Connect with us

Generico

Il riscatto di Bryan Cristante

Pubblicato

:

In una prospettiva estrema, tra due mondi distanti come quello del calcio e quello dei motori, incredibilmente si potrebbe individuare un azzardato paragone per descrivere l’approccio di Bryan Cristante alla Roma. Meccanicamente parlando, infatti, il centrocampista italo-canadese potrebbe essere paragonato ad una macchina con un motore a diesel. Le vetture che montano un meccanismo di tale fattura, infatti, impiegano più tempo a carburare ma una volta partite non si fermano più. Bryan Cristante, allo stesso modo, ha avuto bisogno di tempo per ingranare la marcia giusta nella capitale ma è ormai da diverse partite uno dei trascinatori della formazione giallorossa.

 

UNA PARTENZA A RILENTO

Il centrocampista Italo-Canadese, arrivato in estate dall’Atalanta per 30 milioni di euro, è stato accolto nella capitale con le grandi aspettative dei tifosi, memori della sua grande stagione a Bergamo e desiderosi di trovare nel classe 95’ il degno erede di Radja Nainggolan partito, sempre in estate, nella direzione della Milano neroazzurra. Cristante, convocato per la tourneè negli U.S.A,  è stato protagonista nel ritiro precampionato di prestazioni altalenanti che avevano indotto l’ambiente giallorosso a nutrire i primi dubbi sul suo acquisto.

Perplessità poi confermate al ritorno in Italia quando, nelle prime partite di campionato, il centrocampista è stato autore di prestazioni opache, neanche lontanamente paragonabili a quelle offerte a Bergamo. La pressione dell’ambiente giallorosso e il suo impiego come mezzala nel 4-3-3, modulo non adatto alle sue caratteristiche tecniche, sono stati i principali responsabili del suo rendimento negativo che hanno spinto Di Francesco a preferirgli altri giocatori.

Cristante nella tournée americana in azione contro il Barcellona.

 

BRYAN HA MESSO LA QUARTA

Se Bryan Cristante dovesse  giocare a poker sarebbe un profilo perfetto per il famoso gioco di carte: il giocatore giallorosso, infatti, ha la classica “Pokerface”, un’espressione del viso che non lascia trasparire esternamente alcun tipo di emozione. Questo suo particolare atteggiamento, unito ad una grande voglia di riscatto, ha caratterizzato anche i primi momenti negativi in giallorosso: senza sceneggiate o segnali eclatanti di malcontento, Bryan ha continuato a lavorare e impegnarsi per riconquistare un posto da titolare.

Cristante in azione con la maglia giallorossa.

L’occasione arriva col Cska e Bryan la coglie al volo: prestazione grintosa e da leader vero ripetuta poi durante il weekend nel poker rifilato alla Sampdoria di Giampaolo. Da quella settimana di metà novembre, con prestazioni convincenti e di spessore, il nome di Cristante ha guadagnato un posto fisso nella filastrocca della formazione giallorossa. Il ritorno alla titolarità del classe 95’, tuttavia, non è da attribuire soltanto al grande impegno del giocatore ma anche al cambio di modulo operato da Eusebio di Francesco: con il passaggio dal 4-3-3 al 4-2-3-1, Bryan ha trovato una posizione a lui più congeniale rispetto al ruolo di mezzala.

E le cifre lo confermano: da quando è stato collocato regista, infatti, Cristante è andato in goal 2 volte e ha prodotto 3 assist per i compagni oltre a vincere 14 contrasti e a recuperare 15 palloni. Numeri da giocatore ritrovato tecnicamente e mentalmente.

http:/https://youtu.be/qOkaBmB9eiE

CARATTERISTICHE TECNICHE:

Bryan Cristante può essere definito un luminare del centrocampo. Il classe 95’ riesce infatti a giocare in diversi ruoli in mezzo al campo: dal mediano di interdizione, al regista di impostazione della manovra passando per il ruolo di trequartista che ha ricoperto, in maniera eccellente, nella passata stagione all’Atalanta.

Il numero 4 giallorosso, inoltre, gode di buoni mezzi fisici: i suoi 186 cm e i suoi 80 kg di peso, infatti, gli permettono di farsi valere in mezzo al campo e in area di rigore dove è molto abile a saltare di testa.

In fase di possesso il centrocampista si abbassa sulla linea difensiva, centralmente o lateralmente, per facilitare la costruzione dal basso; tuttavia ama anche verticalizzare improvvisamente seguendo poi la manovra offensiva della squadra.

In fase di non possesso Cristante è uno dei primi ad andare in pressing su colui che imposta togliendo così, alla squadra avversaria, un punto di riferimento. In fase difensiva invece Bryan si posiziona come schermo davanti alla difesa tenendo legati il reparto difensivo e il centrocampo e recuperando molti palloni.

Cristante in pressing sul portatore di palla.

Il giocatore gode di un grande atletismo che gli permette di compiere la fase difensiva e offensiva con la stessa efficacia. E’ inoltre molto abile negli inserimenti e in zona gol come testimoniano i suoi 3 gol in questa stagione e le 12 reti segnate lo scorso anno con la maglia dell’Atalanta.

