayern Monaco.

 

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Il Leeds sfiora l’impresa: Manchester United fermato sul 2-2

Pubblicato

:

Per dare l’esatta dimensione della prestazione offerta dal Leeds questa sera contro gli storici rivali del Manchester United, occorre menzionare un paio di statistiche. In questa stagione di Premier League, tra le mura di Old Trafford, i Red Devils hanno costruito un fortino pressoché inespugnabile. Nove vittorie, un pareggio ed una sola sconfitta, contro il Brighton al debutto stagionale, in cui Ten Hag è riuscito a raccogliere scalpi di lusso come quelli di Arsenal Manchester City, uniche squadre che precedono De Gea e soci in classifica.

Fatte le doverose premesse, il match è stato all’insegna dell’intensità (come spesso e volentieri capita nel campionato inglese), a discapito tuttavia della qualità tecnica in alcune fasi della gara. Una gara che Willy Gnonto ha azzannato dopo neanche un minuto, portando in vantaggio i suoi con una rasoiata all’angolino capace di ammutolire il Teatro dei Sogni, non nuovo tuttavia ad assistere a delle rimonte da parte dei propri beniamini (basti pensare al rocambolesco derby contro il City). Lo United non si è infatti perso d’animo, creando occasioni da gol a ripetizione per tutto il primo tempo, di cui una clamorosa con Garnacho, senza riuscire però a trovare il meritato pareggio. L’aggressività del Leeds ha dato nuovamente i suoi frutti a inizio ripresa, grazie a una sfortunata deviazione di Varane nella propria porta, in quella che poteva essere una vera e propria pietra tombale sulla partita.

Sotto di due gol è emersa dunque la notevole personalità che il tecnico olandese ha saputo imprimere alla propria squadra, la stessa che appena un anno fa, di fronte alle prime di difficoltà, si squagliava come neve al sole. A suggellare la rimonta nel giro di 8 minuti ci hanno pensato Rashford, sempre più leader e trascinatore, e Sancho, tornato al gol per la prima volta da settembre.

Continua a leggere

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969