Connect with us

Flash News

Il Pallone d’Oro dello scandalo

Pubblicato

:

Il Pallone d’Oro di quest’anno ha senza dubbio fatto parlare molto di più rispetto alle scorse edizioni. Si deve senza dubbio all’incertezza e al cambiamento che l’hanno determinato.

Dopo dieci anni è stato abolito il dualismo Ronaldo-Messi, quest’ultimo addirittura fuori dal podio, mentre si sono affacciati alla finestra nuovi protagonisti per questo premio. Antoine Griezmann, protagonista delle vittorie di Europa League e Mondiale, Mbappè, super sui campi della Russia. Fino a un certo punto sembrava essere della lotta anche Varane, per l’accoppiata Champions League-Mondiale.

Il “nuovo” che avanza, però, è stato Luka Modric, che ha vinto la Coppa Campioni e soprattutto trascinato la sua Croazia fino al Luzniki di Mosca, teatro della finale Mondiale.

FUORI LO SCANDALO

Il premio, dunque, è andato al croato. La sua vittoria non ha, tuttavia, placato le discussioni e le polemiche. E, a distanza di pochi giorni, intorno alla premiazione alleggia l’ombra dello scandalo.

Tra i votanti, infatti, compare per le Isole Comore il giornalista Abdou Boina, presunto rappresentante della testata albaladcomores.com. Dall’Unione delle Comore, però, fanno sapere che non esiste nè il giornalista con quel nome iscritto alla loro associazione nè tantomeno la testata, chiusa sei anni fa. Un clamoroso errore o qualcos altro?

Ad aumentare i dubbi sulla corretta assegnazione del Pallone d’Oro ci si è messo anche il giornalista del Trinidad and Tobago, Lasana Liburd. Egli ha dichiarato che la sua lista di voti, nell’ordine Messi-Modric-Ronaldo-Salah-Griezmann, sia stata considerata al contrario, dunque da Griezmann a Messi. Trattasi anche questo di un grave errore da matita rossa?

Se pur si vuole considerare l’attenuante dell’errore, c’è da chiedersi come se ne siano potuti commettere addirittura due, entrambi gravi, per un premio così importante. Errare è umano, perseverare è diabolico.

POLEMICHE JUVENTINE

A testimonianza del fatto che la vittoria di Modric non ha messo tutti a tacere ci sono le polemiche dei tifosi juventini. Questi volevano, ovviamente, vedere finire il Pallone d’Oro nelle mani di Cristiano Ronaldo, trascinatore del Real Madrid in Champions League e, fin quando ha potuto, del Portogallo in Russia.

I bianconeri hanno individuato, seppur superficialmente, in Florentino Perez quale figura chiave nell’assegnazione del Pallone d’Oro. Il premio prestigioso è finito nelle mani dell’attuale giocatore del presidente madrileno e si aggiunge al The Best Player dell’UEFA, per il quale era in corsa anche CR7.

Del portoghese la federazione europea sembra essersi completamente dimenticata. Due giorni fa, in occasione del 7 dicembre, la UEFA sui social ha pubblicato un sondaggio su quale sia il numero 7 preferito. Compaiono i nomi di Coutinho, Mbappè, Griezmann, Sterling, Ribery e addirittura Mariano Diaz, che con il Real Madrid non ha ancora fatto granchè, ma non quello del 7 più famoso al mondo. Per gli juventini questo è un ulteriore indizio di come tutto, compreso il Pallone d’Oro, sia stato tutto architettato dal patron del Real, quale per vendetta dell’addio estivo.

Tra scandali e polemiche, il Pallone d’Oro continua a far discutere…

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Spalletti: “Per noi sarà un vantaggio lavorare durante la sosta”

Pubblicato

:

Napoli

Luciano Spalletti, allenatore del Napoli durante un’intervista rilasciata alla stampa turca dal ritiro di Antalya, ha parlato della sosta che sta coinvolgendo anche il campionato di Serie A: “In momenti come questi, squadre come la nostra hanno l’opportunità di lavorare in modo più dettagliato. Non puoi andare sempre forte per tutto il tempo. La pausa offrirà l’opportunità di lavorare sui dettagli. Siamo molto contenti della forma che abbiamo raggiunto. Sarà un grande vantaggio per una squadra come la nostra poter lavorare e mantenere le nostre prestazioni in questo periodo. Abbiamo iniziato molto bene la stagione. è stato un vantaggio aver iniziato bene, abbiamo in squadra calciatori giovani molto forti. Abbiamo grande qualità ma abbiamo anche dei punti deboli.

