L’ultimo mese del 2020 e l’inizio del 2021 hanno segnato, forse, il periodo più complicato della gestione del Chelsea da parte di Frank Lampard. Dopo una stagione dove non si aveva grandi aspettative date dal blocco del mercato ma che ha portato comunque alla qualificazione alla Champions League. Quest’estate il Chelsea ha sovrastato tutti durante l’ultimo mercato, fra parametri zero e cifre monstri spese per giovani forti e di grande prospettiva. Ma ad oggi la continuità nella squadra non si è ancora vista e i tifosi del Chelsea si aspettano ben altro da questa stagione.

RE DEL MERCATO

Il presidente Abramovich, dopo che la FIFA ha sospeso il mercato del Chelsea per due sessioni (estate 2019 e inverno 2020), doveva sicuramente tornare a spendere sul mercato per cercare di rinforzare al meglio la squadra, se pur già circondata da tantissimi giovani, come Mount e Abraham, che sono esplosi nella scorsa stagione. Già nello scorso febbraio, viene raggiunto l’accordo con Ziyech e con l’Ajax sulla base di 40 milioni, ovviamente il giocatore ha continuato la stagione con i lancieri, ma questo sarà solo l’inizio. Nel giugno del 2020, nel pieno della stagione calcistica per via della ripresa post covid, i Blues raggiungono l’accordo con uno degli attaccanti più forti e promettenti del futuro: Timo Werner approda a Londra per 60 milioni e decide di abbandonare da subito il Lipsia e di non continuare la stagione.

( Fonte immagine: Instagram @timowerner )

Non è ancora iniziato ufficilamente il mercato e i londinesi hanno già speso 100 milioni di euro. Altro colpo, questa volta nella finestra di mercato: i Blues acquistano il terzino sinistro inglese del Leicester, Ben Chilwell. Dopo le stagioni alle Foxes ha pienamente convinto il Chelsea, che spende ben 50 milioni per accasarsi il giocatore. Per rinforzare di nuovo la difesa, invece, viene prelevato a parametro zero l’ex capitano del Paris Saint-Germain Thiago Silva. 36 anni, ma tanta esperienza da dare ad un gruppo di giovani che deve crescere anche mentalmente. Lo stesso brasiliano è stato più volte elogiato dal suo allenatore, stupito dalla capacità del difensore di giocare in questa maniera a ormai fine carriera.

“Non avrei potuto giocare tutte le gare perché, all’epoca, in quella fase finale della mia carriera, a volte ero nella partita e a volte no. Lui invece è un vero top player. Sempre concentrato, non sente pressione. Sapevo che era un difensore di altissimo livello e non sarei dovuto essere sorpreso. Lo vedo in allenamento tutti i giorni. Prepara tutto alla perfezione, legge al meglio ogni partite. Ha una voglia matta di vincere e competere contro chiunque.”  

Frank Lampard

( Fonte immagine: Instagram @kaihavertz)

La ciliegina sulla torta del mercato arriva dopo una lunga telenovela e viene ingaggiato per la cifra di 80 milioni il talento tedesco Kai Havertz dal Bayer Leverkusen. Infine a conlcudere il mercato stellare è Edouard Mendy, portiere del Lille per rimpiazzare Kepa che ha ormai deluso tutti e dopo due stagioni non hai mai convinto pienamente.

UN CALO INASPETTATO

Dopo un buon inizio, il Chelsea si trova a battagliare nelle prime posizioni della classifica tra la sorpresa Aston Villa, l’Everton di Carletto Ancelotti, il ritrovato Tottenham di Mourinho e il solito Liverpool di Klopp. Ma solo sino a 6 giornate fa. La squadra infatti arriva da due buone partite, pareggiando in casa contro il Tottenham e vincendo contro il Leeds del Loco Bielsa per per 3-1. Poi inizia il momento no: l’Everton continua a sorprendere e vince 1-0 con il rigore di Sigurdsson. Partita dopo, il brutto periodo sembra continuare e perde fuori casa anche contro il Wolverhampton, ma tutto sembra passare dopo l’incoraggiante vittoria per 3-0 con il West Ham. Nonostante tutto, a preoccupare sono il rendimento di due giocatori: Havertz e Werner.

( Fonte immagine: Instagram @chelseafc)

I due non sembrano essere più gli stessi giocatori visti nella Bundelsiga e il periodo di ambientamento al campionato sembra avere un processo più lungo del previsto. Ovviamente si augura sempre a questi giovani di ritrovare la strada giusta e di non perdersi per via dei cambiamenti e della pressione. Continuando il cammino dei Blues, la squadra di Frank Lampard porta in classifica appena 1 punto nelle ultime 3 partite. La partita che pesa di più anche a livello psicologico è il derby di Londra contro un Arsenal – anch’esso in grande difficoltà ma già in ripresa – allo sbando che riesce a vincere per 3-1. Poi il pareggio con l’Aston villa per 1-1 e la pesante sconfitta per 1-3 allo Stamford Bridge rifilata dal Manchester City.

“Non sta andando nel verso giusto ma dobbiamo mostrare il nostro carattere e iniziare a portare una serie di vittorie.”

Christian Pulisic

Il Chelsea è una squadra comunque giovanissima, che deve ritrovarsi e sicuramente lo farà tirando fuori il meglio dai propri giocatori anche grazie al lavoro e al gioco di Lampard. E sopratutto, devono a tornare a brillare quei gioiellini che i Blues hanno acquistato d’estate che possono portare la svolta in questo momento difficile.

 

Fonte img in evidenza: Instgram @chelseafc