Dove trovarci
Pochettino

La nostra prima pagina

Il segreto di Pochettino

Il segreto di Pochettino

Nessun sogno, è tutto vero. Dopo il gol segnato sabato contro il Bournemouth Son Heung-Min arriva a 12 gol stagionali eguagliando il proprio record personale risalente alla stagione 2012/13 quando indossava la maglia dell’Amburgo.

SI COMINCIA DALLA GERMANIA

Considerato come uno dei talenti più cristallini della Sud Corea, Son Heung-Min, al secolo Son, inizia la sua carriera calcistica a livello europeo all’età di 16 anni. Firma il suo primo contratto da professionista con l’Amburgo nel 2010, che decide di puntare su di lui assicurandosi le prestazioni del talentuoso coreano per 4 anni. Dopo 73 presenze e 20 gol con la maglia della squadra di Amburgo, si trasferisce al Bayer Leverkusen squadra dove milita per due stagioni, lasciando un buon ricordo ai tifosi delle aspirine.

L’APPRODO OLTREMANICA

Durante la sessione estiva di calciomercato del 2015 si trasferisce al Tottenham per un cifra intorno ai 20 milioni. Il primo periodo con la maglia degli Spurs non è particolarmente degno di nota, tant’è che inizia a serpeggiare tra la tifoseria l’idea di aver speso male tanti milioni, che sarebbero stati utili per un’altra causa. Ma si sa, l’ambientamento in un altro campionato non è mai facile. C’è bisogno di tempo, di rodaggio. Nella prima stagione infatti Son realizza solamente 4 reti, che se sommate alle 3 segnate in Europa League e l’unica in FA Cup diventano 8 stagionali. Inoltre fornisce soltanto un assist in 1134 minuti di gioco. Numeri tutt’altro che incoraggianti per Pochettino e la società inglese, che non vengono ripagati completamente dall’investimento fatto. La certezza che si tratti solo di problemi di ambientamento arriva all’inizio di questa stagione in cui dopo un avvio sprint, il coreano viene premiato come  FA Premier League Player of the Month. Con 12 gol all’attivo in campionato è il terzo miglior marcatore della sua squadra (meglio di lui Kane 20 e Alli 16). Attualmente ha disputato 28 partite per un totale di 1619 minuti di gioco totali (già superato quindi il minutaggio dell’anno passato). Inoltre l’ex Bayer Leverkusen non è migliorato soltanto a livello realizzativo, ma anche nel modo in cui interagisce con i compagni. Il nativo di Chuncheon è passato da 354 passaggi effettuati con successo a 490. È cresciuto anche il numero dei passaggi chiave, da 17 a 32, e quello degli assist, da 1 a 4. Ennesimo segnale della maggiore importanza di Son nella manovra degli Spurs. Il sudcoreano ha saputo crearsi molte più occasioni da gol, da 18 del 2015-2016 si passa alle 36 di questa stagione. Il doppio delle occasioni in sostanza, ed i risultati si vedono. Grazie alla sua velocità impressionante e la capacità di saltare l’uomo nello stretto, Son è diventato un dardo molto appuntito nella faretra di Pochettino. Gli Spurs si stanno affidando spesso, e soprattutto in quest’ultima parte di stagione, agli spunti del sudcoreano per provare a soffiare il titolo ad un Chelsea che ha perso punti dopo la sconfitta ad Old Trafford. Anche sulle spalle di Son grava il peso delle speranze di tutta la tifoseria del borgo di Haringey, l’ex Bayer Leverkusen gioca e segna. Segna e sogna.

LA LEVA MILITARE

La leva militare sembrerebbe un argomento poco attiene con il calcio, ma non è così se sei Sud Coreano. Tutti i cittadini maschi hanno l’obbligo di prendere parte alla leva militare, per un periodo di 21 mesi, entro e non oltre i 28 anni. Tuttavia gli sportivi hanno un modo per evitare questo impegno ovvero la conquista di una medaglia olimpica. Son fino a questo momento non è riuscito a conseguire questa onorificenza perchè a Rio la sua nazionale si è fermata ai quarti. L’ultima occasione dunque è quella dei Giochi Asiatici del 2018. Tuttavia la convinzione che inizia ormai a diffondersi è che Son con le sue prestazioni e la sua classe riconosciuta a livello mondiale, stia portando lustro alla propria nazione. In virtù di ciò potrebbe essere esonerato da questo servizio utile per la sua gente poichè ne sta fornendo uno altrettanto lodevole.

 

Lascia un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Altro in La nostra prima pagina