Quindi mi congratulo con i miei giocatori per l’ottimo inizio. Faremo del nostro meglio per continuare così“.

Continua a leggere

Flash News

Immobile sulla sua Lazio: “Finchè starò bene e riuscirò a dare il massimo resto qui”

Pubblicato

:

Lazio

In occasione del lancio di una criptovaluta Immobile ha rilasciato un’intervista abbastanza corposa dove ha trattato diversi argomenti. Queste le sue parole riportate da LaLazioSiamoNoi, partendo dai tifosi: “Io credo che sia la cosa più importante. Da quando ho iniziato a fare questo sport ho sempre creduto nei suoi valori, la passione. Poi è diventata la mia professione, quando incontro i tifosi che mi fanno i complimenti per il Ciro “uomo” mi riempie di gioia. Qua alla Lazio l’affetto dei tifosi mi spinge sempre a fare meglio, io e la mia famiglia ci sentiamo a casa, siamo di adozione romani ma il 50% del mio sangue resta sempre napoletano”.

Poi una parentesi sul Napoli: “In questo momento ha un grande vantaggio in fatto di punti, questo stop sarà condizionante per tutte le squadre, se loro riusciranno a mantenere questo ritmo dopo la pausa faranno grandi cose. Questo è un campionato atipico, stiamo lottando con grandi squadre che ci danno filo da torcere”.

Ciro Immobile ha continuato parlando anche dell’esperienza a Pescara: “L’Immobile di Pescara era un ragazzo single in una squadra di ragazzi che volevano emergere, seguendo le direttive del mister siamo riusciti ad arrivare davanti a squadre molto attrezzate“.

Il capitano biancoceleste ha concluso con un commento su Claudio Lotito: “Ho un rapporto molto buono con lui, mi ha sempre aiutato per qualsiasi cosa. Ora ho un contratto di altri tre anni, finché starò bene e riuscirò a dare il massimo per questa maglia starò qui se poi dovesse finire ne parleremo. Adesso mi sto focalizzando su quello che sto facendo in campo, ma anche su quello che posso dare alla società dopo quando smetterò di giocare”.

Continua a leggere

Calciomercato

Idea Soyuncu per l’Inter se un difensore nerazzurro dovesse lasciare: i dettagli

Pubblicato

:

Inter Marotta

L’approdo di Caglar Soyuncu all’Inter ruota attorno alla situazione di Milan Skriniar e della difesa nerazzurra in generale.

Se uno tra Acerbi e De Vrij dovesse lasciare i nerazzurri, allora la società sarebbe obbligata a intervenire sul mercato.

Soyuncu, attualmente in forza al Leicester, potrebbe essere una valida alternativa anche perchè il turco arriverebbe a parametro zero.

La sua stagione al Leicester non è mai iniziata, al momento si registra una sola presenza. Se da questo momento a fine stagione dovesse collezionare ancora così poche presenze, potrebbe essere un rinforzo non indifferente per la squadra di Simone Inzaghi, che non potrà fare a meno di operare in difesa nel mercato estivo viste le difficoltà a trattenere l’intero pacchetto arretrato oggi in rosa.

Continua a leggere

Calcio Internazionale

Santos sulla situazione Ronaldo: “Non sta a me dire se giocherà la prossima partita”

Pubblicato

:

Ronaldo

E’ un Fernando Santos soddisfatto, ma non al 100% quello ai microfoni della stampa nel post partita della sfida con la Svizzera. Il suo Portogallo ha demolito gli elvetici per 6-1, ma l’attenzione della stampa è andata soprattutto verso la delicata situazione di Cristiano Ronaldo, oggi partito dalla panchina, e spettatore impotente della tripletta di Goncalo Ramos, il talentino che potrebbe avergli tolto il posto da titolare nello scacchiere portoghese.

Queste le parole di Fernando Santos nel post: “Non è stata una serata perfetta, ma abbiamo disputato una grande partita mettendo in campo il giusto atteggiamento per tutti i novanta minuti di gioco. L’assenza di Cristiano Ronaldo? Ne ho già parlato e non lo farò più; lui e Gonçalo Ramos sono due calciatori diversi. Ronaldo è il nostro capitano, non ci sono stati problemi in seguito alla mia decisione: è un ragazzo che cerca sempre di dare il suo contributo, ma non sta a me dire se giocherà o meno nella prossima partita. Vedremo cosa succederà“.

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969