Da miglior giovane del campionato a “bidone” può essere un attimo, soprattutto in una città come Roma dove molti giocatori hanno disperso il proprio talento. Bryan è però un ragazzo intelligente, maturo e consapevole dei propri mezzi. Dopo una partenza in sordina ora Cristante ha messo la quarta e non vuole fermarsi più. Lo spera la Roma che vede in lui una colonna portante dei prossimi anni. Lo spera la Nazionale Italiana che lo vuole come uno dei protagonisti del centrocampo azzurro del futuro.

 

 

Continue Reading
Commenta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Flash News

Avellino-Andria a porte chiuse: ricorso respinto

Pubblicato

:

ricorso respinto

La Corte D’Appello Nazionale ha respinto il ricorso dell’Us Avellino. Il match contro l’Andria si giocherà a porte chiuse.

Nulla da fare per i tifosi biancoverdi; la gara, in programma domenica alle 17:30, si disputerà in assenza di pubblico. Un fattore non da poco, come dichiarato da bTito nel post partita contro la Turris. L’Avellino ha già giocato senza l’apporto dei propri tifosi nel corso di questa stagione: in quell’occasione il Giugliano vinse 0-1 al Partenio Lombardi.

Continua a leggere

Generico

Gzira 1-6 Inter, vittoria schiacciante per i nerazzurri

Pubblicato

:

Inter

Durante la sosta per il Mondiale in Qatar, l’Inter ne ha approfittato per tenere il ritmo partita, e si è concessa un’amichevole contro lo Gzira United, club che milita nella prima divisione del campionato maltese. La gara è terminata con il risultato di 1-6 per la squadra di Simone Inzaghi. I nerazzurri si sono portati subito in vantaggio di due gol nella prima mezz’ora, con le reti di Bellanova e Kristjan Asllani. Il club di Malta ha poi accorciato le distanze sugli sviluppi di un calcio d’angolo con Jefferson. L’Inter ha dilagato e chiuso il match con le reti di Hakan Calhanoglu, Robin Gosens, Dimarco e Mkhitaryan.

Continua a leggere

Flash News

Tito post Turris-Avellino: “Dedico la doppietta a mia figlia”

Pubblicato

:

Tito

Nel post partita di Turris-Avellino, Fabio Tito, autore di una doppietta, ha analizzato la gara vinta 1-3 e il momento di forma della squadra, reduce da tre risultati utili consecutivi.

Il difensore biancoverde, visibilmente emozionato, ha dichiarato:

“Mi conoscete da un bel pò. Ho sempre messo la squadra al primo posto, anche quando segnavo a raffica e sfornavo assist. È la prima volta che provo un’emozione del genere, in una gara così importante, in un derby così sentito, realizzare due gol è un qualcosa di stupendo. Sono 3 punti pesanti, che ci consentono di allontanarci dalla zona calda. Dedico la doppietta a mia figlia che domani compie un anno. È il miglior regalo che potessi farle”.

Poi, sull’atteggiamento messo in campo:

“Se capiamo che dobbiamo scendere in campo con questa grinta, possiamo toglierci enormi soddisfazioni e raggiungere il quarto posto. Se la cattiveria viene meno, possiamo far fatica con tutti. Prepariamo la gara con l’Andria con maggiore spensieratezza ma sappiamo che non sarà facile senza i nostri tifosi. Sappiamo bene ciò che è successo a Foggia ma stanno penalizzando entrambe le società. Sarà una gara anomala senza l’apporto del pubblico, dobbiamo vincere soprattutto per loro“.

Fonte immagine di copertina: profilo Instagram Us Avellino

 

Continua a leggere

Flash News

Brasile-Corea del Sud, le formazioni ufficiali

Pubblicato

:

Alle 20:00 si disputerà l’ottavo di finale tra Brasile Corea del Sud, per il passaggio ai quarti, dove la vincente affronterà la Croazia. L’ago della bilancia sembrerebbe pendere tutto dalla parte della squadra di Tite, che vuole assolutamente cancellare il ricordo della sconfitta contro il Camerun. Dall’altra parte, Paulo Bento vuole continuare a far sognare una nazione, portando la Corea ai quarti di finale, dopo aver compiuto una vera e propria impresa contro il Portogallo. Arrivati nella fase a eliminazione diretta, ora più di prima, nessuno vuole rinunciare a sognare di alzare l’ambita coppa, chi per la prima volta nella sua storia, chi per la sesta, aumentando ancora di più il margine di distacco su Italia e Germania.

LE UFFICIALI

BRASILE (4-2-3-1): Alisson; Danilo, Marquinos, Thiago Silva, Alex Sandro; Casemiro, Lucas Paqueta; Raphinha, Neymar, Vinicius Junior; Richarlison. Commissario Tecnico: Tite.

COREA DEL SUD (4-3-3): Seung Gyu; Moon-hwan, Kim Min-jae, Young-gwon, Kim Jin-su; In-beom, Woo-young, Jae-sung Lee; Hee-chan, Gue-sung, Son Heung-Min. Commissario Tecnico: Paulo Bento.

 

Continua a leggere
Advertisement
Advertisement

I nostri approfondimenti

Giovani per il futuro

Esclusive

Fantacalcio

Serie A

Trending

Scarica L'App

Copyright © 2022 | Testata giornalistica n.63 registrata presso il Tribunale di Milano il 7 Febbraio 2017 | numero-diez.com | Applicazione e testata gestita da Número Diez SRL 12106070969